NOVARA – L’Igor, sbancando il campo di Prostejov in poco meno di un’ora e venti imponendosi con un netto 3 a 0 (24-26, 13-25, 15-25), aggiunge una vittoria e tre punti alla classifica del gruppo B di Champions League e quindi può continuare il sogno di passare alla fase play off a sei.
Un match partito al rallentatore per la squadra novarese che ha rischiato di lasciare il primo set alle ceche, ripreso per i capelli con una entrata ad ok di Vasilantonaki su una pasticciona Egonu. Poi è stato solo un monologo azzurro con secondo e terzo dominati in lungo ed in largo con Skorupa a dettare legge in regia e una Sansonna molto precisa in ricezione che hanno favorito il gioco d’attacco delle bocche da fuoco azzurre, ieri in maglia bianca.
Attilio Mercalli      

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola

NOVARA – L’Igor, sbancando il campo di Prostejov in poco meno di un’ora e venti imponendosi con un netto 3 a 0 (24-26, 13-25, 15-25), aggiunge una vittoria e tre punti alla classifica del gruppo B di Champions League e quindi può continuare il sogno di passare alla fase play off a sei.
Un match partito al rallentatore per la squadra novarese che ha rischiato di lasciare il primo set alle ceche, ripreso per i capelli con una entrata ad ok di Vasilantonaki su una pasticciona Egonu. Poi è stato solo un monologo azzurro con secondo e terzo dominati in lungo ed in largo con Skorupa a dettare legge in regia e una Sansonna molto precisa in ricezione che hanno favorito il gioco d’attacco delle bocche da fuoco azzurre, ieri in maglia bianca.
Attilio Mercalli      

Leggi anche:  Novara Calcio, addio alla serie B

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola