Corriere di Novara https://corrieredinovara.com Sun, 18 Nov 2018 16:20:53 +0000 it-IT hourly 1 Per il Novara calcio pari a reti bianche a Cuneo https://corrieredinovara.com/attualita/per-il-novara-calcio-pari-a-reti-bianche-a-cuneo/ https://corrieredinovara.com/attualita/per-il-novara-calcio-pari-a-reti-bianche-a-cuneo/#respond Sun, 18 Nov 2018 16:20:53 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67845 Gli azzurri conquistano solo un punto dopo una gara non esaltante Il Novara calcio esce imbattuto dalla trasferta cuneese dove le due squadre si sono annullate e le emozioni sono state davvero poche.  La paura di perdere ha fatto prevalere la fase difensiva e i portieri sono stati per gran parte del tempo inoperosi. Le […]

Continua la lettura di Per il Novara calcio pari a reti bianche a Cuneo sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gli azzurri conquistano solo un punto dopo una gara non esaltante

Il Novara calcio esce imbattuto dalla trasferta cuneese dove le due squadre si sono annullate e le emozioni sono state davvero poche.  La paura di perdere ha fatto prevalere la fase difensiva e i portieri sono stati per gran parte del tempo inoperosi. Le uniche possibili occasioni sono arrivate dalle palle inattive. Gli azzurri hanno cercato in modo più convinto degli avversari, votati al contropiede, la via del gol ma il muro dei padroni di casa non si però mai scalfito. Primo tempo tattico e poco spettacolare senza sussulti.

Una classifica che resta deficitaria

Nella ripresa il Novara cerca di vincere e mister Viali passa anche al 4 -3 – 3, ma le emozioni continuano a scarseggiare. La gara si fa a tratti nervosa e il gioco duro. Il Novara calcio in formazione più offensiva rischia qualcosa sui contropiedi ma le chiare occasioni da rete restano rare. Finisce 0-0 e l’unico aspetto positivo è che la classifica si è mossa ma resta deficitaria. Prossimo appuntamento per gli azzurri sarà il recupero di mercoledì con l’Arzachena seguito dal derby con il Gozzano.

m.d.

 

Continua la lettura di Per il Novara calcio pari a reti bianche a Cuneo sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/per-il-novara-calcio-pari-a-reti-bianche-a-cuneo/feed/ 0
Come scegliere la ditta di traslochi che fa per noi https://corrieredinovara.com/casa/come-scegliere-la-ditta-di-traslochi-che-fa-per-noi/ Sun, 18 Nov 2018 14:11:04 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67841 Come scegliere la ditta di traslochi che fa per noi? Prima o poi nella vita di ciascuna persona arriva il fatidico momento del trasloco. Si dice addio alla vecchia casa, dove magari si è vissuto per un anno, oppure per trent’anni. E di conseguenza, in base anche alla vostra tendenza ad accumulare, ci saranno infinità […]

Continua la lettura di Come scegliere la ditta di traslochi che fa per noi sul portale Corriere di Novara.

]]>
Come scegliere la ditta di traslochi che fa per noi? Prima o poi nella vita di ciascuna persona arriva il fatidico momento del trasloco. Si dice addio alla vecchia casa, dove magari si è vissuto per un anno, oppure per trent’anni. E di conseguenza, in base anche alla vostra tendenza ad accumulare, ci saranno infinità di «cose» da spostare da un’abitazione all’altra. E allora le strade che si possono percorrere per affrontare questo punto saliente della nostra esistenza sono due. Si può fare tutto da soli, andando a noleggiare un camion o un furgone per il trasporto (se non lo si possiede). Cercando amici e parenti disponibili a darci una mano nella fase di smontaggio (e poi di rimontaggio di mobilia varia). E soprattutto qualcuno in grado di assisterci durante le fasi di scarico (lungo scale, cortili, ascensori), carico e di nuovo scarico del mezzo.

Come scegliere la ditta di traslochi che fa per noi

Non si tratta certo di un impegno da poco e al giorno d’oggi forse, visto lo scarso tempo di cui si ha a disposizione, è bene rivolgersi a chi il trasloco lo ha scelto come professione. Senza considerare il quantitativo di stress e fatica che andrebbero ad aggiungersi a quelli con cui quotidianamente conviviamo. La scelta di rivolgersi ad una ditta di traslochi è dunque sicuramente da favorire: però c’è ditta e ditta, bisogna dunque capire a quale team di professionisti affidarsi. Esistono alcuni consigli o spunti di riflessione che possono aiutare nella scelta della ditta di traslochi che fa per noi. In primis è bene mettere in chiaro l’importanza del tempo: non riducetevi all’ultimo, non ci deve essere bisogno di forzare la mano per una scelta.

Coordinate tempo…

Come scegliere la ditta di traslochi? E’ bene organizzarsi per tempo, prendendosi qualche settimana per cercare la ditta che più fa al nostro caso (sempre ovviamente se non se ne ha una di fiducia). I criteri sono piuttosto intuitivi e si tratta sostanzialmente di capire se domanda e offerta possono incontrarsi: quali servizi offre? Che cosa mi serve? Se per esempio non volete cimentarvi in imballaggi e scatoloni allora dovrete cercare un’impresa che li faccia al vostro posto.

… e spazio

Attenzione anche alla geografia: è bene specificare sin da subito le coordinate dei vostri appartamenti. Una ditta di traslochi, seppure straordinaria, a 600 chilometri da casa vostra forse non è il massimo. E con il passaparola come la mettiamo? «Un amico mi ha detto che quella ditta è perfetta», «Un altro mi ha detto di sconsigliare di quell’altra». Può essere tutto vero, però, come spesso si dovrebbe fare, è bene sentire più campane e parlare di persona con la ditta interessata. Perché ciascuno di noi è diverso e ha esigenze differenti.

La questione mobili

Ma torniamo ai servizi: avete già deciso chi si occuperà dello smontaggio e del montaggio dei mobili? Se voi non ne volete sapere servirà dunque una ditta specializzata anche in questo servizio. E poi ci sono i casi particolari, perché ogni abitazione ha una sua specificità: e allora è bene diffidare di chi accetta il lavoro senza prima voler fare un sopralluogo e capire dove dovrà operare. Per esempio se serve una piattaforma aerea e io non ce l’ho? Meglio pensarci su. Naturalmente è decisivo affidarsi a chi propone una copertura assicurativa (perché qualcosa può andare storto anche ai migliori professionisti, magari per cause indipendenti dalla loro volontà). L’ultima domanda da porsi è «la ristrutturazione della mia nuova casa non è ancora finita, dove metto scatole e scatoloni?».

Il servizio di deposito

Esistono ditte di traslochi che offrono il servizio di deposito. Anche questo è un fattore importante nella scelta. Prima di prendere una decisione quindi è bene parlare, confrontarsi e ancora meglio, farsi fare un preventivo su carta, in modo da non incorrere in problematiche varie. Il periodo migliore per cambiare casa? Per il trasloco l’alta stagione sono i mesi estivi, quindi le tariffe potrebbero essere leggermente più alte. Magari pensateci anche negli altri mesi. Ecco come scegliere la ditta di traslochi.

Continua la lettura di Come scegliere la ditta di traslochi che fa per noi sul portale Corriere di Novara.

]]>
Manutenzione caldaie, controllo fumi e valvole https://corrieredinovara.com/casa/manutenzione-caldaie-controllo-fumi/ Sun, 18 Nov 2018 14:02:02 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67838 Manutenzione caldaie, tutto quello che c’è da sapere. Da una parte c’è quella ordinaria, dall’altra il controllo dei fumi. Sono i due interventi classici che riguardano la vostra caldaia domestica. Nel primo caso questa operazione garantisce la sicurezza dell’impianto ed è obbligatorio sostenere le manutenzione, come indica la legge italiana. A partire dal 2014 chi […]

Continua la lettura di Manutenzione caldaie, controllo fumi e valvole sul portale Corriere di Novara.

]]>
Manutenzione caldaie, tutto quello che c’è da sapere. Da una parte c’è quella ordinaria, dall’altra il controllo dei fumi. Sono i due interventi classici che riguardano la vostra caldaia domestica. Nel primo caso questa operazione garantisce la sicurezza dell’impianto ed è obbligatorio sostenere le manutenzione, come indica la legge italiana. A partire dal 2014 chi possiede un impianto di riscaldamento o di climatizzazione estiva sarà in possesso del libretto relativo all’impianto (chiamato «Libretto di impianto per la climatizzazione»). Su questo documento, una sorta di carta d’identità dell’impianto, i vari tecnici registreranno gli interventi effettuati, partendo dalla prima accensione per arrivare alla suddetta manutenzione caldaie ordinaria. Senza scordarsi di eventuali interventi straordinari. Ed è proprio su questo libretto che deve essere indicata di volta in volta la data del prossimo intervento. Questo vale per la manutenzione ordinaria mentre per il controllo dei fumi la legge predispone tempistiche precise.

Manutenzione caldaie e controllo fumi

I controlli in questione vanno dunque eseguiti una volta ogni due oppure quattro anni. Entrambi gli interventi devono essere sostenuti da un tecnico specializzato e abilitato. Si parla di biennio quando si tratta di impianti domestici con potenza superiore a 10kW (ma inferiore a 100kW), a combustibile liquido o solido. Si parla di quadriennio per gli impianti domestici con potenza superiore a 10kW (ma inferiore a 100kW) a gas metano o GPL. La manutenzione caldaie prevede dunque il controllo di ugelli gas, camera di combustione, ventilatori, elettrodi e guarnizioni. Si tratta delle parti della caldaia maggiormente sottoposto all’usura. Con il controllo dei fumi inoltre l’operatore predisposto ha anche l’obbligo di legge di controllare l’efficienza energetica dell’impianto. Attenzione poi se siete affittuari: i costi della manutenzione spettano a voi, ossia all’inquilino, così come il compito della conservazione del libretto dell’impianto.

Ecco come risparmiare

Detto praticamente di spese riguardanti la manutenzione ordinaria e il controllo dei fumi, è bene anche parlare di un modo per risparmiare qualche soldino quando si parla di riscaldamento. Per alleggerire la bolletta esistono dei semplici suggerimenti da seguire che genereranno beneficio.
Stare al freddo non va bene, ma nemmeno temperature troppo elevate sono positive per il nostro organismo: il consiglio per esempio è quello di mantenere una temperatura durante il giorno che oscilli fra i 19 e i 20 gradi, non di più. L’equazione «bambino in casa quindi alzo la temperatura» non è salutare: mantenetevi comunque sui gradi indicati in precedenza.

Le valvole termostatiche

Pensate che alzare la temperatura di un solo grado fa lievitare i consumi di circa il 7-8%. Inoltre sarà sicuramente utile accendere la caldaia un paio di ore della sveglia, lasciandola invece spenta durante la notte. Potrebbero anche tornare utili delle valvole termostatiche: vanno installate sui caloriferi e li rendono indipendenti uno dall’altro. In questo modo regolano in autonomia l’afflusso di acqua calda, in base ovviamente alla temperatura impostata. Sostanzialmente si può regolare al meglio la temperatura di ogni stanza, in base all’utilizzo. Si tratta di una soluzione obbligatoria per gli impianti termici di tipo centralizzato installati in edifici con un numero di unità abitative superiore a quattro.

Continua la lettura di Manutenzione caldaie, controllo fumi e valvole sul portale Corriere di Novara.

]]>
Proteggere i denti durante l’attività sportiva https://corrieredinovara.com/salute/proteggere-i-denti-attivita-sportiva/ Sun, 18 Nov 2018 13:54:55 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67835 Proteggere i denti durante l’attività sportiva è importantissimo. Lo sport è salutare a livello cardiovascolare, muscolare, posturale ma, può esporre il fisico ad una serie di rischi. La protezione dell’apparato stomatognatico (la bocca) è spesso trascurata dagli atleti, interessati più alla performance che alla prevenzione degli «effetti collaterali». Certamente le patologie traumatiche dento-maxillo-facciali devono essere […]

Continua la lettura di Proteggere i denti durante l’attività sportiva sul portale Corriere di Novara.

]]>
Proteggere i denti durante l’attività sportiva è importantissimo. Lo sport è salutare a livello cardiovascolare, muscolare, posturale ma, può esporre il fisico ad una serie di rischi. La protezione dell’apparato stomatognatico (la bocca) è spesso trascurata dagli atleti, interessati più alla performance che alla prevenzione degli «effetti collaterali». Certamente le patologie traumatiche dento-maxillo-facciali devono essere prevenute negli «sport di contatto», quali il basket, la pallamano, le arti marziali, il rugby e il football americano, il motociclismo, lo sci alpino, il pattinaggio, lo squash, il calcio e il ciclismo…

Proteggere i denti durante l’attività sportiva

Le caratteristiche di un efficace protettore orale sono la protettività specifica per ogni sport, l’ingombro minimo e la stabilità, la possibilità di garantire ottima fonazione e ventilazione, la caratterizzazione estetica, la valutazione personalizzata del rapporto cranio-mandibolare. In presenza di forti sollecitazioni psico-fisiche, come durante una competizione, è importante che l’occlusione dentale (cioè il contatto che si stabilisce fra le arcate dentarie) sia stabile e ben relazionato alla postura corporea, per evitare la comparsa di disturbi che possano alterare lo stato di salute e la prestazione dello sportivo. Importante quindi una visita specialistica, per valutare l’idoneità fisica.

Dispositivi paradenti semi-individuali preformati

Per proteggere i denti durante l’attività sportiva sono utili dispositivi paradenti semi-individuali preformati. Adattabili alla bocca dell’atleta, che rappresentano un buon compromesso fra costo e beneficio, ma è bene evitare soluzioni «fai da te». L’erosione dentale superficiale è legata al consumo di bibite acide, e all’esposizione ad ambienti acidi, come la piscina. Il pH raccomandato per l’acqua delle piscine varia fra 7.2 e 8.0. In alcuni casi sono stati rilevati pH molto bassi, fino a 2.7, il cui effetto sui tessuti duri del dente va a sommarsi alla diluizione dei fattori protettivi della saliva e agli effetti di una clorazione inadeguata delle acque.

Attività sportiva e controllo odontoiatrico

I Medici dello Sport rimarcano l’importanza di un’attenta visita e ispezione orale per rilevare segni di abrasione ed erosione che possano esporre a dolore acuto l’atleta che pratichi sport aerei o d’immersione. In particolare l’area erosa dello smalto, con esposizione di dentina sensibile, risulta particolarmente aggredibile dalla concentrazione di ossigeno nell’aria respirata dalle bombole da sub. Con il rischio di pulpite acuta e cronica che può disturbare l’esercizio in modo anche grave. Ma soprattutto rischia di «coprire» altri sintomi e segnali vitali (come la cefalea da ipercapnia) ben più pericolosi. Risulta pertanto evidente la correlazione tra attività sportiva e controllo odontoiatrico costante. Per prevenire o mitigare l’insorgere di disturbi legati all’attività sportiva in esame, ma anche per poter affrontare con serenità e rendimento la performance sportiva.

Continua la lettura di Proteggere i denti durante l’attività sportiva sul portale Corriere di Novara.

]]>
Come preparare i cani all’inverno https://corrieredinovara.com/salute/come-preparare-i-cani-allinverno/ Sun, 18 Nov 2018 13:46:08 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67832 Come preparare i cani all’inverno? Temperature in discesa, cielo grigio e vestiario che via via si fa sempre più pesante. Scocca l’ora di prepararsi per i giorni più freddi. Non siamo soltanto noi, il nostro corpo o la nostra casa a doverci organizzare per il periodo invernale. Anche i nostri animali devono arrivare pronti ai […]

Continua la lettura di Come preparare i cani all’inverno sul portale Corriere di Novara.

]]>
Come preparare i cani all’inverno? Temperature in discesa, cielo grigio e vestiario che via via si fa sempre più pesante. Scocca l’ora di prepararsi per i giorni più freddi. Non siamo soltanto noi, il nostro corpo o la nostra casa a doverci organizzare per il periodo invernale. Anche i nostri animali devono arrivare pronti ai giorni in cui la colonnina di mercurio segnerà temperature vicine allo zero. In particolare ecco dunque qualche consiglio utile per i cani, amici a quattro zampe che meritano tutte le nostre attenzioni. Partiamo dunque dal pelo: evitate la tosatura ma privilegiate invece l’acquisto di prodotti specifici per nutrire il pelo, per mantenerlo sano e luminoso. E poi c’è lo stripping: si tratta di una procedura che deve essere seguita da persone esperte, consiste nel togliere il pelo morto dell’animale per favorirne la ricrescita e il naturale ricambio. Insomma, l’importanza della toelettatura.

Come preparare i cani all’inverno

Un ampio capitolo di preparazione all’inverno riguarda poi l’alimentazione: cibi ricchi di Omega 3 e 6 sono da preferire, a cui magari è possibile aggiungere degli integratori (seguendo però i consigli del veterinario). In generale per far fronte all’inverno è bene aumentare l’apporto di calorie ma anche in questo caso è bene seguire le indicazioni del proprio veterinario, a conoscenza di ciascun caso. Attenzione poi all’acqua: da evitare se troppo fredda, quindi controllatela spesso, sopratutto se la ciotola è posizionata all’esterno. Molto importante è ovviamente il movimento, e questo vale per tutte le stagioni: nel periodo invernale, quando il freddo è particolarmente pungente e la neve, potrebbe accadere che durante dopo il tradizionale «giretto» il vostro amico a quattro zampe rientri con il pelo ghiacciato. Con un phon, tenuto a debita distanza, andrete sicuramente incontro al cane, evitandogli di prendere troppo freddo.

Dal vestiario alla cuccia

E ancora, come non considerare il vestiario? Scegliere il cappottino giusto è fondamentale, tanto meglio se lavabile e impermeabile. Poi c’è la cuccia: assicuratevi che sia ben isolata dal pavimento, in modo tale che il freddo dal terreno «passi» meno facilmente. Più in generale durante l’inverno è bene avere un occhio di riguardo per i propri animali, per la loro cuccia e per il loro comportamento. Teneteli al caldo, fornitegli un giaciglio adeguato: il freddo, che spesso crea problemi agli uomini, fa lo stesso anche con i cani.

Continua la lettura di Come preparare i cani all’inverno sul portale Corriere di Novara.

]]>
Consigli per la corretta alimentazione dei cani https://corrieredinovara.com/cucina/consigli-per-la-corretta-alimentazione-dei-cani/ Sun, 18 Nov 2018 13:41:05 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67829 Consigli per la corretta alimentazione dei cani? Eccoli, ma attenzione, perché non è facile stilare la dieta perfetta per il vostro cane. Oggi è possibile scegliere fra un’infinità di prodotti, un’ampia offerta che svaria dalla A alla Z. E poi non esiste una regola univoca, ma tutto deve essere declinato in base al peso, alla […]

Continua la lettura di Consigli per la corretta alimentazione dei cani sul portale Corriere di Novara.

]]>
Consigli per la corretta alimentazione dei cani? Eccoli, ma attenzione, perché non è facile stilare la dieta perfetta per il vostro cane. Oggi è possibile scegliere fra un’infinità di prodotti, un’ampia offerta che svaria dalla A alla Z. E poi non esiste una regola univoca, ma tutto deve essere declinato in base al peso, alla taglia, alla razza e allo stato di salute del quadrupede. Insomma c’è tutto e di più per i nostri amici a quattro zampe, resta però da comprendere quale possa essere la loro nutrizione corretta.

