Ciclismo, Jakob Dorigoni vince il Trofeo Sportivi di Briga Novarese. Al via 156 corridori ma il traguardo lo hanno tagliato solo in  69.

Ciclismo, Jakob Dorigoni vince il Trofeo Sportivi di Briga Novarese

Dopo essersi laureato Campione italiano di ciclocross e a soli due giorni di distanza dal successo ottenuto a Lamporecchio, l’altoatesino Jakob Dorigoni (General Store Bottoli) ha vinto giovedì 9 agosto  la 35a edizione del Trofeo Sportivi di Briga Novarese. Si tratta dell’unica corsa per “élite” e Under 23 rimasta in provincia di Novara. La corsa si è snodata su un circuito di 14,5 Km da ripetersi per 12 volte prima di affrontare il “muro” del Colle di San Colombano che sovrasta l’abitato di Briga con un arrivo assolutamente inedito reso estremamente difficoltoso dalla presenza nella parte finale di un tratto di sterrato.

Al via 156 corridori

Dorigoni ha percorso i 176 Km del tracciato in 4h.4’18” alla media di 43,226 Km/h. Ha  preceduto Alessandro Covi, varesino nato a Borgomanero (Team Colpack) e Samuele Battistella (Zalf Euromobil Desirée Fior). Sfortunata la prestazione di uno dei favoriti della vigilia, Andrea Bagioli, compagno di squadra di Covi, vincitore della Toscana Terre di Ciclismo – Eroica, vittima di una caduta a settanta metri dal traguardo. Al via 156 corridori ma il traguardo lo hanno tagliato solo in  69, a dimostrazione dell’estrema durezza del percorso che prevedeva anche il Gran Premio della Montagna in località Orio nel comune di Invorio.

L’evento organizzato dall’Ac Briga

Il tentativo di fuga iniziale da parte di un terzetto composto da Ippolito (Palazzago), Angiulli (Overall) e Bertoletti (Gavardo) è stato ben presto azzerato. L’evento sportivo è stato organizzato come sempre dall’Ac Briga, sodalizio presieduto da Giuseppe Bellosta e nell’albo d’oro annovera i nomi di corridori che una volta diventati professionisti hanno contribuito con le loro imprese a scrivere una pagina del ciclismo internazionale: tra questi Vincenzo Nibali, Gianni Moscon, Enrico Battaglin e Alexsander Raiabushenko, tanto per citare i più noti.

Leggi anche:  Novara Calcio, ancora un rinvio ma gli azzurri sono pronti a giocare

Presenti le vecchie glorie del ciclismo nazionale

Ad assistere alla gara anche le vecchie glorie del ciclismo nazionale: Vittorio Seghezzi, classe 1924 gregario di Gino Bartali al Tour de France, Pippo Fallarini, 84 anni, di Vaprio d’Agogna che negli anni ’50 gareggiava con Fausto Coppi e l’industriale Mario Androni “patron” dell’omonima squadra di ciclismo professionistico. A premiare i vincitori il sindaco di Briga Novarese Chiara Barbieri e gli amministratori del caseificio “Palzola” di Cavallirio, sponsor della manifestazione, Sergio e Giacomo Poletti.

La classifica finale

Questa la classifica finale:  1. Jakob Dorigoni (General Store Bottoli) ; 2. Alessandro Covi (Team Colpack); 3. Samuele Battistella (Zalf Euromobil Désirée Fior); 4. Christian Scaroni (Petroli Firenze Hopplà Maserati); 5. Ottavio Dotti (Petroli Firenze Hopplà Maserati);  6. Giacomo Zilio (Zalf Euromobil Désirée Fior); 7. Gianluca Milani (Zalf Euromobil Désirée Fior);  8. Davide Casarotto (General Store Bottoli);  9. Mattia Bais (Cycling Team Friuli). Nelle foto, Jakob Dorigoni mentre taglia il traguardo sul Colle di San Colombano e alcuni flash sulla cerimonia di premiazione.

Carlo Panizza