Corriere di Novara https://corrieredinovara.com Thu, 24 Jan 2019 08:29:52 +0000 it-IT hourly 1 Asl No: presentati due nuovi direttori https://corrieredinovara.com/attualita/asl-no-presentati-due-nuovi-direttori/ https://corrieredinovara.com/attualita/asl-no-presentati-due-nuovi-direttori/#respond Thu, 24 Jan 2019 08:29:52 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69352 Asl No: presentati mercoledì pomeriggio dal direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Novara, Arabella Fontana, nella Sala Riunioni in Viale Roma 7 i nuovi Direttori del Dipartimento Emergenza e Accettazione e della Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione presso il presidio ospedaliero di Borgomanero. Asl No: due nuovi direttori per il presidio ospedaliero di Borgomanero Sono […]

Continua la lettura di Asl No: presentati due nuovi direttori sul portale Corriere di Novara.

]]>
Asl No: presentati mercoledì pomeriggio dal direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Novara, Arabella Fontana, nella Sala Riunioni in Viale Roma 7 i nuovi Direttori del Dipartimento Emergenza e Accettazione e della Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione presso il presidio ospedaliero di Borgomanero.

Asl No: due nuovi direttori per il presidio ospedaliero di Borgomanero

Sono rispettivamente il dottor Stefano Cusinato ed il dottor Davide Colombo.

Cusinato, domese di nascita, dal 2009 è direttore della Struttura Complessa  di Nefrologia e dal 2010 responsabile del Day Hospital  Multidisciplinare  dell’ospedale di Borgomanero. Consigliere dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri  della Provincia di Novara, collabora con le scuole del territorio e gli enti locali in percorsi e programmi  di prevenzione sulle  malattie renali e di sensiblizzazione alla donazione d’organo. E’ presidente  dell’Associazione Pronefropatici “Fiorenzo Alliata” di Borgomanero.

Colombo, aronese di nascita classe 1976, proviene dall’Aou Maggiore della Carità di Novara e prenderà servizio all’Asl No dal prossimo 4 febbraio. Al Maggiore ha iniziato a lavorare nella Struttura Anestesia e Rianimazione diretta dal prof. Della Corte, passando dalla sala operatoria alla Rianimazione. E’ socio fondatore del cento di ricerca sulla medicina dei disastri Crimedim con cui collabora tutt’oggi. Professore a contratto  in Anestesia e Rianimazione  presso l’Università del Piemonte Orientale, è docente alla scuola della medesima specialità, al corso di laurea in Igiene Dentale e al Master  Europeo in Medicina dei Disastri.

f.be.

Continua la lettura di Asl No: presentati due nuovi direttori sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/asl-no-presentati-due-nuovi-direttori/feed/ 0
Spacciava stupefacenti in casa: arrestata dai Carabinieri https://corrieredinovara.com/cronaca/spacciava-stupefacenti-in-casa-arrestata-dai-carabinieri/ https://corrieredinovara.com/cronaca/spacciava-stupefacenti-in-casa-arrestata-dai-carabinieri/#respond Wed, 23 Jan 2019 19:11:29 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69356   Una 41enne di Gattico, teneva i soldi in un libro Nel corso della serata di martedì 22 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Gattico – Veruno hanno arrestato  a Gattico, una donna italiana del luogo , C. S., classe 1977, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Qualche ora prima, infatti, la […]

Continua la lettura di Spacciava stupefacenti in casa: arrestata dai Carabinieri sul portale Corriere di Novara.

]]>
 

Una 41enne di Gattico, teneva i soldi in un libro

Nel corso della serata di martedì 22 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Gattico – Veruno hanno arrestato  a Gattico, una donna italiana del luogo , C. S., classe 1977, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Qualche ora prima, infatti, la pattuglia della Stazione, impegnata in uno specifico servizio volto alla repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, aveva fermato per strada un ragazzo, trovandolo in possesso di circa 50 grammi di marijuana.

Sequestrati marijuana e hashish

Gli immediati accertamenti svolti dai militari permettevano di ricostruire rapidamente dove si era procurato lo stupefacente, ovvero l’abitazione dell’arrestata. A questo punto i Carabinieri decidevano di procedere a una perquisizione nella casa della donna dove rinvenivano ulteriori 100 gr. di hashish (in parte già confezionato per la rivendita), 50 gr. di marijuana, un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento dello stupefacente e un libro con le pagine interne appositamente “ritagliate” in modo tale da potervi ricavare un incavo dove erano occultati i proventi dell’attività, che  ammontavano a 650 euro. La donna veniva arrestata e la droga recuperata sottoposta a sequestro. L’udienza di convalida dell’arresto si è svolta nella mattinata di mercoledì al Tribunale di Novara.

m.d.

Continua la lettura di Spacciava stupefacenti in casa: arrestata dai Carabinieri sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/spacciava-stupefacenti-in-casa-arrestata-dai-carabinieri/feed/ 0
Confindustria Novara Vercelli Valsesia pienamente operativa https://corrieredinovara.com/economia/confindustria-novara-vercelli-valsesia-pienamente-operativa/ https://corrieredinovara.com/economia/confindustria-novara-vercelli-valsesia-pienamente-operativa/#respond Wed, 23 Jan 2019 18:59:29 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69355 Con la pubblicazione del nuovo sito web (on line da alcuni giorni all’indirizzo www.cnvv.it e in fase di continua implementazione) è pienamente operativa Confindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv), la realtà associativa nella quale a fine 2018 sono confluite Associazione Industriali di Novara e Confindustria Vercelli Valsesia. Confindustria Novara Vercelli Valsesia, iniziata la nuova era La […]

Continua la lettura di Confindustria Novara Vercelli Valsesia pienamente operativa sul portale Corriere di Novara.

]]>
Con la pubblicazione del nuovo sito web (on line da alcuni giorni all’indirizzo www.cnvv.it e in fase di continua implementazione) è pienamente operativa Confindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv), la realtà associativa nella quale a fine 2018 sono confluite Associazione Industriali di Novara e Confindustria Vercelli Valsesia.

Confindustria Novara Vercelli Valsesia, iniziata la nuova era

La nuova struttura, che ha sede legale a Novara e sedi operative a Novara e a Vercelli, oltre a due delegazioni di zona a Borgomanero (No) e a Borgosesia (Vc), e in cui lavorano complessivamente 46 persone, rappresenta quasi 800 aziende con 44mila dipendenti, al secondo posto in Piemonte dopo l’Unione Industriale di Torino.

«La nostra – spiega il presidente di Cnvv, Gianni Filippa – è la prima associazione territoriale in Piemonte a essere il risultato di una fusione per incorporazione fra strutture limitrofe e sono orgoglioso di poter rappresentare gli imprenditori di due tra le province più operose e importanti della regione. Voglio ringraziare i vicepresidenti che hanno accettato di condividere con me questo incarico, con i quali nei giorni scorsi abbiamo stabilito le rispettive deleghe operative: Giorgio Baldini, presidente del Comitato per la Piccola Industria, che ha la delega al Credito, Giorgio Cottura, che ha la delega alle Relazioni industriali, Gian Luca Gessi, che ha la delega all’Internazionalizzazione, Luigi Maffioli, che ha la delega all’Innovazione, Fabio Ravanelli, che è il tesoriere di Cnvv, Andrea Saini, che ha la delega all’Organizzazione e alla Rappresentanza associativa, e Federica Zappone, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, che ha la delega all’Education. La prima riunione del Consiglio di Presidenza ha anche provveduto a nominare il direttore e il condirettore di Cnvv, nelle figure, rispettivamente, di Aureliano Curini e Carlo Mezzano. Sono certo che faranno del loro meglio per migliorare i servizi che forniamo alle aziende associate per favorire la loro competitività».

Nel programma quattro macroaree di indirizzo

All’interno dell’organigramma di Cnvv sono state definite anche quattro nuove macroaree di indirizzo (“Lavoro, Welfare e Capitale umano”, “Politiche economiche”, “Politiche industriali” e “Politiche del territorio”), che sovraintendono strategicamente all’attivazione dei servizi alle imprese, suddivisi a loro volta in 25 ambiti operativi e 15 sezioni merceologiche di riferimento.

«Nello Statuto di Cnvv – conclude Filippa – sono indicati i tre “pilastri” della nostra missione: assicurare solida identità e un diffuso senso di appartenenza alle imprese associate; esprimere una efficace rappresentanza del mondo imprenditoriale in tutte le sedi di interlocuzione esterna; erogare servizi efficienti, sia di interesse generale, sia su tematiche specifiche per singoli raggruppamenti e sezioni merceologiche. Questa missione sarà svolta da me, dai colleghi impegnati a vario titolo nelle cariche di rappresentanza e da tutta la struttura con il massimo impegno per valorizzare, difendere e diffondere la nostra capacità di intraprendere, far crescere le nostre imprese e sviluppare i nostri territori».

l.c.

Continua la lettura di Confindustria Novara Vercelli Valsesia pienamente operativa sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/confindustria-novara-vercelli-valsesia-pienamente-operativa/feed/ 0
“Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” a Vercelli domenica 27 gennaio https://corrieredinovara.com/attualita/gli-ambulanti-di-forte-dei-marmi-a-vercelli-domenica-27-gennaio/ https://corrieredinovara.com/attualita/gli-ambulanti-di-forte-dei-marmi-a-vercelli-domenica-27-gennaio/#respond Mon, 21 Jan 2019 06:00:43 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69226 Speciale appuntamento di inizio anno con lo shopping di qualità del Consorzio “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®”! Ritorna infatti a grandissima richiesta a VERCELLI l’eccellenza dell’unico vero ed originale mercato di qualità de “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”.In uno speciale evento che ovunque attrae migliaia di visitatori, tutto il meglio del Made in […]

Continua la lettura di “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” a Vercelli domenica 27 gennaio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Speciale appuntamento di inizio anno con lo shopping di qualità del Consorzio “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®”! Ritorna infatti a grandissima richiesta a VERCELLI l’eccellenza dell’unico vero ed originale mercato di qualità de “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”.In uno speciale evento che ovunque attrae migliaia di visitatori, tutto il meglio del Made in Italy artigianale, niente cineserie di scarso pregio ed imitazioni, solo qualità garantita al prezzo migliore! Le notissime “boutiques a cielo aperto” (come vengono ormai definite anche su stampa e TG nazionali) apriranno domenica 27 gennaio a VERCELLI (nella consueta centrale location di Corso Garibaldi). Sarà come al solito la festa dello shopping più glamour e conveniente, con orario continuato, anche in caso di maltempo, dalle 8 alle 19.

I famosi ambulanti toscani – ormai valutati oltre l’aspetto commerciale e divenuti un vero e proprio fenomeno di costume – tornano dunque in Piemonte (dove sono sempre attesissimi), per riportare anche qui le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita. Tante idee per gli acquisti in un autentico spettacolo di bancarelle e di pubblico, che, non a caso, viene ormai comunemente definito “evento-mercato“. La definizione non è casuale, ma vuole sottintendere l’unicità (nel panorama nazionale) e la valenza prima di tutto culturale, oltreché commerciale, della proposta. Non a caso, ormai, si parla del Consorzio “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi” (non solo in Italia ma anche all’estero) come di una “eccellenza italiana”. L’anno scorso, l’ormai mitico Consorzio ha organizzato 80 tappe di questo spettacolo in giro per l’Italia, con un pubblico stimato ad evento mediamente oltre le 20 mila persone (con punte oltre le 90 mila, come nel caso delle manifestazioni romana e milanese), e con importanti ricadute di indotto turistico e commerciale per le città che ospitano. Tra le città più importanti già abitualmente toccate dallo show, ci sono Roma (con il prestigioso Patrocinio della Capitale), Milano, Torino, Perugia, Genova, Savona, Monza, Bologna, Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Pavia, Como, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Vigevano, Legnano, Alessandria, Asti, Novara, Vercelli, Casale Monferrato, Alba, San Donà di Piave, Belluno, Conegliano, Pordenone, Gorizia, Trieste, Fiumicino, Viterbo, San Benedetto del Tronto, La Spezia, solo per citarne alcune, oltre a tanti altri bellissimi borghi e cittadine tipiche del nostro Belpaese.

Il Consorzio (depositario del marchio unico, originale e registrato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”), nato per primo nel 2002 dall’unione di alcuni dei migliori banchi presenti nello storico e famoso (nel mondo) mercato di Forte dei Marmi, con lo scopo di renderne itinerante lo spettacolo nelle piazze nazionali, è stato da allora oggetto di diversi tentativi di imitazione, peraltro lontanissimi dall’originale, ed è impegnato con successo nelle competenti sedi in difesa della sua originalità. Sono infatti già attive ed efficaci numerose azioni legali a tutela della unicità del suo marchio e format. Per capire quale sia il Consorzio originale e quali le imitazioni, è sufficiente guardare alla “data di nascita” per capire chi ha copiato chi (peraltro con risultati tutti da discutere).

Cosa c’è, infatti, di più originale di decine di “aziende ambulanti” d.o.c. (anche se, in questo caso, il termine è quanto mai riduttivo), tutte provenienti dalla storica e blasonata location di Forte dei Marmi, una delle mete più esclusive del turismo mondiale? Sui grandi banchi di vendita è possibile trovare il meglio della tradizione toscana ed italiana dell’artigianato di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione nazionale di cachemire, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux, raffinata arte fiorentina. La qualità è sempre rigorosamente declinata anche con la massima convenienza. Bandite per statuto imitazioni e”cineserie” di scarso pregio, è sui banchi de “Gli Ambulanti di Forte di Marmi” che si trovano le nuove tendenze della moda, spesso riprese anche da tanti fashion blogs e magazines femminili.

“Il nostro è un invito – spiega il Presidente del Consorzio, Andrea Ceccarelli – a diffidare di ogni tentativo di imitazione e valutare, invece, passando direttamente tra i nostri banchi, la qualità delle nostre merci e l’immagine coordinata delle nostre bancarelle. Il nostro marchio è ormai sinonimo di shopping esclusivo e conveniente“.

Per conoscere nel dettaglio il calendario completo delle date dei mercati dello show itinerante de “Gli Ambulanti di Forte di Marmi®” è possibile consultare l’unico sito web ufficiale (attenzione ai “fake”) www.gliambulantidifortedeimarmi.it, dal quale si accede anche alla pagina Facebook da ormai 120mila fans reali e certificati ed alla App del Consorzio.

 

Evento di qualità con”Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®”

Domenica 27 Gennaio 2019 – Corso Garibaldi– VERCELLI

Dalle 8.00 alle 19.00 Orario Continuato (anche in caso di maltempo)

Continua la lettura di “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” a Vercelli domenica 27 gennaio sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/gli-ambulanti-di-forte-dei-marmi-a-vercelli-domenica-27-gennaio/feed/ 0
#Amicidellaneve slittata a Bergün VIDEO https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/amicidellaneve-slittata-a-bergun-video/ Wed, 23 Jan 2019 10:00:14 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69320 Eccoci con la seconda puntata di Amici della Neve, questa volta vi portiamo sulle Alpi per una slittata davvero indimenticabile. Insieme al nostro Luca Bottazzi siamo saliti sul celebre treno rosso del Bernina, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2008 e, dopo un meraviglioso viaggio tra la natura bianca e selvaggia, faremo tappa a Preda. La […]

Continua la lettura di #Amicidellaneve slittata a Bergün VIDEO sul portale Corriere di Novara.

]]>

Eccoci con la seconda puntata di Amici della Neve, questa volta vi portiamo sulle Alpi per una slittata davvero indimenticabile.
Insieme al nostro Luca Bottazzi siamo saliti sul celebre treno rosso del Bernina, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2008 e, dopo un meraviglioso viaggio tra la natura bianca e selvaggia, faremo tappa a Preda.
La pista per slittino Preda-Bergün si snoda per sei chilometri lungo un percorso adatto a tutti, anche ai più piccoli. Per i più esperti sarà possibile invece cimentarsi sulla pista Darlux-Bergün con 4,5 chilometri davvero impegnativi.
Vi lasciamo al video della giornata, buona visione!

Continua la lettura di #Amicidellaneve slittata a Bergün VIDEO sul portale Corriere di Novara.

]]>
Dirigente di calcio muore sul campo a Borgolavezzaro https://corrieredinovara.com/cronaca/dirigente-di-calcio-muore-sul-campo-a-borgolavezzaro/ https://corrieredinovara.com/cronaca/dirigente-di-calcio-muore-sul-campo-a-borgolavezzaro/#respond Wed, 23 Jan 2019 09:46:02 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69345 Vincenzo Dimarco, 45 anni, ieri sera era negli spogliatoi al termine degli allenamenti quando si è sentito male all’improvviso. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. Dirigente di calcio muore sul campo a Borgolavezzaro Vincenzo Dimarco, dirigente di calcio del “La Sportiva”, al termine degli allenamenti si è sentito male. Soccorso sul posto, utilizzando […]

Continua la lettura di Dirigente di calcio muore sul campo a Borgolavezzaro sul portale Corriere di Novara.

]]>
Vincenzo Dimarco, 45 anni, ieri sera era negli spogliatoi al termine degli allenamenti quando si è sentito male all’improvviso. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo.

Dirigente di calcio muore sul campo a Borgolavezzaro

Vincenzo Dimarco, dirigente di calcio del “La Sportiva”, al termine degli allenamenti si è sentito male. Soccorso sul posto, utilizzando il defibrillatore presente al campo sportivo comunale di Borgolavezzaro, per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Niente hanno potuto nemmeno i sanitari del 118 che a lungo hanno cercato di rianimarlo.

ari.mar.

Continua la lettura di Dirigente di calcio muore sul campo a Borgolavezzaro sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/dirigente-di-calcio-muore-sul-campo-a-borgolavezzaro/feed/ 0
Igor Volley Novara a gonfie vele in Champions https://corrieredinovara.com/sport/igor-volley-novara-a-gonfie-vele-in-champions/ https://corrieredinovara.com/sport/igor-volley-novara-a-gonfie-vele-in-champions/#respond Tue, 22 Jan 2019 21:20:15 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69340 Igor Volley Novara stratosferica in Champions League! Tutto facile a Cannes: il terzo 3-0 consecutivo consente alle azzurre di rafforzare la loro leadership nella poule C (nella foto tratta dal sito cev.lu un’immagine della gara) Partita senza storia Nessun problema per la squadra di Barbolini sul campo delle francesi, guidate da Marchesi, che annoverano tra […]

Continua la lettura di Igor Volley Novara a gonfie vele in Champions sul portale Corriere di Novara.

]]>
Igor Volley Novara stratosferica in Champions League! Tutto facile a Cannes: il terzo 3-0 consecutivo consente alle azzurre di rafforzare la loro leadership nella poule C (nella foto tratta dal sito cev.lu un’immagine della gara)

Partita senza storia

Nessun problema per la squadra di Barbolini sul campo delle francesi, guidate da Marchesi, che annoverano tra le proprie fila l’ex Noemi Signorile. Senza Stufi, rimasta a Novara per un attacco febbrile, l’allenatore sceglie di schierare subito le titolari: Carlini palleggiatrice, Egonu opposta, Veljkovic e Chirichella centrali, Piccinini e Bartsch schiacciatrici e Sansonna libero.