Consigli per la corretta alimentazione dei cani

Più semplice invece è osservare delle indicazioni che ci permettano di evitare problemi o abitudini errate. Per esempio potrebbe essere opportuno controllare i valori nutrizionali riportati sull’etichetta delle crocchette, sempre più diffuse. Da preferire sono i prodotti che usano «carne» anziché «farina di carne». Se l’alimentazione invece è casalinga una buona idea è seguire l’idea che almeno il 50% sia composto da carne e il 50% da verdura e carboidrati. E poi ci sono gli alimenti: no ai cibi troppo salati, no a quelli troppo unti, no a quelli con una quantità eccessiva di zucchero.

Non fatevi condizionare dal marketing

Insomma, è bene fare il possibile per salvaguardare il proprio amico canino, curandone in particolare l’alimentazione. Fate attenzione infine a non farvi condizionare dal marketing e soprattutto non affidatevi al caso.

Continua la lettura di Consigli per la corretta alimentazione dei cani sul portale Corriere di Novara.

]]>
Piatti di Natale, ecco la tradizione irlandese https://corrieredinovara.com/cucina/piatti-di-natale-tradizione-irlandese/ Sun, 18 Nov 2018 13:23:17 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67826 I piatti di Natale sono il pezzo forte della festa più attesa dell’anno. E in ogni Paese del mondo è possibile scoprire modi diversi di celebrarlo. In Irlanda, sono numerose le tradizioni con cui si celebra. Dalle antiche alle più recenti fino ad alcune davvero ‘folli’, le usanze dell’Isola di Smeraldo sono per lo più di origine […]

Continua la lettura di Piatti di Natale, ecco la tradizione irlandese sul portale Corriere di Novara.

]]>
I piatti di Natale sono il pezzo forte della festa più attesa dell’anno. E in ogni Paese del mondo è possibile scoprire modi diversi di celebrarlo. In Irlanda, sono numerose le tradizioni con cui si celebra. Dalle antiche alle più recenti fino ad alcune davvero ‘folli’, le usanze dell’Isola di Smeraldo sono per lo più di origine celtica o provenienti dal retaggio cristiano. Il 6 gennaio si celebra, ad esempio, il cosiddetto “Natale delle Donne”, come viene chiamato il giorno dell’Epifania, durante il quale le Irlandesi escono a divertirsi in gruppo, lasciando compagni, mariti e figli a casa.

Piatti di Natale, le usanze “Irish”

Ma quali sono le altre tradizioni che rendono le feste natalizie davvero ‘Irish’? Al primo posto c’è sicuramente il cibo. Gli Irlandesi, noti per essere delle buone forchette, iniziano i preparativi culinari di piatti e dolci tipici almeno un mese prima di Natale. La portata d’eccellenza, spesso mangiata a Cork nel Sud del paese, è la carne di manzo speziato. O in alternativa il tacchino arrosto, ma c’è anche chi preferisce gustare il tipico prosciutto al forno. Per soddisfare tutti i palati durante il pranzo di Natale, il vero segreto è scegliere con cura il taglio di carne, che deve essere rigorosamente ‘Irish’, derivata da animali allevati secondo la più autentica tradizione irlandese, pascolando in piena libertà per circa 10 mesi all’anno e alimentandosi per oltre l’80% di erba fresca.

Dal pudding al whiskey

Non solo, ma la migliore carne irlandese è frutto di una filosofia di allevamento rispettosa del benessere animale e dei ritmi di crescita naturali della vegetazione. Sono questi infatti gli elementi che conferiscono quel tipico gusto deciso che la rende un prodotto pregiato ed estremamente versatile in cucina. Se si vuole seguire la tradizione dell’Isola di Smeraldo, per completare il pranzo di Natale non può mancare il Christmas pudding. Ossia il tipico dolce natalizio servito con burro, salsa al brandy o rum che allieta la convivialità sulle tavole degli irlandesi. Tra i protagonisti della più antica tradizione culinaria nel periodo natalizio, non bisogna inoltre dimenticare il whiskey irlandese caldo. Questa bevanda, preparata con whiskey, limone, chiodi di garofano e un pizzico di zucchero di canna, è protagonista delle rigide giornate dicembrine. Il whiskey caldo dona una piacevole sensazione di calore, ravvivata dal profumo speziato dei chiodi di garofano.

Continua la lettura di Piatti di Natale, ecco la tradizione irlandese sul portale Corriere di Novara.

]]>
Classe E 4Matic All-Terrain, la nuova dimensione dell’off-road https://corrieredinovara.com/motori/classe-e-4matic-all-terrain-off-road/ Sun, 18 Nov 2018 13:07:21 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67823 Classe E 4MATIC All-Terrain è perfettamente a proprio agio in qualsiasi situazione: dai percorsi off-road, alla guida di tutti i giorni. Il centro di sviluppo di Sindelfingen ha realizzato la sorprendente Mercedes Classe E 4Matic All-Terrain, prodotta in un unico esemplare per definire una nuova dimensione dell’off-road. Grazie agli assi a portale, dispone di un’altezza […]

Continua la lettura di Classe E 4Matic All-Terrain, la nuova dimensione dell’off-road sul portale Corriere di Novara.

]]>
Classe E 4MATIC All-Terrain è perfettamente a proprio agio in qualsiasi situazione: dai percorsi off-road, alla guida di tutti i giorni. Il centro di sviluppo di Sindelfingen ha realizzato la sorprendente Mercedes Classe E 4Matic All-Terrain, prodotta in un unico esemplare per definire una nuova dimensione dell’off-road. Grazie agli assi a portale, dispone di un’altezza libera dal suolo di oltre 400 mm, e in questo modo soddisfa i criteri che le permettono di arrivare là dove altri veicoli a trazione integrale cedono il passo. La storia della nascita di questo veicolo è dimostrazione tangibile della creatività degli ingegneri della Stella.

Un team di lavoro unico

La Classe E 4Matic All-Terrain è frutto dell’ingegno di Jürgen Eberle. Da entusiasta off-road, il progettista ha osservato gli assi a portale della G 500 4×4 e si è chiesto se fosse possibile installare qualcosa di simile su una Classe E dotata di un moderno asse multilink. Grazie al supporto di molti appassionati collaboratori, ha presentato una vettura All-Terrain 4×4 su grandi ruote. Sono stati coinvolti circa 20 colleghi di aree differenti. A partire da progettazione e engineering, fino ad officina e testing. Gli ampi profili aerodinamici dei passaruota, ad esempio, sono stati creati con l’ausilio di una stampante 3D del dipartimento di prototipazione rapida, e un progettista si è occupato di definire il design avvolgente del veicolo.

Classe E 4Matic All-Terrain, tutto per l’off-road

Da vettura lussuosa e versatile a deciso arrampicatore off-road. Già dal look è evidente come la Classe E 4Matic All-Terrain possa arrivare praticamente dappertutto. Con 420 mm, dispone di più del doppio dell’altezza libera dal suolo rispetto al modello di produzione (160 mm). La capacità di guado, vale a dire la massima profondità dell’acqua che è in grado di attraversare, di 500 mm, è più vicina a quella dell’iconica off-road Classe G (600 mm) di quanto lo sia al livello standard All-Terrain (280 mm). In questo modo, la Classe E 4Matic All-Terrain soddisfa i criteri geometrici che le permettono di arrivare là dove altri veicoli a trazione integrale non possono.

Una vettura che significa innovazione

Queste impressionanti caratteristiche off-road sono state raggiunte grazie ai cosiddetti assi a portale. A differenza degli assi convenzionali, le ruote non si trovano all’altezza del centro dell’asse. Ma molto più in basso, sulle teste dell’asse, e questo grazie alla trasmissione a portale. Sulla Classe E 4Matic All-Terrain gli assi a portale sono stati integrati nelle moderne sospensioni multilink del veicolo. Sono stati creati nuovi punti di montaggio per le sospensioni. Con l’impiego di un telaio ausiliario sull’asse anteriore, e modificando opportunamente il supporto dell’asse posteriore. Una cinematica modificata degli assi funge, poi, da collegamento alla trasmissione a portale. I giunti inferiori delle sospensioni sono stati ottenuti lavorando enormi blocchi di acciaio pieno.

Continua la lettura di Classe E 4Matic All-Terrain, la nuova dimensione dell’off-road sul portale Corriere di Novara.

]]>
La nuova BMW X5 porta le curve di Monza nel Sahara https://corrieredinovara.com/motori/la-nuova-bmw-x5-porta-monza-sahara/ Sun, 18 Nov 2018 12:52:30 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67820 La nuova BMW X5 porta le curve del circuito di Monza nel deserto del Sahara. Per il lancio della nuova vettura BMW Italia ha realizzato un’impresa senza paragoni. Lo storico tracciato brianzolo ha preso forma a Merzouga, in una delle zone più desertiche del Marocco. Monza, provincia del Sahara Un tracciato di 5.793 metri che si staglia tra le […]

Continua la lettura di La nuova BMW X5 porta le curve di Monza nel Sahara sul portale Corriere di Novara.

]]>
La nuova BMW X5 porta le curve del circuito di Monza nel deserto del Sahara. Per il lancio della nuova vettura BMW Italia ha realizzato un’impresa senza paragoni. Lo storico tracciato brianzolo ha preso forma a Merzouga, in una delle zone più desertiche del Marocco.

Monza, provincia del Sahara

Un tracciato di 5.793 metri che si staglia tra le sabbie e le rocce del Sahara. Ogni curva, ogni rettilineo, ogni chicane è ricostruita fedelmente in scala 1:1, sia nei raggi di curvatura che nelle distanze. Per due settimane, oltre 50 persone tra ingegneri, geometri, tecnici, operai e piloti hanno lavorato e contribuito alla realizzazione dell’impresa. Sono stati necessari 4 giorni di studio e di preparazione con topografi, ingegneri e architetti, con 8 postazioni per la progettazione e la simulazione topografica. Per 9 giorni, 4 ruspe e 4 camion hanno scavato 24 metri cubi alla volta per preparare il terreno e rimuovere la sabbia in eccesso; mentre 2 grader e 2 compattatori hanno steso e compattato la pista. Oltre 3500 metri cubi di terra sono stati spostati per dar vita alla pista off-road.

Il deserto accoglie la nuova BMW X5

Un’opera monumentale che culmina in un’impresa senza precedenti: la nuova BMW X5, dopo aver attraversato l’Europa in una viaggio a tappe, ha raggiunto il circuito di “Monza, Sahara” nell’impervio deserto marocchino dove, tra dune di sabbia e rocce, ha sfidato uno dei terreni più ostili del pianeta e affrontato Lesmo, Ascari e Parabolica, dando prova delle sue capacità di guida in fuoristrada, grazie al nuovo pacchetto xOffroad, che fa il suo debutto proprio su questo modello. A darle in benvenuto in Marocco è stata la nuova BMW R 1250 GS, la moto da enduro per eccellenza di BMW Motorrad appena rinnovata con il nuovo motore boxer, che le ha fatto da apripista in questa impresa.

Sports Activity Vehicle

Dalla BMW X5 ha avuto origine la famiglia BMW X e oggi, alla sua quarta generazione, questo modello si impone come mai ha fatto prima, sia in termini estetici sia per la sua modernità. La nuova BMW X5 stupisce per la ricchezza di innovazioni e rappresenta l’incarnazione più convincente fino ad oggi del modello familiare di Sports Activity Vehicle (SAV): la capacità di avventurarsi in fuoristrada unita al piacere di una guida dinamica nel farlo. Come i suoi predecessori, la BMW X5 sarà costruita nello stabilimento di Spartanburg negli Stati Uniti. Il lancio sul mercato italiano sarà il 24 e 25 novembre.

Novità assoluta è il pacchetto xOffroad

Novità assoluta per il modello è la possibilità per i clienti di scegliere il pacchetto xOffroad. Un pulsante specifico offre al pilota la scelta tra quattro modalità di guida #offroad (xSand, xRocks, xGravel, xSnow), che determinano automaticamente le impostazioni ideali di altezza del veicolo, del sistema xDrive, la risposta di accelerazione e controllo della trasmissione, e gli input correttivi del sistema DSC quando occorre prepararsi a guidare sulla sabbia, sulle rocce, sulla ghiaia e sulla neve.

Continua la lettura di La nuova BMW X5 porta le curve di Monza nel Sahara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gomme invernali fino al 15 aprile https://corrieredinovara.com/attualita/gomme-invernali-fino-al-15-aprile/ https://corrieredinovara.com/attualita/gomme-invernali-fino-al-15-aprile/#respond Sun, 18 Nov 2018 09:42:33 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67818 Gomme invernali fino al 15 aprile. Il presidente dell’Aci: «Un dispositivo in grado di migliorare la sicurezza». Gomme invernali fino al 15 aprile E’ scattato il 15 novembre il periodo durante il quale tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, circolanti sulle strade provinciali devono essere muniti di […]

Continua la lettura di Gomme invernali fino al 15 aprile sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gomme invernali fino al 15 aprile. Il presidente dell’Aci: «Un dispositivo in grado di migliorare la sicurezza».

Gomme invernali fino al 15 aprile

E’ scattato il 15 novembre il periodo durante il quale tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, circolanti sulle strade provinciali devono essere muniti di pneumatici invernali ovvero devono avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio. Nel periodo in cui l’obbligo è in vigore (fino al 15 aprile) i ciclomotori a due ruote ed i motocicli possono circolare soltanto in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

L’elenco delle strade provinciali

L’elenco delle strade della Provincia di Novara  è consultabile al link: http://www.provincia.novara.it/PrimoPiano/data/ord_plan_2017.pdf
Abbiamo chiesto al Presidente dell’Automobile Club Novara Vittorio Cocito, di esprimere la sua opinione riguardo tali prescrizioni: «Gli pneumatici sono determinanti per la sicurezza dei veicoli: sono l’unico punto di contatto tra il veicolo e la strada, e da loro dipende pertanto la possibilità per il veicolo di frenare e di curvare nelle migliori condizioni. Le migliori qualità degli pneumatici sono ancora più importanti durante le stagioni fredde, quando le condizioni atmosferiche avverse, freddo, pioggia e neve, fanno diminuire l’aderenza dei battistrada al manto stradale».

Obbligo anche su alcune strade statali

Anche l’Anas  ricorda che dal 15 novembre al 15 aprile è in vigore l’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali su alcuni tratti delle strade statali del Piemonte. Nessuna nel Novarese. Nel Vco la Ss 337 “della Valle Vigezzo” da Masera (km 2,460) al confine di Stato (km 29,680. Per avere un aggiornamento, a livello nazionale, sulle zone geografiche di proprio interesse, l’Aci promuove l’accesso al sito web www.pneumaticisottocontrollo.it, in collaborazione con Assogomma e Federpneus. In ogni caso, ad indicare i tratti dove vige l’obbligo c’è l’apposita segnaletica.
m.d.

Continua la lettura di Gomme invernali fino al 15 aprile sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/gomme-invernali-fino-al-15-aprile/feed/ 0
Incidente mortale a Premosello Chiovenda https://corrieredinovara.com/cronaca/incidente-mortale-a-premosello-chiovenda/ https://corrieredinovara.com/cronaca/incidente-mortale-a-premosello-chiovenda/#respond Sun, 18 Nov 2018 07:38:54 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67812 Incidente mortale a Premosello Chiovenda. Perde la vita motociclista di 33 anni. Incidente mortale a Premosello Chiovenda Ieri mattina intorno alle 8 si è verificato un incidente stradale mortale a Premosello Chiovenda. B.D., classe 1985 di Gravellona Toce stava percorrendo con la sua moto Kawasaki via Milano in direzione Domodossola quando è entrato in collisione […]

Continua la lettura di Incidente mortale a Premosello Chiovenda sul portale Corriere di Novara.

]]>
Incidente mortale a Premosello Chiovenda. Perde la vita motociclista di 33 anni.

Incidente mortale a Premosello Chiovenda

Ieri mattina intorno alle 8 si è verificato un incidente stradale mortale a Premosello Chiovenda. B.D., classe 1985 di Gravellona Toce stava percorrendo con la sua moto Kawasaki via Milano in direzione Domodossola quando è entrato in collisione con una Citroen guidata da R.V., classe 1971.

Perde la vita motociclista di 33 anni

L’auto, che proveniva dall’opposto senso di marcia, ha effettuato una svolta a sinistra intersecando la traiettoria della moto. A seguito del violento impatto il motociclista ha riportato lesioni gravissime tanto che nonostante gli immediati soccorsi è giunto in ospedale a Domodossola già senza vita. Il guidatore dell’auto ha riportato lesioni di lieve entità. Sull’accaduto sono in corso le indagini dell’Ufficio Infortunistica della Polizia stradale di Verbania.

v.s.

Continua la lettura di Incidente mortale a Premosello Chiovenda sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/incidente-mortale-a-premosello-chiovenda/feed/ 0
Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017 https://corrieredinovara.com/attualita/aggrediti-33-medici-novaresi-nel-2017/ https://corrieredinovara.com/attualita/aggrediti-33-medici-novaresi-nel-2017/#respond Sat, 17 Nov 2018 08:08:19 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67810 Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017. I risultati del questionario dell’Ordine professionale della provincia. Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017 Nelle scorse settimane l’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Novara ha distribuito ai colleghi un questionario sul tema della violenza e delle minacce di cui sono spesso oggetto. E i risultati sono […]

Continua la lettura di Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017 sul portale Corriere di Novara.

]]>
Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017. I risultati del questionario dell’Ordine professionale della provincia.

Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017

Nelle scorse settimane l’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Novara ha distribuito ai colleghi un questionario sul tema della violenza e delle minacce di cui sono spesso oggetto. E i risultati sono stati in linea con quanto di preoccupante emerso già a livello nazionale, «tanto che la nostra Federazione nazionale ha promosso una serie di iniziative cui anche l’Ordine novarese partecipa» spiega il presidente Federico D’Andrea.

I risultati del questionario dell’Ordine professionale

Il 36% dei medici novaresi che hanno risposto al questionario ha confidato di essere stato vittima di episodi di violenza: il 56% sono donne. Sono stati segnalati 33 episodi nel corso del 2017 e nove medici hanno dichiarato di aver vissuto più di sei aggressioni e minacce.

Sandro Devecchi

Leggi di più sul Corriere di Novara di sabato 17 novembre 2018 

Continua la lettura di Aggrediti 33 medici novaresi nel 2017 sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/aggrediti-33-medici-novaresi-nel-2017/feed/ 0
Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica» https://corrieredinovara.com/economia/il-sottosegretario-crippa-allain-incentivare-la-mobilita-elettrica/ https://corrieredinovara.com/economia/il-sottosegretario-crippa-allain-incentivare-la-mobilita-elettrica/#respond Sat, 17 Nov 2018 08:02:15 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67805 Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica». L’Associazione industriali di Novara ora ha una flotta di veicoli “full electric”. Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica» «C’è necessità di un cambiamento di mobilità, quella nuova passa dal vettore elettrico». Lo ha detto Davide Crippa, sottosegretario al Ministero Sviluppo Economico con delega all’energia, intervenendo […]

Continua la lettura di Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica» sul portale Corriere di Novara.

]]>
Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica». L’Associazione industriali di Novara ora ha una flotta di veicoli “full electric”.

Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica»

mobilita_elettrica ain pubblico«C’è necessità di un cambiamento di mobilità, quella nuova passa dal vettore elettrico». Lo ha detto Davide Crippa, sottosegretario al Ministero Sviluppo Economico con delega all’energia, intervenendo ieri pomeriggio all’incontro “Il futuro della mobilità è già realtà”, organizzato da Associazione Industriali di Novara, in collaborazione con Iren, Arval e Confindustria Piemonte.

