European Jazz Festival a Novara nel 2019. In città arriveranno 350 delegati da tutto il continente.

European Jazz Festival a Novara nel 2019

La sesta  European Jazz Conference si terrà a Novara, dal 12 al 15 settembre 2019. L’annuncio è stato dato ieri durante la conferenza stampa all’Archivio di Stato.

Sarà la prima volta che questo evento sarà ospitato in Italia da quando l’Assemblea Generale dell’Europe Jazz Network è stata allargata ed è diventata la European Jazz Conference nel 2014.

La Conferenza è co-organizzata da Europe Jazz Network (EJN) e NovaraJazz, organizzatrice del festival estivo omonimo e di rassegne di concerti annuali a Novara. L’iniziativa ha il supporto di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Piemonte, Comune di Novara, Fondazione BPN, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo e Novamont e del programma Creative Europe dell’Unione Europea.

350 delegati da tutto il continente

Novara ospiterà a settembre 2019 circa 350 delegati che lavorano nel settore del jazz da varie parti d’Europa che condivideranno conoscenze e discuteranno progetti comuni, collaborazioni e sinergie. La Conferenza sarà inoltre l’occasione perfetta per presentare alcuni dei migliori giovani musicisti della scena attuale del jazz italiano a un pubblico internazionale fatto di direttori artistici, gestori di locali e di etichette discografiche e agenti, grazie al primissimo Italian Jazz Showcase Festival organizzato nei giorni della Conferenza.

La Conferenza in Italia avrà luogo in un momento importante per il jazz italiano. A febbraio 2018 è stato firmato un protocollo d’intesa tra il Ministero della Cultura e la Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano” di recente costituzione, raggruppando per la prima volta sotto un unico tetto artisti, festival, club ed etichette indipendenti. L’European Jazz Conference di Novara sarà un ulteriore passo avanti nella crescita del settore jazz italiano e nell’apertura a promotori e pubblico internazionali.

“Conferma della rilevanza del nostro sistema culturale”

“La possibilità di ospitare questo appuntamento internazionale, per la prima volta in Italia, non è solo motivo di orgoglio, ma conferma la rilevanza del nostro sistema culturale – sottolinea Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte – Un risultato reso possibile dall’importante lavoro culturale e di networking svolto in questi anni dal Novara Jazz Festival, che ha contribuito ad affermare sempre di più il Piemonte quale importante vetrina di questo genere musicale”.

“Sforzo con un risvolto anche di tipo sociale”

Il sindaco Alessandro Canelli sottolinea che “La scelta di EJN riconosce, di fatto, le motivazioni che hanno portato l’Amministrazione a individuare nel Novara Jazz Festival un degno rappresentante della novaresità. Il lavoro di Corrado Beldì, Riccardo Cigolotti e del loro staff ha un valore indubbiamente culturale per la qualità è per l’impegno nel promuovere e nel diffondere la musica jazz, ma non va dimenticato che questo sforzo ha un risvolto di tipo sociale. Non mi riferisco solo alle varie sperimentazioni e ai progetti, da noi condivisi e sempre appoggiati, che riguardano le periferie urbane, intese come luogo di ripartenza, ma all’organizzazione di eventi che sono diventati un fenomeno identificativo della nostra realtà e che hanno portato all’esterno dei nostri confini territoriali il nome della città. Il tutto nel segno del jazz. Novara è divenuta un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale. E l’attuale e ulteriore riconoscimento agli artefici di questo successo è quindi naturale, oltre che doveroso”.

Leggi anche:  Soccorso antincendio sul lago Maggiore, mancano i mezzi

“Speriamo che l’evento darà un contributo positivo”

Ros Rigby, presidente di Europe Jazz Network, commenta: “A nome del Board di Europe Jazz Network, posso dire quanto siamo felici di tenere la nostra European Jazz Conference 2019 nella bellissima città di Novara. EJN è stata fondata oltre trent’anni fa da attivisti del jazz italiano e l’Italia ha sempre avuto tra i maggiori numeri di organizzazioni associate alla rete. La Conferenza è molto efficace nel dare visibilità sia alla città ospitante che ai musicisti e gli attivisti del jazz del paese ospitante, e speriamo vivamente che l’evento del 2019 darà un contributo positivo in un momento in cui ci si sta dirigendo verso una maggiore collaborazione nel settore del jazz in tutta Italia”.

“Un grande riconoscimento di qualità per il nostro lavoro”

Corrado Beldì, direttore artistico di NovaraJazz commenta: “Accogliamo con grande soddisfazione la scelta di EJN di ospitare a Novara la European Jazz Conference 2019. Questo è un grande riconoscimento di qualità per il nostro lavoro e anche della nostra capacità di collaborare con istituzioni come la Regione Piemonte, il Comune di Novara, gli operatori culturale e turistici del territorio, con I-Jazz, l’associazione dei festival jazz italiano, e il MIBACT, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, tutti partner nel primo Jazz Showcase Festival italiano, indirizzato ad alcuni dei più importanti promotori jazz d’Europa e del mondo. Sarà fondamentale proseguire nel processo in corso di strutturazione e rivitalizzazione del settore jazz italiano, un processo che ha portato alla recente costituzione della Federazione Jazz Italiana. Abbiamo molto lavoro da fare e siamo alla ricerca di ulteriore sostegno, ma siamo certi che in molti ci aiuteranno a promuovere il nostro modello di valorizzazione della musica dal vivo nei luoghi storici e a portare con orgoglio, tra il 12 e il 15 settembre 2019, Novara ad essere la capitale del jazz in Europa”.

Nel 2018 la European Jazz Conference che si terrà a Lisbona, in Portogallo, tra il 13 e il 16 settembre.

v.s.