Nel primo set Bauer tenta di tenere in partita le transalpine che, dopo una partenza in salita, agganciano le azzurre sul 15 pari. Ma la battuta di Bartsch propizia un incredibile break di 10-0 che inchioda il punteggio sul 25-15.

La superiorità della Igor è netta. Anche nella seconda frazione il Cannes prova a restare agganciato. Barbolini cambia la diagonale, con Plak e Nizetich che iniziano a martellare, scavando il solco decisivo (25-17).

Sulle ali dell’entusiasmo le novaresi risolvono la pratica nel terzo set: due ace di Carlini e un punto di Veljkovic chiudono la contesa: 25-19 e un altro 3-0 in archivio.

Sabato big match con Conegliano

Missione compiuta, quindi. Ma non c’è tempo per rifiatare. Sabato sera torna il campionato e al PalaIgor arriva la rivale di sempre, la Imoco Conegliano. Uno scontro al vertice da affrontare al massimo; un’altra grande prestazione, oltre che per la vetta della classifica nella regular season, può consentire a Piccinini e compagne di presentarsi nelle migliori condizioni mentali alla final four di Coppa Italia in programma tra dieci giorni, il . In semifinale la Igor affronterà Busto Arsizio, che ha eliminato la Pomì Casalmaggiore.

p.d.l.

 

 

Continua la lettura di Igor Volley Novara a gonfie vele in Champions sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/sport/igor-volley-novara-a-gonfie-vele-in-champions/feed/ 0
Cucina engadinese https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/cucina-engadinese/ Tue, 22 Jan 2019 16:26:41 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69333 Merita una tappa il bistrot del Museo della Ferrovia a Bergün, dove si servono i piatti tipici della tradizione gastronomica engadinese. La cucina engadinese risente di varie influenze, a cominciare da quella tedesca, francese e italiana che nel tempo hanno creato diverse tipicità locali. Hanno preso così vita i piatti che hanno conquistato un’identità gastronomica […]

Continua la lettura di Cucina engadinese sul portale Corriere di Novara.

]]>
Merita una tappa il bistrot del Museo della Ferrovia a Bergün, dove si servono i piatti tipici della tradizione gastronomica engadinese.

La cucina engadinese risente di varie influenze, a cominciare da quella tedesca, francese e italiana che nel tempo hanno creato diverse tipicità locali. Hanno preso così vita i piatti che hanno conquistato un’identità gastronomica propria, divenendo emblema dello stesso cantone. Il bistrot della stazione di Bergün, presentato nel VIDEO, è il posto ideale nel quale fare una sosta, seduto comodamente sulle antiche poltrone imbottite che un tempo arredavano i vagoni della prima classe.

Bratwurst

Uno dei piatti principali è sicuramente il Bratwurst, la salsiccia tipica della cucina locale, a base di carne di vitello e manzo. C’è chi ama gustarla bollita, chi mangiarla cotta alla brace. L’importante è che la si accompagni con la senape, anche se i “puristi” la preferiscono senza condimenti.

Rösti

Il contorno ideale di un piatto di bratwurst è sicuramente un croccantissimo rösti, piatto tipico svizzero a base di patate schiacciate e cotte in padella con burro o grasso caldo.
Per gli amanti della linea non è proprio un piatto light, ma con le basse temperature che ci sono in alta quota, il corpo, si sa, ha bisogno di più calorie quindi se fate un giro sul Bernina in pieno inverno non perdetevi questa prelibatezza.

E per finire la Nusstorte

Per concludere non può mancare uno dei dolci più rappresentativi della regione, senza dubbio la Nusstorte, ovvero la Torta di Noci engadinese. Un guscio di pasta frolla ripieno di noci, creme caramel e miele saprà chiudere in dolcezza il vostro pasto e darvi la carica giusta per affrontare il viaggio di ritorno.

Continua la lettura di Cucina engadinese sul portale Corriere di Novara.

]]>
Museo ferroviario dell’Albula https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/museo-ferroviario-dellalbula/ Tue, 22 Jan 2019 16:17:02 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69327 Assolutamente da visitare! Racconta la storia del trenino rosso, tutta da vivere nei panni dei protagonisti. La tappa di arrivo a Bergün offre l’opportunità di approfondire la visita al paese. Oltre alle vie storiche e ai bei palazzi in stile engadinese, tutti attraversati da strade innevate, merita una sosta speciale il Museo ferroviario dell’Albula. Come […]

Continua la lettura di Museo ferroviario dell’Albula sul portale Corriere di Novara.

]]>
Assolutamente da visitare! Racconta la storia del trenino rosso, tutta da vivere nei panni dei protagonisti.

La tappa di arrivo a Bergün offre l’opportunità di approfondire la visita al paese. Oltre alle vie storiche e ai bei palazzi in stile engadinese, tutti attraversati da strade innevate, merita una sosta speciale il Museo ferroviario dell’Albula. Come raccontato nel VIDEO, oltre cento anni di storia raccontati in 1300 metri quadrati di esposizione, studiati per essere rivissuti dagli appassionati e soprattutto dai più piccoli in un’atmosfera d’altri tempi. 
Il museo è situato a ridosso della stazione e ospita un’esposizione di oltre 600 reperti originali tra antichi orologi, documenti storici, vecchi utensili e filmati d’epoca che testimoniano l’evoluzione di quello che ad oggi è uno dei viaggi ferroviari più ricchi di meraviglie dell’intero pianeta.

Per i più piccoli

Il museo è pensato per i giovani visitatori ai quali, all’ingresso, è proposto di indossare gli abiti del protagonista preferito, sempre in tema “ferroviario”: capostazione, controllore, fuochista o viaggiatore di fine Ottocento.
Per le femminucce, la scelta spazia tra tanti costumi d’epoca. Il museo propone anche molteplici attività interattive che raccontano qual è stata l’evoluzione della ferrovia Retica nell’arco degli anni.

 

Ecco alcune delle proposte ospitate dal museo:

Simulatore di guida

Nella locomotiva «Coccodrillo» è possibile viaggiare virtualmente attraverso la valle dell’Albula azionando leve e interruttori reali.

Simulatore topografico

Due modelli topografici in scala 1:20000 e 1:10000 riproducono in miniatura il paesaggio della Valle dell’Albula con animazioni 3D per comprendere la progettazione della linea.

Biglietti!

Un percorso per i più piccoli consente ai bambini di timbrare il loro biglietto nelle obliteratrici meccaniche di una volta, oltre a proporre di risolvere problemi e servire i viaggiatori allo sportello.

Ferrovia in miniatura

Il plastico ferroviario Tarnutzer riproduce in scala 1:45 edifici, viadotti e gallerie della Ferrovia retica com’erano fra il 1950 e il 1960.

Continua la lettura di Museo ferroviario dell’Albula sul portale Corriere di Novara.

]]>
Un viaggio patrimonio dell’UNESCO https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/un-viaggio-patrimonio-dellunesco/ Tue, 22 Jan 2019 16:12:21 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69323 “La Ferrovia Retica è un esempio eccezionale di tecnologia, ingegneria e architettura, un unicum armonico e spettacolare in cui l’intervento umano è riuscito ad integrarsi in un paesaggio di alta montagna ed ha contribuito a sbloccare l’isolamento delle comunità montane, favorendo la circolazione di idee, culture e persone.” Parole che descrivono bene come la linea […]

Continua la lettura di Un viaggio patrimonio dell’UNESCO sul portale Corriere di Novara.

]]>
“La Ferrovia Retica è un esempio eccezionale di tecnologia, ingegneria e architettura, un unicum armonico e spettacolare in cui l’intervento umano è riuscito ad integrarsi in un paesaggio di alta montagna ed ha contribuito a sbloccare l’isolamento delle comunità montane, favorendo la circolazione di idee, culture e persone.”

Parole che descrivono bene come la linea del Bernina Express rappresenti un motivo di orgoglio per il Canton Grigioni e per tutta la Svizzera. Ecco le immagini spettacolari nel VIDEO

Capolavoro tecnico

Il viadotto di Brusio rappresenta uno dei fiori all’occhiello della ferrovia Retica e dell’ingegneria del XX secolo. La sua forma elicoidale a cielo aperto ne fa un elemento unico di altissima tecnica costruttiva ferroviaria.
La Ferrovia del Bernina è una delle ferrovie ad aderenza naturale più ripide al mondo e la Tratta Tirano-St. Moritz è la tratta della trasversale alpina più alta di tutta Europa con un dislivello di 1800 metri. Lunga 61 chilometri è quasi completamente a cielo aperto ed e l’unica in grado di valicare le Alpi senza un tunnel alla base o in quota.

Riconoscimento prezioso

Quella del riconoscimento della ferrovia Retica da parte dell’UNESCO è una storia come poche, iniziata quasi in punta di piedi. Inizialmente la candidatura era stata avanzata solo per la linea dell’Albula. Nel 2004 la richiesta della popolazione della Val Poschiavo di inserire tutta la tratta ha cambiato l’esito della storia e ha riempito il finale di un futuro promettente.
La consapevolezza di possedere un vero e proprio viaggio nella natura più selvaggia e nascosta, ha fatto sì che la candidatura fosse rivista e che venisse inclusa anche la tratta del Bernina. Una richiesta senza possibili confronti e prima nel suo genere.
Nel 2008 è arrivato il riconoscimento ufficiale da parte dell’Unesco, che ha spiegato come le due linee si iscrivono «in modo particolarmente armonioso nei paesaggi alpini attraversati» e rappresentano «una costruzione ferroviaria esemplare per rompere l’isolamento delle Alpi». La ferrovia dell’Albula, che collega Thusis e St. Moritz, e la linea del Bernina, che collega St. Moritz a Tirano, sono divenute così patrimonio dell’Umanità.

————————————————–

Info utili

Quello che dovreste sapere prima di mettervi in viaggio

Moneta

Il viaggio è per gran parte in territorio svizzero dove si utilizza il Franco Svizzero. L’Euro può essere accettato in alcuni negozi, ma il resto vien sempre dato in franchi.

Dogana

Anche se i controlli sistematici alle frontiere sono stati aboliti, è comunque obbligatorio avere con sé un documento personale valido per l’espatrio. La Carta di Identità è sufficiente.

Disabili

Il Treno è attrezzato di monta carrozzelle attivo nelle stazioni di Saint Moritz e Tirano.

Animali

Se di piccola taglia e nel trasportino ammessi gratuitamente, altrimenti pagano metà biglietto.

Continua la lettura di Un viaggio patrimonio dell’UNESCO sul portale Corriere di Novara.

]]>
Avventura con la slitta https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/avventura-con-la-slitta/ Tue, 22 Jan 2019 16:02:02 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69336 Emozioni sulla pista di Bergün Durante la stagione invernale, gran parte dei viaggiatori della linea che da St. Moritz porta a Coira, si ferma a Preda. Questo perché qui è attiva una tra le più lunghe piste di slittino aperte al pubblico di tutta Europa. Fino al 17 marzo la strada di norma adibita alle […]

Continua la lettura di Avventura con la slitta sul portale Corriere di Novara.

]]>
Emozioni sulla pista di Bergün

Durante la stagione invernale, gran parte dei viaggiatori della linea che da St. Moritz porta a Coira, si ferma a Preda. Questo perché qui è attiva una tra le più lunghe piste di slittino aperte al pubblico di tutta Europa.

Fino al 17 marzo la strada di norma adibita alle auto viene chiusa al transito e messa totalmente a disposizione dei cultori di questo sport, nella sua veste più “amatoriale”, e proposta a grandi e piccini.
Alla stazione di Preda non mancano i punti presso i quali noleggiare le slitte, a posto singolo o in coppia, oltre all’attrezzatura utile per compiere in sicurezza la discesa.
La Preda-Bergün si snoda per sei chilometri lungo facili rettilinei e qualche semplice curva. La pista è praticabile anche in notturna per discese ricche d’atmosfera, seguendo il medesimo percorso che di notte è illuminato. Giunti a Bergün si può tornare a Preda in treno e rifare la discesa, oppure riconsegnare la slitta e fare rotta verso casa. Ecco la slittata nel VIDEO

Per gli appassionati che intendono cimentarsi con qualcosa di più impegnativo sempre con la slitta, a Bergün c’è la possibilità di prendere la seggiovia per Darlux. Da qui parte la pista di 4,5 chilometri, dove curve e discese hanno pendenze e difficoltà ben più difficili, che poi termina sempre a Bergün.

Info utili

  • Orari pista Preda – Bergün: Lunedì 9:30 – 17 – da Martedì a Domenica 9:30 – 23
  • Orari pista Darlux – Bergün: tutti i giorni 9 – 16.30
  • Costo piste: 6 CHF adulti e 3 CHF bambini
  • La pista deve essere pagata anche se in possesso degli slittini


Noleggio slitte e caschi:
Mark Sport
Preda: presso la stazione
Bergün: in centro paese

Club 99
Preda: presso Hotel Kulm
Bergün: presso stazione

Regole per slittare

  • Slittare solo da seduti
  • Vietato slittare sulla pancia o legare insieme le slitte
  • Indossare il casco
  • Bambini piccoli ammessi solo se accompagnati
  • Freni meccanici e bob di plastica non sono permessi
  • Vietato risalire a piedi
  • Adeguare la velocità

Continua la lettura di Avventura con la slitta sul portale Corriere di Novara.

]]>
Treno rosso del Bernina, un viaggio da scoprire https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/treno-rosso-del-bernina-un-viaggio-da-scoprire/ Tue, 22 Jan 2019 16:01:59 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69330 Immersi nella natura più autentica e selvaggia, restando comodi su una poltrona. Questa è l’esperienza che promette (e mantiene) il viaggio a bordo del trenino rosso del Bernina, nel cuore delle Alpi Retiche svizzere. Valutato dal National Geographic come “uno dei dieci viaggi ferroviari più belli del mondo” e consacrato patrimonio dell’UNESCO, questa avventurosa traversata […]

Continua la lettura di Treno rosso del Bernina, un viaggio da scoprire sul portale Corriere di Novara.

]]>
Immersi nella natura più autentica e selvaggia, restando comodi su una poltrona. Questa è l’esperienza che promette (e mantiene) il viaggio a bordo del trenino rosso del Bernina, nel cuore delle Alpi Retiche svizzere.
Valutato dal National Geographic come “uno dei dieci viaggi ferroviari più belli del mondo” e consacrato patrimonio dell’UNESCO, questa avventurosa traversata delle Alpi raccontata nel VIDEO si perde tra le infinite bellezze naturali del Canton Grigioni, partendo dalla stazione di Tirano, in Valtellina.

Tutti a bordo

La città di Tirano, importante centro economico e culturale della Valtellina, segna la partenza dell’itinerario. La destinazione finale sarà Preda, piccolo paese sperduto tra i monti, dove i turisti cambiano il treno per la slitta, affrontando una tra le discese più lunghe d’Europa.
Ma veniamo al nostro viaggio in treno. Lasciata Tirano, dopo un chilometro si entra già in territorio svizzero e la tappa di Campocologno dà il benvenuto ai passeggeri nella valle di Poschiavo. Qui si affronta uno dei percorsi più famosi dell’intero viaggio: un vero miracolo dell’ingegneria del XX secolo, lo spettacolare viadotto elicoidale che fa compiere al treno un giro completo di 360°con un dislivello di circa 30 metri di quota.

Tappe meravigliose

Il viaggio prosegue lento e magnifico, con panorami che mutano in continuazione. Si sale fino ai 2253 metri sul livello del mare del Passo Bernina dove ha sede la stazione dell’Ospizio. Il bianco è il dominatore assoluto del panorama. Alle fermate delle stazioni sciistiche Bernina Lagalb e del Bernina Diavolezza con un passaggio in funivia, chi vuole ne può approfittare per sciare tutto il giorno. Poco più avanti, la linea ferroviaria sosta davanti al magnifico ghiacciaio del Morteratsch

Due cambi e si “slitta”

Giunti a Pontresina si cambia per Samaden. I tempi di attesa sono ridotti grazie alla proverbiale puntualità svizzera con cui partono i convogli. Da Samedan, in circa 15’ si prosegue alla volta di Preda, dove ha inizio il percorso riservato alle slitte. L’avventura non è finita: ci aspetta un tuffo a valle lungo 6 chilometri di pista.

Chiuso o panoramico?

Il Bernina Express offre ai propri ospiti di viaggiare nei cosiddetti “treni panoramici”, ossia vagoni con vetrate a cupola non abbassabili che permettono una visuale ampia sul panorama circostante. Da Tirano a St. Moritz il treno impiega 2 ore e 15 minuti e per assicurarsi un posto nello scompartimento panoramico è obbligatoria la prenotazione. Nei mesi estivi è possibile approfittare delle carrozze completamente aperte, per le quali però non vale la prenotazione (chi prima arriva, meglio alloggia).

Continua la lettura di Treno rosso del Bernina, un viaggio da scoprire sul portale Corriere di Novara.

]]>
La soia da Granozzo al Burkina Faso https://corrieredinovara.com/economia/la-soia-da-granozzo-al-burkina-faso/ https://corrieredinovara.com/economia/la-soia-da-granozzo-al-burkina-faso/#respond Tue, 22 Jan 2019 09:00:23 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69280 Far conoscere e introdurre la coltivazione della soia a Founzan. Il ponte che unisce la Bassa Novarese al Burkina Faso è un progetto di cooperazione internazionale promosso dal Comune di Granozzo con Monticello e finanziato dalla Regione Piemonte con uno stanziamento iniziale di 6mila euro. La soia da Granozzo al Burkina Faso “La soia per […]

Continua la lettura di La soia da Granozzo al Burkina Faso sul portale Corriere di Novara.

]]>
Far conoscere e introdurre la coltivazione della soia a Founzan. Il ponte che unisce la Bassa Novarese al Burkina Faso è un progetto di cooperazione internazionale promosso dal Comune di Granozzo con Monticello e finanziato dalla Regione Piemonte con uno stanziamento iniziale di 6mila euro.

La soia da Granozzo al Burkina Faso

“La soia per un sorriso a Founzan”, così si chiama, è l’unico in provincia (insieme a un altro progetto di Borgomanero) ad essere stato approvato da Torino sulla base di un bando. Tutti i dettagli verranno illustrati giovedì 24 gennaio alle 21 in Biblioteca nell’ambito del ciclo culturale “Giovedì della biblioteca”.
Il progetto riguarda la coltivazione della soia in alternativa al riso, la sua trasformazione e l’utilizzo nelle famiglie e nelle mense scolastiche. Il legume, in questa zona dell’Africa, non ha una grande diffusione e non esistono le necessarie competenze colturali e di consumo. La sfida sarà quindi la formazione di dieci donne animatrici della locale cooperativa agricola, che avranno a loro volta il compito di diffondere tra i soci quanto appreso per applicarlo nei vicini villaggi rurali.

“La soia per un sorriso a Founzan”

“La soia per un sorriso a Founzan”, oltre al Comune, coinvolgerà diversi partner. Tra gli altri la biblioteca comunale “Dante Graziosi” di Granozzo con Monticello, la scuola primaria di Granozzo, le aziende agricole Paglino e Simonelli per diffondere una nuova sensibilità culturale tra i cittadini, per renderli più consapevoli delle dinamiche internazionali che generano squilibri dello sviluppo, povertà e disuguaglianze, problematiche ambientali.
ari.mar.