Emergenza qualità dell’aria

«In Pianura Padana – ha proseguito Crippa – abbiamo un’emergenza di qualità dell’aria, oggi c’è una procedura di infrazione da parte dell’Ue ed il prossimo passo sarà la sanzione. Nel primo decreto rinnovabili c’è una premialità per i soggetti in grado di ospitare al loro interno impianti di ricarica, l’obiettivo è incentivare anche la mobilità urbana sostenibile. La mobilità elettrica deve essere il veicolo del futuro, già da oggi non c’è però in Italia una filiera dal punto di vista industriale. Se non si stimola la domanda interna si subirà poi l’importazione».

Veicoli elettrici per gli spostamenti dei dipendenti Ain

Nell’ambito dell’incontro all’Ain il Gruppo Iren ha presentato IrenGO, la nuova linea di business trasversale dedicata alla e-mobility. A margine della tavola rotonda è stata allestita un’esposizione di veicoli “full electric” e di colonnine e wall box di ricarica. Le auto, in servizio, e i sistemi di ricarica funzionanti, consentono già ai dipendenti dell’Associazione di muoversi a zero emissioni nei propri spostamenti lavorativi. L’Ain è la prima associazione del sistema Confindustria in Piemonte, e una delle prime associazioni territoriali in Italia, a essersi dotata di una flotta di veicoli “full electric” per le trasferte lavorative dei propri dipendenti.

Strutture di ricarica

A Novara e Borgomanero, presso le sedi di Ain, sono state infatti collocate da IrenGo 4 strutture di ricarica elettrica – 2 colonnine e 2 wall box- a circuito chiuso e disponibili all’utilizzo di ospiti e associati all’Ain. Le soluzioni di mobilità IrenGO, già adottate da Ain, sono disponibili per tutte le imprese associate, a condizioni di vantaggio, con lo scopo di accelerare la divulgazione di una mobilità sostenibile che deve contribuire ad una radicale riduzione dell’inquinamento atmosferico del territorio.

Continua la lettura di Il sottosegretario Crippa all’Ain: «Incentivare la mobilità elettrica» sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/il-sottosegretario-crippa-allain-incentivare-la-mobilita-elettrica/feed/ 0
Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio https://corrieredinovara.com/attualita/asilo-nido-arcobaleno-riaperta-la-struttura-a-santagabio/ https://corrieredinovara.com/attualita/asilo-nido-arcobaleno-riaperta-la-struttura-a-santagabio/#respond Sat, 17 Nov 2018 07:47:06 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67800 Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio. Terminati i lavori all’impianto idraulico e termico. Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio Sono terminati i lavori all’asilo nido Arcobaleno e la struttura di Sant’Agabio ha potuto riaprire lo scorso 11 novembre. “L’”Arcobaleno – ricorda l’assessore all’Istruzione ed Educazione Valentina Graziosi – è tra le […]

Continua la lettura di Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio. Terminati i lavori all’impianto idraulico e termico.

Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio

nido arcobalenoSono terminati i lavori all’asilo nido Arcobaleno e la struttura di Sant’Agabio ha potuto riaprire lo scorso 11 novembre. “L’”Arcobaleno – ricorda l’assessore all’Istruzione ed Educazione Valentina Graziosi – è tra le strutture all’interno delle quali la scorsa estate erano stati previsti alcuni  interventi per adeguamenti alle normative antincendio. Durante i lavori era emersa anche la necessità di dover sostituire con urgenza l’impianto idraulico e termico in quanto le tubature sottostanti i pavimenti presentavano evidenti segni di ammaloramento”.

Dopo i lavori all’impianto idraulico e termico

nido arcobaleno“E’ stato quindi necessario smantellare tutta la pavimentazione e posare nuove tubature e, ovviamente, rifare i pavimenti. Il cronoprogramma dell’intervento prevedeva la riconsegna a metà dicembre con evidenti disagi per le famiglie che avevano dovuto temporaneamente collocare i propri bambini altrove: ventiquattro al Centro Famiglie di via della Riotta e dieci al “Balconi” di largo Cantore a San Rocco. Grazie all’impegno della ditta, dell’Ufficio tecnico e del Servizio Nidi del Comune è stato possibile accorciare i tempi”.

v.s.

Continua la lettura di Asilo nido Arcobaleno, riaperta la struttura a Sant’Agabio sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/asilo-nido-arcobaleno-riaperta-la-struttura-a-santagabio/feed/ 0
Gattico, tetto in fiamme in un cantiere https://corrieredinovara.com/cronaca/gattico-tetto-in-fiamme-in-un-cantiere/ https://corrieredinovara.com/cronaca/gattico-tetto-in-fiamme-in-un-cantiere/#respond Sat, 17 Nov 2018 07:36:31 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67797 Gattico, tetto in fiamme in un cantiere edile. In fiamme una casa in costruzione. Gattico, tetto in fiamme in un cantiere Tre squadre di Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Borgomanero,  Arona e Romagnano Sesia, con l’ausilio di autoscala e autobotte, sono intervenute ieri per un a Gattico via San Martino. In fiamme il tetto […]

Continua la lettura di Gattico, tetto in fiamme in un cantiere sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gattico, tetto in fiamme in un cantiere edile. In fiamme una casa in costruzione.

Gattico, tetto in fiamme in un cantiere

Tre squadre di Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Borgomanero,  Arona e Romagnano Sesia, con l’ausilio di autoscala e autobotte, sono intervenute ieri per un a Gattico via San Martino. In fiamme il tetto di una casa in costruzione in un cantiere edile. Il rogo si stava propaganda anche ad un’altro immobile adiacente quando l’intervento dei pompieri lo ha fermato. Sul posto anche i Carabinieri di Gattico.

Continua la lettura di Gattico, tetto in fiamme in un cantiere sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/gattico-tetto-in-fiamme-in-un-cantiere/feed/ 0
Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti https://corrieredinovara.com/attualita/mercatini-di-natale-tantissimi-eventi-in-programma-tra-laghi-e-monti/ https://corrieredinovara.com/attualita/mercatini-di-natale-tantissimi-eventi-in-programma-tra-laghi-e-monti/#respond Fri, 16 Nov 2018 16:30:48 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67795 Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti. I prodotti della tradizione protagonisti nei borghi del territorio. Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti Natale si avvicina e sono veramente numerosi anche quest’anno gli appuntamenti con i mercatini e gli eventi correlati in programma sui laghi Maggiore, d’Orta […]

Continua la lettura di Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti sul portale Corriere di Novara.

]]>
Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti. I prodotti della tradizione protagonisti nei borghi del territorio.

Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti

Natale si avvicina e sono veramente numerosi anche quest’anno gli appuntamenti con i mercatini e gli eventi correlati in programma sui laghi Maggiore, d’Orta e Mergozzo e nei caratteristici comuni sulle montagne dell’Ossola. Come sempre fra le bancarelle si potrà trovare espressione delle tradizioni artigianali del territorio, da quelle enogastronomiche agli oggetti in legno, dalle decorazioni natalizie all’abbigliamento. Si parte già questa domenica 18 novembre ad Ameno. Qui di seguito un elenco con gli eventi principali:

MACUGNAGA
I SEGRETI DI BABBO NATALE
17 e 24 Novembre –1, 8, 15 Dicembre
www.grottadibabbonatale.it/macugnaga

ORNAVASSO
IL PARCO E LA GROTTA DI BABBO NATALE
Dal 17 Novembre al 28 Dicembre
www.grottadibabbonatale.it

ORNAVASSO
MAGIC MIRROR DI NATALE CON CENE TIPICHE
Dal 17 Novembre al 1 gennaio – da giovedì a domenica
www.grottadibabbonatale.it

MACUGNAGA
LA REGINA DEI GHIACCI
18 e 25 Novembre – 2, 7, 9 e 16 Dicembre
www.grottadibabbonatale.it/macugnaga

VERBANIA FONDOTOCE
VILLAGGIO DI NATALE IN FATTORIA
Dal 24 Novembre al 23 Dicembre (nei weekend)
www.fattoriadeltoce.it/villaggiodinataleinfattoria/

OMEGNA
ASPETTANDO BABBO NATALE
1 Dicembre
www.visitomegna.it

MACUGNAGA
MERCATINI DI NATALE
1 e 2 Dicembre

OMEGNA
LA CASA DI BABBO NATALE
1-24 Dicembre
www.visitomegna.it

CANNOBIO
UN NATALE DA FAVOLA, CON VOLI IN MONGOLFIERA
7-8-9-15-16-22-23-26-29-30 Dicembre e 5-6 Gennaio
www.nataledafavola.it

CRODO
PRESEPI SULL’ACQUA
Dal 7 Dicembre al 6 Gennaio
www.crodoeventi.it

SANTA MARIA MAGGIORE
MERCATINI DI NATALE
Dal 7 al 9 Dicembre
www.mercatininatale.santamariamaggiore.info

ARONA
ARONATALE
9 Dicembre
www.prolocoarona.it

DOMODOSSOLA
MERCATINI DI NATALE DI DOMODOSSOLA
15 e 16 Dicembre
Tel. 0324 248265

OMEGNA
MERCATINI DI NATALE
15 e 16 Dicembre
www.visitomegna.it

GOZZANO
FIERA DEL PRODOTTO ARTISTICO DELL’INGEGNO
16 Dicembre
Tel. 0322 955677 int. 5

Questi sono solo alcuni degli eventi in programma: si ringrazia la fonte, il Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola, di cui invitiamo a visitare il sito internet per scoprire il calendario completo www.distrettolaghi.it/MercatinidiNatale2018. 

v.s.

Continua la lettura di Mercatini di Natale, tantissimi eventi in programma tra laghi e monti sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/mercatini-di-natale-tantissimi-eventi-in-programma-tra-laghi-e-monti/feed/ 0
La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara https://corrieredinovara.com/attualita/la-prova-del-cuoco-al-mercato-coperto-di-novara/ https://corrieredinovara.com/attualita/la-prova-del-cuoco-al-mercato-coperto-di-novara/#respond Fri, 16 Nov 2018 16:08:52 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67792 La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara. Tra i banchi di viale Dante arriverà Mr. Prezzo Claudio Guerrini. La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara Anche il mercato coperto di Novara sarà protagonista della puntata di lunedì 19 novembre de “La Prova del cuoco” su Rai Uno a partire dalle 11.30. […]

Continua la lettura di La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara. Tra i banchi di viale Dante arriverà Mr. Prezzo Claudio Guerrini.

La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara

Anche il mercato coperto di Novara sarà protagonista della puntata di lunedì 19 novembre de “La Prova del cuoco” su Rai Uno a partire dalle 11.30. Tra i banchi della struttura di viale Dante arriverà infatti Mr. Prezzo Claudio Guerrini con il suo “borsino della spesa” andando a vedere le quotazioni del giorno dei prodotti in vendita.

Spinaci e gnocco fritto

Nella puntata della trasmissione condotta da Elisa Isoardi si parlerà anche di spinaci con la chef romana Anna Maria Palma e la sua ricetta e il tecnico agrario Sonia Donati da Firenze e la dietologa Daniela Limonta da Lecco, che sveleranno tutte le proprietà benefiche di questa verdura. Nel “Duello all’italiana” di mezzogiorno, lo chef cagliaritano Nicola Vizzari e lo chef bolognese Silvano Librenti si sfideranno nella rivisitazione dello gnocco fritto. E ancora lo chef romano Adriano Baldassarre realizzerà delle polpette di coda alla vaccinara.

Sfida a colpi di menù

Spazio anche alla creatività dello chef grossetano Luca Pappagallo che preparerà una saporita minestra frantoiana. Poi si sfideranno i concorrenti Valerie Casto da Lecce e Alessandro Grosso da Novi Ligure, affiancati dagli chef Elis Marchetti da Ancona e Riccardo Facchini da Bologna. A giudicarli lo chef stellato Davide Pezzuto, l’esperta gastronomica Natalia Cattelani  e il “giurato per un giorno” Martina Colombari.

v.s.

 

Continua la lettura di La Prova del Cuoco al mercato coperto di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/la-prova-del-cuoco-al-mercato-coperto-di-novara/feed/ 0
Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli https://corrieredinovara.com/attualita/consiglio-comunale-dei-bambini-tante-proposte-allamministrazione-canelli/ https://corrieredinovara.com/attualita/consiglio-comunale-dei-bambini-tante-proposte-allamministrazione-canelli/#respond Fri, 16 Nov 2018 14:07:41 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67789 Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli. Murales per abbellire la città e giornate speciali per coinvolgere i cittadini. Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli Si è riunito ieri, nell’aula consiliare del Municipio, il Consiglio comunale dei bambini, iniziativa a cura dell’assessorato all’Istruzione ed Educazione in collaborazione con la delegazione novarese dell’Unicef […]

Continua la lettura di Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli sul portale Corriere di Novara.

]]>
Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli. Murales per abbellire la città e giornate speciali per coinvolgere i cittadini.

Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli

Si è riunito ieri, nell’aula consiliare del Municipio, il Consiglio comunale dei bambini, iniziativa a cura dell’assessorato all’Istruzione ed Educazione in collaborazione con la delegazione novarese dell’Unicef e alcune Scuole primarie cittadine. La “seduta” è stata preceduta da una visita ufficiale della “Giunta” al sindaco Alessandro Canelli e all’assessore all’Istruzione ed Educazione Valentina Graziosi: i bambini hanno infatti anticipato alcuni degli argomenti rispetto ai quali l’intera assemblea avrebbe chiesto chiarimenti.

Iniziativa dell’assessorato all’Istruzione con Unicef e alcune scuole cittadine

Alla seduta hanno partecipato, oltre ai bambini e alle loro insegnanti, il sindaco, gli assessori Graziosi, Franco Caressa, Federico Perugini, Marina Chiarelli, il dirigente del Settore Istruzione Paolo Cortese, il funzionario Mauro Merlini, l’educatore Federico Lovati, il presidente dell’Unicef Novara Paolo Beltarre e il coordinatore delle Scuole primarie Giuse De Vito.

Murales e giornate speciali

I bambini hanno rivolto domande al sindaco sui possibili interventi da portare avanti insieme con l’Amministrazione. Sono stati proposti, ad esempio, la realizzazione di murales in alcuni luoghi della città e l’istituzione di speciali “Giornate” per sollecitare i cittadini, bambini, ragazzi e adulti, a un maggior interesse e amore nei confronti della città.

Chi sono i piccoli consiglieri

I consiglieri sono iscritti alle Scuole della “Fratelli di Dio” Rebecca Crivelli e Luca Ceraolo, “Bollini” (Beatrice Bonnald, Mirko Cogo, Thomas Finotti e Isabella Caldarera), “Levi” (Giulio Ferraro ed Elena Arimondi), “De Amicis”, (Ruke Kourer e Flavio Picari), “Calvino” (Abdil Machoub e Gaia Faraci) , “Maria Ausiliatrice” (Federico Crivelli e Giada Consoloni), ”Immacolata” (Benedetta Mauro e Luca Valentino), “San Vincenzo” (Giulio Migliaretti e Alice Martinengo) e “Coppino” (Lorenzo Giribaldi e Viola Soncini).

v.s.

Continua la lettura di Consiglio comunale dei bambini, tante proposte all’Amministrazione Canelli sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/consiglio-comunale-dei-bambini-tante-proposte-allamministrazione-canelli/feed/ 0
Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato https://corrieredinovara.com/attualita/violenza-sulle-donne-torna-nel-vco-il-camper-rosa-della-polizia-di-stato/ https://corrieredinovara.com/attualita/violenza-sulle-donne-torna-nel-vco-il-camper-rosa-della-polizia-di-stato/#respond Fri, 16 Nov 2018 13:47:23 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67786 Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato. #questo non è amore lo slogan dell’iniziativa. Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato Anche quest’anno, dopo due anni di assenza,  torna il Camper Rosa della Polizia di Stato anche nel Verbano Cusio Ossola. L’iniziativa, oltre […]

Continua la lettura di Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato sul portale Corriere di Novara.

]]>
Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato. #questo non è amore lo slogan dell’iniziativa.

Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato

Anche quest’anno, dopo due anni di assenza,  torna il Camper Rosa della Polizia di Stato anche nel Verbano Cusio Ossola. L’iniziativa, oltre ad avere valenza informativa, è volta a favorire l’emersione del fenomeno della violenza sulle donne. Un’équipe di operatori specializzati saranno sul camper pronti a raccogliere le testimonianze dirette di chi, spesso, ha paura a denunciare o a varcare le soglie di un Ufficio di polizia.

Quando e dove

Il Camper rosa sarà presente dalle 10 alle 14, il 24 novembre in piazza Ranzoni a Verbania, il 29 novembre ad Omegna in via Garibaldi davanti al monumento ai Caduti  ed il 1 dicembre in corso P. Ferraris, di fronte al Municipio, a Domodossola.

“L’ostacolo più grande è capire che esiste un’alternativa”

“La violenza di genere determina l’esistenza di numerose situazioni nascoste nel contesto domestico – spiegano i responsabili – che emergono solo quando gli atti di violenza e/o persecutori raggiungono livelli estremi: la morte della vittima. Nella nostra esperienza è stato riscontrato che l’ostacolo più grande per le vittime è capire che esiste un’alternativa, una via di fuga, una vita migliore, la possibilità di essere credute, aiutate e sostenute”.

#questo non è amore

“#questo non è amore”: questo lo slogan dell’iniziativa che nasce dall’idea è di affrontare la problematica con un approccio integrato e multidisciplinare da parte di tutto il personale della Polizia di Stato in rete con enti e istituzioni del territorio. Si offrono alle vittime strumenti di protezione e di tutela anticipata preventiva che daranno loro forza di denuncia e assistenza necessaria.

Équipe multidisciplinare

A bordo del camper infatti viaggiano un medico della Polizia di Stato, un operatore esperto della Sezione specializzata della Squadra Mobile, un operatore dell’Ufficio denunce, un rappresentante della Rete provinciale Antiviolenza , un rappresentante dell’Associazione di volontariato Cuori di Donna. Prevista anche la presenza, accanto all’équipe del Funzionario della Squadra Mobile, per raccogliere all’occorrenza la denuncia e l’immediato inoltro all’Autorità giudiziaria.

v.s.

Continua la lettura di Violenza sulle donne, torna nel Vco il Camper Rosa della Polizia di Stato sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/violenza-sulle-donne-torna-nel-vco-il-camper-rosa-della-polizia-di-stato/feed/ 0
Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci https://corrieredinovara.com/economia/al-via-gli-interventi-su-liceo-bellini-fauser-ravizza-e-da-vinci/ https://corrieredinovara.com/economia/al-via-gli-interventi-su-liceo-bellini-fauser-ravizza-e-da-vinci/#respond Fri, 16 Nov 2018 09:00:15 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67783 Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci. «La scuola al centro del programma della nuova Amministrazione provinciale». Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci «Sono partiti negli scorsi giorni importanti lavori di manutenzione a diversi plessi scolastici – spiega il consigliere provinciale delegato a istruzione […]

Continua la lettura di Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci sul portale Corriere di Novara.

]]>
Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci. «La scuola al centro del programma della nuova Amministrazione provinciale».

Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci

«Sono partiti negli scorsi giorni importanti lavori di manutenzione a diversi plessi scolastici – spiega il consigliere provinciale delegato a istruzione ed edilizia scolastica Andrea Crivelli (nella foto) – approvati dalla precedente Amministrazione e condivisi già in precedenza in Consiglio provinciale». Gli interventi più consistenti riguardano il Liceo delle Scienze Umane Contessa Tornielli Bellini, e l’Istituto Tecnico Industriale Fauser a Novara. In entrambi i casi gli interventi, per un costo di quasi 150.000 euro ciascuno, riguarderanno la realizzazione dell’impianto di illuminazione di emergenza e dell’impianto di diffusione sonora.

«La scuola al centro del programma della nuova Amministrazione provinciale»

Sempre a Novara importante intervento di oltre 50 mila euro a favore del complesso professionale Ravizza, con la sistemazione dell’impianto di illuminazione di sicurezza.
Un quarto intervento riguarda l’istituto Da Vinci di Borgomanero, a cui sono stati destinati 30 mila euro, sempre per la realizzazione dell’illuminazione di emergenza e dell’impianto di diffusione sonora. «La scuola è al centro del programma della nuova Amministrazione provinciale – commentano il presidente Binatti e il consigliere Crivelli –, entro la fine dell’anno verranno realizzati altri importanti interventi già programmati e con gli uffici competenti ci stiamo già attivando sulle progettualità per il 2019, mettendo sempre al centro la fruibilità degli spazi e la sicurezza dei tanti ragazzi che frequentano le scuole del Novarese».

Continua la lettura di Al via gli interventi su liceo Bellini, Fauser, Ravizza e Da Vinci sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/al-via-gli-interventi-su-liceo-bellini-fauser-ravizza-e-da-vinci/feed/ 0
Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni https://corrieredinovara.com/cronaca/spaccio-di-marijuana-a-domodossola-identificati-tre-minorenni/ https://corrieredinovara.com/cronaca/spaccio-di-marijuana-a-domodossola-identificati-tre-minorenni/#respond Fri, 16 Nov 2018 07:30:02 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67780 Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni. Uno aveva nelle mutande 15 grammi della sostanza stupefacente. Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni Nei giorni scorsi sono stati predisposti dalla Questura di Verbania interventi per risolvere il problema della movida a Domodossola. Il problema è stato sollevato dall’amministrazione comunale nell’ambito del comitato provinciale […]

Continua la lettura di Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni sul portale Corriere di Novara.

]]>
Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni. Uno aveva nelle mutande 15 grammi della sostanza stupefacente.

Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni

Nei giorni scorsi sono stati predisposti dalla Questura di Verbania interventi per risolvere il problema della movida a Domodossola. Il problema è stato sollevato dall’amministrazione comunale nell’ambito del comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Nell’ambito di questi interventi, oltre ai servizi preventivi di carattere amministrativo, è stata predisposta anche un’attività finalizzata alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Nascosta nelle mutande

Nello specifico il 14 novembre verso le ore 13.20 i poliziotti hanno rintracciato in piazza dell’Oro alcuni ragazzi intenti ad utilizzare un macinatore per preparare marjuana in gergo chiamato “grinner”. I giovani sono stati successivamente identificati, risultando tutti residenti a Domodossola e di età compresa tra i 16 e i 17 anni. Nel grinner gli agenti hanno trovato della marjuana pronta per essere consumata. Su uno dei giovani è stato poi trovato all’interno degli slip un involucro di cellophane trasparente contenente circa 15 grammi di marjuana. Sul suo smartphone c’erano anche una serie di messaggi da cui si poteva capire che il ragazzo aveva intrapreso accordi per cedere la sostanza ad altri minorenni.

Deferiti alla Procura della Repubblica

Dopo ulteriore attività di indagine sui tre giovani, questi venivano deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Torino e successivamente affidati ai loro genitori. Sono ancora in corso attività di indagine per verificare la consistenza del fenomeno e individuare eventuali altri luoghi cittadini interessati all’attività di spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti cosiddette “leggere”.

v.s.

Continua la lettura di Spaccio di marijuana a Domodossola, identificati tre minorenni sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/spaccio-di-marijuana-a-domodossola-identificati-tre-minorenni/feed/ 0
Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro VIDEO https://corrieredinovara.com/cronaca/furto-di-fari-porsche-e-audi/ https://corrieredinovara.com/cronaca/furto-di-fari-porsche-e-audi/#respond Thu, 15 Nov 2018 12:19:10 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67776 Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro. Trovati nel suo garage 180 gruppi ottici e componenti di carrozzeria per un valore di 200.000 euro. Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro Nei giorni scorsi i Carabinieri di Stresa hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della […]

Continua la lettura di Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro VIDEO sul portale Corriere di Novara.

]]>
Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro. Trovati nel suo garage 180 gruppi ottici e componenti di carrozzeria per un valore di 200.000 euro.

Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro

Nei giorni scorsi i Carabinieri di Stresa hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Verbania, B.S., 43enne russo domiciliato a Somma Lombardo (VA) per furto aggravato continuato. I militari stresiani, dal mese di febbraio 2017, avevano ricevuto diverse denunce di furto di gruppi ottici di autovetture di grossa cilindrata, in particolare Porsche e Audi, parcheggiate sul lungolago delle città di Baveno, Belgirate, Stresa e Arona.

Le indagini dei Carabinieri di Stresa

Le indagini, effettuate attraverso i sistemi di videosorveglianza dei comuni lacustri e con servizi specifici effettuati dai militari guidati dal comandante James Lui, hanno permesso di identificare l’autore dei furti. La sua abitazione è stata quindi perquisita. Qui i Carabinieri hanno trovato, nascosto all’interno del garage, un vero e proprio “mercatino dell’usato”. Sono stati infatti recuperati circa 180 gruppi ottici di autovetture Porsche e Audi e vari componenti di carrozzeria per un valore di circa 200 mila euro. Sono in corso da parte dei militari le operazioni per restituire agli aventi diritto del materiale asportato che sarebbe stato messo in vendita su piattaforme elettroniche che commercializzano ricambi auto usati.

v.s.

Continua la lettura di Furto di fari Porsche e Audi sul lago, fermato il ladro VIDEO sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/furto-di-fari-porsche-e-audi/feed/ 0
Centro sociale, proposto un project financing per il recupero https://corrieredinovara.com/attualita/centro-sociale-proposto-un-project-financing-per-il-recupero/ https://corrieredinovara.com/attualita/centro-sociale-proposto-un-project-financing-per-il-recupero/#respond Thu, 15 Nov 2018 11:55:12 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67774 Centro sociale, proposto un project financing per il recupero. Se ne parlerà nel primo incontro del ciclo “Lavori in corso” promosso dal Comune. Centro sociale, proposto un project financing per il recupero Un appuntamento al mese, un’ora, un progetto: partirà domani, 16 novembre, alle 17.30 negli spazi del Centro Ipazia a Sant’Agabio a Novara il […]

Continua la lettura di Centro sociale, proposto un project financing per il recupero sul portale Corriere di Novara.

]]>
Centro sociale, proposto un project financing per il recupero. Se ne parlerà nel primo incontro del ciclo “Lavori in corso” promosso dal Comune.

Centro sociale, proposto un project financing per il recupero

Un appuntamento al mese, un’ora, un progetto: partirà domani, 16 novembre, alle 17.30 negli spazi del Centro Ipazia a Sant’Agabio a Novara il ciclo di appuntamenti “Lavori in corso”. Un format di incontri pensato per conoscere da vicino i progetti innovativi che già oggi contribuiscono a cambiare Novara e i cui benefici sono destinati a crescere nel tempo. Progetti complessi, non semplici da spiegare, ma che impattano su aspetti fondamentali per il benessere e la qualità di vita dei novaresi. Il format di ogni appuntamento prevede poco meno di un’ora dedicata al progetto, con ospiti e contributors che si occuperanno di illustrarne gli aspetti tecnici e realizzativi, ma anche l’impatto atteso e le ricadute in termini sociali, economici, ambientali. Dopo la parte di racconto del progetto, sarà lasciato ampio spazio alle domande, a cui risponderanno sia gli ospiti che il Sindaco.

Lavori in corso

«Li abbiamo chiamati Lavori in corso proprio perché sono già cantieri aperti, progetti partiti, visioni che stanno diventando realtà. Erano nei piani dell’amministrazione e si stanno concretizzando» spiega il sindaco, Alessandro Canelli. «Quando vado nei quartieri, quando incontro i cittadini, percepisco la curiosità e la voglia di saperne di più. Ma raccontare ognuno di questi progetti non è semplice e ci vuole il tempo e l’attenzione giusta da dedicare a ciascuno. Perché sono diversi, perché sono ambiziosi, perché rispondono a problematiche e sfide differenti, alcune anche di lungo periodo. Per questo motivo, insieme ai partner del Comune, ci prenderemo il tempo, una volta al mese, di approfondire un progetto innovativo, un lavoro già in corso, raccontando cos’è, come si realizza, come ci aspettiamo che modifichi in meglio la qualità della vita e del lavoro a Novara».

Molino Tacchini, spazio per nuove modalità di lavoro e dell’abitare

In questo primo primo appuntamento si parlerà del complesso progetto di recupero e rifunzionalizzazione dell’area Molino Tacchini e del Centro Sociale.
Quello sull’ex Molino Tacchini, su un’area di circa 10.000 metri quadri, è un progetto «destinato a cambiare completamente il volto di quella zona, a pochi passi dalla sede universitaria di via Wild – ha spiegato il sindaco martedì pomeriggio durante l’incontro con Confartigianato sulla nuova Città della salute – Un intervento che intende trasformare l’area in uno spazio per nuove modalità di lavoro (come il co-working) e dell’abitare (come l’innovativo housing pensato per gli studenti), ma che offrirà numerosi servizi alla città, dallo sport allo shopping alle facilitazioni della mobilità». La variante urbanistica è già stata fatta e in quell’area saranno previsti spazi commerciali, magazzini da affittare, uno spazio per il co-working, una palestra, alloggi per studenti. Ma anche uno “sky bar” all’ultimo piano di una delle tre palazzine, uffici, un parcheggio…

In viale Giulio Cesare uno studentato universitario

Insieme al sindaco e ai tecnici del Comune, saranno chiamati a raccontare il progetto la proprietà Tacchini e i tecnici che operano per la riqualificazione del complesso.
Novità anche per il Centro sociale di viale Giulio Cesare, le cui condizioni di degrado sono ormai sotto gli occhi di tutti. «Proprio una decina di giorni fa ci è arrivata una proposta di project financing – ha detto ancora il sindaco – che prevede uno studentato universitario, spazi commerciali e impianti sportivi. La proposta dovrà ora essere valutata e, se giudicata idonea, potrà essere messa a bando».
Laura Cavalli

Continua la lettura di Centro sociale, proposto un project financing per il recupero sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/centro-sociale-proposto-un-project-financing-per-il-recupero/feed/ 0
Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati https://corrieredinovara.com/attualita/umanizzazione-delle-cure-allospedale-maggiore-due-iniziative-per-il-benessere-dei-malati/ https://corrieredinovara.com/attualita/umanizzazione-delle-cure-allospedale-maggiore-due-iniziative-per-il-benessere-dei-malati/#respond Thu, 15 Nov 2018 11:08:40 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67768 Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati. Un giardino per i pazienti di Psichiatria e nuova sala d’attesa in Oncologia. Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati Non solo nuove tecnologie, che fanno della struttura ospedaliera novarese uno dei centri all’avanguardia nella sanità piemontese e […]

Continua la lettura di Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati sul portale Corriere di Novara.

]]>
Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati. Un giardino per i pazienti di Psichiatria e nuova sala d’attesa in Oncologia.

Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati

psichiatria giardino
Da sinistra Minola, l’ingegner Bruno, Zeppegno, Canelli e Bergamasco

Non solo nuove tecnologie, che fanno della struttura ospedaliera novarese uno dei centri all’avanguardia nella sanità piemontese e nazionale. L’Azienda ospedaliero universitaria “Maggiore della Carità” prosegue nel suo percorso di “umanizzazione”.  Lunedì mattina, il direttore generale dell’Aou, Mario Minola, ha presentato due nuovi “step” di questo processo di attenzione al paziente a 360 gradi, «arrivati a conclusione nei giorni scorsi, finanziati interamente con risorse proprie e realizzati dalla struttura Gestione tecnica economale diretta dall’ingegner Vincenzo Bruno».

Il verde che partecipa alla cura

oncologia
Da sinistra Gennari, Buschini, Minola e Canelli

Il primo progetto riguarda la Psichiatria, al cui esterno è stato realizzato un piccolo giardino, della superficie di circa 45 metri quadri (nella foto di copertina). «Da tempo la nostra Struttura si occupa dei pazienti con un approccio alla riabilitazione precoce, che prevede attività di gruppo che si svolgono già nel contesto del reparto per acuti, quando possibile fin dai primi giorni dopo il ricovero – ha ricordato la professoressa Patrizia Zeppegno, che dirige la Scdu Psichiatria e ha condiviso l’idea con la caposala Paola Bergamasco – Avere uno spazio all’aperto dove poter svolgere alcune di queste attività è importante. Pensiamo ad esempio alla lettura del giornale, al gruppo redazione del nostro giornalino della clinica psichiatrica, o ancora al gruppo canto. Ma anche al risveglio muscolare, un progetto a cui stiamo lavorando».
Un plauso all’iniziativa è venuto dal sindaco Alessandro Canelli: «In questi mesi ho potuto notare come l’Azienda ospedaliera continui ad investire nel miglioramento dei servizi e degli spazi, oltre che nelle tecnologie. E’ un sintomo di grande attenzione al paziente, in attesa dell’arrivo della nuova Città della salute».

Più spazi per Oncologia

oncologia nuova sala aspetto
La psicologa Sara Rubinelli e parte dello staff medico del reparto di Oncologia

Una nuova sala d’attesa per Oncologia, che consente di accogliere i pazienti, il cui numero è progressivamente aumentato nel corso degli anni, in un ambiente più ampio e confortevole. E’ il secondo intervento all’insegna dell’umanizzazione delle cure presentato lunedì mattina. «Nell’ambito della riorganizzazione degli spazi e dell’attività all’interno della Struttura, diretta dal gennaio di quest’anno dalla professoressa Alessandra Gennari, la nuova sala d’attesa soddisfa una delle esigenze più sentite dai pazienti», ha evidenziato il direttore generale Minola. La nuova sala d’attesa è direttamente connessa con gli sportelli del Centro accoglienza e servizi e dell’Accettazione infermieristica, dove il personale dedicato prende in carico il paziente al suo arrivo e lo guida nel percorso di cure quotidiano.  Gli arredi della nuova sala sono stati donati dalla professoressa Maria Grazia Buschini, in memoria del marito, il professor Luca Malagutti, a lungo in cura presso la struttura di Oncologia.
Laura Cavalli

Continua la lettura di Umanizzazione delle cure, all’ospedale Maggiore due iniziative per il benessere dei malati sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/umanizzazione-delle-cure-allospedale-maggiore-due-iniziative-per-il-benessere-dei-malati/feed/ 0
Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città https://corrieredinovara.com/attualita/chiesa-di-san-giovanni-decollato-un-gioiello-da-restituire-alla-citta/ https://corrieredinovara.com/attualita/chiesa-di-san-giovanni-decollato-un-gioiello-da-restituire-alla-citta/#respond Thu, 15 Nov 2018 10:06:14 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67765 Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città. La Confraternita, appena ricostituita, ha presentato il progetto di restauro di organo e cantorie. Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città Restituire alla città un “gioiellino” barocco ricco di opere d’arte: questo l’obiettivo primario della recentemente “rinata” Confraternita di San […]

Continua la lettura di Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città sul portale Corriere di Novara.

]]>
Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città. La Confraternita, appena ricostituita, ha presentato il progetto di restauro di organo e cantorie.

Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città

Restituire alla città un “gioiellino” barocco ricco di opere d’arte: questo l’obiettivo primario della recentemente “rinata” Confraternita di San Giovanni Decollato. Che venerdì sera, come ha evidenziato il priore Marco Boggio, ha colto l’occasione per presentarsi e, soprattutto, presentare il progetto di restauro della chiesetta di piazza Puccini, tanto amata dai novaresi. «Si tratta in realtà – ha spiegato l’architetto Silvia Angiolini, progettista e direttore dei lavori – di una nuova “puntata” di interventi di restauro, che racchiude in sé diversi lotti: sono interventi impegnativi, anche economicamente, ma crediamo che questa chiesa sia un vero e proprio scrigno di opere d’arte, che meritano di essere valorizzate».

Si parte dal restauro di organo e cantorie

Complessivamente sono cinque i lotti previsti: la controfacciata, la cappella di San Giovanni (con l’androne), la cappella di San Luigi (con l’androne), la cappella del Crocifisso, le cantorie e l’organo. «Per ragioni di urgenza – ha detto l’architetto Angiolini – partiremo dall’intervento sull’organo e le cantorie, che hanno manifestato problemi di stabilità e per questo sono già state puntellate. Si tratta del lotto economicamente più impegnativo, con una spesa prevista di 227.500 euro».
Per questo, oltre ad aver partecipato ai bandi della Fondazione San Paolo e della Fondazione Crt, si è deciso di avviare una campagna per la raccolta di donazioni supportata dalla Fondazione Comunità del Novarese. «Abbiamo bisogno di tutto il sostegno possibile – ha ribadito Angiolini – E’ importante che la gente ne parli e per questo organizzeremo altri eventi per raccogliere fondi».

Un’équipe di esperti pronti a mettersi all’opera

Intanto è già stata creata una vera e propria “équipe” di esperti, pronti a mettersi all’opera: l’impresa Arlunno (che ha già operato sul Battistero di Novara, per le parti in muratura), la “Corniceria del Valentino” per gli apparati lignei e la ditta “Marzi” di Pogno, specializzata nel restauro di organi antichi. Ed è proprio l’organo (che grazie alle sapienti mani di Matteo Camagna, organista della cattedrale di Casale Monferrato, venerdì sera ha dato ancora ottima prova delle sue performance) la “perla” più preziosa: «Quello che vediamo oggi – ha spiegato Stefano Marzi – è da attribuire a Luigi Maria Biroldi, discendente di una storica famiglia di organari varesini, e risale al 1835. Ma il primo organo, di cui Biroldi ha recuperato alcune canne, è stato invece costruito da Andrea Gavinelli addirittura nel 1687».
Laura Cavalli

Continua la lettura di Chiesa di San Giovanni Decollato, un gioiello da restituire alla città sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/chiesa-di-san-giovanni-decollato-un-gioiello-da-restituire-alla-citta/feed/ 0
Vigili del fuoco e Cri per la ricerca di persone scomparse https://corrieredinovara.com/attualita/vigili-del-fuoco-e-cri-per-la-ricerca-di-persone-scomparse/ https://corrieredinovara.com/attualita/vigili-del-fuoco-e-cri-per-la-ricerca-di-persone-scomparse/#comments Thu, 15 Nov 2018 09:52:42 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67762 Vigili del fuoco e Cri per la ricerca di persone scomparse. Firmato in prefettura documento per un maggior coordinamento. Vigili del fuoco e Cri per la ricerca persone Un protocollo tra Corpo dei Vigili del fuoco e la Croce Rossa italiana per sviluppare congiuntamente le procedure di allertamento e intervento in caso di ricerca di […]

Continua la lettura di Vigili del fuoco e Cri per la ricerca di persone scomparse sul portale Corriere di Novara.

]]>
Vigili del fuoco e Cri per la ricerca di persone scomparse. Firmato in prefettura documento per un maggior coordinamento.

