Igor Volley in finale di Champions League femminile (nella foto di Marco Sartori l’esultanza dopo l’ultimo punto). Sabato 18 maggio, a Berlino, sarà un affare italiano: le azzurre affronteranno l’Imoco Conegliano in un derby tricolore tutto da vivere.

Che brividi al PalaIgor

Ma che brividi al PalaIgor! La squadra di Barbolini è arrivata ad un passo dal baratro contro il Vakifbank Istanbul, riuscendo ad avere ragione delle turche solamente al golden set (16-14) dopo aver annullato due match point. Le ragazze di Guidetti, infatti, erano riuscite a ribaltare con un 3-1 la sconfitta dell’andata. La squadra novarese ha sofferto, sprecato molte occasioni ma alla fine ha trovato la forza, spinta dagli oltre 3300 spettatori del palazzello dello sport, per compiere un altro miracolo.

L’ultimo atto il 18 maggio a Berlino con l’Imoco

Per la prima volta nella sua storia l’Igor si giocherà il massimo trofeo continentale per club proprio contro le rivali di sempre di Conegliano, uscite vincitrici dal doppio confronto con il Fenerbahce. Ci sarà tempo per pensarci, sabato sera ci sarà subito un’altra importante sfida da dentro o fuori contro Firenze per restare nei play off scudetto: “Voglio dire grazie a questo splendido pubblico che questa sera non ci ha mai abbandonato – ha commentato a caldo il tecnico Massimo Barbolini – Speriamo ci venga a sostenere sabato in un altro appuntamento importante per il campionato, perché vogliamo tenerci occupati in questi 40 giorni che ci dividono dalla finale storica di Berlino, una finale speciale perché sarà tra due italiane”.

Leggi anche:  La Igor Volley sbanca Stoccarda

p.d.l.