“Wooooow! Io e il Mio Futuro…”, l’evento di orientamento in sei territori piemontesi. A Novara in programma il 9 e 10 novembre.

“Wooooow! Io e il Mio Futuro…”, l’evento di orientamento in sei territori piemontesi

Sarà organizzata in sei territori piemontesi la settima edizione di “Wooooow! Io e il Mio Futuro…”, l’evento di orientamento per gli studenti delle Scuole secondarie che sta ottenendo un crescente successo anno dopo anno. Il periodo stabilito è l’autunno 2018, mentre le location territoriali sono ancora in fase di definizione. Di sicuro l’evento interesserà migliaia di ragazzi, genitori e insegnanti dei territori di Asti, Biella, Cuneo, Ivrea, Novara e Vercelli. Sarà organizzato, come nel passato, in collaborazione con le Scuole, le Istituzioni locali e con il patrocinio della Regione Piemonte.

Già partita la macchina organizzativa

“La macchina organizzativa si è già messa in moto da alcune settimane – ricorda Giorgia Garola, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Piemonte – e in questi giorni i Gruppi Giovani Imprenditori delle rispettive Associazioni Territoriali del sistema Confindustria stanno definendo, con il coordinamento regionale, i programmi dettagliati di un’edizione che si prepara a raggiungere nuovi record in termini di quantità e qualità dell’offerta, oltre che di partecipazione da parte di studenti e famiglie. L’iniziativa sarà caratterizzata da un “format” analogo a quello degli scorsi anni, proponendo decine di workshop tematici insieme a quelle esperienze laboratoriali e di sperimentazione pratica che sanno incontrare l’interesse dei ragazzi. Le parole d’ordine saranno, come sempre, varietà, curiosità, collaborazione, impegno, interattività e tanta passione”.

Con il patrocinio della Regione Piemonte

Anche per l’edizione del 2018 la Regione Piemonte ha concesso il proprio patrocinio. “L’orientamento – dichiara Gianna Pentenero, assessora all’Istruzione, lavoro e formazione professionale – svolge un ruolo fondamentale nella vita di adolescenti e ragazzi, perché consente loro di acquisire le competenze necessarie a decidere consapevolmente il proprio percorso di vita, studio e lavoro. La Regione conferma la collaborazione avviata lo scorso anno tra il salone Wooooow! e Obiettivo Orientamento Piemonte, il progetto, a regia regionale, che si propone di coordinare le diverse azioni di orientamento realizzate sul territorio.  Si tratta di una sinergia importante, di cui non posso che essere soddisfatta,  tra pubblico e privato che si concretizzerà anche in occasione di alcune edizioni locali di Iolavoro, a partire da Cuneo e Biella”.

Leggi anche:  Capitale europea dei giovani, Novara si candida

A Novara il 9 e 10 novembre

Andrea Notari
Andrea Notari

“Per l’edizione 2018, che a Novara si svolgerà venerdì 9 e sabato 10 novembre nel Salone Borsa di piazza Martiri – spiega il Andrea Notari, presidente facente funzione del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Associazione Industriali di Novara, che è anche vicepresidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Piemonte con delega all’Education – abbiamo deciso di stabilire, a partire dalla nostra struttura organizzativa, una sorta di dialettica, che speriamo sia più possibile dinamica e costruttiva, tra giovani e “meno giovani”. A livello interno, infatti, abbiamo affidato la realizzazione dell’evento a due Project leader: Mario Bolzani, che ha già coordinato la precedente edizione di Wooooow, sarà affiancato da Laura Brugo, alla sua prima esperienza”.

Dialogo intergenerazionale

“La stessa logica caratterizzerà tutti i workshop di Wooooow 2018 – continua Notari – in cui i protagonisti saranno sempre due: avremo sempre sul palco un giovane (startupper, fashion blogger, sportivo, ecc.), che si confronterà con un imprenditore o un personaggio con qualche anno in più ma che ha avuto un percorso simile al suo e potrà fornire, in un intreccio di narrazioni di esperienze concrete, il punto di vista di chi è già “arrivato”. In questo modo vogliamo anche dare il nostro contributo alla costruzione di quei “ponti”, in termini di confronto e dialogo intergenerazionale, di cui riteniamo ci sia sempre maggiore bisogno per dare consistenza e solidità al nostro futuro”.

v.s.