Continua la lettura di La soia da Granozzo al Burkina Faso sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/la-soia-da-granozzo-al-burkina-faso/feed/ 0
Il Novara calcio batte l’Albissola e conquista tre punti preziosi https://corrieredinovara.com/sport/il-novara-calcio-batte-lalbissola-e-conquista-tre-punti-preziosi/ https://corrieredinovara.com/sport/il-novara-calcio-batte-lalbissola-e-conquista-tre-punti-preziosi/#respond Mon, 21 Jan 2019 22:10:44 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69313 Gli azzurri superano per 1-0 i Liguri grazie a una prodezza di Cacia   Il Novara calcio vince in trasferta contro l’Albissola sul campo di Chiavari e conquista tre punti preziosissimi grazie a una rete di Cacia bravo ad approfittare di un errore difensivo dei Liguri e involarsi verso la porta battendo il portiere con […]

Continua la lettura di Il Novara calcio batte l’Albissola e conquista tre punti preziosi sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gli azzurri superano per 1-0 i Liguri grazie a una prodezza di Cacia

 

Il Novara calcio vince in trasferta contro l’Albissola sul campo di Chiavari e conquista tre punti preziosissimi grazie a una rete di Cacia bravo ad approfittare di un errore difensivo dei Liguri e involarsi verso la porta battendo il portiere con un tiro in mezzo alle gambe. Partita non bella, gioco spezzettato, tanti errori e sostanziale equilibrio tra le due squadre in campo. Primo tempo novarese e ripresa all’Albissola. L’episodio che decide la gara arriva al 17’ con Cacia che sfrutta l’indecisione del difensore  e si invola a segnare la nona rete in campionato. Passato in vantaggio il Novara calcio non sfrutta le poche occasioni avute per raddoppiare ma sembra avere padronanza del gioco.

Il ritorno di Pablo Gonzalez

Dopo un primo tempo di controllo il Novara calcio nella ripresa subisce la reazione dei padroni di casa. Di Gregorio salva il risultato con una grande parata, ma la notizia per i tifosi azzurri è il ritorno in campo di Pablo Gonzalez che al 17’ fa il suo esordio stagionale in maglia azzurra. L’Albissola, a parte il tiro di Cais parato da Di Gregorio al 12’ non riesce a rendersi pericolosa e si arriva al fischio finale. Per il Novara calcio tre punti importanti e la testa già a giovedì quando al “Piola” arriverà l’Arzachena.

m.d.

Continua la lettura di Il Novara calcio batte l’Albissola e conquista tre punti preziosi sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/sport/il-novara-calcio-batte-lalbissola-e-conquista-tre-punti-preziosi/feed/ 0
Lesioni al ginocchio: importante ricerca al Caad di Novara https://corrieredinovara.com/attualita/lesioni-al-ginocchio-importante-ricerca-al-caad-di-novara/ https://corrieredinovara.com/attualita/lesioni-al-ginocchio-importante-ricerca-al-caad-di-novara/#respond Mon, 21 Jan 2019 17:27:33 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69307 Restore: un progetto di ricerca sulla rigenerazione della cartilagine, al quale l’Università del Piemonte Orientale partecipa insieme ad altri nove partner di otto paesi, è stato recentemente finanziato dalla Commissione Europea con 5,5 milioni di euro. Restore: per riparare le lesioni della cartilagine del ginocchio Il progetto denominato Restore mira a creare matrici 3D che […]

Continua la lettura di Lesioni al ginocchio: importante ricerca al Caad di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Restore: un progetto di ricerca sulla rigenerazione della cartilagine, al quale l’Università del Piemonte Orientale partecipa insieme ad altri nove partner di otto paesi, è stato recentemente finanziato dalla Commissione Europea con 5,5 milioni di euro.

Restore: per riparare le lesioni della cartilagine del ginocchio

Il progetto denominato Restore mira a creare matrici 3D che incorporano nanomateriali intelligenti per riparare le lesioni della cartilagine del ginocchio, riducendo o ritardando l’insorgenza dell’osteoartrite, che attualmente colpisce 242 milioni di persone in tutto il mondo.

«Queste matrici – spiega Meriem Lamghari coordinatrice di questo consorzio europeo, ricercatore di i3S e visiting professor presso Upo – sono fatte su misura in modo che possano essere impiantate e riempire il sito del danno e rispondere alle forze meccaniche congiunte del ginocchio. Inoltre, contengono nanoparticelle intelligenti con proprietà rigenerative, antinfiammatorie e antimicrobiche. Le nanoparticelle con proprietà rigenerative possono, se necessario, essere attivate a distanza con metodi non invasivi. Per questo il team del progetto svilupperà una ginocchiera dotata di sensori in grado di attivare le nanoparticelle presenti nella matrice impiantata».

Al team dell’Upo mezzo milione di euro

Il team dell’Upo che partecipa al progetto, coordinato dalla professoressa Lia Rimondini, ordinario di Malattie odontostomatologiche presso Il dipartimento di Scienze della salute di Novara, riceverà circa mezzo milione di euro e si concentrerà, come ha spiegato la stessa  Rimondini, «sullo studio di composti e tecnologie per la rigenerazione dei tessuti osteocartilaginei con attività antinfettiva e immunomodulatrice. Grazie alla dotazione tecnologica di avanguardia e al nucleo di ricercatori qualificati, tutta l’attività scientifica sarà svolta nel nuovo Centro Interdipartimentale di Ricerca Traslazionale sulle Malattie Autoimmuni e Allergiche (CAAD)».

l.c.

 

Continua la lettura di Lesioni al ginocchio: importante ricerca al Caad di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/lesioni-al-ginocchio-importante-ricerca-al-caad-di-novara/feed/ 0
Muore stroncato da malore mentre si trova in banca https://corrieredinovara.com/cronaca/muore-stroncato-da-malore-mentre-si-trova-in-banca/ https://corrieredinovara.com/cronaca/muore-stroncato-da-malore-mentre-si-trova-in-banca/#respond Mon, 21 Jan 2019 14:14:36 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69303 Un 70enne a Novara in via Andrea Costa   Tragedia questa mattina in un’agenzia bancaria di via Andrea Costa a Novara. Un’uomo di 70 anni è stato colpito da un malore improvviso mentre si trovava all’interno dell’istituto di credito. I presenti, personale e clienti, appena si sono resi conto che l’uomo stava male, hanno subito […]

Continua la lettura di Muore stroncato da malore mentre si trova in banca sul portale Corriere di Novara.

]]>
Un 70enne a Novara in via Andrea Costa

 

Tragedia questa mattina in un’agenzia bancaria di via Andrea Costa a Novara. Un’uomo di 70 anni è stato colpito da un malore improvviso mentre si trovava all’interno dell’istituto di credito. I presenti, personale e clienti, appena si sono resi conto che l’uomo stava male, hanno subito chiamato i soccorsi. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha trasportato il 70enne all’ospedale “Maggiore della Carità”, ma purtroppo l’uomo è deceduto durante il trasporto verso il pronto soccorso.

m.d.

Continua la lettura di Muore stroncato da malore mentre si trova in banca sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/muore-stroncato-da-malore-mentre-si-trova-in-banca/feed/ 0
Nuovo mezzo per il trasporto disabili ad Arona https://corrieredinovara.com/attualita/nuovo-mezzo-per-il-trasporto-disabili-ad-arona/ https://corrieredinovara.com/attualita/nuovo-mezzo-per-il-trasporto-disabili-ad-arona/#respond Mon, 21 Jan 2019 11:00:04 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69285 Realtà imprenditoriali di Arona e dei paesi limitrofi unite nel progetto di cuore “Noi con Voi” promosso dall’assessorato ai Servizi Sociali di Arona in collaborazione con Gms srl. Inaugurato ufficialmente venerdì il mezzo attrezzato per il trasporto di persone con disabilità messo a disposizione per le attività sociali grazie alle finanze derivanti dalle sponsorizzazioni di […]

Continua la lettura di Nuovo mezzo per il trasporto disabili ad Arona sul portale Corriere di Novara.

]]>
Realtà imprenditoriali di Arona e dei paesi limitrofi unite nel progetto di cuore “Noi con Voi” promosso dall’assessorato ai Servizi Sociali di Arona in collaborazione con Gms srl. Inaugurato ufficialmente venerdì il mezzo attrezzato per il trasporto di persone con disabilità messo a disposizione per le attività sociali grazie alle finanze derivanti dalle sponsorizzazioni di molte realtà produttive del territorio.

Nuovo mezzo “Noi con Voi”, solidarietà alla disabilità

La Global Mobility System è una società che ha concesso al Comune il comodato d’uso gratuito di un automezzo, utilizzato per il trasporto di persone con disabilità, raccogliendo sul territorio spazi pubblicitari ben visibili sulla carrozzeria. Trentadue realtà del territorio hanno risposto alla chiamata di solidarietà. Il mezzo verrà utilizzato prevalentemente per i fruitori del Centro diurno Brum e del Cad, ragazzi di Arona e del territorio dei comuni convenzionati. Si tratta di un Fiat Doblò provvisto di pedana per il trasporto delle carrozzine. Alla cerimonia di consegna del nuovo mezzo, che in realtà macina chilometri già da un anno, erano presenti tutti gli operatori economici che hanno contribuito al progetto ricevendo anche l’attestato di ringraziamento.

m.n.b.

Continua la lettura di Nuovo mezzo per il trasporto disabili ad Arona sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/nuovo-mezzo-per-il-trasporto-disabili-ad-arona/feed/ 0
Alpinista novarese muore travolto da valanga in Val Gardena https://corrieredinovara.com/cronaca/alpinista-novarese-muore-travolto-da-valanga-in-val-gardena/ https://corrieredinovara.com/cronaca/alpinista-novarese-muore-travolto-da-valanga-in-val-gardena/#respond Sun, 20 Jan 2019 11:33:28 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69300 Gabriele Torno, 35 anni  di Pernate stava scalando una cascata di ghiaccio Un alpinista novarese di 35 anni, Gabriele Torno, residente a Pernate è deceduto nella tarda mattinata di sabato in Vallunga, una laterale della Val Gardena, travolto da una slavina. L’uomo stava scalando una cascata di ghiaccio quando è stato investito dalla massa di neve che […]

Continua la lettura di Alpinista novarese muore travolto da valanga in Val Gardena sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gabriele Torno, 35 anni  di Pernate stava scalando una cascata di ghiaccio

Un alpinista novarese di 35 anni, Gabriele Torno, residente a Pernate è deceduto nella tarda mattinata di sabato in Vallunga, una laterale della Val Gardena, travolto da una slavina. L’uomo stava scalando una cascata di ghiaccio quando è stato investito dalla massa di neve che lo ha trascinato per alcune centinaia di metri. A dare l’allarme attorno alle 12,30 un amico, rimasto illeso,  che si trovava con lui.  Sul posto è intervenuto personale del Soccorso alpino con anche  un elicottero. I soccorritori hanno però potuto solo constatare il decesso del 35enne.  L’incidente è avvenuto non lontano da un  centro di addestramento alpino dei Carabinieri. Gabriele Torno, la cui famiglia è molto conosciuta a Pernate, lascia la mamma Cinzia, il papà Pietro e la moglie Alessandra.

Continua la lettura di Alpinista novarese muore travolto da valanga in Val Gardena sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/alpinista-novarese-muore-travolto-da-valanga-in-val-gardena/feed/ 0
Bar della stazione: c’è un nuovo bando https://corrieredinovara.com/attualita/bar-della-stazione-ce-un-nuovo-bando/ https://corrieredinovara.com/attualita/bar-della-stazione-ce-un-nuovo-bando/#respond Sat, 19 Jan 2019 18:46:24 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69297 E’ in fase di pubblicazione, da parte di Cento Stazioni, il nuovo bando per l’assegnazione del bar della stazione, chiuso dalla fine del 2018. Lo ha annunciato il sindaco Alessandro Canelli giovedì in Consiglio comunale, rispondendo alla mozione presentata dal Pd. Bar della stazione chiuso da fine 2018 Nel documento, illustrato da Milù Allegra, si […]

Continua la lettura di Bar della stazione: c’è un nuovo bando sul portale Corriere di Novara.

]]>
E’ in fase di pubblicazione, da parte di Cento Stazioni, il nuovo bando per l’assegnazione del bar della stazione, chiuso dalla fine del 2018. Lo ha annunciato il sindaco Alessandro Canelli giovedì in Consiglio comunale, rispondendo alla mozione presentata dal Pd.

Bar della stazione chiuso da fine 2018

Nel documento, illustrato da Milù Allegra, si ricorda che “i nove dipendenti del bar hanno ricevuto la lettera di licenziamento collettivo” dopo che la società che gestiva l’esercizio, la francese Lagardère, ha deciso di chiudere non avendo trovato un accordo con Rfi sulla rimodulazione del canone di affitto, “giudicato troppo alto”.
«Siamo stati investiti della questione del bar qualche mese fa dalla Cgil, con cui abbiamo avuto diversi incontri – ha detto Canelli – Abbiamo subito cercato di aprire un canale di dialogo con Cento Stazioni, la divisione di Rfi che si occupa degli affitti commerciali, per cercare di trovare una soluzione prima del 31 dicembre, data di scadenza del contratto. Lagardère lamentava un affitto troppo elevato, ma una rimodulazione del canone non è stata possibile e Rfi ha deciso di pubblicare un nuovo bando».

l.c.

Continua la lettura di Bar della stazione: c’è un nuovo bando sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/bar-della-stazione-ce-un-nuovo-bando/feed/ 0
Giorno della memoria, una targa per Giacomo Diena https://corrieredinovara.com/attualita/giorno-della-memoria-una-targa-per-giacomo-diena/ https://corrieredinovara.com/attualita/giorno-della-memoria-una-targa-per-giacomo-diena/#respond Sat, 19 Jan 2019 16:16:42 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69288 Giorno della memoria: un omaggio doveroso per non dimenticare una figura come quella di Giacomo Diena, «uscita finalmente dall’oblio». Giorno della memoria: una targa nel quadriportico di Palazzo Bellini In concomitanza con l’inizio delle commemorazioni dedicate al “Giorno della Memoria”, nella mattinata di giovedì nel quadriportico di Palazzo Bellini, sede storica della Banca popolare di […]

Continua la lettura di Giorno della memoria, una targa per Giacomo Diena sul portale Corriere di Novara.

]]>
Giorno della memoria: un omaggio doveroso per non dimenticare una figura come quella di Giacomo Diena, «uscita finalmente dall’oblio».

Giorno della memoria: una targa nel quadriportico di Palazzo Bellini

In concomitanza con l’inizio delle commemorazioni dedicate al “Giorno della Memoria”, nella mattinata di giovedì nel quadriportico di Palazzo Bellini, sede storica della Banca popolare di Novara – Gruppo Banco BpM, si è tenuta la cerimonia di scoprimento di una targa dedicata al dipendente dell’istituto di credito cittadino, vittima nell’autunno del 1943 delle persecuzioni razziali.
Una cerimonia fortemente voluta dai dipendenti e dalla Direzione territoriale della BpN, dal Cral di Gruppo e dall’associazione Noi della Bpn per ricordare questo “sfortunato collega”, con la collaborazione e il supporto della Comunità Ebraica di Vercelli, Novara, Biella e Vco e dell’Istituto storico della Resistenza.

Giacomo Diena, contabile della Bpn vittima della Shoah

Nato a Torino il 5 agosto 1887 da Saul e Marianna Jona, Giacomo Diena si trasferì a Novara nel 1899. Partecipò volontario come ufficiale alla Grande guerra, rimanendo ferito e invalido.  Lavorò poi come commesso alla BpN divenendo ragioniere contabile nel 1927. In città viveva con la madre e la zia in piazza Sant’Agata (oggi piazza Santa Caterina).  Sempre all’ombra della Cupola aveva trovato occupazione anche l’anziano zio Amadio Jona, titolare di un esercizio commerciale nel centro storico.
Colpiti entrambi dai provvedimenti contro i cittadini di religione ebraica dalle leggi dell’autunno del 1938, Diena, nonostante fosse stato messo in guarda del pericolo che correva soprattutto dopo l’ingresso in guerra dell’Italia, continuò a ritenersi “al sicuro” per i suoi trascorsi militari.
Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 e la conseguente occupazione della città da parte dei nazisti, vennero entrambi arrestati e tradotti alle Carceri Nuove di Torino, che lasciarono il successivo 1° dicembre per seguire quella “trafila della deportazione” che con ogni probabilità li portò prima a Milano, al tristemente famoso “Binario 21”, e poi al campo di sterminio di Auschwitz.  Non sopravvissero alla Shoah, ma della loro morte non si hanno notizie certe.
Alla cerimonia di giovedì, coordinata da Paolo Cirri, sono intervenuti il vicesindaco di Novara Franco Caressa e il consigliere provinciale Ivan De Grandis insieme a diverse autorità civili e militari, al presidente e al direttore scientifico dell’Istituto storico, Paolo Cattaneo e Gianni Cerutti, insieme ad Anna Cardano dell’Anpi.
Con loro anche Rossella Bottini Treves della Comunità ebraica di Vercelli.
Nei loro interventi, oltre a una ricostruzione storica, è stata evidenziata ancora una volta l’importanza del ricordo, soprattutto per i giovani, affinché, come recita tra l’altro il messaggio inciso sulla targa, tutti possano vigilare perché i fatti di ottant’anni fa non accadano più.
Luca Mattioli

Continua la lettura di Giorno della memoria, una targa per Giacomo Diena sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/giorno-della-memoria-una-targa-per-giacomo-diena/feed/ 0
Sagra di San Gaudenzio, come cambia la viabilità https://corrieredinovara.com/attualita/sagra-di-san-gaudenzio-come-cambia-la-viabilita/ https://corrieredinovara.com/attualita/sagra-di-san-gaudenzio-come-cambia-la-viabilita/#respond Sat, 19 Jan 2019 13:16:11 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69279 Torna, in occasione della festa patronale, la tradizionale Sagra di San Gaudenzio sul baluardo Quintino Sella. San Gaudenzio, modifiche alla viabilità per la tradizionale Sagra L’Unità di Segnaletica stradale del Comando di Polizia locale rende noto che, nella giornata del 22 gennaio la disposizione dei banchi avverrà, come sempre, su baluardo Quintino Sella e precisamente […]

Continua la lettura di Sagra di San Gaudenzio, come cambia la viabilità sul portale Corriere di Novara.

]]>
Torna, in occasione della festa patronale, la tradizionale Sagra di San Gaudenzio sul baluardo Quintino Sella.

