Dopo Yas Nizetich, la Igor Volley continua la campagna acquisti. Da Busto è arrivata Federica Stufi.

Igor, ecco Stufi: da Busto per puntare alla Champions

Ha varcato il Ticino togliendosi la maglia ed i gradi di capitano della Unet Busto per mettersi in gioco con quella della Igor Novara. E puntare dritto a quello che non le era mai riuscito prima nella sua lunga carriera: vincere qualche cosa di importante ma soprattutto finalmente giocare la Champions League. Sorridente, determinata, grintosa come in campo, Federica Stufi, fiorentina trentunenne, è stata presentata nel tardo pomeriggio di giovedì nella sede Agil a Trecate dalla presidente Suor Giovanna Saporiti e da due dei maggiori sponsor, Eraldo Peccetti e Piero Nulli. Stufi è la seconda new entry in casa novarese dopo Yas Nizetich e va ad aggiungersi alle sei confermate della scorsa stagione, Egonu, Plak, Sansonna, Chirichella, Camera e Zannoni.

“Una pedina importante per la Igor della prossima stagione”

“Siamo molto felici di poter contare  su una ragazza che abbiamo conosciuto e apprezzato negli ultimi anni come avversaria – ha detto suor Giovanna presentando la centrale toscana – L’accogliamo con gioia e crediamo possa diventare una pedina importante per la nostra squadra in una stagione, la prossima, che speriamo sia appassionante e vincente”.

Leggi anche:  Novara Calcio, dopo la vittoria a Carate Brianza in vista l'amichevole a Omegna

“Intanto – ha esordito Federica – ringrazio la società per la bella accoglienza e sono qui per dare il mio contributo ad un progetto che è stato determinante per la mia scelta. E poi c’è Massimo Barbolini, un allenatore che stimo, non solo come tecnico ma anche come persona”.

Riguardo a quello che l’aspetta da ottobre in poi con la Igor, la centrale classe ’88 che vestirà la maglia azzurra con il suo numero storico, il 2, ha dichiarato: “Sarà una stagione lunga, compressa, quindi impegnativa e per questo vedo che la società sta allestendo un roster competitivo per puntare di nuovo ad alti traguardi”.

a.m.