Lago Maggiore Half Marathon, edizione da record con 1.500 partecipanti e i primi tre classificati arrivati sotto l’ora. Vince il keniano Kipchumba.

Lago Maggiore Half Marathon, vince il keniano Kipchumba

Una Nexia Audirevi Lago Maggiore Half Marathon da record! Nell’11ª edizione della mezza maratona più spettacolare d’Italia il keniano Daniel Kipchumba, alla sua prima partecipazione, ha infranto il muro dell’ora, concludendo vittoriosamente la gara in 59’06’’ il record della manifestazione. Uno dei crono migliori in Italia. Una corsa velocissima, che ha visto anche il secondo e il terzo classificato sotto i sessanta minuti. Piazza d’onore per l’altro esordiente keniano Mangata Kimai Ndiwa, battuto in volata, che ha chiuso in 59’07”, terza posizione per per l’altro debuttante Josphat Kiptoo Boit in 59’19.

1.500 atleti da Verbania a Stresa

Una giornata storica, che ha visto ben 1.500 atleti impegnati sul percorso sul lago Maggiore, da Verbania a Stresa per la mezza maratona classica e da Fondotoce a Stresa per la 10 chilometri.
Una gioia per l’organizzatore Paolo Ottone della Asd Sport Pro-Motion, che può festeggiare così l’ingresso a pieno titolo della sua corsa tra quelle più titolate sul territorio nazionale. Già ai 10 km si poteva intuire che il primato sarebbe stato battuto, con il passaggio dei due battistrada in 27’48”. E così è stato.

Leggi anche:  Disegna Volley, coinvolti nel progetto oltre 360 bambini delle scuole elementari e medie

Daisy Cherotich prima nella gara femminile

Primo europeo lo svizzero Fabian Anrig in 1h08’12”, mentre il primo italiano è Francesco Grillo in 1h10’06” che ha conquistato il Trofeo Aldo Sassi.  Ma anche la gara femminile non ha tradito le attese. A trionfare un’altra atleta keniana Daisy Cherotich in 1h09’44”, che per la prima volta si cimentava sulle strade del Verbano Cusio Ossola.  Seconda piazza per la connazionale Leonidah Jemwetich Mosop che con 1h10’26” sfiora il suo primato personale sulla distanza.  Medaglia di bronzo per l’attesissima svedese Charlotta Fougberg, la pluricampionessa in pista nei 3000 siepi che affrontava per la prima una mezza maratona. La campionessa ha chiuso con il crono di 1h11’58. Quinto posto per la prima italiana in Debhora Li Sacchi in 1h25’01” che si prende il trofeo Patrizia Pizzi. Insomma, grande successo per una due giorni davvero ricca di soddisfazioni, completata dalla partecipazione alle gare non competitive, la mini-marathon e la 1km Charitywalk.
p.d.l.