Vigili del fuoco e Cri per la ricerca persone

Un protocollo tra Corpo dei Vigili del fuoco e la Croce Rossa italiana per sviluppare congiuntamente le procedure di allertamento e intervento in caso di ricerca di persone scomparse. La firma è avvenuta in prefettura, presenti il prefetto Rita Piermatti, il comandante provinciale di Novara dei Vigili del Fuoco Calogero Turturici e il rappresentante del Comitato di Novara della Croce Rossa Italiana il presidente Paolo Pelizzari.

Nuovo Codice della Protezione civile

Il Comandante Turturici ha spiegato come «questa convenzione si inquadra nell’ambito del nuovo codice della protezione civile che incarica il Corpo nazionale dei Vigili del fuco del coordinamento dei soccorsi in zone “calde”. La Croce rossa italiana è un Corpo dello Stato e forti dell’esperienza già avuta in provincia di Biella abbiamo riproposto anche per il Novarese lo stesso accordo, relativo alla ricerca di persone scomparse in zone impervie. Una realtà che per il Novarese riguarda principalmente le zone boscose del Mottarone e quella collinare del Monte Fenera e del Pian del Rosa ma che può interessare anche i boschi della parte bassa del Ticino. Il protocollo serve ad ottimizzare l’efficienza dell’intervento ed evitare e ridurre le tempistiche, quanto mai importanti nei casi di ricerca. Saranno fatti congiuntamente dei corsi di formazione del personale per poter usare tutte le competenze necessarie».

Corsi di formazione e procedure condivise

Il presidente della Croce Rossa novarese Paolo Pelizzari ha commentato: «Fino ad oggi il rapporto tra i due Corpi avveniva in momenti di emergenza. Il territorio provinciale di Novara ha sei comitati della Croce rossa. Tutti hanno aderito all’iniziativa, collaborato a questo progetto con entusiasmo».
Il prefetto di Novara Rita Piermatti ha sottolineato come «il protocollo viene firmato sotto l’egida della prefettura in rappresentanza del Governo. Un’iniziativa importante che speriamo possa trovare altre forme di collaborazione».
m.d.

Continua la lettura di Vigili del fuoco e Cri per la ricerca di persone scomparse sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/vigili-del-fuoco-e-cri-per-la-ricerca-di-persone-scomparse/feed/ 1
Città della salute, sarà finita in cinque anni https://corrieredinovara.com/attualita/citta-della-salute-sara-finita-in-cinque-anni/ https://corrieredinovara.com/attualita/citta-della-salute-sara-finita-in-cinque-anni/#comments Thu, 15 Nov 2018 09:31:52 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67759 Città della salute, sarà finita in cinque anni. Nell’area di Piazza d’Armi è iniziata la bonifica e a breve partiranno gli espropri. Città della salute, sarà finita in cinque anni L’avvio del bando di gara all’inizio del 2019, circa un anno per aggiudicare l’appalto e quattro per portare a termine i lavori. Questa volta la […]

Continua la lettura di Città della salute, sarà finita in cinque anni sul portale Corriere di Novara.

]]>
Città della salute, sarà finita in cinque anni. Nell’area di Piazza d’Armi è iniziata la bonifica e a breve partiranno gli espropri.

Città della salute, sarà finita in cinque anni

L’avvio del bando di gara all’inizio del 2019, circa un anno per aggiudicare l’appalto e quattro per portare a termine i lavori. Questa volta la nuova Città della salute e della scienza è davvero ai nastri di partenza. Parola del direttore generale dell’Azienda ospedaliero universitaria “Maggiore della Carità”, Mario Minola, intervenuto martedì sera alla sede di Confartigianato Piemonte Orientale insieme al sindaco Alessandro Canelli. «Alla nuova Città della salute – ha detto il presidente di Confartigianato Michele Giovanardi – guardiamo come cittadini e come imprenditori, per capire quale sarà il futuro della città. E se le imprese del territorio potranno essere protagoniste di questo nuovo disegno».
E’ stato il direttore Amleto Impaloni a dare il “la” a Minola: «Novara avrà una struttura d’eccellenza. Ma quali saranno i tempi?».

Quasi un ventennio per arrivare al via

Minola ha ricostruito le tappe che, dal 2001, hanno attraversato quasi un ventennio per arrivare finalmente (quasi) al via. «Entro il 7 dicembre ci dovrà essere la consegna del progetto di fattibilità economica, che dovrà poi essere validato entro il 15 dicembre. E a inizio 2019 potrà partire il bando di gara».
Con l’ausilio di slide, Minola ha illustrato, nei dettagli, la “fotografia” della nuova Città della salute, che – a differenza dell’ospedale attuale – «non sarà più organizzata con il sistema “a silos”, con tanti padiglioni non interconnessi tra loro. La sanità moderna richiede un’integrazione di saperi, di didattica e di ricerca».

Un progetto da oltre 320 milioni di euro

Il progetto – del costo complessivo di oltre 320 milioni di euro – prevede quattro padiglioni a “L” di due piani fuori terra, uniti per mezzo di un corridoio verticale, un grande edificio con pianta rettangolare dove è posizionata l’università, un edificio per la cura della mamma e del bambino, con forma ellittica, che si affaccia sul parco, un edificio per le attività di alta tecnologia e un padiglione per le aree direzionali e di insegnamento. Complessivamente, la superficie della nuova Città della salute sarà di 172.000 metri quadri. Intanto, mentre si aspetta di poter fare il bando per assegnare i lavori, sono partiti gli interventi preliminari. «Questo mese è iniziata la bonifica, ad opera di un’impresa del Vco – ha annunciato Minola – Stiamo abbattendo i capannoni militari. E a breve avvieremo gli espropri dei terreni nell’area del parco della Battaglia».
Laura Cavalli

Leggi di più sul Corriere di Novara di giovedì 15 novembre 2018

Continua la lettura di Città della salute, sarà finita in cinque anni sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/citta-della-salute-sara-finita-in-cinque-anni/feed/ 1
Aggressione al Ryan’s, trovati e denunciati i responsabili https://corrieredinovara.com/cronaca/aggressione-al-ryans-trovati-e-denunciati-i-responsabili/ https://corrieredinovara.com/cronaca/aggressione-al-ryans-trovati-e-denunciati-i-responsabili/#respond Thu, 15 Nov 2018 08:36:25 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67756 Aggressione al Ryan’s, trovati e denunciati i responsabili. Due giovani erano stati picchiati nel parcheggio in zona via Morera. Aggressione al Ryan’s, denunciati i responsabili A seguito di un’accurata attività investigativa, il personale della Questura di Novara è riuscito ad identificare e denunciare tre persone, cittadini italiani, autori dell’aggressione avvenuta il 20 ottobre ai danni […]

Continua la lettura di Aggressione al Ryan’s, trovati e denunciati i responsabili sul portale Corriere di Novara.

]]>
Aggressione al Ryan’s, trovati e denunciati i responsabili. Due giovani erano stati picchiati nel parcheggio in zona via Morera.

Aggressione al Ryan’s, denunciati i responsabili

A seguito di un’accurata attività investigativa, il personale della Questura di Novara è riuscito ad identificare e denunciare tre persone, cittadini italiani, autori dell’aggressione avvenuta il 20 ottobre ai danni di due giovani nei pressi della discoteca “Ryan’s”. Un equipaggio della Squadra Volante nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 ottobre era intervenuto a seguito di una segnalazione relativa all’aggressione da parte di un gruppo di persone, datosi poi alla fuga, ai danni di due giovani.

Violento litigio

L’equipaggio della Volante giunto sul posto apprendeva dal personale di vigilanza del locale che all’interno del discobar un gruppo di ragazzi aveva iniziato a litigare per futili motivi e che la lite era proseguita all’esterno del locale, nei pressi del parcheggio. Gli aggressori si erano poi dati alla fuga mentre uno dei ragazzi aggrediti aveva dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso dell’ospedale “Maggiore” per una grossa ferita alla tempia, dovuta a un oggetto contundente.

Lesioni gravi

L’altro aggredito aveva riportato una lesione a un braccio sempre a causa di un colpo vibrato con un oggetto contundete. Le indagini hanno portato a identificare e denunciare i tre aggressori per il reato di lesioni gravi in concorso. L’episodio si inserisce in una serie di interventi della Volante nella zona tra via Morera e via XX Settembre avvenuti nelle scorse settimane. Gli eccessi della “movida” con liti, schiamazzi e danneggiamenti erano stati segnali anche al Corriere di Novara dai residenti in zona.
m.d.

Continua la lettura di Aggressione al Ryan’s, trovati e denunciati i responsabili sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/aggressione-al-ryans-trovati-e-denunciati-i-responsabili/feed/ 0
Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara https://corrieredinovara.com/attualita/ferie-solidali-anche-per-i-dipendenti-del-comune-di-novara/ https://corrieredinovara.com/attualita/ferie-solidali-anche-per-i-dipendenti-del-comune-di-novara/#respond Wed, 14 Nov 2018 15:43:11 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67753 Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara. Perugini: “Un modo per dare concretamente la possibilità di essere vicini ai colleghi”. Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara L’iniziativa “ferie e riposi solidali” approda anche tra i dipendenti del Comune di Novara. Come già sperimentato in altri Enti e aziende […]

Continua la lettura di Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara. Perugini: “Un modo per dare concretamente la possibilità di essere vicini ai colleghi”.

Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara

L’iniziativa “ferie e riposi solidali” approda anche tra i dipendenti del Comune di Novara. Come già sperimentato in altri Enti e aziende private, anche i dipendenti comunali potranno “su base volontaria e a titolo gratuito – spiega l’assessore al Personale Federico Perugini – “cedere” giornate di ferie maturate e non fruite nell’anno in corso eccedenti le quattro settimane annuali e anche i quattro giorni di riposo derivanti dalle festività soppresse a beneficio di  un collega che si trovi nella situazione di dover assistere figli minori per particolari condizioni di salute”.

“Un modo per dare concretamente la possibilità di essere vicini ai colleghi”

“Ci sembra che questa possibilità coniughi le esigenze del dipendente che si trova in una situazione di oggettiva difficoltà con la volontà di sostenerlo che spesso viene espressa da parte dei colleghi. Negli uffici lavorano persone tra le quali si instaurano rapporti che vanno, ovviamente, al di là dell’ambito lavorativo. C’è spesso condivisione delle problematiche personali e familiari e penso che questa iniziativa, peraltro prevista dal Contratto collettivo nazionale dei lavoratori, sia un modo per dare concretamente la possibilità di essere davvero vicini ai colleghi”.

Come avviene il “passaggio”

Saranno i dipendenti in situazione di necessità a dover presentare  il modulo di richiesta, reiterabile, indicando il numero di giornate (fino a un massimo di trenta giorni per ciascuna domanda) “corredato – precisa l’assessore – dalla certificazione che attesti lo stato di necessità di prestazione delle cure e che deve essere rilasciata esclusivamente da una struttura sanitaria pubblica o convenzionata. Il Comune provvederà quindi  a informare il personale dando notizia dell’esigenza segnalata tramite gli abituali canali di comunicazione interna. I dipendenti che intendono aderire e che dovranno aver fruito completamente delle proprie ferie e permessi, dovranno a loro volta comunicare il numero di giornate di ferie o riposo che intendono cedere e l’Ente, dopo le verifiche e nel rispetto della normativa, provvederà a informare i dipendenti richiedenti della disponibilità riscontrata”.

Continua la lettura di Ferie solidali anche per i dipendenti del Comune di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/ferie-solidali-anche-per-i-dipendenti-del-comune-di-novara/feed/ 0
Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara https://corrieredinovara.com/attualita/settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti-le-iniziative-a-novara/ https://corrieredinovara.com/attualita/settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti-le-iniziative-a-novara/#respond Wed, 14 Nov 2018 15:34:57 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67751 Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara. Il tema di quest’anno è “Rifiuti pericolosi”. Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara Il Comune di Novara aderisce alla decima edizione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti che si terrà dal 17 al 25 novembre su iniziativa […]

Continua la lettura di Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara. Il tema di quest’anno è “Rifiuti pericolosi”.

Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara

Il Comune di Novara aderisce alla decima edizione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti che si terrà dal 17 al 25 novembre su iniziativa della Commissione europea. “Insieme con Assa Novara, Consorzio di Bacino Basso Novarese e altri soggetti partner – spiega l’assessore all’Ambiente Marina Chiarelli – è stato predisposto un calendario di appuntamenti e iniziative di approfondimento sull’argomento rivolti ai cittadini, alle scuole e alle aziende. Il tema di quest’anno è “Rifiuti pericolosi”, che nel nostro Paese sono sottoposti a una normativa molto complessa che prevede interventi di recupero e smaltimento molto particolari. C’è quindi la necessità di informare e sensibilizzare i cittadini sull’importanza di ridurre i rifiuti e sul loro corretto smaltimento, attraverso comportamenti da adottare nella vita di tutti i giorni”.

Il tema di quest’anno è “Rifiuti pericolosi”

Il presidente di Assa Riccardo Lanzo ricorda che “l’Azienda presenterà le attività didattiche sulle tematiche ambientali che i nostri tecnici ed esperti svolgeranno durante l’anno scolastico 2018-2019 con gli alunni delle Scuole novaresi: la prevenzione, infatti, passa proprio attraverso l’educazione al rispetto dell’ambiente che inizia nelle aule scolastiche e che può essere veicolo di attenzione permanente rispetto ai temi dell’ecologia”. Durante la conferenza stampa di presentazione delle iniziative sono stati ricordati la mostra Eco con le opere di Enrica Borghi realizzate con materiali di scarto e lo spettacolo “Mosè in Egitto” in programma questo week-end al Teatro Coccia per le cui scene e costumi l’artista cubano Josè Yaque ha utilizzato materiali riciclati realizzati da “Officina Scart®” di Waste recycling – Gruppo Herambiente.

Il programma

Giovedì 22 novembre alle 17 al Castello incontro di formazione per insegnanti delle scuole primarie e medie “I rifiuti pericolosi nella vita di tutti i giorni – Focus sulle raccolte differenziate e le possibili alternative da proporre in classe”. Venerdì 23 novembre alle 16.30 sempre al castello convegno per illustrare a cittadini ed aziende la situazione della raccolta rifiuti pericolosi e Raee sul nostro territorio, gli sviluppi futuri, l’importanza di un corretto trattamento. Domenica 25 novembre dalle 15 alle 19 al Circolo dei lettori al Broletto laboratori rivolti ai bambini delle Scuole Primarie su come realizzare alternative ecologiche ai prodotti di pulizia che usiamo nelle nostre case. Infine dal 17 al 25 novembre sarà allestita nel sottoportico della Galleria Giannoni la mostra “Antropocene” a cura della Società fotografica novarese. Saranno anche esposti i lavori partecipanti al concorso indetto da Pro Natura Novara “La natura minacciata”.

 

Continua la lettura di Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, le iniziative a Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/settimana-europea-per-la-riduzione-dei-rifiuti-le-iniziative-a-novara/feed/ 0
Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio https://corrieredinovara.com/economia/pmi-day-piu-di-700-studenti-in-visita-alle-aziende-del-territorio/ https://corrieredinovara.com/economia/pmi-day-piu-di-700-studenti-in-visita-alle-aziende-del-territorio/#respond Wed, 14 Nov 2018 15:03:31 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67745 Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio. L’iniziativa è promossa a livello nazionale dalla Piccola Industria di Confindustria. Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio Si svolgerà venerdì 16 novembre l’edizione 2018 del “Pmi Day”, la giornata delle piccole e medie imprese promossa a livello […]

Continua la lettura di Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio. L’iniziativa è promossa a livello nazionale dalla Piccola Industria di Confindustria.

Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio

Si svolgerà venerdì 16 novembre l’edizione 2018 del “Pmi Day”, la giornata delle piccole e medie imprese promossa a livello nazionale dalla Piccola Industria di Confindustria. Nell’ambito della giornata 713 gli studenti, provenienti da 39 classi del triennio di sei istituti scolastici superiori del Novarese, accompagnati da 40 insegnanti, visiteranno 27 aziende del territorio.

Raccontare le imprese ai ragazzi

«Il riscontro a questa iniziativa – spiega il presidente del Comitato per la Piccola Industria dell’Associazione Industriali di Novara, Roberto Francoli (nella foto) – è stato ancora una volta molto positivo, sia da parte delle scuole sia da parte delle aziende del territorio, che ringraziamo per la loro crescente disponibilità. L’obiettivo è quello di raccontare le imprese, il loro ruolo produttivo e sociale, mostrare come nasce un prodotto o un servizio, come un’idea si trasforma in progetto e la passione in risultato. Grazie alla collaborazione con Confagricoltura avviata due anni fa, inoltre, in una decina di province italiane, tra cui in Piemonte quelle di Alessandria, Novara, Torino e Vercelli, le visite si svolgeranno in alcune aziende agricole, dando l’opportunità ai giovani di conoscere il valore di una filiera produttiva molto importante per il Novarese».

Le scuole e le aziende coinvolte

Gli alunni coinvolti nell’iniziativa, che quest’anno ha il supporto a livello nazionale di 4.Manager, provengono dagli Itis Omar e Fauser, dall’Istituto professionale Bellini, dall’Its Nervi, dall’Istituto agrario Bonfantini di Novara e dall’Istituto Leonardo da Vinci di Borgomanero. Le aziende che ospiteranno i giovani visitatori sono: Algodue Elettronica (Maggiora), Azienda agricola La Maddalena (Sillavengo), Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della carità” (Novara), Balchem Italia (Marano Ticino), Biogas agricola (Cameri) , Boca (San Pietro Mosezzo), Brandoni (Romagnano Sesia), Cavanna (Prato Sesia), Comie (Sizzano), Ebano (Novara), F.lli Francoli (Ghemme), Fandis (Borgo Ticino), G. F. Services (Novara), Gessi (Serravalle Sesia), Geo4map (Novara), Gottifredi Maffioli (Novara), Italgrafica (Novara), Ivr (Boca), Latteria sociale di Cameri (Cameri), Michele Letizia (Cerano), Neocos (Borgomanero), Olivari (Borgomanero), Procos (Cameri), Sarpom (Trecate), Schaeffler Italia (Momo), Sellmat (Prato Sesia) e Zamasport (Novara).

La lotta alla contraffazione

«Il “Pmi Day” – aggiunge Francoli – è inserito nella “Settimana della Cultura d’Impresa”, organizzata da Confindustria e giunta quest’anno alla 17a edizione, e nella “Settimana Europea delle Pmi”, promossa dalla Commissione europea, e coinvolge in tutta Italia oltre 1.100 aziende e più di 42mila giovani. Grazie alla collaborazione con il gruppo tecnico sul “Made-In” di Confindustria anche questa edizione avrà come focus principale la lotta alla contraffazione, allargata al tema del cosiddetto “Italian Sounding” e della proprietà intellettuale. Si parlerà, inoltre, di cultura della prevenzione e di resilienza attraverso il Programma gestione emergenze, nato dall’esperienza di Confindustria Fermo in occasione del terremoto in Emilia nel 2012 e che è diventato un progetto nazionale in sinergia con la Protezione Civile».

v.s.

