Alle elezioni per il Consiglio della Provincia di Novara la vittoria, come da pronostico, è andata al Centrodestra. Ampie le proporzioni,  un 70-30 che disegna un Consiglio provinciale fortemente targato “Identità e Territorio”, (lista sintesi di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) che ha raccolto il 69,8% delle preferenze (47.999 voti ponderati) mentre la lista “La Provincia in Comune” (Pd), si è fermata al 30,2% (20.799 voti ponderati). Per la maggioranza che sostiene il Presidente Federico Binatti scatta così anche il nono seggio. Complessivamente tra  i due seggi di Novara e Borgomanero hanno votato il 48,2% degli aventi diritto al voto, ovvero 488 elettori su 1012.

La consigliera del Centrosinistra Emanuela (Milù) Allegra (6.046) è la più votata in assoluto

La lista “Identità e Territorio” elegge: Andrea Crivelli (5.563), Michela Leoni (5.446), Ivan De Grandis (4.635), Marzia Vicenzi (4.133), Monia Mazza (3.947), Andrea Bricco (3.835), Paolo Sibilia (3.759), Elena Foti (3.672) e Michele Contartese (3.655). Primo degli esclusi Maurizio Nieli con 3.536 e a seguire Gaetano Picozzi con 2.851 e Rosa Maria Monfrinoli con 1.405. La lista di centrosinistra “La Provincia in Comune” elegge: Emanuela (Milù) Allegra (6.046) più votata in assoluto, Matteo Besozzi (3.771) e Marco Uboldi (2.688). Primo dei non eletti l’uscente Stefano Zanzola con 2.511 e a seguire Roberto Cataldo Faggiano (2.438), Angelo Barbaglia (1.960), Elena Nardulli (280) e Maria Grazia Bernascone con zero voti.