Il Novara ricomincia la sua corsa dalla partita più sentita. Stasera, alle 20,30 al “Silvio Piola” di Vercelli, va in scena uno dei derby più incerti delle ultime stagioni. Per la terza volta gli azzurri (e la Pro) si accingono a riprendere un campionato interrotto per le note vicende legate ai ripescaggi: «La forzatura di Pontedera è durata poche ore – sottolinea il tecnico William Viali – Sapute notizie ufficiali sui match rinviati ci siamo concentrati subito su questo derby».

Numerose assenze per il Novara

Il Novara arriva alla partita con numerose assenze, concentrate quasi tutte nel reparto difensivo.
L’ultima vittoria è datata ottobre 2015, con quella punizione di Viola che sbancò l’ex Robbiano. Da allora più nulla nonostante gli azzurri partissero quasi sempre con i favori del pronostico: «Stavolta deve essere un’altra storia – dichiara il mister – La squadra ha voglia di poter dimostrare la sua forza. Il derby non è una partita qualsiasi, sentiamo la responsabilità del risultato ma soprattutto di sfoderare una prestazione orgogliosa, coraggiosa e determinata».

Novara, in palio punti pesanti

In palio punti pesanti contro un avversario ancora imbattuto: «La Pro Vercelli è una squadra nel suo momento migliore – dice Viali – Al di là del derby ha importanza anche per il campionato». Ma questo derby può diventare anche un’opportunità per ridare un po’ di entusiasmo ad una piazza scottata e disillusa dopo un’estate e una prima parte di autunno allucinanti. «La Pro Vercelli ci metterà subito grande intensità – conclude – Dovremo essere bravi a tenere lo stesso livello».
Paolo De Luca