 

Continua la lettura di Pmi Day, più di 700 studenti in visita alle aziende del territorio sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/pmi-day-piu-di-700-studenti-in-visita-alle-aziende-del-territorio/feed/ 0
Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne https://corrieredinovara.com/attualita/strawoman-fa-tappa-a-novara-la-corsa-contro-la-violenza-sulle-donne/ https://corrieredinovara.com/attualita/strawoman-fa-tappa-a-novara-la-corsa-contro-la-violenza-sulle-donne/#respond Wed, 14 Nov 2018 11:55:05 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67742 Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne. Sabato 24 novembre la manifestazione podistica aperta a tutti. Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne Farà tappa a Novara sabato 24 novembre Strawoman, la corsa rosa contro la violenza sulle donne. L’evento è stato presentato questa mattina […]

Continua la lettura di Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne sul portale Corriere di Novara.

]]>
Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne. Sabato 24 novembre la manifestazione podistica aperta a tutti.

Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne

Farà tappa a Novara sabato 24 novembre Strawoman, la corsa rosa contro la violenza sulle donne. L’evento è stato presentato questa mattina in Municipio. “Si tratta di una manifestazione molto importante che cade proprio a ridosso della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne (il 25 novembre, ndr) – ha detto l’assessore comunale allo Sport Marina Chiarelli – Un fenomeno vergognoso che si esprime non solo come violenza fisica ma anche psicologica. Invito tutti, donne e uomini a partecipare a questa iniziativa festosa che unisce il benessere dello sport ad una causa su cui bisogna mantenere alta l’attenzione”.

Alla manifestazione anche l’ospedale “Maggiore” e l’Ordine della professione ostetrica

Anche l’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” aderisce alla manifestazione. “La nostra realtà – ha spiegato la dottoressa Edit Shahi, dirigente medico della Direzione sanitaria dei Presidi ospedalieri e referente aziendale del Gruppo vittime di violenza – lavora in sinergia e coopera con la rete impegnata sul fronte della difesa delle donne maltrattate, rete costituita dal Dipartimento delle pari opportunità della Provincia, dal Comune quale Centro anti-violenza provinciale, dall’Asl No, da associazioni di volontariato, forze dell’ordine e autorità giudiziaria. Come referente del Gruppo Aziendale contro la violenza di genere credo nel valore aggiunto di questa iniziativa che, attraverso lo sport e lo stare insieme, persegue l’obiettivo di contrastare un problema sociale sempre attuale”.Oltre all’ospedale partecipa all’evento anche l’Ordine interprovinciale della Professione ostetrica delle province di Novara, Vco, Biella e Vercelli.

Organizza Italia Runners con Sandro Negri

L’evento è organizzato dall’associazione sportiva “Italia Runners” in diverse città italiane: quella di Novara sarà la decima e ultima tappa per il 2018. “Il ritrovo sarà dalle ore 14 in piazza Gramsci – ha spiegato il referente Sergio Palazzo – dove sarà allestito il village e ci sarà musica e intrattenimento. La partenza sarà poi alle 15. Il percorso, che si può completare anche camminando, è di 5 km. Con la quota di partecipazione di 10 euro si riceve la maglietta rosa tecnica, la medaglia e tanti gadget”. partecipando inoltre si sostengono i progetti di Actionaid contro la violenza domestica. A Novara “Italia Runners” è affiancato nella realizzazione della Strawoman da Sandro Negri: “Come l’anno scorso mi sono occupato del percorso e di alcuni aspetti organizzativi – ha detto – è sempre un’emozione vedere i runner invadere la città in questo caso con un obiettivo così importante”. Per informazioni e iscrizioni www.strawoman.it o tel. 331 4370677.

Valentina Sarmenghi

Continua la lettura di Strawoman, fa tappa a Novara la corsa contro la violenza sulle donne sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/strawoman-fa-tappa-a-novara-la-corsa-contro-la-violenza-sulle-donne/feed/ 0
Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese https://corrieredinovara.com/attualita/lettera-e-testamento-campagna-lasciti-testamentari-fondazione-comunita-novarese/ https://corrieredinovara.com/attualita/lettera-e-testamento-campagna-lasciti-testamentari-fondazione-comunita-novarese/#respond Wed, 14 Nov 2018 11:24:26 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67738 Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese. Realizzato un toccante video animato sul tema. Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese Si chiama “Lettera e Testamento” la nuova campagna lanciata dalla Fondazione Comunità Novarese Onlus sui lasciti testamentari. L’iniziativa è stata […]

Continua la lettura di Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese sul portale Corriere di Novara.

]]>
Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese. Realizzato un toccante video animato sul tema.

Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese

Si chiama “Lettera e Testamento” la nuova campagna lanciata dalla Fondazione Comunità Novarese Onlus sui lasciti testamentari. L’iniziativa è stata presentata ieri al Circolo dei Lettori. Un lascito testamentario è un atto con cui una persona esprime nel proprio testamento la volontà di destinare una parte dei suoi beni a favore di finalità e opere sociali.

Possibilità di creare fondi patrimoniali

lettera e testamento materialiCome ha spiegato anche il notaio Emanuele Caroselli, fare un lascito nel testamento alla Fondazione di Comunità del proprio territorio non significa destinare necessariamente tutto il tuo patrimonio a favore di un progetto di solidarietà o di finalità sociale. Si può contribuire anche con un piccolo lascito che la Fondazione s’impegnerà a trasformare in aiuto concreto seguendo le volontà del donatore. Solo grazie alla Fondazione di Comunità è possibile, poi, creare un Fondo patrimoniale per realizzare i progetti e le volontà indicate nell’atto testamentario, con la garanzia di massima trasparenza e continuità nel tempo.

Strumento prezioso

“La Fondazione Comunità Novarese ha aderito alla campagna sui lasciti promossa dall’Istituto Italiano del Dono, insieme a Fondazione Cariplo – ha spiegato il segretario di FCN Gianluca Vacchini – Per questo ha attivato una serie di azioni di promozione come la distribuzione di materiali informativi cartacei e l’organizzazione di incontri come quello che si terrà il prossimo 30 novembre all’Ain. E’ importante sviluppare la cultura verso questo strumento così prezioso: in Italia ancora si pensa alla morte solo come a un fatto negativo e del quale non bisogna parlare, diversamente da quanto avviene nei Paesi anglosassoni. Invece può veramente fare la differenza”.

Il futuro del verbo Donare

L’incontro del 30 novembre inizierà alle 14.30 e s’intitola “Lascito solidale: il futuro del verbo Donare – Un gesto d’amore e solidarietà”. E’ realizzato da FCN con il Consiglio Notarile di Novara, Vercelli e Casale Monferrato, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Novara e l’Ordine degli Avvocati di Novara. Interverranno Stefano Malfatti, Direttore Comunicazione e Raccolta Fondi Istituto Serafico di Assisi, Emanuele Caroselli, notaio e Consigliere FCN, Roberto Santagostino, commercialista e Consigliere FCN, e l’avvocato Andrea Zanetta. L’incontro è libero e gratuito per tutti previa iscrizione chiamando la Fondazione allo 0321 611781 oppure inviando una mail a info@fondazionenovarese.it.

Il video “A misura d’uomo”

Al termine della conferenza stampa è stato infine proiettato il video realizzato da FCN per promuovere i lasciti testamentari. Il video animato dal titolo “A misura d’uomo” narra la storia di papà Carlo, del figlio Giulio e della loro comunità di appartenenza con le illustrazioni dell’artista novarese Valeria Belloro. Il video, allo stesso tempo molto emozionante e molto chiaro nel messaggio che vuole trasmettere, si può visualizzare a questo link.  Per altre informazioni si può consultare il sito della Fondazione.

Valentina Sarmenghi

Continua la lettura di Lettera e Testamento, al via la campagna sui lasciti testamentari della Fondazione Comunità Novarese sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/lettera-e-testamento-campagna-lasciti-testamentari-fondazione-comunita-novarese/feed/ 0
Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi e la targa Top Green https://corrieredinovara.com/attualita/comuni-fioriti-a-stresa-confermati-4-fiori-rossi-e-la-targa-top-green/ https://corrieredinovara.com/attualita/comuni-fioriti-a-stresa-confermati-4-fiori-rossi-e-la-targa-top-green/#respond Wed, 14 Nov 2018 07:52:20 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67735 Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi e la targa Top Green. A Bognanco il premio speciale per i lavatoi fioriti. Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi Due fiori rossi a Carpignano Sesia e Oleggio Castello per la provincia di Novara, e a Belgirate e Gravellona Toce per il Verbano Cusio Ossola; […]

Continua la lettura di Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi e la targa Top Green sul portale Corriere di Novara.

]]>
Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi e la targa Top Green. A Bognanco il premio speciale per i lavatoi fioriti.

Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi

Due fiori rossi a Carpignano Sesia e Oleggio Castello per la provincia di Novara, e a Belgirate e Gravellona Toce per il Verbano Cusio Ossola; tre fiori rossi a Baveno e Bognanco (entrambi nel Vco, quest’ultimo ha ricevuto anche la targa per il concorso “Lavatoi Fioriti”); quattro fiori rossi confermati per Stresa (VB); targa per il Giardino Giapponese Privato nel Comune di Anzola d’Ossola (VB). Sono questi i risultati della premiazione dei Comuni Fioriti, iniziativa promossa da Asproflor, l’Associazione dei Produttori florovivaisti, che si è tenuta domenica 11 novembre al Palazzo dei Congressi della Fiera di Bologna all’interno di Eima International.

Pomaretto vincitore assoluto

Vincitore assoluto è Pomaretto, centro montano del Pinerolese, decretato il Comune più fiorito d’Italia. Uncem, Unione nazionale dei Comuni montani, che da sei anni patrocina la rete, ha anche assegnato la sua targa speciale al comune di Varallo Sesia. Moltissimi altri premi sono stati assegnati nel corso della giornata: nella categoria dei Comuni Turistici il primo posto è andato a Spello (PG), il secondo a La Thuile (AO). Per i Comuni fino a 1.000 abitanti, primo premio a Usseaux (TO), secondo a Fai della Paganella (TN). Nel 2019 saranno Spello, nel cuore dell’Umbria, e Usseaux in Val Chisone, a rappresentare l’Italia al concorso mondiale “Communities in Bloom”. Per i Comuni da 1.000 a 5.000 abitanti, primo premio a Molveno (TN), secondo a Pinasca (TO). Per i Comuni con più di 5.000 abitanti, primo posto a Bardolino (VR), secondo a Alba (CN).

182 Comuni fioriti

I quattro fiori Oro del concorso nazionale sono stati assegnati come detto a Pomaretto (TO), Comune guidato da Danilo Breusa (presente a Bologna con 50 concittadini) che quest’anno ha partecipato alla competizione mondiale “Communities in Bloom” e vinto quattro fiori d’argento. Pomaretto ospiterà la finale del 2019 del concorso.  In totale poi a Bologna sono stati assegnati ai 182 Comuni della rete diversi riconoscimenti, in base al grado di fioritura ottenuto: tra questi anche quelli già citati nelle province di Novara e del Vco.

Anche la targa Top Green

In particolare Stresa si afferma tra le municipalità con più attenzione per il verde e le fioriture: ha infatti ricevuto anche la targa Comune Fiorito Top Green riservata ai comuni che hanno investito maggiori risorse economiche per la cura e la manutenzione del verde e delle fioriture, in rapporto alla popolazione residente. Tra i 200 comuni iscritti al concorso, Stresa ha condiviso il premio con le città di Merano, Grado, Savigliano, Pré Saint Didier e Cervia. A ritirare il premio il vicesindaco Carlo Falciola e l’assessore al turismo Alberto Galli. La delegazione ha promosso Stresa e il suo territorio con un proprio stand espositivo e relative guide informative.

v.s.

 

Continua la lettura di Comuni fioriti, a Stresa confermati 4 fiori rossi e la targa Top Green sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/comuni-fioriti-a-stresa-confermati-4-fiori-rossi-e-la-targa-top-green/feed/ 0
Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa https://corrieredinovara.com/economia/sicurezza-nei-cantieri-siglato-protocollo-dintesa/ https://corrieredinovara.com/economia/sicurezza-nei-cantieri-siglato-protocollo-dintesa/#respond Tue, 13 Nov 2018 17:38:28 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67732 Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa tra Senfors, Cassa edile e Spresal. Gli enti si sono impegnati a collaborare e promuovere iniziative comuni. Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa Nell’ottica di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, della prevenzione degli infortuni e della malattie professionali, è stato siglato il Protocollo di Intesa tra Senfors […]

Continua la lettura di Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa sul portale Corriere di Novara.

]]>
Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa tra Senfors, Cassa edile e Spresal. Gli enti si sono impegnati a collaborare e promuovere iniziative comuni.

Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa

Nell’ottica di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, della prevenzione degli infortuni e della malattie professionali, è stato siglato il Protocollo di Intesa tra Senfors (Sistema Edile Novarese Formazione e Sicurezza di Novara), Cassa Edile di Mutualità e di Assistenza di Novara e Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (Spresal) dell’Asl No. Il Piano Nazionale di Prevenzione in Edilizia 2014/2018 prevede, infatti, fra le sue azioni, la riduzione degli infortuni e delle malattie professionali attraverso la realizzazione di accordi di collaborazione con gli organismi paritetici.

Collaborazione e iniziative comuni

Il Protocollo siglato è finalizzato a sviluppare la più ampia collaborazione nell’ambito della materia della salute e sicurezza sul lavoro e della formazione professionale, promuovendo il reciproco scambio di informazioni e un’attività sinergica sulle iniziative comuni. In particolare vengono messe in atto azioni coordinate per garantire la promozione della sicurezza della salute e del benessere nel lavoro, la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali; per contrastare le irregolarità delle condizioni di lavoro e la concorrenza sleale che si ripercuote necessariamente sui costi del lavoro e della sicurezza stessa; per diffondere la cultura della legalità, della sicurezza e della qualità del lavoro, favorendo una piena e più efficace attuazione degli strumenti normativi a disposizione.

Attività di vigilanza

I sottoscrittori si impegnano, per ciascun ambito di competenza, a mantenere l’attività di vigilanza nei cantieri edili e a garantire continuità e razionalizzazione dei medesimi sul territorio orientandoli verso i problemi di salute e di sicurezza che risultano essere prioritari. Si impegnano, inoltre, a favorire il processo di omogeneizzazione dei criteri di controllo nei cantieri edili e a dare una maggiore leggibilità delle attività di prevenzione e vigilanza. Vengono implementate le attività di informazione e formazione come utile strumento di promozione della cultura della prevenzione in ambito edile attraverso un impegno coordinato degli attori che intervengono in tale ambito.

Prevenzione e controllo

“Il Servizio Spresal investe molte delle sue risorse nell’attività di prevenzione e controllo nel settore delle costruzioni, tuttora critico soprattutto per quanto riguarda gli infortuni gravi – afferma Ivana Cucco, direttore dello Spresal –  Siamo convinti che solo un’azione coordinata e congiunta, che si sviluppi su criteri di priorità, possa migliorare l’efficacia delle azioni svolte”.

Formazione regolarità contributiva

Grande soddisfazione è stata espressa dai rappresentanti degli imprenditori Marco Cometti e Cristian Borghese, rispettivamente presidenti di Senfors e Cassa Edile, che sottolineano come la fiducia espressa con l’accordo sia un importante riconoscimento per l’ottimo lavoro che gli Enti stanno svolgendo ormai da molti anni sulle tematiche della sicurezza, della formazione e della regolarità contributiva. Anche le rappresentanze sindacali rappresentate dai vicepresidenti di Senfors e Cassa Edile, rispettivamente Luca Bartolini e Gianni Marani, sono convinti che l’impegno coordinato di questi attori sul nostro territorio possa concorrere alla riduzione degli infortuni e delle malattie professionali.

 

Continua la lettura di Sicurezza nei cantieri, siglato protocollo d’intesa sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/sicurezza-nei-cantieri-siglato-protocollo-dintesa/feed/ 0
Offerte di lavoro: Assa S.p.A. ricerca nuovi collaboratori. Ecco i bandi https://corrieredinovara.com/economia/offerte-di-lavoro-assa-s-p-a-ricerca-nuovi-collaboratori-ecco-i-bandi/ https://corrieredinovara.com/economia/offerte-di-lavoro-assa-s-p-a-ricerca-nuovi-collaboratori-ecco-i-bandi/#respond Wed, 14 Nov 2018 15:59:59 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67749 Assa S.p.A. ricerca Lavoratori, in contratto di apprendistato professionale, per la posizione di coordinatore, area di classificazione tecnica e amministrativa, livello 5°B del CCNL servizi ambientali Utilitalia. Scadenza presentazione domande venerdì 30 novembre 2018. A questo link sul sito www.assanovara.it, l’avviso di selezione e il modulo per la presentazione domanda   Operatore/trice ecologico/a, in contratto di […]

Continua la lettura di Offerte di lavoro: Assa S.p.A. ricerca nuovi collaboratori. Ecco i bandi sul portale Corriere di Novara.

]]>
Assa S.p.A. ricerca

 

  • Operatore/trice ecologico/a, in contratto di apprendistato professionale, area di classificazione Conduzione, livello 3°B del CCNL servizi ambientali Utilitalia addetto alle attività di raccolta, carico, scarico e attività accessorie con l’ausilio di veicoli.
    Scadenza presentazione domande lunedì 19 novembre 2018.
    A questo link sul sito assanovara.it, l’avviso di selezione e il modulo per la presentazione domanda 


Assa S.p.A.  
Via Mirabella 6/8 Novara
Tel.0321.48381

 

Continua la lettura di Offerte di lavoro: Assa S.p.A. ricerca nuovi collaboratori. Ecco i bandi sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/offerte-di-lavoro-assa-s-p-a-ricerca-nuovi-collaboratori-ecco-i-bandi/feed/ 0
Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne https://corrieredinovara.com/attualita/smette-di-piovere-riprendono-le-asfaltature-notturne/ https://corrieredinovara.com/attualita/smette-di-piovere-riprendono-le-asfaltature-notturne/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:33:28 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67730 Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne. Lavori in largo Bellini e via delle Americhe. Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne Date le condizioni atmosferiche favorevoli previste per questa settimana saranno completate le asfaltature notturne precedentemente sospese a causa della pioggia. Il 15 novembre sarà chiuso largo Bellini (lato ingresso Ospedale) per la fresatura […]

Continua la lettura di Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne sul portale Corriere di Novara.

]]>
Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne. Lavori in largo Bellini e via delle Americhe.

Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne

Date le condizioni atmosferiche favorevoli previste per questa settimana saranno completate le asfaltature notturne precedentemente sospese a causa della pioggia. Il 15 novembre sarà chiuso largo Bellini (lato ingresso Ospedale) per la fresatura e l’asfaltatura del tratto da baluardo Massimo D’Azeglio a via Dominioni, con inizio dei lavori alle 20.

Lavori in largo Bellini e via delle Americhe

Il 16 novembre si procederà con la fresatura e l’asfaltatura di via delle Americhe, con inizio alle 20, suddiviso in due parti: ingresso rotatoria di corso della Vittoria, dove verrà momentaneamente chiuso il transito veicolare per due-tre ore per la fresatura e due-tre ore per l’asfaltatura, quindi tratto da via delle Rosette verso corso della Vittoria, dove sarà istituito un senso unico alternato gestito da semaforo.

 

Continua la lettura di Smette di piovere, riprendono le asfaltature notturne sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/smette-di-piovere-riprendono-le-asfaltature-notturne/feed/ 0
Immigrati e lavoro in Piemonte, in aumento il numero di stranieri con un impiego https://corrieredinovara.com/economia/immigrati-e-lavoro-in-piemonte/ https://corrieredinovara.com/economia/immigrati-e-lavoro-in-piemonte/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:28:12 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67728 Immigrati e lavoro in Piemonte, in aumento il numero di stranieri con un impiego. I dati presentati al seminario “Quale autonomia dopo i percorsi di accoglienza?”. Immigrati e lavoro, in aumento il numero di stranieri con un impiego Gli stranieri residenti in Piemonte sono poco più di 400 mila, il 9,7% della popolazione. E’ in […]

Continua la lettura di Immigrati e lavoro in Piemonte, in aumento il numero di stranieri con un impiego sul portale Corriere di Novara.