San Gaudenzio, modifiche alla viabilità per la tradizionale Sagra

L’Unità di Segnaletica stradale del Comando di Polizia locale rende noto che, nella giornata del 22 gennaio la disposizione dei banchi avverrà, come sempre, su baluardo Quintino Sella e precisamente da largo Costituente (la rotatoria della Barriera Albertina sarà transitabile) fino a via Antonelli esclusa. E’ stata predisposta l’ordinanza dirigenziale che vieta la circolazione e la sosta dei veicoli (pena la rimozione forzata) nell’area di svolgimento della Sagra dalle 5 del 22 gennaio fino al termine della manifestazione, precisamente in baluardo Quintino Sella nel tratto compreso fra via Antonelli fino a largo Costituente, compresi i controviali e le aree di parcheggio a pagamento.
La circolazione subirà pertanto alcune variazioni: baluardo Quintino Sella sarà chiuso al traffico nel tratto compreso fra via Antonelli fino a largo Costituente e la circolazione sarà riservata ai soli residenti nel tratto compreso fra piazza Cavour fino a via Antonelli. Via Pier Lombardo sarà chiusa al traffico all’intersezione con baluardo Quintino Sella e la circolazione sarà a doppio senso di marcia con entrata ed uscita da via dei Cattaneo. Il controviale e lo slargo con il monumento a Costantino Perazzi adibiti a parcheggi a pagamento di baluardo Quintino Sella saranno totalmente chiusi al traffico e sarà vietata la sosta.

Cambia anche il percorso dei bus

Anche le linee urbane dei bus subiranno alcune modifiche: le linee 1, 6 e 8 provenienti rispettivamente da Bicocca, Torrion Quartara e Lumellogno, giunte all’incrocio con corso XXIII Marzo e viale Roma devieranno su viale Ferrucci, largo San Quintino, baluardo Lamarmora, largo San Lorenzo, via San Francesco d’Assisi, stazione, quindi manterranno il percorso invariato. Per le corse della linea 1 dirette alla Bicocca il percorso dalla stazione percorrerà corso Garibaldi, baluardo Partigiani, baluardo Lamarmora, corso XXIII Marzo e quindi percorso invariato. Il ritorno della linea 6 manterrà il percorso invariato. Per le corse della Linea 8 diretta a Lumellogno, dalla stazione si proseguirà in corso Garibaldi, baluardo Partigiani, baluardo Lamarmora, baluardo Massimo D’Azeglio, viale Buonarroti, viale Roma, quindi percorso invariato. La linea 4 diretta in via Ancona, giunta alla stazione, percorrerà piazza Garibaldi, viale Manzoni, viale Dante, via Gnifetti, via Marconi, largo Don Minzoni e manterrà quindi il percorso invariato. La linea 4 diretta a Pernate da via Andrea Costa percorrerà largo Don Minzoni, viale Dante, corso della Vittoria, via San Francesco d’Assisi, stazione e quindi percorso invariato.
Tutte le fermate esistenti sul percorso interessato alle deviazioni, se richieste, saranno effettuate. Verranno inoltre rese operative la fermate scolastiche in viale Ferrucci al civico 2 in sostituzione della fermata esistente in corso XXIII Marzo civico 1 e le fermate scolastiche di viale Dante Alighieri.

Rifiuti: il 22 non si raccolgono organico e cartoni

Assa comunica invece che i servizi di raccolta rifiuti a Novara, a San Gaudenzio, si svolgeranno per la maggior parte in modo regolare. Saranno raccolti i rifiuti “non recuperabili” al quartiere Sud, la plastica in centro, a Pernate e Santa Rita; vetro, lattine e banda stagnata al quartiere Nord Est; carta a Lumellogno, Porta Mortara e Sacro Cuore. Non verranno invece effettuate la raccolta dell’organico e quella dei cartoni delle utenze commerciali.
Nella giornata del 22 gennaio saranno chiuse anche le isole ecologiche di via Sforzesca e di via delle Rosette; riapriranno regolarmente il 23 gennaio.
l.c.

Continua la lettura di Sagra di San Gaudenzio, come cambia la viabilità sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/sagra-di-san-gaudenzio-come-cambia-la-viabilita/feed/ 0
“Omar” a Oleggio, firmata la convenzione https://corrieredinovara.com/economia/omar-a-oleggio-firmata-la-convenzione/ https://corrieredinovara.com/economia/omar-a-oleggio-firmata-la-convenzione/#respond Sat, 19 Jan 2019 13:02:21 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69275 E’ un futuro ancora tutto da scrivere, ma che promette bene, quello della succursale dell’istituto tecnico industriale “Omar” di Oleggio, riaperta a settembre a Villa Trolliet (ex Enaip) dopo oltre vent’anni. L’altro giorno, in Provincia, la firma della convenzione ventennale. Omar a Oleggio, firmata la convenzione Omar, succursale a Oleggio. Ci credono Provincia di Novara, […]

Continua la lettura di “Omar” a Oleggio, firmata la convenzione sul portale Corriere di Novara.

]]>
E’ un futuro ancora tutto da scrivere, ma che promette bene, quello della succursale dell’istituto tecnico industriale “Omar” di Oleggio, riaperta a settembre a Villa Trolliet (ex Enaip) dopo oltre vent’anni. L’altro giorno, in Provincia, la firma della convenzione ventennale.

Omar a Oleggio, firmata la convenzione

Omar, succursale a Oleggio. Ci credono Provincia di Novara, Comune di Oleggio e soprattutto la scuola superiore novarese stessa. I tre soggetti hanno formalizzato la presenza dell’istituto a Oleggio, nei fatti già operativo da settembre. Per questo primo anno scolastico gli studenti sono 58, suddivisi in due prime e una seconda, ma il loro numero è destinato a crescere fino a completare almeno due sezioni con classi dalla prima alla quinta. E’ c’è spazio anche per una terza sezione, con possibilità di avere anche l’indirizzo di meccanica oltre a quello già avviato di robotica.

“Omar” a Oleggio, «un risultato straordinario»

«Aver riportato questo istituto superiore in città è per noi un risultato straordinario», ha detto il sindaco oleggese Massimo Marcassa.  «La sinergia che si è creata tra Comune, Provincia e scuola e che ha portato a questo risultato è un modello da applicare a livello territoriale», ha aggiunto il consigliere provinciale con delega all’Istruzione Andrea Crivelli. «Non è facile aprire un distaccamento, ma siamo riusciti a superare ogni barriera e oggi l’iti Omar è contentissimo», ha detto il dirigente scolastico Francesco Ticozzi.
La docente referente dell’Omar di Oleggio, Lara Caffi, ha evidenziato «l’emozione di vedere nascere una nuova scuola. I nostri studenti da settembre hanno già maturato un forte senso di appartenenza. La succursale non è un polo di serie B ma è collegata in rete con la sede di Novara e potrà diventare un’eccellenza».
ari.mar.

Continua la lettura di “Omar” a Oleggio, firmata la convenzione sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/omar-a-oleggio-firmata-la-convenzione/feed/ 0
Scontro autovettura e motocicletta, ferito seriamente un trentenne https://corrieredinovara.com/altro/scontro-autovettura-e-motocicletta-ferito-seriamente-un-trentenne/ https://corrieredinovara.com/altro/scontro-autovettura-e-motocicletta-ferito-seriamente-un-trentenne/#respond Sat, 19 Jan 2019 10:59:37 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69268 L’automobilista non si sarebbe fermato a prestare soccorso Sono al vaglio della Polizia locale di Novara modalità  dell’incidente avvenuto venerdì pomeriggio, poco prima delle 16,30,  all’angolo tra via via Andrea Costa e via Commenda per cui potrebbe esserci anche un’omissione di soccorso. Per cause da stabilire un uomo in sella a una motocicletta è stato  […]

Continua la lettura di Scontro autovettura e motocicletta, ferito seriamente un trentenne sul portale Corriere di Novara.

]]>
L’automobilista non si sarebbe fermato a prestare soccorso

Sono al vaglio della Polizia locale di Novara modalità  dell’incidente avvenuto venerdì pomeriggio, poco prima delle 16,30,  all’angolo tra via via Andrea Costa e via Commenda per cui potrebbe esserci anche un’omissione di soccorso. Per cause da stabilire un uomo in sella a una motocicletta è stato  investito da autovettura.  Il motociclista, sui trent’anni di età,  ha avuto la peggio nello scontro. Scattato allarme sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha trasportato l’uomo all’ospedale “Maggiore”, in condizioni definite serie. Sembra che l’automobilista, dopo lo scontro non si sia fermato e che si sia allontanato dal luogo del sinistro. Sono in corso indagini da parte della Polizia locale per risalire a chi guidava la vettura.

m.d..

Continua la lettura di Scontro autovettura e motocicletta, ferito seriamente un trentenne sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/altro/scontro-autovettura-e-motocicletta-ferito-seriamente-un-trentenne/feed/ 0
Soccorso Alpino, Giaj Arcota presidente https://corrieredinovara.com/cronaca/soccorso-alpino-giaj-arcota-presidente/ https://corrieredinovara.com/cronaca/soccorso-alpino-giaj-arcota-presidente/#respond Sat, 19 Jan 2019 08:47:41 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69263 Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese: Giaj Arcota rieletto ieri presidente Soccorso Alpino, Giaj Arcota presidente Si è riunita ieri l’assemblea regionale del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese per l’elezione della presidenza. I rappresentanti delle 56 stazioni territoriali, alpine e speleologica, insieme ai responsabili delle dodici delegazioni, sono stati chiamati a eleggere il presidente con i […]

Continua la lettura di Soccorso Alpino, Giaj Arcota presidente sul portale Corriere di Novara.

]]>
Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese: Giaj Arcota rieletto ieri presidente

Soccorso Alpino, Giaj Arcota presidente

Si è riunita ieri l’assemblea regionale del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese per l’elezione della presidenza. I rappresentanti delle 56 stazioni territoriali, alpine e speleologica, insieme ai responsabili delle dodici delegazioni, sono stati chiamati a eleggere il presidente con i suoi due vice che per il triennio 2019-2021 dirigeranno il servizio piemontese.
Il risultato ha visto la riconferma di Luca Giaj Arcota (Delegazione Valsusa e Valsangone) alla presidenza e di Daniele Fontana (Delegazione Mondovì) e Felice Darioli (Delegazione Valdossola) come vice (insieme nella foto).

ari.mar.

Continua la lettura di Soccorso Alpino, Giaj Arcota presidente sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/soccorso-alpino-giaj-arcota-presidente/feed/ 0
Una grande novità per i vostri cuccioli https://corrieredinovara.com/casa/una-grande-novita-per-i-vostri-cuccioli/ Fri, 18 Jan 2019 16:25:33 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69260 Sabato 19 gennaio la catena leader in Italia nel pet care inaugurerà contemporaneamente 7 store in 5 regioni. Prevista una giornata non stop di festa in ogni location e una massiccia campagna pubblicitaria multicanale. Oltre 300 il totale dei punti vendita e oltre 1500 i dipendenti. Tre in Lombardia e gli altri quattro suddivisi tra […]

Continua la lettura di Una grande novità per i vostri cuccioli sul portale Corriere di Novara.

]]>
Sabato 19 gennaio la catena leader in Italia nel pet care inaugurerà contemporaneamente 7 store in 5 regioni.

Prevista una giornata non stop di festa in ogni location e una massiccia campagna pubblicitaria multicanale. Oltre 300 il totale dei punti vendita e oltre 1500 i dipendenti.

Tre in Lombardia e gli altri quattro suddivisi tra Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Marche.
Questi i nuovi sette punti vendita che verranno inaugurati contemporaneamente sabato 19 gennaio da Arcaplanet, l’insegna leader nel pet care in Italia che conta oltre 300 negozi.

Una lunga giornata di festa non stop, dedicata ai padroni e ai pet, in ognuna delle sette città in diversi punti d’Italia: Dalmine (BG), Castegnato e Lonato del Garda in provincia di Brescia, Cuneo, Villesse (GO), Montemurlo (PO) e Ascoli Piceno.

Si tratta di un’operazione curiosa e straordinaria che nel mondo della grande distribuzione specializzata rappresenta un unicum e porta la firma di Arcaplanet ormai da 3 anni. L’insegna infatti ha già proposto nei due anni precedenti multi inaugurazioni diffuse sul territorio italiano: nel 2017 erano stati 17 mentre l’anno scorso 9 i nuovi store inaugurati con successo contemporaneamente.

Quest’anno ad accompagnare l’iniziativa oltre al dispiegamento di forze del team di vendita, tutte le nuove risorse affiancate da quelle più esperte, è prevista una massiccia campagna pubblicitaria multicanale che comprende televisione (in tutte le reti nazionali con spot on air dal 17 al 26 gennaio), stampa (i principali quotidiani territoriali delle città coinvolte), programmatic digitale e palinsesto social, guerriglia marketing (con zaini luminosi, leafleting, palloni mongolfiere brandizzate) oltre alle affissioni in città.

L’operazione prevede oltre 4.400 i mq di superficie di vendita in più per l’insegna, 32 nuove risorse impiegate e ulteriori 14 casse.

Si tratta di grandi negozi di varie superfici (dai 350 agli 890 mq) che vantano spazi adatti per ospitare i servizi di ultima generazione dell’insegna: Pet Wash per la toelettatura dei pet, aree Agility e aree lavanderie per l’igiene e la pulizia degli accessori dell’amico peloso.

Tutti gli store sono riforniti con assortimenti completi per il food e il non food per gli animali da compagnia grazie a oltre 10.000 referenze in vendita in ciascuno, tra accessori e alimenti per cani, gatti, piccoli animali, roditori, pesci, anfibi e uccelli, un’ampia selezione trasversale di prodotti esclusivi e specializzati, dietetici e veterinari, di alimentazione biologica e vegetariana, cibo secco e umido, accessori dai tappetini igienici per cani alle lettiere per gatto, dai giochi ai guinzagli, ai “trasportini” ecc.

Sabato ci saranno omaggi per tutti, promozioni dedicate e tutte le novità pensate per l’alimentazione e il benessere degli animali da compagnia, in casa, all’aperto e in viaggio. Per tutti sarà possibile iscriversi all’interno del circuito “ArcaCard”, il programma fedeltà che oggi annovera oltre un milione di clienti attivi e permette una serie di vantaggi di scontistica a punti e servizi personalizzati. Per coloro che si presenteranno con il proprio animale, sarà poi possibile scattare foto e riceverne subito la stampa.

La giovane (poco più di vent’anni) e dinamica azienda ha visto in questi ultimi due anni una forte crescita dimensionale sia di punti vendita che di fatturato e di addetti, attraverso lo sviluppo e la continua innovazione di un layout del tutto simile a un supermercato dedicato solamente ai pet e agli ambienti da essi frequentati, con spazi moderni, personale competente e preparato e un grandissimo assortimento specializzato per tutti i tipi di animali domestici.

Arcaplanet è la catena italiana leader nella distribuzione di prodotti per animali domestici. In oltre vent’anni dalla sua costituzione, il Gruppo è cresciuto notevolmente espandendosi oltreconfine con 2 punti vendita in Svizzera e conta oggi dopo l’acquisizione di Fortesan, oltre 300 punti vendita diretti in 17 regioni italiane, una piattaforma di vendita online e oltre 1.500 dipendenti. Attualmente, il Gruppo conta oltre un milione di clienti attivi, rispondendo alle esigenze di tutti gli animali domestici, attraverso un’offerta innovativa di prodotti e servizi, inclusi i marchi privati Start, Expecial, Next, HiFish e Virtus. I punti vendita del Gruppo sono caratterizzati da molteplici format e dimensioni, da un minimo di 150 mq fino agli oltre 1.000 mq dei formati Large. Nel giugno 2016, i Fondi Permira hanno acquistato la maggioranza del capitale della società, divenendo l’azionista di riferimento.

INDIRIZZI NUOVI STORE

LOMBARDIA
DALMINE – Via Provinciale 37. Orario di apertura: lun – sab 9.00-20.00 dom 9.30-13.00 e 15.00-19.30
CASTEGNATO (BS) – Via Rita Levi Montalcini, 104. Orario di apertura: lun – dom 9.00-20.00
LONATO DEL GARDA (BS) – Via Battaglie. Orario di apertura: lun – dom 9.00-20.00

PIEMONTE
CUNEO: Via Margarita C/o CC Auchan. Orario di apertura: lun – dom 9.00-20.30

FRIULI VENEZIA GIULIA
VILLESSE (GO): Località Maranuz, 2 C/o CC Tiare Shopping. Orario di apertura: lun – ven 9.30-20.00; sab e dom 9.30-21.00

TOSCANA
MONTEMURLO (PO). Via Livorno, 51 C/o CC Coop. Orario di apertura: lun – sab 9.00-20.30, dom chiuso.

MARCHE
ASCOLI PICENO. Via Piceno Aprutina, 98. Orario di apertura: lun – sab 9.00-20.00; dom 9.00-13.00 e 15.00-20.00.

Continua la lettura di Una grande novità per i vostri cuccioli sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nuova Mini 60 Years Edition, un modello esclusivo https://corrieredinovara.com/motori/nuova-mini-60-years-edition/ Thu, 17 Jan 2019 23:07:53 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69257 Arriva la nuova Mini 60 Years Edition. Un modello originale che si reinventa costantemente – radicato saldamente nella tradizione ma sempre aperto al cambiamento: questo è Mini, a 60 anni dal lancio della piccola auto britannica che ha reso popolare in tutto il mondo alcune sue proprietà, come il Go-Kart Feeling e l’uso creativo dello spazio. Per celebrare […]

Continua la lettura di Nuova Mini 60 Years Edition, un modello esclusivo sul portale Corriere di Novara.

]]>
Arriva la nuova Mini 60 Years Edition. Un modello originale che si reinventa costantemente – radicato saldamente nella tradizione ma sempre aperto al cambiamento: questo è Mini, a 60 anni dal lancio della piccola auto britannica che ha reso popolare in tutto il mondo alcune sue proprietà, come il Go-Kart Feeling e l’uso creativo dello spazio. Per celebrare questo anniversario, Mini presenta un modello dal design caratteristico, che ne evidenzia sia le origini britanniche che il dinamismo.

Nuova Mini 60 Years Edition

Con dettagli di design ed equipaggiamento esclusivi e di alta qualità, la Mini 60 Years Edition diventa ambasciatrice dello spirito sportivo del brand. Una peculiarità che non viene mai a mancare, nemmeno nel traffico cittadino. L’edizione speciale sarà disponibile a partire da marzo 2019 per i modelli Mini 3 Porte e Mini 5 Porte, ciascuno con quattro motorizzazioni. La sportività è parte integrante del DNA Mini. Ancora prima del lancio della Mini classica nell’estate del 1959, apparve chiaro che le caratteristiche di design della nuova auto non solo ne avrebbero caratterizzato gli interni, ma definito anche una modalità di guida dinamica e agile.

Il background sportivo del marchio

La Mini 60 Years Edition rievoca il background sportivo del marchio, grazie anche alla livrea del classico colore delle vetture da corsa britanniche. La livrea della British Racing Green IV ne testimonia invece il carattere e le origini. Sono disponibili come alternative anche le finiture Midnight Black, Moonwalk Grey, e Melting Silver metallizzate e Mini Yours Lapisluxury Blue non metallizzato. Il colore scelto è poi abbinato a una finitura in Pepper White o Black per il tetto e le calotte degli specchietti esterni. Completano il look distintivo le Bonnet Stripes dedicate all’anniversario e i cerchi in lega leggera da 17 pollici esclusivi nella versione 60 Years Spoke a 2 toni.

