Mercatone Uno sarà venduto a un unico soggetto, escludendo l’ipotesi spezzatino, con l’obiettivo di mantenere una presenza in tutte le regioni.

Mercatone Uno, verso la vendita a un unico soggetto

La catena di punti vendita di mobili, elettrodomestici, articoli per la casa e diverse altre categorie di prodotti, passerà nelle mani di un unico proprietario. E’ quanto emerso al termine del tavolo convocato al Ministero dello Sviluppo Economico. Presenti i commissari straordinari, i rappresentanti sindacali e gli esponenti delle regioni, tra cui il Piemonte, in cui il gruppo è presente. I commissari hanno spiegato di aver valutato sette offerte vincolanti d’acquisto, e di essere giunti a un’ipotesi di vendita unitaria per Mercatone Uno.

La procedura conclusa in circa un mese

La procedura dovrebbe concludersi nell’arco di 4/6 settimane e poi dovrebbe partire la trattativa sindacale. A metà aprile, inoltre, è in programma un nuovo incontro al Ministero in cui si entrerà nel dettaglio dell’ipotesi di aggiudicazione.

390 persone occupate in Piemonte

In Piemonte Mercatone Uno ha 13 stabilimenti. Nella provincia di Novara è presente con quattro punti vendita a Caltignaga, Pombia, Romagnano Sesia e Trecate. Nel Verbano Cusio Ossola due i magazzini, a Gravellona Toce e Preglia di Crevoladossola. In totale in Piemonte la catena occupa 390 persone.

Leggi anche:  Salute in azienda, prosegue il progetto promosso dall'Ain

“Sembra scongiurata l’ipotesi fallimento”

“Con la riunione di oggi – commenta l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero – sembra essere scongiurata definitivamente l’ipotesi fallimento. Si tratta, naturalmente, di una notizia positiva. Mi auguro che venga perseguita, come annunciato, la vendita unitaria e si faccia ogni sforzo per mantenere la massima occupazione possibile sul territorio”.

v.s.