]]>
Immigrati e lavoro in Piemonte, in aumento il numero di stranieri con un impiego. I dati presentati al seminario “Quale autonomia dopo i percorsi di accoglienza?”.

Immigrati e lavoro, in aumento il numero di stranieri con un impiego

Gli stranieri residenti in Piemonte sono poco più di 400 mila, il 9,7% della popolazione. E’ in aumento nell’ultimo decennio il numero di coloro che ha un impiego, passando dai 112.000 addetti stimati nel 2005 ai 202.000 del 2017 (+90.000 unità). Nello stesso periodo l’occupazione dei cittadini italiani si è ridotta di circa 83.000 addetti, dalle 1.701.000 unità del 2005 alle attuali 1.617.000. Il peso dei cittadini stranieri sul totale degli occupati è quindi salito dal 6,2% all’11%, restando comunque largamente minoritario, in linea con l’incidenza dei residenti non italiani sul totale della popolazione. Nel 2017, inoltre, il 65% degli stranieri risulta occupato nel terziario (con una prevalenza del lavoro domestico), il 30% in quello secondario (il 10% in edilizia) e il 4% in agricoltura.

I dati presentati al seminario “Quale autonomia dopo i percorsi di accoglienza?”

Sempre nel 2017, il tasso di disoccupazione della popolazione straniera risulta pari al 17,4%, contro l’8% degli italiani. Gli stranieri rappresentano inoltre il 23% dei disoccupati e il 28% di coloro che, pur essendo occupati, sono in cerca di lavoro. Sono alcuni dei dati, elaborati dall’osservatorio regionale del mercato del lavoro e presentati durante il seminario “Quale autonomia dopo i percorsi di accoglienza?”, organizzato dalla Regione e dall’Ires Piemonte, in collaborazione con Agenzia Piemonte Lavoro e Anpal Servizi, lunedì 12 novembre all’Atc di Torino. L’appuntamento è stato l’occasione per presentare gli esiti del Piano Integrato per l’inserimento lavorativo e l’integrazione sociale dei migranti, finanziato dal Fondo Politiche Migratorie sulla base dall’accordo di programma tra il Ministero del Lavoro e la Regione Piemonte.

I risultati dell’indagine Ires sui richiedenti asilo

Dopo la presentazione del quadro statistico sulla presenza straniera in Piemonte, sono stati illustrati i risultati dell’indagine realizzata da Ires Piemonte sull’inserimento socio lavorativo di richiedenti asilo e titolari di protezione umanitaria. Quelli presenti nel sistema di accoglienza piemontese (Centri di accoglienza straordinaria e Sprar) al 30/10/2018 sono 11.988 (Dati del Servizio Centrale SPRAR). “Chi entra attraverso il canale della richiesta di asilo, risulta ulteriormente svantaggiato nell’accesso al mercato del lavoro rispetto ad altre categorie di immigrati – come ha sottolineato il Direttore dell’IRES Piemonte, Marco Sisti -. L’indagine dell’IRES Piemonte presentata oggi formula alcune ipotesi sull’esistenza di questo “Refugee Gap” e sul modo in cui esso può essere superato.”

“Necessario favorire l’inserimento lavorativo dei migranti”

“I dati presentati oggi – ha dichiarato l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero – evidenziano la necessità di favorire l’inserimento lavorativo dei migranti rafforzandone le competenze e, in generale, di sostenere l’inclusione sociale della popolazione straniera: la Regione ha adottato a questo scopo un insieme di misure sia attraverso le risorse del Fondo sociale europeo, che pur rivolgendosi a una platea universale, includono nel loro target i migranti, sia attraverso il fondo FAMI destinato in particolare all’integrazione della popolazione straniera.

Il progetto Forwork

“Inoltre l’Agenzia Piemonte Lavoro coordina il progetto Forwork finanziato dalla Commissione Europea e finalizzato all’inclusione socio-lavorativa di richiedenti asilo e rifugiati accolti nei Centri di accoglienza straordinari del Piemonte. In questo contesto, tuttavia, preoccupano molto i potenziali effetti del Decreto Sicurezza del governo che va esattamente nella direzione contraria agli interventi presentati oggi, escludendo, ad esempio, i richiedenti asilo dalle pratiche di formazione e inserimento socio lavorativo, portate avanti finora dagli Sprar”.

“Con il Decreto Sicurezza più difficili i percorsi di inclusione”

“A causa del Decreto Sicurezza – ha aggiunto l’assessore all’Immigrazione Monica Cerutti – sarà più difficile riuscire a portare a termine percorsi di inclusione delle persone migranti. Il sistema dei centri di accoglienza Sprar sarà di fatto smantellato, con il rischio che si creino grandi concentrazioni di persone nei Cas (Centri di Accoglienza Straordinaria). Tutto ciò renderà più complicato il lavoro di accompagnamento che oggi consente ai migranti di inserirsi in una comunità e di avere più possibilità di stringere relazioni fino a trovare anche occupazione”.

“I costi della mancata integrazione superano quelli degli investimenti”

“Come Regione abbiamo messo in campo tanti progetti a sostegno della loro autonomia, uno tra i tanti è Petrarca per l’educazione civico-linguistica, Vesta, Verso Servizi Territoriali Accoglienti, e in ultimo anche l’azione di rafforzamento dell’associazionismo straniero. In questi anni, abbiamo soprattutto quasi raddoppiato il numero di posti disponibili negli Sprar, grazie alla disponibilità di un numero sempre maggiore di comuni. E sono tante le storie di persone che adesso hanno messo radici in Italia, dopo essere passate da questi centri. Ora siamo molto preoccupati, anche per il futuro del sistema per l’inclusione dei minori stranieri non accompagnati, che qui in Piemonte abbiamo costruito con grande fatica. Non dimentichiamo che i costi della mancata integrazione superano quelli degli investimenti in politiche d’integrazione, come ci ricorda la Commissione Europea”.

Lanciato il nuovo portale dell’Osservatorio sull’immigrazione

Nel corso del seminario è stato inoltre lanciato il nuovo portale dell’Osservatorio sull’immigrazione e il diritto d’asilo in Piemonte, gestito da Ires, con dati, analisi, materiali informativi e servizi sul tema dell’immigrazione in Piemonte e la guida pratica per chi vive, studia e lavora in Italia, curata da Asgi, che contiene informazioni su ingresso, soggiorno e permanenza dei cittadini stranieri in Italia, cittadinanza, diritto alla salute, contratti di lavoro, prestazioni sociali, diritto allo studio, minori stranieri non accompagnati, tratta e protezione internazionale.

Continua la lettura di Immigrati e lavoro in Piemonte, in aumento il numero di stranieri con un impiego sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/economia/immigrati-e-lavoro-in-piemonte/feed/ 0
Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna https://corrieredinovara.com/cronaca/truffa-e-sostituzione-di-persona-il-colpevole-scoperto-dal-commissariato-di-omegna/ https://corrieredinovara.com/cronaca/truffa-e-sostituzione-di-persona-il-colpevole-scoperto-dal-commissariato-di-omegna/#respond Tue, 13 Nov 2018 09:09:01 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67726 Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna. E’ un 38enne residente nella provincia di Milano. Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna A settembre 2017 si è presentato al Commissariato di Omegna un cittadino italiano che si era visto contestare fatture per servizi Sky Fastweb […]

Continua la lettura di Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna sul portale Corriere di Novara.

]]>
Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna. E’ un 38enne residente nella provincia di Milano.

Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna

A settembre 2017 si è presentato al Commissariato di Omegna un cittadino italiano che si era visto contestare fatture per servizi Sky Fastweb dei quali non aveva mai usufruito per un’abitazione in cui aveva vissuto in affitto diversi anni prima nel Comune di Milano. Ha sporto quindi denuncia querela per il reato di sostituzione di persona.

Il colpevole è un 38enne della provincia di Milano

Il personale investigativo del Commissariato di Omegna, diretto dal vicequestore Mauro Patera, attraverso accertamenti incrociati, ha identificato in un uomo di 38 anni residente nella provincia di Milano la persona che, entrata in possesso dei dati anagrafici del denunciante, si era di fatto sostituita a lui stipulando un contratto residenziale per la fornitura di servizi tv e telefonici, facendo sì che questi servizi fossero poi contestati all’ignaro omegnese.  L’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica di Milano, competente per territorio, per i reati di sostituzione di persona ai danni dell’omegnese e truffa a danno delle compagnie Sky Fastweb.

v.s.

Continua la lettura di Truffa e sostituzione di persona, il colpevole scoperto dal Commissariato di Omegna sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/truffa-e-sostituzione-di-persona-il-colpevole-scoperto-dal-commissariato-di-omegna/feed/ 0
Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale https://corrieredinovara.com/attualita/novara-indecorosah-persino-da-genova-per-sostenere-la-protesta-contro-il-regolamento-comunale/ https://corrieredinovara.com/attualita/novara-indecorosah-persino-da-genova-per-sostenere-la-protesta-contro-il-regolamento-comunale/#comments Mon, 12 Nov 2018 08:36:23 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67690 Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale. In centro la manifestazione promossa da Novararcobaleno. Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale Sono arrivati da Torino, Milano, Busto Arsizio e persino da Genova per prendere parte alla manifestazione di protesta decisa da Novara Arcobaleno, […]

Continua la lettura di Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale sul portale Corriere di Novara.

]]>
Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale. In centro la manifestazione promossa da Novararcobaleno.

Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale

Sono arrivati da Torino, Milano, Busto Arsizio e persino da Genova per prendere parte alla manifestazione di protesta decisa da Novara Arcobaleno, alla quale hanno aderito molte sigle politiche e sindacali, che si è tenuta ieri pomeriggio in piazza Duomo per esprimere il proprio dissenso al nuovo regolamento di Polizia Urbana che ha creato moltissime polemiche.

Tutti in abiti “succinti”

La parola d’ordine che avevano lanciato gli organizzatori alla vigilia dell’evento era stata: «Venite come volete, purchè in abiti considerati “succinti”». E in effetti qualcuno ha davvero preso alla lettera l’invito, presentandosi a “Novara indecorosah” con abiti “particolari”. Dietro alle provocazioni, espresse da cartelli e con tanto di mutande e reggiseni stesi tra le colonne di piazza Duomo, le motivazioni della protesta: «In un’ottica di rastrellamento del diverso e di ciò che viene considerato di disturbo non si punta a sradicare le problematiche sociali e vi è un totale disinteresse verso i reali bisogni della città».

“Novara vuole vivere”

Schiette anche le parole di Nathalie Pisano dell’associazione radicale Adelaide Aglietta e con lei Barbara Bonvicini, presidente nazionale dei Radicali italiani: «Mi sembra di essere tornata ai tempi Giordano quando si protestava perchè non ci si poteva più ritrovare nei parchi cittadini. Eppure sono passati tanti anni e non è bello che Novara passi sempre alle cronache nazionali come la città dei “no”. Novara vuole vivere ed è bene che si sappia che ci sono tante persone che vogliono dire sì. Questo regolamento sì che è davvero indecoroso. E’ poi è bello vedere che in molte delle manifestazioni di presa di coscienza sempre più spesso vedono le donne in prima linea».

Sindaco sceriffo

E la parola è proprio passata ad un’altra donna, Emanuela Allegra, consigliere provinciale: «Abbiamo un sindaco che pensa di essere uno sceriffo. In questa vicenda si deve saper leggere il dato politico per poter fermarsi e cambiare perchè per chi si trova sui banchi in consiglio è importante sapere che fuori c’è il sostegno dei cittadini». A condividere le motivazioni della manifestazione anche la presenza di Attilio Fasulo della Cgil.
Clarissa Brusati

Continua la lettura di Novara Indecorosah, persino da Genova per sostenere la protesta contro il regolamento comunale sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/novara-indecorosah-persino-da-genova-per-sostenere-la-protesta-contro-il-regolamento-comunale/feed/ 2
Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza https://corrieredinovara.com/casa/calcestruzzo-e-innovazione-italcementi-al-gic-di-piacenza/ Fri, 09 Nov 2018 15:46:09 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67722 Si respira aria di ottimismo in occasione delle Giornate Italiane del Calcestruzzo (GIC) a Piacenza Expo, in scena dall’8 al 10 novembre. La manifestazione fieristica – alla sua seconda edizione – ha aperto i battenti con 245 espositori e una serie di convegni dedicati agli operatori del settore.  Tra le aziende presenti, anche Italcementi che ha presentato le principali novità […]

Continua la lettura di Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza sul portale Corriere di Novara.

]]>
Si respira aria di ottimismo in occasione delle Giornate Italiane del Calcestruzzo (GIC) a Piacenza Expo, in scena dall’8 al 10 novembre.
La manifestazione fieristica – alla sua seconda edizione – ha aperto i battenti con 245 espositori e una serie di convegni dedicati agli operatori del settore.  Tra le aziende presenti, anche Italcementi che ha presentato le principali novità di settore.
Nel video una sintesi della giornata.

Continua la lettura di Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza sul portale Corriere di Novara.

]]>
Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo https://corrieredinovara.com/politica/fusione-gattico-veruno-al-referendum-vincono-il-no-e-lastensionismo/ https://corrieredinovara.com/politica/fusione-gattico-veruno-al-referendum-vincono-il-no-e-lastensionismo/#comments Mon, 12 Nov 2018 08:53:47 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67698 Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo. I sindaci Zonca e Pastore ora cercheranno d’interpretare il risultato. Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo E’ l’astensionismo il primo vincitore del referendum che si è svolto ieri, domenica 11 novembre, sulla fusione dei Comuni di Gattico e Veruno.  Il referendum […]

Continua la lettura di Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo sul portale Corriere di Novara.

]]>
Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo. I sindaci Zonca e Pastore ora cercheranno d’interpretare il risultato.

Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo

fusione gattico veruno Pastore e Zonca dopo lo spoglio
I sindaci di Veruno e Gattico Pastore e Zonca dopo lo spoglio

E’ l’astensionismo il primo vincitore del referendum che si è svolto ieri, domenica 11 novembre, sulla fusione dei Comuni di Gattico e Veruno.  Il referendum essendo consultivo, non aveva bisogno di quorum. L’affluenza alle urne è stata relativamente bassa si va dal 37,5% di Gattico al 42% Veruno.  “Noi riteniamo che i cittadini abbiano così delegato in maggior parte la decisione alle due amministrazioni. Ci riserviamo quindi di interpretare e riflettere sui risultati, valutare il parere delle persone e decidere in coscienza” dicono i sindaci di Gattico Andrea Zonca, e di Veruno Gualtiero Pastore.

I risultati delle urne

Questi i risultati delle urne. A Gattico gli aventi diritto al voto erano 2954. Di questi hanno votato in 1056,  sì 365, no 684 (5 schede bianche e nulle). Vince quindi il no (64,8% dei votanti). A Veruno erano chiamati a votare 1574 cittadini, i votanti sono stati 662, sì 189, no 468 (5 schede bianche e nulle). Anche in questo Comune è il no a prevalere (70,6% dei votanti).

La procedura è in corso

Ora i risultati vanno alla Regione, che farà le sue valutazioni. La procedura per la fusione è già in corso e le due amministrazioni comunali, alla luce dei risultati del referendum (che era solo consultivo e non vincolante e per questo non necessitava di quorum)  hanno a disposizione un mese per prendere posizione a favore o contro per eventualmente chiedere di arrestare la procedura in corso verso l’unione dei due comuni.

Eraldo Guglielmetti

Continua la lettura di Fusione Gattico Veruno, al referendum vincono il “no” e l’astensionismo sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/politica/fusione-gattico-veruno-al-referendum-vincono-il-no-e-lastensionismo/feed/ 9
In fuga con auto rubata si ribaltano https://corrieredinovara.com/cronaca/in-fuga-con-auto-rubata-si-ribaltano/ https://corrieredinovara.com/cronaca/in-fuga-con-auto-rubata-si-ribaltano/#comments Mon, 12 Nov 2018 10:12:13 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67718 In fuga con auto rubata si ribaltano. Uno degli occupanti, un giovane con precedenti, è stato arrestato, ricercati gli altri tre. In fuga con auto rubata si ribaltano Nella tarda mattinata di venerdì, a Trecate, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno intercettato una Saab 93, con a bordo quattro persone sospette, che risultava […]

Continua la lettura di In fuga con auto rubata si ribaltano sul portale Corriere di Novara.

]]>
In fuga con auto rubata si ribaltano. Uno degli occupanti, un giovane con precedenti, è stato arrestato, ricercati gli altri tre.

In fuga con auto rubata si ribaltano

Nella tarda mattinata di venerdì, a Trecate, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno intercettato una Saab 93, con a bordo quattro persone sospette, che risultava rubata in provincia di Milano alla fine del mese di settembre. L’auto era poco prima sfuggita ad un controllo della Polizia Municipale ed il conducente, alla vista della pattuglia dell’Arma, ha fatto, nel tentativo di darsi alla fuga, una serie di manovre spericolate che hanno causato l’uscita di strada del veicolo.

Arrestato uno degli occupanti, ricercati gli altri tre

I Carabinieri del Radiomobile sono riusciti a bloccare uno degli occupanti mentre altri tre si sono dati alla fuga a piedi per le campagne. Il fermato, che era privo di documenti, a seguito dei riscontri investigativi è stato identificato come K. S., 25enne di nazionalità marocchina, in Italia senza fissa dimora e con precedenti per spaccio di stupefacenti.
Le accuse mosse a carico del giovane, che è stato condotto nella casa circondariale di Novara, sono quelle di ricettazione dei veicolo rubato (reato per il quale è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto) e di resistenza a pubblico ufficiale (reato per il quale è stato arrestato in flagranza). Dopo l’esito negativo di una vasta attività di ricerca delle altre tre persone datesi alla fuga, sono in corso indagini da parte dei carabinieri, per arrivare alla loro identificazione.
m.d.

Continua la lettura di In fuga con auto rubata si ribaltano sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/in-fuga-con-auto-rubata-si-ribaltano/feed/ 1
Romentino di corsa per il Kenya FOTOGALLERY https://corrieredinovara.com/attualita/romentino-di-corsa-per-il-kenya-fotogallery/ https://corrieredinovara.com/attualita/romentino-di-corsa-per-il-kenya-fotogallery/#respond Mon, 12 Nov 2018 10:01:39 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67709 Romentino di corsa per il Kenya. Successo per la manifestazione a sostegno degli impegni umanitari dell’associazione di Cameri Nonnoboi. Romentino di corsa per il Kenya In tanti di corsa per “Romentino Halloween Run for Kenya”. Nonostante il maltempo grande successo giovedì 1° novembre per la seconda edizione della corsa podistica non competitiva organizzata per sostenere […]

Continua la lettura di Romentino di corsa per il Kenya FOTOGALLERY sul portale Corriere di Novara.

]]>
Romentino di corsa per il Kenya. Successo per la manifestazione a sostegno degli impegni umanitari dell’associazione di Cameri Nonnoboi.