Il logo “60 Years”

Il logo “60 Years” è posizionato non solo sulla fascia del cofano a sinistra, ma anche sui portellini laterali degli indicatori di direzione e sui battitacco del guidatore e del passeggero anteriore. All’interno, il logo è presente anche nelle finiture specifiche del modello, sui poggiatesta anteriori e sul volante. Il design creato per celebrare l’anniversario è utilizzato anche nella proiezione del logo a LED, visibile quando viene aperta la portiera del guidatore. L’equipaggiamento di serie include un volante sportivo in pelle e sedili con finitura in pelle Mini Yours Leather Lounge 60 Years, nell’esclusivo Dark Maroon.

Continua la lettura di Nuova Mini 60 Years Edition, un modello esclusivo sul portale Corriere di Novara.

]]>
Concept Nissan IMs presentato al Salone di Detroit https://corrieredinovara.com/motori/concept-nissan-ims-salone-detroit/ Thu, 17 Jan 2019 22:58:11 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69254 Al Salone dell’Automobile di Detroit 2019, il concept Nissan IMs si è presentato. Si tratta di una “berlina sportiva di lusso”, con piattaforma e sistema propulsivo sviluppati nell’ambito della Nissan Intelligent Mobility. Le proporzioni rivoluzionarie della concept car IMs, più simili a quelle di una berlina che di un crossover, definiscono un segmento a parte. […]

Continua la lettura di Concept Nissan IMs presentato al Salone di Detroit sul portale Corriere di Novara.

]]>
Al Salone dell’Automobile di Detroit 2019, il concept Nissan IMs si è presentato. Si tratta di una “berlina sportiva di lusso”, con piattaforma e sistema propulsivo sviluppati nell’ambito della Nissan Intelligent Mobility. Le proporzioni rivoluzionarie della concept car IMs, più simili a quelle di una berlina che di un crossover, definiscono un segmento a parte. L’identità 100% elettrica è il tratto distintivo dell’auto e la batteria, collocata sotto la scocca, determina una maggiore altezza dell’abitacolo. Interni spaziosi grazie ad un passo maggiorato e una configurazione “2+1+2” dei posti a sedere. Sedili anteriori orientabili e una fila posteriore modulare, con divanetto a tre posti che si può trasformare in un comodo “Premier Seat” centrale, abbattendo i due sedili laterali che si trasformano in ampi braccioli.

Un design nel segno della Nissan Intelligent Mobility

Il design esterno e interno di IMs è frutto delle innovative tecnologie di guida elettrica e autonoma sviluppate dalla Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica che definisce il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società. IMs è un esercizio di dualismo e contrasto. In modalità di guida autonoma consente al guidatore di procedere senza dover toccare alcun comando, mentre in modalità manuale offre tutte le emozioni e le prestazioni sportive che solo un veicolo elettrico di categoria superiore può offrire. IMs dispone inoltre delle tecnologie più avanzate in termini di sicurezza e sistemi virtuali di connettività. Il tutto inserito in un contesto che rende omaggio al design giapponese, sospeso tra modernità e tradizione.

Concept Nissan IMs, il futuro è qui

Icona della Nissan Intelligent Mobility, IMs ne rappresenta a pieno i tre pilatri (Intelligent Driving, Intelligent Power, Intelligent Integration). E prosegue il percorso verso la creazione di una società mobile sostenibile fondata su veicoli elettrici, guida autonoma e connettività. La vettura è mossa da due motori elettrici, uno anteriore e uno posteriore, alimentati da una batteria da 115 kWh a ricarica rapida che eroga 489 CV (360 kW) di potenza e 800 Nm (590 lb-ft) di coppia, capace di competere con le berline sportive attualmente in commercio. Con un’autonomia stimata di 622 km con una sola carica, IMs garantisce percorrenze al pari di vetture mosse da motori a benzina. Il propulsore adotta un sistema a trazione integrale ad alte prestazioni. Questo offre una distribuzione ottimale dei pesi fra anteriore e posteriore, per una spinta eccezionale e un’ottima tenuta di strada.

Continua la lettura di Concept Nissan IMs presentato al Salone di Detroit sul portale Corriere di Novara.

]]>
Mulching o taglio tradizionale, chi la spunta? https://corrieredinovara.com/casa/mulching-o-taglio-tradizionale/ Thu, 17 Jan 2019 22:44:35 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69251 Mulching o taglio tradizionale? Sono sempre più numerosi gli appassionati che chiedono informazioni sul mulching. La risposta degli esperti più disinteressati non può che limitarsi a illustrare le caratteristiche tecniche di questo taglio e a far meditare il cliente sull’opportunità di attuarlo. E’ vero, infatti, che il mulching, polverizzando letteralmente l’erba tra le lame del […]

Continua la lettura di Mulching o taglio tradizionale, chi la spunta? sul portale Corriere di Novara.

]]>
Mulching o taglio tradizionale? Sono sempre più numerosi gli appassionati che chiedono informazioni sul mulching. La risposta degli esperti più disinteressati non può che limitarsi a illustrare le caratteristiche tecniche di questo taglio e a far meditare il cliente sull’opportunità di attuarlo. E’ vero, infatti, che il mulching, polverizzando letteralmente l’erba tra le lame del rasaerba, non richiede la raccolta eliminando l’incombenza del conferimento in discarica, ma è anche vero che, per ottenere risultati ottimali, occorre effettuare tagli con maggior frequenza rispetto a quelli tradizionali.

Mulching o taglio tradizionale?

Quindi, in primo luogo occorre chiedersi: «Ma io quante volte sono disposto a tagliare il prato nel tempo libero?». Si sappia che, scegliendo un rasaerba a mulching, si dovrà provvedere all’operazione nei periodi di forte crescita come la primavera almeno un paio di volte a settimana. Viceversa, una macchina a raccolta tradizionale richiede meno impegno. Sempre per orientare la clientela alle scelte migliori, è bene sottolineare che, secondo alcuni studi, è meno costoso del taglio tradizionale.

E il rasaerba tradizionale?

Detto questo, esistono ancora dei buoni motivi per acquistare oggi un rasaerba tradizionale? La risposta è affermativa. In primo luogo si sappia che il taglio a raccolta permette di mantenere il prato più pulito eliminando, per esempio, anche l’accumulo di pollini di graminacee spesso causa di allergie. Inoltre, gli scarti verdi potranno essere riutilizzati per la produzione di biogas e compost. E per la formazione del feltro? Le conclusioni in merito alla formazione di feltro sul suolo dicono che mulching non ha colpe. Il feltro, infatti, si forma solo in seguito a una cattiva organizzazione dei tagli e non per causa dell’erba polverizzata.

Continua la lettura di Mulching o taglio tradizionale, chi la spunta? sul portale Corriere di Novara.

]]>
Impianto anti-intrusione con e senza fili https://corrieredinovara.com/casa/impianto-anti-intrusione-con-e-senza-fili/ Thu, 17 Jan 2019 22:37:56 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69248 Come scegliere l’ impianto anti-intrusione più adatto alla propria abitazione? Occorre tenere presente alcune indicazioni. Relativamente agli impianti con cavo, sappiate che, affinché tutti gli elementi siano operativi, devono essere collegati a una rete di cavi incassati nel muro. Poiché i componenti sono collegati tra loro, qualora il ladro tagliasse repentinamente i fili il sistema […]

Continua la lettura di Impianto anti-intrusione con e senza fili sul portale Corriere di Novara.

]]>
Come scegliere l’ impianto anti-intrusione più adatto alla propria abitazione? Occorre tenere presente alcune indicazioni. Relativamente agli impianti con cavo, sappiate che, affinché tutti gli elementi siano operativi, devono essere collegati a una rete di cavi incassati nel muro. Poiché i componenti sono collegati tra loro, qualora il ladro tagliasse repentinamente i fili il sistema entrerebbe subito in azione facendo squillare la sirena. Lo svantaggio più pesante degli impianti con cavo è quello dei costi. Servono opere murarie, infatti, per collegare alla sirena i diversi sensori.

Impianto anti-intrusione: radio

L’impianto radio è senz’altro meno costoso di quello a cavo. I diversi elementi che lo compongono comunicano tra loro attraverso un segnale che sfrutta le onde elettromagnetiche. L’alimentazione dei dispositivi è assicurata da batterie a lunga durata: l’allarme resterà dunque attivo anche qualora mancasse la corrente. Le interferenze radio, purtroppo, talvolta possono impedire al sistema di funzionare. A ogni modo, oggi q è una tecnologia ormai evoluta: i malfunzionamenti, pertanto, sono sempre più rari.

Impianto anti-intrusione: misto e integrato

Ecco poi l’impianto misto che prevede una parte di sistema con cablaggio e un’altra con collegamento radio. Centrale d’allarme e sirene sono collegati all’alimentazione, mentre i sensori sono collegati via radio. Si tratta di un sistema molto utilizzato laddove si amplia un sistema di impianto anti-intrusione già esistente. Infine un cenno all’impianto integrato: è il metodo più completo per difendere la casa. Abbina protezione attiva e passiva proteggendo anche dai ladri più evoluti. Nell’impianto integrato la serratura della porta blindata è collegata alla centralina. In caso di scasso scatta la sirena.

Continua la lettura di Impianto anti-intrusione con e senza fili sul portale Corriere di Novara.

]]>
Cocktail … da leggenda, tutto iniziò in Messico! https://corrieredinovara.com/cucina/cocktail-da-leggenda-messico/ Thu, 17 Jan 2019 22:22:17 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69245 Dove c’è festa, c’è sempre un ottimo cocktail… da leggenda. Protagonista assoluto è il cocktail tanto che oggi non c’è evento di richiamo senza… un efficiente cocktail bar. Ecco perché, mossi dalla curiosità, siamo andati alla scoperta delle origini di questa gustosa bevanda e soprattutto del suo curioso nome. Alla base di tutto pare ci […]

Continua la lettura di Cocktail … da leggenda, tutto iniziò in Messico! sul portale Corriere di Novara.

]]>
Dove c’è festa, c’è sempre un ottimo cocktail… da leggenda. Protagonista assoluto è il cocktail tanto che oggi non c’è evento di richiamo senza… un efficiente cocktail bar. Ecco perché, mossi dalla curiosità, siamo andati alla scoperta delle origini di questa gustosa bevanda e soprattutto del suo curioso nome. Alla base di tutto pare ci sia una leggenda. Si racconta che nella zona di Campeche, località sul golfo del Messico, un giovane di origini Maya avesse problemi a conquistare una ragazza, figlia di un potente dignitario.

Quando il cocktail è da leggenda

Disperato cercò di risolvere il suo problema affidandosi all’esperienza di un valente sacerdote. Questi preparò un filtro propiziatore dell’amicizia da offrire agli irriducibili genitori della ragazza. Questi, entusiasti, dopo aver bevuto il filtro concessero al ragazzo la mano della loro figlia. La ragazza si chiamava Cochtil: ecco spiegata, secondo la leggenda l’etimologia della parola cocktail. Come ogni leggenda, anche questa avrebbe un fondo di verità: secondo le narrazioni di marinai inglesi, infatti, nella regione di Campeche, gli antichi Maya si attiravano il favore degli dei offrendo loro delle misture nate dalla miscelazione di bevande alcoliche e mescolate con l’ausilio di un lungo cucchiaio, denominato “coda di gallo” nome che, tradotto in inglese, suona proprio così: «Cocktail».

Continua la lettura di Cocktail … da leggenda, tutto iniziò in Messico! sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nutrizionista, dietologo o dietista, cos’è meglio? https://corrieredinovara.com/cucina/nutrizionista-dietologo-dietista/ Thu, 17 Jan 2019 22:11:08 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69242 Nutrizionista, dietologo o dietista, chi scegliere? Diete fai-da-te o esperti da pagare profumatamente? Il dilemma si pone, ma è sempre meglio tener presente che affidarsi ad esperti è di solito la scelta migliore. Per chi vuol perdere peso o raggiungere il proprio peso-forma ci sono alcune dritte da seguire, prima fra tutte l’importanza delle figure […]

Continua la lettura di Nutrizionista, dietologo o dietista, cos’è meglio? sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nutrizionista, dietologo o dietista, chi scegliere? Diete fai-da-te o esperti da pagare profumatamente? Il dilemma si pone, ma è sempre meglio tener presente che affidarsi ad esperti è di solito la scelta migliore. Per chi vuol perdere peso o raggiungere il proprio peso-forma ci sono alcune dritte da seguire, prima fra tutte l’importanza delle figure professionali di ciascun settore.

Nutrizionista, dietologo o dietista?

Il nutrizionista è un biologo regolarmente iscritto all’albo, specializzato in nutrizione umana che può stilare diete per soggetti senza patologie, ma non può effettuare diagnosi o prescrivere farmaci. Il suo compito principale è quello di educare a un’alimentazione sana e programmare menù per asili, scuole, ristoranti, mense. Esperto di educazione e informazione alimentare, è in grado di analizzare i bisogni degli individui per calcolare una dieta corretta in base alle attività svolte. Per diventarlo occorre la laurea in Scienze biologiche o in Farmacia; in più è consigliata una specializzazione in Scienza dell’alimentazione.

Il nutrizionista in Italia

In Italia un titolo ancora oggetto di discussione. Attualmente esso è associato al laureato che può svolgere la professione. In Italia si distinguono tre principali categorie professionali che si occupano di alimentazione: dietologo, dietista o nutrizionista a seconda dell’albo professionale cui sono iscritti e al luogo di lavoro in cui svolgono le loro mansioni.

Continua la lettura di Nutrizionista, dietologo o dietista, cos’è meglio? sul portale Corriere di Novara.

]]>
Massaggio olistico, olii e profumi per l’auto-guarigione https://corrieredinovara.com/salute/massaggio-olistico-olii-profumi/ Thu, 17 Jan 2019 22:01:56 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69239 Tutti i segreti del massaggio olistico spiegati anche ai neofiti. Come si può pensare di interagire con gli organi interni e con il benessere fisico di una persona toccando la sola epidermide? Chiunque con un minimo di sensibilità ne ha consapevolezza: la nostra pelle è ben connessa con tutto il resto di quanto le sta […]

Continua la lettura di Massaggio olistico, olii e profumi per l’auto-guarigione sul portale Corriere di Novara.

]]>
Tutti i segreti del massaggio olistico spiegati anche ai neofiti. Come si può pensare di interagire con gli organi interni e con il benessere fisico di una persona toccando la sola epidermide? Chiunque con un minimo di sensibilità ne ha consapevolezza: la nostra pelle è ben connessa con tutto il resto di quanto le sta sotto e gli sfoghi cutanei più gravi ne sono testimonianza.
Spesso, infatti, basta sfiorare la pelle in superficie per «sentire» fastidio in profondità o prurito altrove. Non è suggestione, ma quello che gli esperti di tecniche olistiche sfruttano a scopo terapeutico. Insomma, toccando una persona è possibile stabilire un contatto con la sua mente e comunicare per intero con il suo corpo.

Che cos’è il massaggio olistico

Cosa si intende però per olismo? L’olismo in medicina rappresenta uno stato di salute «globale», l’unione di mente, corpo, ambiente e società. La ricerca della salute è orientata alla persona e non alla malattia, alla causa e non al sintomo, al riequilibrio invece che alla cura, stimolando il naturale processo di auto-guarigione. Per massaggio olistico si intende un massaggio delicato finalizzato a portare sollievo e stimolare il naturale processo riequilibrante dei «meridiani energetici», i noti canali della medicina orientale. Su cosa si lavora dunque? Soprattutto sullo stress emotivo e sulla tensione muscolare, con particolare attenzione al rapporto tra mente e corpo. Vediamo alcuni dei concetti già universalmente riconosciuti: nelle spalle e nel torace si accumula la rabbia, mentre nei reni e nelle parti basse si cela la paura.

Come si effettua?

Ma come si effettua il massaggio olistico? L’approccio del massaggiatore è personalizzato. Di norma, si parte con un trattamento generalizzato su tutto il corpo. Successivamente si sciolgono le tensioni, utilizzando delle specifiche manovre servendosi anche di alcuni olii. A volte viene usata l’argilla. Da tempi immemorabili, poi, le piante utili per la salute dell’uomo usano il codice invisibile del profumo. Molti sostengono che il profumo e gli effluvi floreali abbiano potere curativo: l’aromaterapia nasce in Francia nel 1998, a Gravèson en Provence, un piccolo paese situato presso Avignone. Chiunque sia stato in quelle zone sa che la specialità sono le fragranze meravigliose, gli aromi naturali emessi dai diffusori presenti anche in musei olfattivi e della profumazione. La tradizione della profumeria e la cura con gli oli essenziali provenienti da piante aromatiche caratterizza profondamente la Provenza in particolare e un po’ tutto il sud della Francia da secoli.

E poi c’è l’aromacologia

C’è poi la branca forse più curiosa e intrigante, ovvero l’aromacologia: è un termine ispirato alla riscoperta delle conoscenze aromatiche delle più antiche civiltà. Alcuni importanti ricercatori scientifici di Francia, Italia e Giappone hanno proposto di studiare gli effetti a livello psichico dell’uso olfattivo degli oli essenziali. Non si tratta di un tentativo campato per aria: ci sono studi neurofisiologici delle diverse essenze, capaci di sollecitare aree cerebrali e produrre sostanze ormonali. D’altronde è assodato che certi profumi (quello del thé ad esempio) rilassano mentre altri (la benzina) possono eccitare ed atri ancora (il bruciato) allarmano. Al di là di tutto nel massaggio aroma-terapico si utilizza una combinazione di olii vegetali e di olii essenziali puri e naturali. L’utilizzo di oli vegetali di base agevola la manualità nel massaggio facilitando la penetrazione degli oli essenziali e quindi la loro efficacia. Di sicuro, un’esperienza da provare!

Continua la lettura di Massaggio olistico, olii e profumi per l’auto-guarigione sul portale Corriere di Novara.

]]>
Fibre e cereali, i benefici per la salute https://corrieredinovara.com/salute/fibre-e-cereali-i-benefici-per-la-salute/ Thu, 17 Jan 2019 21:55:23 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69236 Fibre e cereali sono importanti. Riso, avena e orzo integrali: possiamo mangiarne a iosa perché aiutano a perdere peso. Stando a quanto dimostrato scientificamente da una ricerca pubblicata dall’American journal of clinical nutrition, questi alimenti aiutano nella cosiddetta «regolazione del peso». Il test è stato effettuato su un paniere di ottanta persone, sia uomini che […]

Continua la lettura di Fibre e cereali, i benefici per la salute sul portale Corriere di Novara.

]]>
Fibre e cereali sono importanti. Riso, avena e orzo integrali: possiamo mangiarne a iosa perché aiutano a perdere peso. Stando a quanto dimostrato scientificamente da una ricerca pubblicata dall’American journal of clinical nutrition, questi alimenti aiutano nella cosiddetta «regolazione del peso». Il test è stato effettuato su un paniere di ottanta persone, sia uomini che donne. Nell’età considerata più critica per i cambiamenti morfologici del proprio corpo ovvero la fascia 40-65 anni.

