Industria manifatturiera novarese, crescono produzione e fatturato. La 186a “Indagine congiunturale” evidenzia risultati positivi per tutte le province piemontesi.

Industria manifatturiera novarese, crescono produzione e fatturato

Apertura d’anno positiva per l’industria manifatturiera novarese che tra gennaio e marzo 2018 evidenzia un aumento della produzione, cresciuta del +2,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un incremento su base annua anche del fatturato, in ascesa del +5,9%.

La 186a “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” evidenzia risultati positivi per tutte le province piemontesi, con una media regionale degli incrementi produttivi pari al +2,7% e del +3,9% per quanto riguarda il fatturato.

L’indagine ha coinvolto 171 imprese

L’indagine ha coinvolto nel Novarese 171 imprese, per un totale di circa 9.600 addetti ed un fatturato pari a 3 miliardi di euro.

«L’avvio d’anno conferma un trend di crescita per tutti i principali indicatori, dalla produzione agli ordinativi» commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara. «Rispetto alle precedenti indagini, caratterizzate da incrementi particolarmente elevati di alcuni comparti, si riscontrano in alcuni casi variazioni  più contenute, essendo calcolate rispetto a perfomance di crescita già significative. Al futuro le imprese guardano con un atteggiamento prudenziale: in questa fase diventa ancor più decisivo cogliere le opportunità di modernizzazione legate alle tecnologie digitali e ai contributi resi disponibili per la loro implementazione dal Piano Impresa 4.0, di cui le camere di commercio fanno parte attraverso i loro Punti di Impresa Digitale, veri e propri punto di riferimento sul territorio per le piccole e medie imprese interessate ad avviare un processo di trasformazione digitale».

Leggi anche:  Salute in azienda, prosegue il progetto promosso dall'Ain

I settori

L’incremento complessivo della produzione industriale, pari al +2,3%, è sostenuto da tutti i comparti di attività economica, in primis da quello della chimica e gomma plastica, che realizza un +5,3% rispetto al primo trimestre 2017, seguito da alimentare (+4,2%) e sistema moda (+1,2). Positivo il risultato del metalmeccanico: la variazione del +0,4% va infatti rapportata all’ottima performance a due cifre messa a segno nello stesso periodo dello scorso anno, confermando dunque un trend di miglioramento.

Fatturato

Soddisfacenti anche i risultati relativi al fatturato: rispetto al primo trimestre 2017 il valore delle vendite è infatti salito del +5,9% a livello provinciale, con incrementi che vanno dal +5,8% del metalmeccanico al +8,3% della chimica-gomma-plastica.

Il focus sul fatturato realizzato verso clienti esteri evidenzia indicatori ancora più favorevoli: l’aumento generale tocca infatti il +11% grazie ai contributi positivi di tutti i settori, con incrementi superiori alla media per metalmeccanico (+13,2%) e chimica-gomma-plastica (+12%).