La nuova Giunta Canelli si è presentata ieri pomeriggio in Municipio. Le deleghe sono state redistribuite tra vecchi e nuovi assessori.

La nuova Giunta Canelli si è presentata in Municipio

Presentazione in Municipio ieri pomeriggio per la nuova Giunta comunale. Alcune novità erano già state anticipate dal Corriere di Novara ma ecco qui di seguito il quadro completo tra assessori che non cambiano la loro posizione, new entry e deleghe che cambiano di responsabile. Il sindaco Alessandro Canelli si occuperà di Città universitaria, Città della Salute e della Scienza, Innovazione e Smart City, Lavoro, Marketing urbano e crescita economica, Frazioni e Periferie, Comunicazione e Urp.

Moscatelli rimane al Bilancio, Paganini alla Sicurezza

Silvana Moscatelli rimane alla Gestione e programmazione delle risorse finanziarie. Questo nel dettaglio gli ambiti di sua responsabilità: bilancio, politiche fiscali e programmazione finanziaria, Valorizzazione del patrimonio e Gestione entrate patrimoniali, Servizi Demografici e Semplificazione amministrativa, Toponomastica e Statistica, Pari opportunità, Rapporti con il Consiglio Comunale. Anche per Mario Paganini non cambia nulla e continuerà ad occuparsi di Sicurezza, Legalità e Partecipazione (Sicurezza urbana e Polizia Municipale, Legalità e Trasparenza, Rapporti con le Società Partecipate, Affari legali, Protezione Civile, Rapporti con l’associazionismo).

Franzoni allo Sviluppo del Territorio

Il nuovo assessore, in arrivo da Trecate, Elisabetta Franzoni si occuperà di Sviluppo del Territorio e nello specifico di Urbanistica e riqualificazione urbana, Grandi opere e infrastrutture, Edilizia privata, Mobilità Urbana, Viabilità e Trasporto pubblico. Valentina Graziosi lascia la promozione del territorio per occuparsi di istruzione ed educazione (politiche educative e formative, Asili nido e Scuole per l’infanzia, Ipab, Ristorazione scolastica).

Leggi anche:  Consiglio provinciale, questo bilancio s’ha da rifare

Lo sport passa a Marina Chiarelli

L’area di competenza di Federico Perugini è Cura della Città: Arredo urbano, Pulizia della città, Programmazione, progettazione e attuazione Lavori Pubblici, Manutenzione del Patrimonio, Verde Pubblico, Strade, Cimiteri, Sviluppo e valorizzazione delle Risorse umane, Politiche per la Famiglia. Non si occuperà più quindi di sport che invece sarà uno degli ambiti di Marina Chiarelli insieme all’Ambiente e Qualità della Vita (Sport, Eventi e manifestazioni sportive, Politiche per la sostenibilità ambientale, Tutela e diritti degli animali, Politiche energetiche, Qualità dell’Aria, Ciclo integrato dei rifiuti e delle acque).

Caressa alle Politiche sociali, Bianchi al Commercio

Franco Caressa si occuperà di Politiche Sociali (Politiche Socio-assistenziali, Diverse abilità, Politiche abitative e residenziali, Politiche giovanili, Rapporti con il volontariato). Commercio e Attività Produttive passano infatti a Laura Bianchi (Commercio, Artigianato, Industria e Agricoltura, Mercati rionali;  Valorizzazione del centro storico, Tutela dei diritti dei consumatori; Presidenza Commissione controllo e rilevazione prezzi).

Cultura e Turismo a Iodice

Infine Emilio Iodice si occuperà di Cultura (delega fin qui detenuta dal sindaco) e di Turismo. Nello specifico sarà responsabile della Gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, Musei e Sistema bibliotecario, Eventi e manifestazioni culturali, Identità e tradizioni, Valorizzazione dei prodotti tipici, Politiche dell’accoglienza turistica, Gemellaggi.

v.s.