Fibre e cereali

Ebbene, tenuti sotto controllo alimentare (somministrazione di stessi pasti in identiche quantità) i «pazienti» nutriti con cereali integrali consumavano 100 calorie al giorno in più rispetto agli altri. La ragione medica è tecnicamente «l’aumento del metabolismo a riposo». In sostanza, mangiando riso, orzo e avena con continuità il corpo dei 40-65enni brucia più energia anche quando non è in movimento o non fa attività fisica.

Un vero… «toccasana»

Un vero… «toccasana» per i pigri che si guardano la pancia pensando a come smaltire? Dipende, perché i medici raccomandano comunque di associare questa dieta a base di cereali integrali con movimento e tonicità. Uniti a un alto consumo di acqua naturale (sempre consigliati i canonici due litri al giorno). Fra l’altro, stando alle dichiarazioni dei pazienti studiati durante la sperimentazione, pare che la fame e il senso di pienezza non subiscano differenze sensibili tra questo tipo di dieta e uno tradizionale. Le calorie in eccesso perse erano più o meno equivalenti a quelle di una camminata di trenta minuti a passo medio. Niente male!

Continua la lettura di Fibre e cereali, i benefici per la salute sul portale Corriere di Novara.

]]>
Falcone e Borsellino, intitolata la piazza a Gozzano https://corrieredinovara.com/cronaca/falcone-e-borsellino-intitolata-la-piazza-a-gozzano/ https://corrieredinovara.com/cronaca/falcone-e-borsellino-intitolata-la-piazza-a-gozzano/#respond Thu, 17 Jan 2019 11:00:29 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69197 Falcone e Borsellino, intitolata la piazza a Gozzano Il sacrificio di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, fedeli servitori dello Stato che hanno pagato con la vita la lotta alla mafia, sarà ricordato per sempre a Gozzano con l’intitolazione ai due eroici magistrati del piazzale antistante il liceo scientifico “Galileo Galilei”. A scoprire la targa, […]

Continua la lettura di Falcone e Borsellino, intitolata la piazza a Gozzano sul portale Corriere di Novara.

]]>
Falcone e Borsellino, intitolata la piazza a Gozzano

Il sacrificio di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, fedeli servitori dello Stato che hanno pagato con la vita la lotta alla mafia, sarà ricordato per sempre a Gozzano con l’intitolazione ai due eroici magistrati del piazzale antistante il liceo scientifico “Galileo Galilei”. A scoprire la targa, benedetta dal parroco don Enzo Sala e dall’arcivescovo Santo Marcianò, Ordinario Militare d’Italia, il sindaco di Gozzano Carla Biscuola e il questore di Palermo Renato Cortese. La cerimonia si è svolta lunedì.

La cerimonai nell’ambito delle iniziative “Sport e legalità”

Numerose le autorità civili e militari, ma anche tanta gente comune. In prima fila i sindaci del Borgomanerese e del Cusio. «La scelta di intitolare la piazza nei pressi di un edificio scolastico – ha detto Biscuola – non è una casualità. Lo abbiamo fatto perché Falcone e Borsellino devono rappresentare un esempio per tutti, a cominciare dai più giovani». La manifestazione è stata organizzata nell’ambito delle iniziative dedicate a “sport e legalità” culminata con la consegna del “Premio Mitos”, promosso dal segretario generale della società Calcio Gozzano Filippo Marra Cutrupi, a personalità del mondo dello sport e delle istituzioni.
Carlo Panizza

Continua la lettura di Falcone e Borsellino, intitolata la piazza a Gozzano sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/falcone-e-borsellino-intitolata-la-piazza-a-gozzano/feed/ 0
Igor Volley straripante a Cuneo https://corrieredinovara.com/sport/igor-volley-straripante-a-cuneo/ https://corrieredinovara.com/sport/igor-volley-straripante-a-cuneo/#respond Thu, 17 Jan 2019 09:30:16 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69222 Igor Volley travolgente a Cuneo. La squadra di Barbolini si prende una rivincita in Coppa Italia, superando con un netto 3-0 la Bosca S. Bernardo, mettendo una seria ipoteca alla final four di Coppa Italia Una serata senza storia Una gara che ha visto la squadra novarese attenta, concentrata, aggressiva in tutti i fondamentali con […]

Continua la lettura di Igor Volley straripante a Cuneo sul portale Corriere di Novara.

]]>
Igor Volley travolgente a Cuneo. La squadra di Barbolini si prende una rivincita in Coppa Italia, superando con un netto 3-0 la Bosca S. Bernardo, mettendo una seria ipoteca alla final four di Coppa Italia

Una serata senza storia

Una gara che ha visto la squadra novarese attenta, concentrata, aggressiva in tutti i fondamentali con tutte le atlete scese in campo che hanno fatto vedere quanto valgono. Al PalaBreBanca l’allenatore, giustamente, non si fida e presenta la squadra che solo tre giorni prima aveva sbancato il campo di Bergamo. E’ la statunitense Bartsch a trovare il primo break della serata, con Egonu e Chirichella che firmano l’allungo in una prima frazione senza storia, terminata 25-12.

Il secondo set viaggia sulla falsariga del primo. Igor subito avanti, che aumenta il suo vantaggio a dismisura: Veljkovic ed Egonu, che riscatta la prova opaca con la Zanetti, non perdonano in attacco e il 2-0 è servito (25-16).

Le azzurre lasciano le briciole alle avversarie, che provano a rientrare fino al 21-23, ma si devono arrendere allo strapotere Igor: Stefana Vejikovic chiude con un primo tempo sontuoso (25-21).

Domenica basta un set per la final four

Domenica alle 17 al PalaIgor di Novara nel match di ritorno basterà conquistare un set per staccare il biglietto per Verona, sede della final four di Coppa Italia, in programma nel primo week end di febbraio.

A meno di sorprese potrebbe essere Busto Arsizio l’avversaria in semifinale; le lombarde hanno piegato in trasferta Casalmaggiore. Vittorie fuori casa anche di Scandicci e Conegliano, entrambe ad un passo dall’ultimo atto della manifestazione.

p.d.l.

 

Continua la lettura di Igor Volley straripante a Cuneo sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/sport/igor-volley-straripante-a-cuneo/feed/ 0
L’ultimo saluto al “nonno vigile” Andrea Passerini https://corrieredinovara.com/altro/lultimo-saluto-al-nonno-vigile-andrea-passerini/ https://corrieredinovara.com/altro/lultimo-saluto-al-nonno-vigile-andrea-passerini/#respond Thu, 17 Jan 2019 09:00:18 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69194 Addio al “nonno vigile” Andrea Passerini Addio al “nonno vigile” Andrea Passerini. Bellinzago lo ha salutato per l’ultima volta lunedì pomeriggio, durante le esequie. Persona molto nota in paese, a Bellinzago si era fatto conoscere con la sua azienda di pavimenti e rivestimenti. Molto partecipe alla vita cittadina, ha vestito i panni di Babbo Natale […]

Continua la lettura di L’ultimo saluto al “nonno vigile” Andrea Passerini sul portale Corriere di Novara.

]]>
Addio al “nonno vigile” Andrea Passerini

Addio al “nonno vigile” Andrea Passerini. Bellinzago lo ha salutato per l’ultima volta lunedì pomeriggio, durante le esequie. Persona molto nota in paese, a Bellinzago si era fatto conoscere con la sua azienda di pavimenti e rivestimenti. Molto partecipe alla vita cittadina, ha vestito i panni di Babbo Natale portando allegria ai bimbi dell’asilo; quelli del Ciachin dal Re, la tradizionale maschera del Carnevale bellinzaghese e quelli da “nonno vigile”, servizio che ha svolto per diversi anni con dedizione e professionalità.

Andrea Passerini, il saluto in “uniforme catarifrangente”

A 81 anni lascia la moglie, le due figlie, i nipoti. La casacca catarifrangente da “nonno vigile” era presente anche lunedì pomeriggio, in chiesa parrocchiale, indossata dai suoi colleghi e amici che l’hanno voluto salutare con l’uniforme che li ha uniti negli anni. L’associazione Bellirun l’ha ricordato per il prezioso aiuto alle edizioni della Bellirun 4 school. Era anche un grande appassionato di calcio: il Bulè Bellinzago Calcio lo ricorda con la sciarpa della squadra al collo, sempre presente in tribuna a fare il tifo.
Francesca Cattaneo

Continua la lettura di L’ultimo saluto al “nonno vigile” Andrea Passerini sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/altro/lultimo-saluto-al-nonno-vigile-andrea-passerini/feed/ 0
Giorno della memoria, tante iniziative in provincia https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/giorno-della-memoria-tante-iniziative-in-provincia/ https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/giorno-della-memoria-tante-iniziative-in-provincia/#respond Thu, 17 Jan 2019 09:00:06 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69219 Si avvicina la ricorrenza del “Giorno della Memoria” del prossimo 27 gennaio e numerose sono come sempre le iniziative in programma in diverse località del Novarese per ricordare le vittime dell’Olocausto nel 74° anniversario della liberazione da parte delle truppe sovietiche del campo di sterminio di Auschwitz. Un calendario di appuntamenti sul territorio Con lo […]

Continua la lettura di Giorno della memoria, tante iniziative in provincia sul portale Corriere di Novara.

]]>
Si avvicina la ricorrenza del “Giorno della Memoria” del prossimo 27 gennaio e numerose sono come sempre le iniziative in programma in diverse località del Novarese per ricordare le vittime dell’Olocausto nel 74° anniversario della liberazione da parte delle truppe sovietiche del campo di sterminio di Auschwitz.

Un calendario di appuntamenti sul territorio

Con lo scopo tra l’altro di darne «maggiore risalto e attenzione», come ha detto il consigliere provinciale con delega alla Cultura e alle Politiche giovanili Ivan De Grandis, «l’Amministrazione di Palazzo Natta ha predisposto in questa occasione un calendario delle singole iniziative che godono del patrocinio da parte del nostro Ente». Si tratta di un elenco di appuntamenti forzatamente “work in progress”, in quanto soggetto a ulteriori integrazioni, per il quale ogni cittadini potrà aggiornarsi direttamente sul sito www.provincia.novara.it.

Alla presentazione, avvenuta nella mattinata di martedì nell’aula consiliare di Palazzo Natta, sono intervenuti i sindaci di Romentino Alessio Biondo e di Sizzano Celsino Ponti; per Trecate la consigliera con delega alla Cultura Patrizia Coraia e infine, per Maggiora, il referente del locale Gruppo Alpini Paolo Jean. «In questa circostanza – ha sottolineato ancora De Grandis – lo sforzo della Provincia è stato grande. Quello del “Giorno della Memoria” è un appuntamento importante da ricordare, perché esiste sempre un’alternativa all’odio, alla violenza e alla guerra. Un messaggio rivolto soprattutto ai giovani».

Iniziative nelle scuole e non solo

Tanti gli appuntamenti, si diceva (oltre a Novara e alle località citate sono al momento incluse Romagnano Sesia, Galliate, Meina, Borgomanero, Castelletto Ticino e Carpignano Sesia), che prendono in esame altri avvenimenti storici paralleli o che sono stati una delle conseguenze dell’ultimo conflitto mondiale, dalla deportazione dei militari in Germania dopo l’armistizio dell’8 settembre al dramma dell’esodo delle popolazioni istriane. Incontri, dibattiti, azioni sceniche, spettacoli multimediali, momenti musicali, fiaccolate e cortei, proiezioni cinematografiche come quelle in programma a Trecate e anche una visita alla Sinagoga di Vercelli, organizzata per il 3 febbraio dalla Fondazione Marazza di Borgomanero. Per quanto riguarda il capoluogo sono previsti momenti di riflessione negli istituti scolastici a cura dell’Istituto storico della Resistenza. Il 29 e 31 gennaio Elena Mastretta, responsabile della Sezione didattica dell’Istituto, incontrerà gli studenti del biennio e del triennio del “Bonfantini” per parlare di leggi razziali. Il direttore scientifico Gianni Cerutti, presenterà il suo libro “La svastica allo stadio” mercoledì prossimo al “Nervi”.
Luca Mattioli

Continua la lettura di Giorno della memoria, tante iniziative in provincia sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/giorno-della-memoria-tante-iniziative-in-provincia/feed/ 0
Croce Rossa di Oleggio: nuovo corso per volontari https://corrieredinovara.com/cronaca/croce-rossa-di-oleggio-nuovo-corso-per-volontari/ https://corrieredinovara.com/cronaca/croce-rossa-di-oleggio-nuovo-corso-per-volontari/#respond Thu, 17 Jan 2019 08:34:53 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69199 Al via per la Croce Rossa di Oleggio il nuovo corso per volontari. Martedì prossimo 22 gennaio a partire dalle  ore 21 nella sede della Croce Rossa oleggese, in via Gaggiolo, avrà luogo la serata di presentazione del nuovo corso per Aspiranti Volontari di Croce Rossa. Croce Rossa: aspiranti volontari Per la Croce Rossa di […]

Continua la lettura di Croce Rossa di Oleggio: nuovo corso per volontari sul portale Corriere di Novara.

]]>
Al via per la Croce Rossa di Oleggio il nuovo corso per volontari. Martedì prossimo 22 gennaio a partire dalle  ore 21 nella sede della Croce Rossa oleggese, in via Gaggiolo, avrà luogo la serata di presentazione del nuovo corso per Aspiranti Volontari di Croce Rossa.

Croce Rossa: aspiranti volontari

Per la Croce Rossa di Oleggio la necessità di incrementare il numero di volontari è sempre più insistente vista la continua crescita della richiesta di servizi  da parte della popolazione. Diventare Volontari della Croce Rossa significa far parte attivamente di un’associazione umanitaria a livello mondiale.

Croce Rossa: i servizi richiesti

Nel comitato locale della Croce Rossa di Oleggio chi diventa volontario può svolgere servizio nelle figure di Centralinista, Trasporto infermi in emergenza o non (visite, dialisi, dimissioni) e una serie di molteplici attività, come il Settore Socio-assistenziale (raccolte alimentari, distribuzione viveri, raccolte fondi, attività nelle residenze assistenziali), la Protezione Civile (assistenza a maxi-emergenze territoriali, ricerche dispersi), campagne di sensibilizzazione e prevenzione rivolte alla popolazione e molto altro. Durante la serata di presentazione sarà illustrato il programma del nuovo corso per Aspiranti Volontari e le attività che si possono svolgere in Croce Rossa, oltre a chiarire eventuali dubbi sull’attività di volontariato. Per qualsiasi informazione è possibile visitare il sito internet www.crioleggio.it o chiamare il numero 0321/93555.

Silvia Biasio

Continua la lettura di Croce Rossa di Oleggio: nuovo corso per volontari sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/croce-rossa-di-oleggio-nuovo-corso-per-volontari/feed/ 0
Novaresi dell’anno: sabato la premiazione https://corrieredinovara.com/attualita/novaresi-dellanno-sabato-la-premiazione/ https://corrieredinovara.com/attualita/novaresi-dellanno-sabato-la-premiazione/#respond Wed, 16 Jan 2019 19:43:37 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69215 Novaresi dell’anno:  il riconoscimento andrà a Francesco Martelli, Tracey Pirali e Carlo Robiglio. E per quest’ultimo si tratterà di un “bis”, essendo già stato premiato nel 2013, guarda caso anche lui in coppia, insieme a Roberto Cicala. La consegna del “Sigillum” sabato al Faraggiana Tra i momenti più importanti della festa patronale di San Gaudenzio, […]

Continua la lettura di Novaresi dell’anno: sabato la premiazione sul portale Corriere di Novara.

]]>
Novaresi dell’anno:  il riconoscimento andrà a Francesco Martelli, Tracey Pirali e Carlo Robiglio. E per quest’ultimo si tratterà di un “bis”, essendo già stato premiato nel 2013, guarda caso anche lui in coppia, insieme a Roberto Cicala.

La consegna del “Sigillum” sabato al Faraggiana

Tra i momenti più importanti della festa patronale di San Gaudenzio, la consegna del “Sigillum” ai nuovi “Novaresi dell’anno”, scelti come sempre dalla Giunta comunale sentito il parere di un’apposita commissione. L’appuntamento è per sabato 19 gennaio al Teatro Faraggiana, dove verranno assegnati da parte della Fondazione della Comunità del novarese i premi “Benemeriti della solidarietà” e da parte del Comune l’onorificenza di Novaresi dell’anno 2019 a Francesco Martelli, Tracey Pirali e Carlo Robiglio. “Come sempre – spiega il sindaco – i nomi dei tre Novaresi dell’anno sono emersi grazie ai suggerimenti della commissione che ogni anno viene specificamente convocata: la scelta dei Novaresi dell’anno è però anche l’occasione per lanciare messaggi alla città, per indicare alla città quale strada stiamo percorrendo e cosa vogliamo valorizzare. I tre prescelti rappresentano, anche nei loro rispettivi campi professionali, eccellenze della piccola impresa e della ricerca che sono alla base di professi di sviluppo economico e sociale locale che abbiamo impostato in questi primi anni di mandato, alcuni dei quali, già nel corso del 2019, vedranno la loro concreta realizzazione. Abbiamo quindi deciso di premiare Carlo Robiglio, ovvero il massimo rappresentante nazionale della Piccola industria di Confindustria, Francesco Martelli, storico piccolo imprenditore locale che, con la sua azienda familiare, da quasi quarant’anni produce, crea occupazione e sostiene iniziative sociali e culturali nella nostra città, e Tracey Pirali, giovane docente universitaria di Chimica e Tecnologie farmaceutiche che, dopo essere stata brillante studentessa e ricercatrice, ora è anche riuscita ad avviare una nuova attività imprenditoriale, utilizzando la conoscenza e i brevetti sviluppati in Università. Con il loro costante impegno, con la loro professionalità, con le loro competenze queste persone aiutano quotidianamente la nostra città a crescere e a svilupparsi”.

A chiusura dell’appuntamento del 19 gennaio, per la prima volta il Rotary Club Novara San Gaudenzio assegnerà inoltre il premio “Studente meritevole” relativo al 2018.

Continua la lettura di Novaresi dell’anno: sabato la premiazione sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/novaresi-dellanno-sabato-la-premiazione/feed/ 0
San Gaudenzio, il programma della festa patronale https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/san-gaudenzio-il-programma-della-festa-patronale/ https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/san-gaudenzio-il-programma-della-festa-patronale/#respond Wed, 16 Jan 2019 19:21:26 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69206 San Gaudenzio, presentato in Comune il programma degli eventi che caratterizzeranno l’edizione 2019 della festa patronale di Novara. San Gaudenzio, “una festa patronale di tutti” “Come lo scorso anno abbiamo proposto un programma condiviso insieme con diverse realtà cittadine per una festa patronale di tutti”. Il sindaco Alessandro Canelli pone l’accento sulla “coralità” delle manifestazioni […]

Continua la lettura di San Gaudenzio, il programma della festa patronale sul portale Corriere di Novara.

]]>
San Gaudenzio, presentato in Comune il programma degli eventi che caratterizzeranno l’edizione 2019 della festa patronale di Novara.

