Battaglia, un “salto” nella metà dell’Ottocento

Oggi pomeriggio, al parco bosco dell’Arbogna di Borgolavezzaro, è andata in scena la rievocazione della Battaglia della Bicocca. Si tratta del tradizionale appuntamento celebrativo nella ricorrenza del 23 marzo 1849, clou delle manifestazioni di “Novara Risorgimentale 2018”. Il programma di questa edizione ha visto una novità: non solo la battaglia che vide sconfitte le truppe piemontesi dal feldmaresciallo Radetzky. I figuranti ieri, davanti al numeroso pubblico, hanno proposto un viaggio più ampio in “Scene di pace e di guerra del Risorgimento novarese”.

La notte prima della Battaglia

La vigilia della battaglia della Bicocca Radetzky la trascorse a palazzo Longoni a Borgolavezzaro, dove insediò il proprio quartier generale. Quella notte è stata portata in scena sabato sera 24 marzo nella piazza del paese. Una rievocazione storica che illustra gli antefatti della battaglia di Novara e che fa rivivere i protagonisti di allora: dal sindaco Giovanni Calciati al parroco Beltramini. E poi i signori Longoni, Tornielli e Gramegna…
La rievocazione della notte prima della battaglia di Novara vuole ricordare “un momento importante per la nostra comunità. Questa manifestazione intende essere, ai nostri giorni, un’occasione di amicizia fra Paesi allora divisi e in guerra, oggi uniti in un’unica nazione europea”, dicono dal comitato promotore.

Emilio Alzati