Il Novara Calcio torna a sperare nella serie B. Intanto è raffica di gol contro il Carrara ‘90. Domani amichevole contro il Milan.

Novara Calcio in serie B? Sale la febbre

All’improvviso il Novara Calcio torna a sperare nella serie B. Il blitz fulmineo di martedì a Roma, con la discussione del ricorso davanti al Tribunale Federale Nazionale e l’immediata comunicazione dell’accoglimento dell’organo di giustizia sportiva, ha riaperto prepotentemente le porte ad un ripescaggio che sembrava ormai tramontato. Un gol pesante messo a segno dalla società guidata da Massimo De Salvo, che ha riottenuto la patente di “ripescabile” e adesso punta a vincere la “partita” più importante, che potrebbe rivoluzionare il futuro dalle parti di Novarello. Bocche cucite a Granozzo, soprattutto dopo la beffa dell’estate 2014. Nessun tesserato rilascerà dichiarazioni ufficiali fino a quando il quadro non sarà più chiaro. E pure tra la tifoseria la prudenza è il sentimento comune.

Possibilità di ripescaggio

Sicuramente il Novara, con la sua iniziativa, ha sorpreso tutti, riuscendo a mantenere riservata l’intenzione di presentare ricorso contro quel comma che fino a martedì sera precludeva ogni possibilità di ripescaggio. Un’operazione portata avanti in maniera riservata, ma non certo il frutto di una valutazione estemporanea. La società si è prima assicurata della fattibilità di un ricorso presentato esclusivamente per far valere i propri diritti e l’accoglimento in primo grado da parte della giustizia sportiva rappresenta una grande vittoria.
Qualche società ha storto il naso (vedi Ternana) e qualcun’altra (Catania) sta cercando di sfruttare la strada aperta dal Novara Calcio. Vedremo quale sarà il passaggio nel Consiglio Federale di domani, chiamato a ratificare i pareri definitivi della Covisoc sulle iscrizioni ai campionati.

Leggi anche:  Novara Calcio, un argentino in prova

Solo per difendere la propria storia

Ci sarà da capire se, in tale occasione, verrà stilata una graduatoria ufficiale per i ripescaggi, che al momento si può solo desumere dai punteggi dei parametri, che valutano per il 50% il piazzamento nell’ultimo campionato, per il 25% la tradizione sportiva e il numero medio di spettatori tra il 2012 e il 2017.
Novara e Catania si contendono il primo posto nella possibile graduatoria delle squadre ripescabili, decimale in più decimale in meno, davanti a Robur Siena, Ternana e Pro Vercelli.
La società azzurra va avanti con tranquillità e fiducia, con la certezza di aver segnato quel gol importante martedì pomeriggio e con la forza delle proprie ragioni. In mezzo ad un caos totale, tra fallimenti, cancellazioni, fidejussioni “farlocche”, senza fare proclami e urlare, solo per difendere la propria storia.

Raffica di gol alla prima uscita

Intanto il Novara Calcio ha affrontato la sua prima uscita stagionale. A Novarello, davanti ad un sorridente Massimo De Salvo, azzurri a valanga contro i torinesi del Carrara ‘90 (Promozione) con l’esordio del neo-acquisto Visconti. 12 a 0 il risultato finale. Soddisfatto mister William Viali: «Ho visto l’atteggiamento giusto da parte dei ragazzi. C’è tanto da fare, indipendentemente dalla categoria». E domani, a Milanello, amichevole di lusso a porte chiuse contro il Milan.

Paolo De Luca

Massimo Barbero