San Gaudenzio, “una festa patronale di tutti”

“Come lo scorso anno abbiamo proposto un programma condiviso insieme con diverse realtà cittadine per una festa patronale di tutti”. Il sindaco Alessandro Canelli pone l’accento sulla “coralità” delle manifestazioni gaudenziane e sul ventaglio “di proposte – alcune delle quali si sono già tenute o hanno preso avvio nei giorni scorsi – che coniugano la tradizione con la cultura, lo sport, l’arte, la musica, il teatro, l’intrattenimento per i più piccoli. Un grazie di cuore – commenta il sindaco – a tutte quelle associazioni e a quelle Istituzioni che, come ogni anno, hanno lavorato con noi per la città, affinché si rafforzino l’aspetto devozionale e il legame con la realtà alla quale apparteniamo”.

Il programma degli eventi giorno per giorno

SABATO 19 GENNAIO

Nuovo Teatro Faraggiana

ore 10.00 16° Anniversario della consegna del riconoscimento ai Benemeriti della Solidarietà in collaborazione con la Fondazione Comunità Novarese Onlus

ore 11.00 36° Anniversario della cerimonia di conferimento dell’onoreficenza Novarese dell’Anno

ore 12.15 Consegna della Borsa di studio allo Studente meritevole nell’anno 2018 a cura del Rotary Club Novara San Gaudenzio

Basilica di San Gaudenzio

ore 15.30 Solenne apertura dello Scurolo di San Gaudenzio

 

MARTEDÌ 22 GENNAIO

Piazza Matteotti

ore 9.45 Ritrovo delle Autorità, delle Associazioni e della Banda Musicale

ore 10.00 Inizio sfilata del Corteo Civico

Basilica di San Gaudenzio

ore 10.30 Arrivo del Corteo Civico, Cerimonia del Fiore e Solenne Liturgia Eucaristica

 

MARTEDÌ 29 GENNAIO

Basilica di San Gaudenzio

ore 18.00 Chiusura dello Scurolo di San Gaudenzio

 

SABATO 2 FEBBRAIO

Basilica di San Gaudenzio

ore 20.45 Concerto Ufficiale organizzato dal Comune di Novara con il contributo della Fondazione Banca Popolare di Novara per il territorio.

Il Lions Club Novara Ticino curerà la raccolta di fondi a favore della “Mensa e Armadio del Povero” gestita dai Frati Cappucini di San Nazzaro della Costa di Novara

In programma:

W.A. Mozart, Sinfonia Concertante per violino, viola e orchestra K 364

  1. Smetana, La Moldava

C.Debussy Prélude à l’après midi d’un faune

  1. Grieg, Peer Gynt Suite n. 1 op. 46

Orchestra Sinfonica Carlo Coccia

violino Ivan Rabaglia

viola Maria Ronchini

Direttore Andrea Cappelleri

 

Il programma delle iniziative

SABATO 12 GENNAIO

Museo di Storia Naturale Faraggiana Ferrandi

ore 16.00 lnaugurazione della mostra Naturalia di Michele Ghigo a cura della Società Fotografica Novarese. La mostra proseguirà fino al 24 febbraio

 

DOMENICA 13 GENNAIO

Centro sportivo Pala Igor

ore 9.30 23^ Edizione Mezza maratona di San Gaudenzio a cura della UISP Novara

Castello Visconteo Sforzesco

ore 15.00 Trè rösi par San Gaudensi Cuntumla in trè righi e do paroli, lettura e premiazione delle prose finaliste per la “10^ Giornata nazionale del dialetto” a cura di Nuares.it, Academia dal Risón e ProLoco Novara

MERCOLEDÌ 16 GENNAIO

Castello Visconteo Sforzesco

ore 18.00 Le Conferenze Ottocento In Collezione. Dai Macchiaioli A Segantini La borghesia. Tranquillo Cremona, Il figlio dell’amore e le vicende collezionistiche con Sergio Rebora. Le sculture di Giuseppe Grandi, Paolo Troubetzkoy, Eugenio Pellini e Vincenzo Gemito con Niccolò D’Agati. A cura di METS Percorsi d’Arte

 

GIOVEDÌ 17 GENNAIO

Biblioteca Palazzo Vochieri

ore 16.00 Alla scuola della pace con la Comunità di S. Egidio. Libroforum a cura di Giovanni Ibertis su Alla scuola della pace. Educare i bambini in un mondo globale (San Paolo). Con Mario Armanni

 

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 17.30 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: I Luoghi. “La città e il suo santo. Novara e Gaudenzio fra il Medioevo e il Duemila” con Claudio Rosso. A cura del Circolo dei Lettori in collaborazione con Dipartimento di Scienze Umanistiche UPO

Biblioteca Palazzo Vochieri

ore 18.00 Claudio Magris e i forni crematori. “Sconfinamenti tra storia e letteratura” a cura di Anna Cardano su “Non luogo a procedere” di Claudio Magris (Garzanti)

 

VENERDÌ 18 GENNAIO

Salone Arengo, Complesso Monumentale del Broletto

ore 17.30 I venerdì dell’arte novarese: “La collezione Giannoni: un caso esemplare di collezionismo borghese agli inizi del XX secolo”

Relatore: Benedetta Brison, Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Biella, Novara, VCO e Vercelli

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 18.00 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: Le Voci. “La Memoria dei Vivi” con Rita Garzetti a cura del Circolo dei Lettori

 

SABATO 19 GENNAIO

Sala dell’Accademia, Complesso Monumentale del Broletto

ore 17.00 Inaugurazione della mostra d’arte 8° Trofeo Gaudenziano a cura dell’Associazione Culturale Art Action. La mostra proseguirà fino al 27 gennaio (dalle 10 alle 19. Chiuso lunedì).

Salone Arengo, Complesso Monumentale del Broletto

ore 18.30 Presentazione del libro dal titolo Dentro l’oscurità di Loredana Berardi, a cura di Pro Loco Novara

 

DOMENICA 20 GENNAIO

Palazzo Vochieri

ore 15.30 Presentazione della favola Il Miracolo delle rose con l’autrice, Gabriella De Paoli. A seguire inaugurazione della mostra di illustrazioni a corredo della favola e laboratorio di letture animate per bambini dai 3 ai 12 anni. A cura di ATL Novara

 

LUNEDÌ 21 GENNAIO

Teatro del Cuscino, via Magalotti 11

ore 21.00 Spettacolo teatrale Skua 1940. Una storia vera a cura di LaribaltArtGroup

 

MARTEDÌ 22 GENNAIO

Centro Città

ore 9.00 Sagra di San Gaudenzio con operatori del settore dolciumi, prodotti alimentari regionali e giocattoli

 

GIOVEDÌ 24 GENNAIO

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 17.30 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: I Luoghi. “In nomine caritatis: Amico Canobio e la beneficenza a Novara nel secolo XVI” con Matteo Moro. A cura del Circolo dei Lettori in collaborazione con Dipartimento di Scienze Umanistiche UPO

Auditorium “F.lli Olivieri” del Conservatorio

ore 18.00 Premio Internazionale Giuseppe Martucci 2017: Concerto del pianista Lorenzo Bevacqua, musiche di Schumann, Liszt e Strawinskij, a cura dell’ Ass. Amici della Musica Vittorio Cocito (ingresso a pagamento)

Biblioteca Palazzo Vochieri

ore 18.00 La prima antologia della Shoah. Giovanni Giovanni Tesio presenta “Nell’abisso del lager. Voci poetiche sulla Shoah: un’antologia” (Interlinea) con reading di Ezio Ferraris

 

VENERDÌ 25 GENNAIO

Basilica di San Gaudenzio

ore 18.30 I venerdì dell’arte novarese: “Le sculture di Beretta per lo Scurolo di San Gaudenzio: la meraviglia degli spazi barocchi”

Relatore: Marina Dell’Omo, già Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Biella, Novara, VCO e Vercelli

Basilica di San Gaudenzio

ore 21.00 Trè rösi par San Gaudensi – Racconto multimediale La Legenda ‘d San Gavdensi in occasione della chiusura dell’Anno Gaudenziano a cura dell’Ass.ne Asinochilegge

 

SABATO 26 GENNAIO

Castello Visconteo Sforzesco

ore 15.00 Trè rösi par San Gaudensi 8° Premio di poesia dialettale Enrico Occhetti, lettura e premiazione delle poesie a cura

dell’Associazione Culturale Novarese Cenacolo Dialettale

Salone Arengo, Complesso monumentale del Broletto

ore 15.00 Premiazione Pensionati Comunali anno 2018

MARTEDÌ 29 GENNAIO

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 18.00 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: Le Voci. “In controluce” con Elisa Monteverde a cura del Circolo dei Lettori

 

MERCOLEDÌ 30 GENNAIO

Castello Visconteo Sforzesco

ore 18.00 Le Conferenze Ottocento In Collezione. Dai Macchiaioli A Segantini Napoli e l’estero. Domenico Morello e l’oriente “quale io l’immmagino” con Luisa Martorelli. Giuseppe De Nittis tra il 1873 e il 1876: da Napoli, a Parigi, a Londra con Elisabetta Staudacher. A cura di METS Percorsi d’Arte

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 18.00 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: Le Voci. “La mia Novara” con Mario Giarda a cura del Circolo dei Lettori

 

GIOVEDÌ 31 GENNAIO

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 17.30 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: I Luoghi. “La città e i suoi archivi. Novara e il Novarese in età moderna” con Vittorio Tigrino e Davide De Franco. A cura del Circolo dei Lettori in collaborazione con Dipartimento di Scienze Umanistiche UPO

Biblioteca Palazzo Vochieri

ore 18.00 Oscar Luigi Scalfaro dalla Costituente al Quirinale. Giannino Piana presenta “Scalfaro dalla Costituente al Quirinale. Cinquant’anni di storia italiana” con Giovanni Cerutti e un saluto di Paolo Cattaneo. Modera Francesco Moscatelli. A cura dell’Istituto Storico Fornara

 

VENERDÌ 1 FEBBRAIO

Fondazione Faraggiana

ore 17.30 I venerdì dell’arte novarese: “Da Creta a Novara: la strana presenza di una famiglia cretese in Transpadana” Relatore: Enrica Culasso Gastaldi, Università di Torino

 

SABATO 2 FEBBRAIO

Salone Arengo, Complesso Monumentale del Broletto

ore 10.00 Presentazione del libro Mario e la costa nobile della muffa – i primi cento anni del Gorgonzola Costa, Edizioni CentoArchi, a cura di Jacopo Fontaneto e Claudio Salsa

 

MERCOLEDÌ 6 FEBBRAIO

Castello Visconteo Sforzesco

ore 18.00 Le Conferenze Ottocento In Collezione. Dai Macchiaioli A Segantini Divisionismo e simbolismo. Membra stanche di Giuseppe Pelizza da Volpedo e Vendutadi Angelo Morbelli, il tema sociale trattato da due amici piemontesi con Aurora Scotti.

Petalo di rosa e il simbolismo di Giovanni Segantini, Carlo Fornara e Gaetano Previati con Monica Vinardi. A cura di METS Percorsi d’Arte

 

GIOVEDÌ 7 FEBBRAIO

Circolo dei Lettori, Complesso Monumentale del Broletto

ore 17.30 La città si racconta. Scrittori novaresi a San Gaudenzio: I Luoghi. “Novara che cambia. Processi e trasformazioni geoeconomiche e sociali di una città del Nord-Ovest” con Raffaella Afferni e Carla Ferrario. A cura del Circolo dei Lettori in collaborazione con Dipartimento di Scienze Umanistiche UPO

Aperture straordinarie a ingresso gratuito

MARTEDÌ 22 GENNAIO

Galleria d’Arte Moderna Giannoni

dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Museo di Storia Naturale Faraggiana Ferrandi

dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Casa Bossi

dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Musei della Canonica del Duomo

dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Battistero del Duomo

dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Cupola di San Gaudenzio (anche Domenica 20 gennaio)

Visite guidate dalle ore 14.00 alle ore 17.00 a cura dell’ATL Novara

Prenotazione obbligatoria tel 0321 394059 mail info@turismonovara.it

Continua la lettura di San Gaudenzio, il programma della festa patronale sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/san-gaudenzio-il-programma-della-festa-patronale/feed/ 0
Irrompe in casa dell’ex moglie con un machete e ferisce familiare della donna https://corrieredinovara.com/cronaca/irrompe-in-casa-dellex-moglie-con-un-machete-e-ferisce-familiare-della-donna/ https://corrieredinovara.com/cronaca/irrompe-in-casa-dellex-moglie-con-un-machete-e-ferisce-familiare-della-donna/#respond Wed, 16 Jan 2019 19:04:07 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69204 L’aggressore arrestato dalla Volante della questura di Novara per tentato omicidio Minaccia la ex moglie con un machete e ferisce con l’arma da taglio un familiare intervenuto a difesa della donna. L’aggressore è stato poi arrestato per tentato omicidio. L’episodio è avvenuto a Novara,  nella notte tra sabato 12 e domenica 13 gennaio. Poco prima […]

Continua la lettura di Irrompe in casa dell’ex moglie con un machete e ferisce familiare della donna sul portale Corriere di Novara.

]]>
L’aggressore arrestato dalla Volante della questura di Novara per tentato omicidio

Minaccia la ex moglie con un machete e ferisce con l’arma da taglio un familiare intervenuto a difesa della donna. L’aggressore è stato poi arrestato per tentato omicidio.
L’episodio è avvenuto a Novara,  nella notte tra sabato 12 e domenica 13 gennaio. Poco prima di mezzanotte un equipaggio della Squadra Volante della questura interveniva a seguito della segnalazione di una donna, la quale riferiva di esser stata minacciata dall’ex marito che si era recato presso la propria abitazione armato di un machete. La donna segnalava di temere fortemente per la propria incolumità e per quella dei figli minori. L’uomo irrompeva in casa da una finestra.

Accusato dei reati di tentato omicidio, lesioni gravi aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e maltrattamenti

Giunti sul posto, i poliziotti trovavano un uomo, in seguito identificato di nazionalità marocchina, impegnato in una lotta per divincolarsi da due persone, risultate di nazionalità italiana. Erano due familiari della donna intervenuti in suo soccorso. L’aggressore aveva  sferrato un fendente con il machete dall’alto verso il basso cercando di ferire al volto uno dei due uomini. Solo la prontezza di riflessi consentiva al malcapitato di parare il colpo con un braccio ed evitare di essere colpito in faccia. La donna intanto si era chiusa a chiave in bagno. Gli Agenti della Volante, che intervenivano nel momento in cui era in atto la colluttazione, bloccavano l’aggressore cercando di contenerne i movimenti e riuscendo a neutralizzarne la pericolosità. A questo punto il cittadino marocchino veniva tratto in arresto per i reati di tentato omicidio, lesioni gravi aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e maltrattamenti. Arresto convalidato.

m.d.

Continua la lettura di Irrompe in casa dell’ex moglie con un machete e ferisce familiare della donna sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/irrompe-in-casa-dellex-moglie-con-un-machete-e-ferisce-familiare-della-donna/feed/ 0
Sequestrate dai carabinieri 200 stecche di sigarette dell’Est Europa di contrabbando https://corrieredinovara.com/cronaca/sequestrate-dai-carabinieri-200-stecche-di-sigarette-dellest-europa-di-contrabbando/ https://corrieredinovara.com/cronaca/sequestrate-dai-carabinieri-200-stecche-di-sigarette-dellest-europa-di-contrabbando/#respond Wed, 16 Jan 2019 18:48:18 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69201 Nel corso delle attività di controllo del territorio i Carabinieri della Stazione di Fara Novarese hanno sequestrato un ingente quantitativo di sigarette di contrabbando rinvenute a bordo dell’autovettura a bordo della quale viaggiavano due persone, un uomo ed una donna residenti a Carpignano Sesia. La coppia, controllata mentre viaggiava a bordo di un’utilitaria, veniva sorpresa […]

Continua la lettura di Sequestrate dai carabinieri 200 stecche di sigarette dell’Est Europa di contrabbando sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nel corso delle attività di controllo del territorio i Carabinieri della Stazione di Fara Novarese hanno sequestrato un ingente quantitativo di sigarette di contrabbando rinvenute a bordo dell’autovettura a bordo della quale viaggiavano due persone, un uomo ed una donna residenti a Carpignano Sesia. La coppia, controllata mentre viaggiava a bordo di un’utilitaria, veniva sorpresa mentre trasportava 15 stecche di sigarette di vari marchi di fabbricazione ucraina /moldava. Nel corso delle successive attività i militari della Stazione di Fara rinvenivano presso l’abitazione delle due persone ulteriori 186 stecche di analoga manifattura. Tutto il materiale è stato sequestrato e l’uomo (classe ‘48) e la donna (classe ‘56) sono stati deferiti per contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

m.d.

Continua la lettura di Sequestrate dai carabinieri 200 stecche di sigarette dell’Est Europa di contrabbando sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/sequestrate-dai-carabinieri-200-stecche-di-sigarette-dellest-europa-di-contrabbando/feed/ 0
Addio al pittore Carlo Monti: ieri i funerali https://corrieredinovara.com/cronaca/addio-al-pittore-carlo-monti-ieri-i-funerali/ https://corrieredinovara.com/cronaca/addio-al-pittore-carlo-monti-ieri-i-funerali/#respond Wed, 16 Jan 2019 18:10:05 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69189 Addio al pittore Carlo Monti: ieri i funerali Addio al pittore Carlo Monti: ieri mattina era gremita la chiesa di Santa Maria, ad Arona, per il funerale dell’artista, morto sabato a 90 anni. Con i suoi quadri si è fatto conoscere a livello internazionale, senza dimenticare le origini e la città nella quale con passione […]

Continua la lettura di Addio al pittore Carlo Monti: ieri i funerali sul portale Corriere di Novara.

]]>
Addio al pittore Carlo Monti: ieri i funerali

Addio al pittore Carlo Monti: ieri mattina era gremita la chiesa di Santa Maria, ad Arona, per il funerale dell’artista, morto sabato a 90 anni. Con i suoi quadri si è fatto conoscere a livello internazionale, senza dimenticare le origini e la città nella quale con passione insegnava: nella sua “bottega”, come amava chiamare lo studio di via San Carlo, o nelle aule dell’università delle Tre Età dove fino allo scorso anno è stato docente. Toccanti parole di Sonia Carli, vice presidente di “Arte ad Arona”, lette durante i funerali per omaggiare il maestro Carlo Monti.

«Mancherà la sua arte e il suo essere un gentleman d’altri tempi»

Lunga e interessante la sua carriera: si è formato all’Accademia di Brera e nello studio dell’amico Gianfilippo Usellini, affermandosi negli anni ‘50 in una serie di personali ottenendo successi di critica e alla quadriennale nazionale di Roma. Lascia la moglie Grazia, con i figli Emanuele, Francesco e Federico, il vice sindaco della città. «Perdiamo un grandissimo pittore, un insegnante di generazioni di artisti, una bravissima persona. Mancherà la sua arte e il suo essere un gentleman d’altri tempi», il ricordo del sindaco Alberto Gusmeroli.

