NOVARA, Scambio di know how ed esperienze tra CIM ed Esercito Italiano sul tema della logistica e del trasporto container. È questa la finalità della visita all’Interporto di Novara da parte della delegazione del Reggimento RSOM dell’EI, l’unità di stanza a Bellinzago impegnata su scala internazionale nel trasferimento materiali e nelle attività logistiche.

“L’incontro nasce dalla volontà di conoscere meglio l’infrastruttura nel suo complesso e confrontarci in particolare in merito alle modalità di manovra e gestione container.” – afferma il Ten. Col. Paolo Russo del Reggimento RSOM. “Apprezziamo la ricerca di sinergie tra soggetti, come CIM, impegnati in contesti complessi a grande sviluppo, e realtà che si trovano a operare in ambienti impervi e spesso ostili – dichiara Daniele Barbone, Presidente di CIM S.p.A. – e siamo disponibili ad attivare un percorso di condivisione delle competenze reciprocamente sviluppate.” Hanno partecipato all’incontro anche l’ingegner Giovanni Accadia, AD di Eurogateway (società che gestisce il terminal), il tenente colonnello Giovanni Urio e il maggiore Antonio Badagliacca.

mo.c.

Leggi anche:  Il Maggia ancora in cerca di aule, lunedì il Consiglio d'istituto

NOVARA, Scambio di know how ed esperienze tra CIM ed Esercito Italiano sul tema della logistica e del trasporto container. È questa la finalità della visita all’Interporto di Novara da parte della delegazione del Reggimento RSOM dell’EI, l’unità di stanza a Bellinzago impegnata su scala internazionale nel trasferimento materiali e nelle attività logistiche.

“L’incontro nasce dalla volontà di conoscere meglio l’infrastruttura nel suo complesso e confrontarci in particolare in merito alle modalità di manovra e gestione container.” – afferma il Ten. Col. Paolo Russo del Reggimento RSOM. “Apprezziamo la ricerca di sinergie tra soggetti, come CIM, impegnati in contesti complessi a grande sviluppo, e realtà che si trovano a operare in ambienti impervi e spesso ostili – dichiara Daniele Barbone, Presidente di CIM S.p.A. – e siamo disponibili ad attivare un percorso di condivisione delle competenze reciprocamente sviluppate.” Hanno partecipato all’incontro anche l’ingegner Giovanni Accadia, AD di Eurogateway (società che gestisce il terminal), il tenente colonnello Giovanni Urio e il maggiore Antonio Badagliacca.

mo.c.