Il Teatro Coccia va sul territorio per creare nuovo pubblico. Presentata l’iniziativa che coinvolge anche Comune, Provincia, Sun e Atl.

Il Teatro Coccia va sul territorio per creare nuovo pubblico

Il Coccia fa rete e va sul territorio per conquistare nuovo pubblico. Ecco Prossima Fermata Teatro Coccia. Il progetto vede l’imprinting del Teatro Coccia in collaborazione con Comune di Novara, Provincia, Sun Spa e Atl. Due le modalità con cui il teatro diventa itinerante, come ha spiegato mercoledì, nel foyer del teatro, il direttore Corinne Baroni: «Un progetto innovativo, che sta nascendo, per rispondere a un dovere e a un bisogno. Siamo un teatro di tradizione, l’unico in Piemonte: un teatro che produce e che offre un cartellone vario e di livello alto. Questo tipo di eccellenza deve essere fruita non solo da Novara, ma anche da coloro che abitano in provincia, attraverso convenzioni e sconti».

Un progetto in due fasi per coinvolgere coloro che abitano fuori città

«In un primo momento la direzione del teatro, accompagnata da artisti, registi, artigiani e protagonisti della stagione, incontrerà nelle sale comunali, messe a disposizione dalle amministrazioni del territorio, sia i cittadini che le associazioni e le Pro Loco per presentare opere e concerti inseriti nel calendario del Coccia e rendere gli spettacoli più “vicini” al pubblico. Nella seconda fase chi vorrà partecipare agli spettacoli presentati potrà usufruire di un servizio di navetta, realizzato in collaborazione con la Sun, che lo porterà dalla propria città al Coccia e ritorno. Un progetto impegnativo che comporta il lavoro di molti, tante energie ma anche entusiasmo. Possiamo concretizzarlo grazie alla rete che abbiamo creato con i nostri partner offrendo così un sistema innovativo».

Leggi anche:  Visite teatralizzate, workshop aperto con Giuliano Gaia al Castello

Si parte da Arona

Il raggio individuato è quello di 45 km da Novara. Al via lunedì 3 dicembre con il primo incontro: alle 18 nell’Aula Magna del Comune di Arona. «Partiamo da Arona – ha aggiunto Baroni – dopo la recente collaborazione con il festival Il Teatro sull’Acqua nel campo della lirica. Le opere che saranno presentate sono “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini, in programma il 14 e 16 dicembre, e “Fantasio-Fortunio”, opera inedita di Giampaolo Testoni, in cartellone il 21 dicembre a cui si aggiunge un concerto sinfonico ancora da definire: questi tre spettacoli saranno proposti con una riduzione del 20% sul biglietto, comprensiva di trasporto gratuito andata e ritorno. Un progetto pensato per chi non ha la possibilità di muoversi in autonomia e che dovremo testare nei prossimi mesi, mettendo a punto il modello organizzativo. Invitiamo le amministrazioni comunali a contattarci e a fissare un incontro. Una volta rodato il sistema, il prossimo anno, a maggio, alla presentazione della stagione saremo in grado di indicare i titoli per i quali sarà attivato il servizio di trasporto».

e.gr.