Carlo Monti “Aronese dell’Anno”

L’Amministrazione comunale lo scorso marzo gli aveva conferito il premio “Aronese dell’Anno”. La sua forma espressiva più caratteristica era il paesaggio, ma anche interni con finestre e ritratti. Da lui tanti aronesi hanno imparato l’arte del dipingere. A chi si voleva avvicinare al mondo della pittura consigliava: «Lavorare, lavorare continuamente. Si dovrebbe dormire con vicino la tavolozza».
Maria Nausica Bucci

Continua la lettura di Addio al pittore Carlo Monti: ieri i funerali sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/addio-al-pittore-carlo-monti-ieri-i-funerali/feed/ 0
Falò di Sant’Antonio a Trecate https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/falo-di-santantonio-a-trecate/ https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/falo-di-santantonio-a-trecate/#respond Wed, 16 Jan 2019 17:57:17 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69185 Il falò di Sant’Antonio a Trecate si terrà anche quest’anno con la partecipazione del Gruppo trecatese Amici 52 e con il patrocinio e il contributo del Comune di Trecate. La tradizione si rinnova e, infatti, è gia tutto pronto per l’appuntamento che si terrà domani sera, giovedì 17 gennaio. Il tradizionale evento, che coincide anche […]

Continua la lettura di Falò di Sant’Antonio a Trecate sul portale Corriere di Novara.

]]>
Il falò di Sant’Antonio a Trecate si terrà anche quest’anno con la partecipazione del Gruppo trecatese Amici 52 e con il patrocinio e il contributo del Comune di Trecate. La tradizione si rinnova e, infatti, è gia tutto pronto per l’appuntamento che si terrà domani sera, giovedì 17 gennaio. Il tradizionale evento, che coincide anche con la giornata nazionale del Dialetto e delle Tradizioni locali indetta dall’Unpli. avrà inizio alle ore 21 in via Sozzago all’angolo via Seneca. Salvare il dialetto è un dovere di tutti: fa parte del bagaglio culturale di ognuno ed è segno di appartenenza a un luogo specifico. Rappresenta le radici di ognuno ed è l’espressione di un popolo che assorbe fatti, episodi, luoghi, persone e li restituisce con profilo e identità precisi, ma soprattutto con un’anima.

Falò di Sant’Antonio: i protagonisti

Al falo di Sant’Antonio, al quale è invitata tutta la cittadinanza, proprio in un’ottica di conservazioni del dialetto e delle tradizioni trecatesi, hanno deciso di portare il proprio contributo anche l’Associazione Trecatese per la storia e cultura locale, l’Associazione Arcieri Trecatesi, il Gruppo Teatrale Dialettale “Nü e Pö Pü” e il Comitato di Trecate della Croce Rossa. Non mancheranno, inoltre, i famosi Frati di Sant’Antonio della “Cunfraternita da’ Purscè”, che reciteranno le lodi per sconfiggere il male nella figura del Diavolo.

Falò di Sant’Antonio: una festa di buon auspicio

Il falò di Sant’Antonio è una festa di buon auspicio per il corrente anno – sottolineano con entusiasmo i volontari del Gruppo Amici 52 – all’insegna dell’allegria, che si rinnova con una sempre più ampia partecipazione dei cittadini trecatesi oltre che dei visitatori dai paesi limitrofi. Cogliamo l’occasione per ringraziare anticipatamente tutte le realtà associative partecipanti e l’Amministrazione comunale della Città di Trecate per la fattiva e proficua collaborazione”. Una bella iniziativa che sempre affascina grandi e piccini.

Clarissa Brusati

Continua la lettura di Falò di Sant’Antonio a Trecate sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/falo-di-santantonio-a-trecate/feed/ 0
Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/lago-maggiore-zipline-il-cimento-e-in-volo/ https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/lago-maggiore-zipline-il-cimento-e-in-volo/#respond Tue, 15 Jan 2019 14:35:45 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69182 Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo. Appuntamento domenica 27 gennaio alle 11 ad Aurano (VB) per il cimento invernale in volo giunto alla quarta edizione. Emozione, adrenalina, sguardi all’insù e tante risate saranno gli ingredienti dell’evento che anticipa i giorni della merla. Il filo del […]

Continua la lettura di Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo sul portale Corriere di Novara.

]]>
Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo

Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo. Appuntamento domenica 27 gennaio alle 11 ad Aurano (VB) per il cimento invernale in volo giunto alla quarta edizione. Emozione, adrenalina, sguardi all’insù e tante risate saranno gli ingredienti dell’evento che anticipa i giorni della merla. Il filo del cavo della teleferica che una volta serviva per far scendere a valle i prodotti della montagna si è trasformato nella Lago Maggiore Zipline, l’attrazione grazie alla quale grandi e bambini possono provare l’emozione del volo.

Lago Maggiore Zipline, il coraggio diventa spettacolo

Al Lago Maggiore Zipline provare l’adrenalina del volo sarà ancora più forte perché i più temerari saranno “svestiti” o in maschera, al freddo. Colle Pian d’Arla e Alpe Segletta sono i punti di partenza e di arrivo del volo, che si percorrono in un minuto e mezzo a velocità che superano i 120 km/h, saldamente agganciati ad un cavo con l’imbracatura. A seconda del coraggio e della “freddolosità” dei partecipanti, saranno stabilite alla partenza due categorie: “Cimentista Coraggioso” che vola in pantalone o gonna e maglietta a maniche corte, e “Cimentista Goliardico” che decide di prendere il volo in costume o in mutande. Negli anni si sono visti angeli, pirati, gruppi di amici mascherati sui quali è la fantasia a farla da padrona.

Un volo per beneficenza

Il valore aggiunto di provare questa fresca ebrezza è che lo scopo della manifestazione è benefico: parte del ricavato sarà infatti devoluto ad una realtà filantropica sul territorio. L’impianto, con i suoi 1.850 metri di lunghezza, occupa uno dei primi posti nella classifica dei più lunghi d’Europa. E’ consigliata la prenotazione chiamando il 333 9467147 oppure compilando il form di prenotazione sul sito Lago Maggiore Zipline. Tutti i partecipanti verranno omaggiati con un simpatico gadget.

ari.mar.

Continua la lettura di Lago Maggiore Zipline, il cimento è in volo sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/lago-maggiore-zipline-il-cimento-e-in-volo/feed/ 0
Autoarticolato in fiamme sulla A26 https://corrieredinovara.com/cronaca/autoarticolato-in-fiamme-sulla-a26/ https://corrieredinovara.com/cronaca/autoarticolato-in-fiamme-sulla-a26/#respond Tue, 15 Jan 2019 12:08:20 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69177 Nella mattinata di oggi, martedì, poco prima delle 6 una squadra dei Vigili del fuoco di Arona con Aps (Auto Pompa Serbatoio) è intervenuta sulla A26 al km 175,4,  direzione Genova, in località Campiglia per l’incendio di un autoarticolato. Sul luogo dove il mezzo in fiamme si era fermato, la squadra di Arona ha collaborato […]

Continua la lettura di Autoarticolato in fiamme sulla A26 sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nella mattinata di oggi, martedì, poco prima delle 6 una squadra dei Vigili del fuoco di Arona con Aps (Auto Pompa Serbatoio) è intervenuta sulla A26 al km 175,4,  direzione Genova, in località Campiglia per l’incendio di un autoarticolato. Sul luogo dove il mezzo in fiamme si era fermato, la squadra di Arona ha collaborato con i colleghi del comando di Verbania intervenuti anche loro con mezzi Aps e Abp (auto botte serbatoio) e quelli del distaccamento Volontari di Romagnano Sesia, anch’essi con Abp, un autocarro dotato principalmente di un serbatoio che permette di trasportare grosse quantità di acqua (circa 8000 litri).

L’autista è riuscito a staccare la motrice dal rimorchio

L’intervento è consistito spegnere il rimorchio che era carico di materiale proveniente da demolizione di automobili e materiale ferroso. Nessun ferito. Il fatto che l’autista del pesante automezzo sia riuscito a sganciare il carrello dalla motrice, ha permesso che vi siano stati danni solo al rimorchio e alla merce trasportata. Sul posto anche la Polizia stradale di Romagnano sesia, competente per il tratto autostradale.

m.d.

Continua la lettura di Autoarticolato in fiamme sulla A26 sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/autoarticolato-in-fiamme-sulla-a26/feed/ 0
#Amicidellaneve vi porta a Pila VIDEO https://corrieredinovara.com/amici-della-neve/il-video-del-comprensorio/ Mon, 14 Jan 2019 21:38:57 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69154 Sci, snowboard e freeride: lo sport è davvero per tutti Al via la prima puntata di Amici della Neve, in compagnia di Luca Bottazzi conosceremo nel dettaglio il comprensorio di Pila, nel cuore della Valle d’Aosta. Una stazione sciistica tra i primi posti in termini di efficienza logistica e accesso agli impianti. Grazie alla telecabina […]

Continua la lettura di #Amicidellaneve vi porta a Pila VIDEO sul portale Corriere di Novara.

]]>
Sci, snowboard e freeride: lo sport è davvero per tutti

Al via la prima puntata di Amici della Neve, in compagnia di Luca Bottazzi conosceremo nel dettaglio il comprensorio di Pila, nel cuore della Valle d’Aosta.
Una stazione sciistica tra i primi posti in termini di efficienza logistica e accesso agli impianti.
Grazie alla telecabina in 18’ ci si trova direttamente sulle piste da sci pronti a percorrere tutti e 70 chilometri di percorsi.
Una volta qui ce n’è davvero per tutti i gusti, esperti, appassionati e anche famiglie. Sì, tantissimo spazio è dedicato anche al divertimento dei più piccoli in totale sicurezza.
Ecco il video della giornata, buona visione!

Continua la lettura di #Amicidellaneve vi porta a Pila VIDEO sul portale Corriere di Novara.

]]>
Prestazioni sanitarie, il Piemonte batte tutti https://corrieredinovara.com/attualita/prestazioni-sanitarie-il-piemonte-batte-tutti/ https://corrieredinovara.com/attualita/prestazioni-sanitarie-il-piemonte-batte-tutti/#respond Mon, 14 Jan 2019 20:14:41 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69171 Il Piemonte è al primo posto in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie, secondo il monitoraggio della Griglia Lea pubblicato nei giorni scorsi dal Ministero della Salute e relativo all’anno 2017. Piemonte primo in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie “Questo risultato ci rende estremamente orgogliosi perché è un riconoscimento del lavoro fatto […]

Continua la lettura di Prestazioni sanitarie, il Piemonte batte tutti sul portale Corriere di Novara.

]]>
Il Piemonte è al primo posto in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie, secondo il monitoraggio della Griglia Lea pubblicato nei giorni scorsi dal Ministero della Salute e relativo all’anno 2017.

Piemonte primo in Italia per la qualità delle prestazioni sanitarie

“Questo risultato ci rende estremamente orgogliosi perché è un riconoscimento del lavoro fatto in questi anni – commenta il presidente della Regione Sergio Chiamparino -. Abbiamo rilanciato la sanità piemontese, che era di fatto commissariata, non solo mettendo ordine nei conti e tagliando gli sprechi ma migliorando i servizi e valorizzando le eccellenze, come testimonia la rilevazione del Ministero”.

L’anno scorso la regione era al terzo posto

La Griglia Lea è il monitoraggio annuale dei Livelli essenziali di assistenza offerti dalle singole regioni. Gli indicatori verificano la qualità dell’attività di prevenzione, dell’assistenza territoriale e dell’assistenza ospedaliera. Il Piemonte si trova per la prima volta in testa alla graduatoria con il punteggio record di 221, davanti a Veneto ed Emilia Romagna (218 punti), Toscana (216) e Lombardia (212). Lo scorso anno la nostra regione era al terzo posto: decisivi i miglioramenti ottenuti nella copertura vaccinale pediatrica – in particolare contro il morbillo – e nell’assistenza ai malati terminali.

“Voglio ringraziare ancora una volta tutti i dipendenti del servizio sanitario regionale per il grande impegno mostrato in questi anni – sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta –. Continuiamo comunque a lavorare per migliorare ulteriormente la nostra sanità e per rispondere al meglio alle nuove esigenze di salute dei piemontesi. Stiamo proseguendo con il piano per la riduzione delle liste d’attesa e con l’aumento delle assunzioni di personale, due priorità assolute per il nostro servizio sanitario, e con gli investimenti in edilizia sanitaria che porteranno alla realizzazione di ospedali moderni e più efficienti”.

Continua la lettura di Prestazioni sanitarie, il Piemonte batte tutti sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/prestazioni-sanitarie-il-piemonte-batte-tutti/feed/ 0
All’esame per la patente con “l’aiutino” tecnologico: denunciati dalla Polizia Stradale di Novara https://corrieredinovara.com/cronaca/allesame-per-la-patente-con-laiutino-tecnologico-denunciati-dalla-polizia-stradale-di-novara/ https://corrieredinovara.com/cronaca/allesame-per-la-patente-con-laiutino-tecnologico-denunciati-dalla-polizia-stradale-di-novara/#respond Mon, 14 Jan 2019 18:21:10 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69169 La Polizia Stradale di Novara blocca due candidati all’esame teorico per il conseguimento della patente di guida, muniti di strumentazione tecnologica idonea a ricevere le risposte corrette da fuori  aula. Ad effettuare l’operazione  è stata la Squadra di Polizia giudiziaria della Sezione Polstrada di Novara, che giovedì  10 e venerdì 11 gennaio ha effettuato due specifici […]

Continua la lettura di All’esame per la patente con “l’aiutino” tecnologico: denunciati dalla Polizia Stradale di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
La Polizia Stradale di Novara blocca due candidati all’esame teorico per il conseguimento della patente di guida, muniti di strumentazione tecnologica idonea a ricevere le risposte corrette da fuori  aula. Ad effettuare l’operazione  è stata la Squadra di Polizia giudiziaria della Sezione Polstrada di Novara, che giovedì  10 e venerdì 11 gennaio ha effettuato due specifici servizi presso la Motorizzazione Civile di Novara, dove si sono tenute le sessioni d’esame teorico a quiz per il conseguimento della patente di guida. Durante i controlli venivano identificati e denunciati due cittadini extracomunitari: K.H. di anni 38, A.M.A.A. di anni 35. Entrambi avevano infatti tenuto un comportamento tale da insospettire gli operatori di Polizia, riuscendo anche a superare i quiz con ottimi risultati nonostante la difficoltà a comprendere le indicazioni del funzionario esaminatore della Motorizzazione. I due nascondevano, sotto gli abiti, uno smartphone la cui fotocamera era in grado di inquadrare il monitor del pc per consentire al suggeritore, dall’altro lato del telefono, di leggere i quesiti e indicare la risposta esatta, ascoltata dal candidato tramite micro-auricolari appositamente inseriti nelle cavità delle orecchie.

Dallo scorso anno denunciate, per lo stesso reato, 11 persone tutte straniere

L’operazione che ha portato alle denunce è stato denominata “Try again 2”. Dallo scorso anno, infatti, sono stati effettuati numerosi servizi di osservazione e controllo presso la locale Motorizzazione che hanno permesso di denunciare undici cittadini stranieri, per i medesimi fatti. La Polizia Stradale, rende noto di essere  “costantemente impegnata nel contrastare questo fenomeno che pone potenziali rischi connessi alla sicurezza della circolazione”. Sono in corso le indagini per l’identificazione dei complici degli indagati.

m.d.

Continua la lettura di All’esame per la patente con “l’aiutino” tecnologico: denunciati dalla Polizia Stradale di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/allesame-per-la-patente-con-laiutino-tecnologico-denunciati-dalla-polizia-stradale-di-novara/feed/ 0
Gorgonzola: la produzione continua a crescere https://corrieredinovara.com/economia/gorgonzola-la-produzione-continua-a-crescere/ https://corrieredinovara.com/economia/gorgonzola-la-produzione-continua-a-crescere/#respond Mon, 14 Jan 2019 18:06:54 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=69165 Nel 2018 sono state prodotte 4.849.303 di forme di Gorgonzola Dop, 116.588 in più rispetto al 2017 (+2,46%). Ancora più sensibile l’aumento rispetto al 2016 (+5,85 %). I dati resi noti oggi confermano il trend in costante crescita nella produzione di Gorgonzola Dop negli ultimi anni. Gorgonzola, oltre due terzi della produzione in Piemonte Il […]

Continua la lettura di Gorgonzola: la produzione continua a crescere sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nel 2018 sono state prodotte 4.849.303 di forme di Gorgonzola Dop, 116.588 in più rispetto al 2017 (+2,46%). Ancora più sensibile l’aumento rispetto al 2016 (+5,85 %). I dati resi noti oggi confermano il trend in costante crescita nella produzione di Gorgonzola Dop negli ultimi anni.

Gorgonzola, oltre due terzi della produzione in Piemonte

Il Gorgonzola Dop del tipo Piccante raggiunge l’11,5% della produzione totale con un aumento del 7% rispetto al 2017 in linea con il crescente gradimento dei formaggi a lunga stagionatura, specialmente nel periodo pre-natalizio (Indagine Assolatte). Oltre due terzi della produzione 2018 si è concentrato nelle province piemontesi (Novara, Vercelli, Cuneo, Biella, Verbano-Cusio-Ossola e il territorio di Casale Monferrato). Il Gorgonzola Dop si conferma ancora una volta terzo formaggio di latte vaccino per importanza nel panorama dei formaggi DOP italiani, dopo i due grana, con 37 aziende associate e 1.800 aziende agricole dedicate alla produzione e un volume d’affari al consumo di 720 milioni di euro.

Export in crescita

Il Gorgonzola si conferma molto amato anche all’estero con, al settembre 2018, oltre 15mila tonnellate (+3,0% rispetto al 2017) dirette verso i mercati stranieri per un valore di oltre 94 milioni di euro. Crescono sia il consumo all’interno dell’Unione Europea (+1,5%) sia quello Extra Ue(+14%). Ottime le performance di Francia (+5% con 3468 ton.), Polonia (+18% con 469 ton.), Austria (+15% con 408 ton.) in Europa; Giappone (+31% con 379 ton.), Australia (+112% con 249 ton.), Canada (+76% con 63 ton.) e Nuova Zelanda (+258% con 3,7 ton.) nel resto del mondo. (Dati CLAL al settembre 2018)

Il residente del Consorzio Gorgonzola, il galliatese Renato Invernizzi, commenta con entusiasmo: “La continua crescita dei numeri del Gorgonzola Dop all’interno del comparto caseario, leader dell’agroalimentare per valore alla produzione, al consumo e all’export, ci rende molto orgogliosi. I nostri sforzi continuano ad essere rivolti alla tutela del prodotto per combattere la contraffazione e promuoverne la qualità. Puntiamo sempre più alla destagionalizzazione del formaggio Gorgonzola Dop, per aumentare le occasioni di consumo anche nei mesi più caldi, nonché ad accrescere la cultura alimentare e la conoscenza del valore della Denominazione d’Origine anche nei giovanissimi, come dimostra il concorso “School of Cheese” ideato insieme ad altri Consorzi di tutela”.

Continua la lettura di Gorgonzola: la produzione continua a crescere sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/gorgonzola-la-produzione-continua-a-crescere/feed/ 0