Al PalaIgor contro l’Imoco Conegliano le azzurre si impongono con un netto 3-0

Con una super Piccinini le azzurre liquidano le venete in gara1

L’Igor Novara si aggiudica il primo atto della finale scudetto imponendosi con un netto 3-0 sull’Imoco Conegliano. Un risultato importante e meritatissimo per le azzurre ottenuto con grande carattere e che permette ora di condurre 1-0 nella serie e guardare con fiducia alla trasferta di Treviso in programma sabato sera. Trascinate da Piccinini, Mvp dell’incontro, le ragazze di Barbolini hanno spinto sull’acceleratore fin dal primo pallone, chiudendo la prima frazione 25-23. Nel secondo set le azzurre prendono subito il largo e riescono a contenere il ritorno delle venete (25-20). La formazione di Santarelli prova il tutto per tutto, ma l’Igor rintuzza ogni tentativo di allungo, affondando nel momento decisivo e chiudendo (25-21) in un’ora e mezza.

Barbolini: «Abbiamo fatto un passo, ma la serie è ancora lunga»

Massimo Barbolini non si lascia prendere dall’entusiasmo nonostante il netto 3-0: «Abbiamo fatto un passo, ma la serie é ancora lunga e dovremo evitare di ripetere quello che oggi non ha funzionato. Però importante era partire bene». Dello stesso tenore le dichiarazioni della palleggiatrice Kasia Skorupa: «Abbiamo vinto 3-0 ma non sarà sempre così. In casa loro si trasformeranno. Comunque importante era partire bene».
Sul fronte Conegliano l’allenatore Santarelli pensa già alla partita di sabato: «Complimenti a Novara, ma noi abbiamo sbagliato davvero troppo. Vedremo di migliorare».

Leggi anche:  Novara Calcio, ripescaggio sempre più lontano

p.d.l.