Igor Volley: la corsa scudetto si complica. Le azzurre devono vincere domenica prossima a Treviso per portare le venete alla “bella”.

L’Igor più brutta della stagione

In un PalaIgor tutto esaurito (4.200 spettatori) l’Imoco Conegliano sfodera una prova di forza e “vede” lo scudetto del volley femminile.Una Igor irriconoscibile paga la tensione ed esce con le ossa rotte (0-3): le azzurre di Barbolini dovranno espugnare domenica  prossima alle 18 il PalaVerde di Villorba per portare le venete alla “bella” di mercoledì 2 maggio e non dire addio al sogno tricolore. Nel momento più importante della stagione è arrivata una sconfitta netta e cocente.

La delusione di Leonardi e Barbolini

Alla fine a fare festa sono solo le venete, che hanno saputo interpretare al meglio la partita e andare oltre alle difficoltà (serio infortunio alla Folie). Delusione in casa Igor, a cominciare dal patron Fabio Leonardi: «Perdere così non ci sta. Praticamente non abbiamo giocato. Non so cosa sia successo». Stesso tono nelle dichiarazioni del tecnico Massimo Barbolini: «Perdere in questo modo fa male. Una prestazione decisamente inaccettabile». Adesso, domenica, servirà un’autentica impresa. La capitana Francesca Piccinini prova a suonare la carica: «Mi é capitato di vincere scudetti con serie di finale quasi compromesse… Non siamo ancora morte».

Leggi anche:  Il Novara calcio conquista a Perugia un punto per continuare a sperare.

p.d.l.