Harakiri Novara. Contro la capolista Entella gli azzurri vanno in vantaggio con Mallamo, ma si fanno male da soli regalando due rigori agli ospiti, che passano al “Piola” per 2-1.

Ritmi alti, ma troppi errori

Ritmi alti nel primo tempo, ma anche troppi errori su entrambi i fronti. Al Novara guidato in mezzo al campo da un positivo Buzzegoli non manca la grinta di fronte alla capolista, ma gli uomini di Sannino non riescono a rendersi pericolosi in attacco con azione lineari. I liguri pressano alto sul portatore, ma appaiono molto nervosi. La prima occasione capita sui piedi di Mota Carvalho, che da cicca però la girata davanti al portiere; per i padroni di casa la palla buona capita sui piedi di Bastoni, ma il suo destro dal limite è sballato. Prima del riposo Sbraga in anticipo toglie il pallone dai piedi di Caturano, venutosi a trovare in posizione di sparo.

Illusione Mallamo, poi il patatrac

In avvio ripresa la sblocca il Novara. Con un eurogol di Mallamo, che indovina un destro in corsa potente sotto la traversa sfruttando alla perfezione il passaggio di Gonzalez. Ma l’Entella non ci sta e va vicina al pareggio con una staffilata a botta sicura di Paolucci, che prende in piena faccia Sbraga e termina a lato. Subito dopo i “Diavoli neri” si ritrovano l’episodio a favore per riequilibrare la contesa: ancora tiro di Paolucci, da terra Tartaglia la tocca con la mano. Per l’arbitro Ayroldi è rigore (dubbio) e anche rosso per il difensore, già ammonito in precedenza. Dal dischetto Caturano fa centro. Alla mezz’ora il patatrac. Cinaglia butta giù De Luca in area, secondo penalty per gli ospiti, stavolta netto: sul dischetto Mancosu non sbaglia e completa la rimonta.

Leggi anche:  Fiorissimo in Castello: oggi e domani Novara si colora

Paolo De Luca