Romentino di corsa per il Kenya

In tanti di corsa per “Romentino Halloween Run for Kenya”. Nonostante il maltempo grande successo giovedì 1° novembre per la seconda edizione della corsa podistica non competitiva organizzata per sostenere gli impegni umanitari dell’associazione di Cameri Nonnoboi. Due i percorsi, il minigiro per i camminatori e l’itinerario per i runner modificato a causa del maltempo che ha reso impraticabile l’itinerario proposto inizialmente nella campagna romentinese. «Siamo molto soddisfatti della partecipazione – ci dice Lorenza Gamoletti che insieme al marito Roberto Sardi guida l’associazione con una passione e un entusiasmo contagiosi -, i runner sono veramente matti perché nonostante la fitta pioggia hanno voluto essere presenti in massa alla manifestazione: a correre sono venuti alcuni degli atleti più forti della zona e anche questo per noi è un riconoscimento importante».

Un grande aiuto per gli orfani di Kakamega

«Sinceramente non ci aspettavamo una risposta così. Al di là dei numeri quello che vogliamo sottolineare è il sostegno che non ci fanno mai mancare nelle varie manifestazioni legate alla corsa: ci danno la forza necessaria per andare avanti nelle nostre attività, una bella carica emotiva per noi. Questo significa che possiamo continuare ad aiutare i 24 bambini orfani, dai 4 ai 18 anni, che abitano nella struttura costruita dalla nostra associazione a Kakamega, ai confini con l’Uganda, in una località non turistica. Le priorità di Nonnoboi sono l’alimentazione, la sanità e l’istruzione ma se riusciamo anche a raggiungere altri obiettivi, come assicurare il cibo ai bambini che non risiedono nel nostro orfanatrofio, è grazie all’aiuto delle tante persone che ci sostengono».

Al via il nuovo progetto della sartoria

«Parte ora un nuovo progetto, una sartoria, che darà lavoro a un gruppo di ragazze. Mantenere attivo l’asilo per 80 bambini è un altro traguardo importante per Nonnoboi. Gratificante ma impegnativo. E noi continuiamo su questa strada, non stiamo mai fermi. Con le attività proposte nel Novarese riusciamo a finanziare i progetti messi in piedi in Kenya: dal corso di cucito alla cena che si terra a Romentino venerdì 16 novembre in collaborazione con il Centro Incontro Anziani. Anche la tessera di socio sostenitore di 15 euro va a supportare le nostre attività e in particolare il programma alimentare. Stessa finalità per la distribuzione dei calendari 2019 e per la gara che Davide Daccò sta organizzando per il 16 dicembre in Lombardia con un itinerario che va da Robecco sul Naviglio a Turbigo». Il prossimo appuntamento è l’8 dicembre con la Galliate Cri Run. per informazione si può visitare la pagina Facebook di Nonnoboi.

e.gr.

Continua la lettura di Romentino di corsa per il Kenya FOTOGALLERY sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/romentino-di-corsa-per-il-kenya-fotogallery/feed/ 0
Il Conservatorio premia Canino e Ballista https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/il-conservatorio-premia-canino-e-ballista/ https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/il-conservatorio-premia-canino-e-ballista/#respond Mon, 12 Nov 2018 09:38:40 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67706 Il Conservatorio premia Canino e Ballista. Ai due pianisti, che suonano insieme da 60 anni, la targa “Una vita per la musica”. Il Conservatorio premia Canino e Ballista Una intera vita dedicata alla musica e al pianoforte: il Conservatorio Cantelli di Novara ha premiato Bruno Canino e Antonio Ballista. Venerdì scorso la cerimonia durante l’inaugurazione […]

Continua la lettura di Il Conservatorio premia Canino e Ballista sul portale Corriere di Novara.

]]>
Il Conservatorio premia Canino e Ballista. Ai due pianisti, che suonano insieme da 60 anni, la targa “Una vita per la musica”.

Il Conservatorio premia Canino e Ballista

Una intera vita dedicata alla musica e al pianoforte: il Conservatorio Cantelli di Novara ha premiato Bruno Canino e Antonio Ballista. Venerdì scorso la cerimonia durante l’inaugurazione dell’anno accademico. Nell’Auditorium “Fratelli Olivieri” il direttore dell’istituto musicale Roberto Politi, affiancato dalla vice Alessandra Aina e dalla presidente Anna Belfiore, ha consegnato la targa “Una vita per la Musica 2018” ai due celebri pianisti ancora in attività. Un duo affiatato, insieme alla tastiera da oltre 60 anni. «Il premio – ha detto Politi – è stato istituito tre anni fa per premiare chi ha consacrato tutta la sua vita alla musica. Una targa simbolica ma per noi importante: quest’anno la scelta premia due personalità musicali di fama mondiale come Canino e Ballista. Una grande emozione per tutti noi di fronte ai nostri maestri. Quale confronto tra la vostra generazione e i giovani muscisti?».

Inaugurato l’anno accademico

Da parte di Ballista un elogio alle nuove leve: «Lo sviluppo tecnico ha conosciuto una evoluzione impressionante. A 18 anni i ragazzi suonano Chopin senza la minima turbolenza e con il pieno dominio della tastiera. Io ero tramortito per una settimana! Oggi però c’è troppa uniformità, manca una varietà di visioni. Il livello tecnico è impressionante, ma non ci sono emozioni differenziate». Un sodalizio perfetto tra i due artisti: «Non abbiamo quasi mai litigato – ha aggiunto Canino che ha voluto scherzare sulla loro età -. Sommando gli anni dei componenti del Quartetto d’archi del Conservatorio che ha aperto la cerimonia non si arriva alla mia! Ricordo che ai nostri tempi gli allievi erano pochi. Oggi sono tanti e questa amplificazione ha portato vantaggi e svantaggi. Occorrono consapevolezza musicale e una preparazione che non deve essere sbalorditiva. Bisogna amare la musica e coltivarla al meglio. Ci sono più possibilità di esercitare onestamente il lavoro, ma anche la concorrenza è aumentata. Abbiamo in Italia magnifici pianisti che meritano di più. Forse la persistenza di noi matusalemmee non va bene. Grazie al cielo suonare è diventato un fatto più normale». Poi si sono seduti al piano e hanno deliziato i presenti offrendo alcuni pezzi di Ligeti «con cui abbiamo lavorato». Il miglior regalo per l’inizio di un nuovo anno accademico.
Eleonora Groppetti

Continua la lettura di Il Conservatorio premia Canino e Ballista sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/il-conservatorio-premia-canino-e-ballista/feed/ 0
Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia https://corrieredinovara.com/cronaca/borgomanero-cordoglio-per-la-scomparsa-di-pier-mario-valsesia/ https://corrieredinovara.com/cronaca/borgomanero-cordoglio-per-la-scomparsa-di-pier-mario-valsesia/#respond Mon, 12 Nov 2018 09:29:26 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67703 Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia, ex dipendente comunale, rinvenuto cadavere nella sua casa. Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia Un ex dipendente del Comune di Borgomanero è stato rinvenuto cadavere ieri mattina nella sua abitazione nella frazione di Santa Cristina di Borgomanero. L’uomo, Pier Mario Valsesia, 82 anni […]

Continua la lettura di Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia sul portale Corriere di Novara.

]]>
Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia, ex dipendente comunale, rinvenuto cadavere nella sua casa.

Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia

Un ex dipendente del Comune di Borgomanero è stato rinvenuto cadavere ieri mattina nella sua abitazione nella frazione di Santa Cristina di Borgomanero. L’uomo, Pier Mario Valsesia, 82 anni non era sposato e viveva solo. Apparteneva ad una famiglia molto conosciuta nella zona (oltre ai fratelli Valerio, Gianni e Silvano, lascia anche una sorella, suor Damiana). Sino all’età della pensione aveva lavorato come operaio presso il cantiere comunale dove aveva svolto diverse mansioni. Oltre alla cura dell’orto e del giardino passava il tempo accudendo conigli e galline.

Rinvenuto cadavere nella sua casa

Da quanto si è appreso nel tardo pomeriggio di sabato era andato come ogni giorno a dare da mangiare ai conigli quando sarebbe stato colto da un improvviso malore. Ieri mattina la cognata Giuseppina, moglie del fratello Valerio lo ha inutilmente cercato al telefono. Si è precipitata a casa sua e non avendo ottenuto risposta ha dato l’allarme. Sul posto dopo pochi minuti è arrivata un’ambulanza con i Carabinieri e i Vigili del Fuoco che hanno dovuto faticare per aprire il portone, sprangato, della casa del pensionato. A nulla sono serviti i soccorsi. L’uomo giaceva a terra ormai privo di vita. Dopo gli accertamenti del caso la salma è stata trasportata all’obitorio dell’Ospedale Ss. Trinità a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Carlo Panizza

Continua la lettura di Borgomanero, cordoglio per la scomparsa di Pier Mario Valsesia sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/cronaca/borgomanero-cordoglio-per-la-scomparsa-di-pier-mario-valsesia/feed/ 0
Per Novara Calcio un pareggio da cardiopalma https://corrieredinovara.com/sport/per-novara-calcio-un-pareggio-da-cardiopalma/ https://corrieredinovara.com/sport/per-novara-calcio-un-pareggio-da-cardiopalma/#respond Sun, 11 Nov 2018 18:01:09 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67681 Per Novara Calcio un pareggio da cardiopalma. Gli imp impattano 2-2 contro l’Arezzo. Novara Calcio, pareggio da cardiopalma Il Novara pareggia l’incontro casalingo contro l’Arezzo primo in classifica e lo fa con una gara che avrebbe meritato di vincere ma che le solite amnesie difensive e un poco di sfortuna  hanno costretto gli azzurri a […]

Continua la lettura di Per Novara Calcio un pareggio da cardiopalma sul portale Corriere di Novara.

]]>
Per Novara Calcio un pareggio da cardiopalma. Gli imp impattano 2-2 contro l’Arezzo.

Novara Calcio, pareggio da cardiopalma

Il Novara pareggia l’incontro casalingo contro l’Arezzo primo in classifica e lo fa con una gara che avrebbe meritato di vincere ma che le solite amnesie difensive e un poco di sfortuna  hanno costretto gli azzurri a soffrire fino all’ultimo secondo con un finale da cardiopalma,

Partono contratti i padroni di casa e sembrano mettere in mostra il solito repertorio di insicurezza ed errori delle ultime gare ma piano piano la squadra di mister Viali inizia a macinare gioco e a rendersi pericolosa, trovando in chiusura di tempo, al 45’  il vantaggio con Bianchi che sugli sviluppi di un calcio d’angolo riceve da Eusepi di testa e di tacco batte il portiere.

Un finale di sofferenza

La ripresa vede il Novara  incassare quasi subito il pareggio dei toscani. Sugli sviluppi di un calcio di punizione finito sulla barriera, all’8’ arriva la palla a Brunori che tira e segna. Gli azzurri accusano il momentaneo contraccolpo psicologico ma poi iniziano a reagire e premono gli aretini creando più di un’occasione ma la rete non arriva. Sbilanciato in avanti alla ricerca del vantaggio, al 45’ il Novara calcio incassa il secondo gol. Una punizione a centrocampo battuta frettolosamente, regala la palla agli ospiti, il pallone arriva a Cutolo che entra in area e batte Di Gregorio. Il Novara non ci sta e si butta all’arrembaggio e all’ultimo secondo dell’ultimo dei quattro minuti di recupero trova, ancora con Bianchi, il pareggio al 49’. Bianchi è bravo con una mezza girata ad  infilare nell’angolo basso sempre su palla spizzata da Eusepi.  Novara ancora in sofferenza ma squadra combattiva e la risposta che attendevano i tifosi è arrivata. Ora si tratta di ritrovare solidità in difesa.

m.d.

NOVARA – AREZZO  2 – 2

Continua la lettura di Per Novara Calcio un pareggio da cardiopalma sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/sport/per-novara-calcio-un-pareggio-da-cardiopalma/feed/ 0
Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio https://corrieredinovara.com/attualita/rifiuti-a-santagabio-e-sempre-peggio/ https://corrieredinovara.com/attualita/rifiuti-a-santagabio-e-sempre-peggio/#comments Sun, 11 Nov 2018 14:28:16 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67644 Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio. Continuano gli abbandoni di immondizia nelle strade del quartiere. Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio Ancora rifiuti abbandonati. E ancora a Sant’Agabio. Sono diverse le foto che ci hanno inviato i nostri lettori che ritraggono cumuli di immondizia di ogni genere in varie vie del quartiere: via Bonzanini, via […]

Continua la lettura di Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio. Continuano gli abbandoni di immondizia nelle strade del quartiere.

Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio

Ancora rifiuti abbandonati. E ancora a Sant’Agabio. Sono diverse le foto che ci hanno inviato i nostri lettori che ritraggono cumuli di immondizia di ogni genere in varie vie del quartiere: via Bonzanini, via della Riotta, via Pianca, via Bini… «E a nulla servono le pulizie straordinarie che l’Assa mette in campo: passano al pomeriggio? La mattina dopo la situazione è uguale se non peggio».

I residenti non ne possono più

Il problema sembra di difficile soluzione e i residenti nel quartiere, «quelli che si impegnano ogni giorno a fare la raccolta differenziata e pagano regolarmente la Tari», adesso sono «stanchi». D’altronde, era stato lo stesso presidente Assa ad ammettere che, in alcune zone della città, i reiterati abbandoni sono difficili da contrastare. Forse una soluzione potrebbe venire dall’impiego delle “fototrappole”, sulle quali l’Amministrazione ha già avviato una sperimentazione.  Anche perché, come sottolinea un altro abitante della zona, «così non si può andare avanti: la situazione è addirittura peggiorata rispetto a qualche anno fa e ciò mi duole, perché avevo grandi aspettative».
Laura Cavalli

 

Continua la lettura di Rifiuti a Sant’Agabio, è sempre peggio sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/rifiuti-a-santagabio-e-sempre-peggio/feed/ 1
La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco https://corrieredinovara.com/attualita/la-corte-di-re-biscottino-ricevuta-da-papa-francesco/ https://corrieredinovara.com/attualita/la-corte-di-re-biscottino-ricevuta-da-papa-francesco/#respond Sun, 11 Nov 2018 12:21:12 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67636 La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco. La Regina Cuneta: “Ci ha chiesto di pregare per lui”. La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco Come annunciato la corte di Re Biscottino è stata ricevuta mercoledì da Papa Francesco. “È stata un’emozione fortissima, un’esperienza indimenticabile. L’Associazione Re Biscottino onlus e la città […]

Continua la lettura di La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco sul portale Corriere di Novara.

]]>
La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco. La Regina Cuneta: “Ci ha chiesto di pregare per lui”.

La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco

Come annunciato la corte di Re Biscottino è stata ricevuta mercoledì da Papa Francesco. “È stata un’emozione fortissima, un’esperienza indimenticabile. L’Associazione Re Biscottino onlus e la città di Novara non potevano assolutamente mancare a questo appuntamento”. Così Renato Sardo, alias Re Biscottino, commenta l’incontro in Piazza San Pietro a Roma.

“Ci ha chiesto di pregare per lui”

I reali novaresi sono stati ricevuti assieme ad altre 400 maschere provenienti da tutta Italia, nell’ambito di un percorso per la valorizzazione delle tradizioni folcloristiche italiane intrapreso 7 anni fa dal Centro di Coordinamento Maschere Italiane.  “Il Papa è apparso molto divertito e partecipe – spiega Giusy Sardo, la Regina Cuneta – ci ha chiesto di pregare per lui e noi gli abbiamo chiesto altrettanto. Siamo felicissimi”. Dopo l’audizione, le maschere del carnevale italiano sono state ricevute a Castel Sant’Angelo da una rappresentanza delle istituzioni capitoline. Quindi la manifestazione si è conclusa con una sfilata per le vie del centro storico. Assieme alle maschere novaresi anche una delegazione del gruppo storico “I Conti di Orio”, di Orio Canavese (TO).

v.s.

re biscottino dal papa

Continua la lettura di La corte di Re Biscottino ricevuta da Papa Francesco sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/la-corte-di-re-biscottino-ricevuta-da-papa-francesco/feed/ 0
Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara https://corrieredinovara.com/attualita/giornata-mondiale-del-diabete-le-iniziative-dellasl-novara/ https://corrieredinovara.com/attualita/giornata-mondiale-del-diabete-le-iniziative-dellasl-novara/#respond Sun, 11 Nov 2018 08:58:23 +0000 https://corrieredinovara.com/?p=67632 Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara. Screening gratuito a Borgomanero e Arona. Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara Il 14 novembre ricorre la “Giornata mondiale del diabete” istituita nel 1991 dalla Federazione Internazionale del Diabete e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in risposta alla crescente sfida alla salute, in considerazione dell’aumentata incidenza […]

Continua la lettura di Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara. Screening gratuito a Borgomanero e Arona.

Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara

Il 14 novembre ricorre la “Giornata mondiale del diabete” istituita nel 1991 dalla Federazione Internazionale del Diabete e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in risposta alla crescente sfida alla salute, in considerazione dell’aumentata incidenza del diabete in tutto il mondo. Il diabete è una grave patologia che interessa soprattutto i Paesi industrializzati, ma battere la malattia sul tempo è possibile: diagnosi precoce, prevenzione, stile di vita corretto, consapevolezza ed educazione possono contribuire ad arginarla.

La famiglia al centro dell’edizione 2018

Tale giornata viene celebrata ogni anno il 14 novembre che coincide con la data di nascita di Frederick Banting (il co-scopritore dell’insulina con Charles Best nel 1922) ed è coordinata sul territorio italiano attraverso i membri delle organizzazioni che compongono Diabete Italia. “Famiglia e diabete” è il tema cardine dell’appuntamento del 2018 che si svolgerà nella settimana dal 5 al 18 novembre nelle piazze italiane.

Appuntamento ad Arona e Borgomanero

L’Asl di Novara mette in atto interventi per prevenire e curare questa patologia, attraverso una rete di ambulatori diabetologici che, in stretta collaborazione con i medici di famiglia, garantisce agli individui affetti da tale patologia una assistenza sempre più appropriata e attenta ai loro bisogni.  Medici e infermieri dell’Asl No e i rappresentanti delle Associazioni di diabetici saranno a disposizione degli interessati sabato 17 novembre dalle 8.30 alle 12.30 aprendo le porte degli ambulatori ad Arona (via San Carlo 11, 1° piano) e di Borgomanero ( via Monsignor Cavigioli, 2° piano Palazzina prelievi ) per informare la popolazione su questa patologia, sulle sue possibili complicanze (retinopatia, alterazioni cardiocircolatorie, ictus) e offrendo la possibilità di effettuare uno screening gratuito a tutti coloro che vogliono verificare se hanno predisposizione alla malattia diabetica.

Screening gratuito

“E’ frequente infatti che persone portatrici di diabete non ne siano a conoscenza. Tra i fattori di rischio annoveriamo obesità, sedentarietà, ipertensione, alterazione dei grassi nel sangue e familiarità alla malattia diabetica – afferma Maria Chantal Ponziani, Dirigente Responsabile della Struttura di Diabetologia dell’Asl No – Il controllo consiste nella compilazione di un questionario, nella misurazione di peso, altezza, circonferenza vita e pressione arteriosa, nella determinazione della glicemia capillare. Tali esami consentono di individuare persone a rischio. L’accesso è gratuito, non sono necessarie prenotazione né impegnativa, è sufficiente presentarsi direttamente”.

v.s.

 

Continua la lettura di Giornata mondiale del diabete, le iniziative dell’Asl Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
https://corrieredinovara.com/attualita/giornata-mondiale-del-diabete-le-iniziative-dellasl-novara/feed/ 0