Salone del Libro, presente a Torino la casa editrice novarese Interlinea. Il direttore editoriale Roberto Cicala: «Ci saremo per dimostrare che l’editoria può resistere se diventa laboratorio realizzando nuovi progetti».

Salone del Libro, presente la casa editrice novarese Interlinea

Fedelissima al Salone del Libro, dal 10 al 14 maggio al Lingotto di Torino, anche la casa editrice Interlinea. Da Novara a Torino con qualche riflessione più che mai necessaria. «Confermiamo la nostra presenza al Lingotto – ha spiegato il direttore editoriale Roberto Cicala in conferenza stampa – ma occorre fermarsi a pensare se una doppia fiera, tra Milano e Torino, che si aggiunge alle altre non sia un’esagerazione e un controsenso. Di sicuro un impegno non indifferente per noi editori. A Torino ci saremo ben decisi a cambiare pelle. Per dimostrare che l’editoria può resistere se diventa laboratorio realizzando nuovi progetti, rilanciando autori che meritano e sono stati dimenticati come Laura Mancinelli, con “La lunga notte di Exilles”, e Carlo Castellaneta di cui rileviamo l’intera opera da Mondadori, dando giusta luce ai giovani poeti nella collana “Lyra giovani”. E’ il caso di “Dolore minimo” di Giovanna Cristiana Vivinetto, la prima transessuale a raccontare con forza, e in versi, la sua esperienza e dell’amore maledetto di “Vera deve morire” di Julian Zhara, giovane albanese trapiantato alla Giudecca.

«Editoria come laboratorio»

«Ecco l’idea portante – continua Cicala – trovare nuovi stimoli dalla proposta di laboratorio. E questo significa anche capire che la letteratura è sperimentazione. Dal libro di Sebastiano Vassalli, “Il millennio che muore”, a quei testi che diventano esperienza pratica e itinerante come “Il lago dove nacque Zarathustra” di Laura Pariani e Nicola Fantini. Il Salone di Torino sarà anche la vetrina per annunciare l’uscita in Italia di “Dylan” di cui abbiamo acquisito i diritti per una nuova serie rivolta ai bambini da 3 a 6 anni. Protagonista il cagnolino creato da Guy Parker-Rees. Un grande impegno a rinnovarsi come vuole mettere in luce anche il nostro sito». Carlo Robiglio, amministratore delegato, parla di «laboratorio di comunicazione intorno al libro. Stiamo creando nuove esperienze a 360° investendo tante energie anche nel mondo dei social, un’altra occasione per farci conoscere di fronte a una competizione sempre più forte nel campo dell’editoria. Aderenti alla nostra missione confermiamo le scelte orientate all’editoria per bambini».

Leggi anche:  Il ministro Bonisoli in visita ad Arona

A Torino anche un contest sulla poesia d’amore e di speranza

E Ilaria Finotti, che guida l’ufficio stampa, mostra con soddisfazione i risultati della gestione dei social, «si stanno affacciando autori più giovani che li usano in modo diverso. Tanti post, tante condivisioni che diventano per noi una nuova sfida. E a Torino lanceremo un contest sulla poesia d’amore e di speranza». Interlinea sarà presente allo Stand K09 del Padiglione 2. Nello stesso spazio anche gli ospiti EDUCatt, Edizioni Santa Caterina e CEF Publishing. In agenda una serie di appuntamenti che spaziano dal territorio piemontese alle più recenti voci poetiche emergenti. Sabato 12 maggio alle 13 nella Sala Argento la presentazione del libro di Laura Mancinelli. Domenica 13 maggio alle 15 nella Sala Argento l’incontro con Laura Pariani e Nicola Fantini. Sempre domenica alle 15.30 nella Sala della Poesia – Pordenonelegge spazio alle nuove voci della “Lyra giovani”. E tra gli appuntamenti per i più piccoli sabato 12 maggio alle 14.15 nello Spazio NpL in programma il laboratorio “Galoppa nella fantasia con il Cavallino Ammaestrato di Quentin Blake”, per bambini da 4 a 6 anni.
Eleonora Groppetti