Carnevale oleggese, nel vivo della 68ª edizione. Coriandoli in cielo, musica e allegria saranno gli ingredienti principali per le prossime settimane a Oleggio.

Carnevale, al via la 68ª edizione

Domenica 17 febbraio il via ufficiale: la maschera del Pirin (Italo Tosi), insieme alla sua Majin (Elena Ingignoli), gli Stavinit e le maschere tradizionali provenienti da altri paesi come Varallo Pombia, Novara, Vercelli e non solo, hanno sfilato accompagnati dalla Banda Filarmonica fino ai portici del Comune. La consegna ufficiale delle chiavi da parte del sindaco Massimo Marcassa ha dato il via ufficiale al Carnevale.

Carnevale Oleggese: la consegna delle chiavi della città

In mattinata l’immancabile discorso, rigorosamente in dialetto, del Pirin dall’alto della “preja dal pés” in piazza Martiri: nella sua satira sono finiti la politica e le notizie dalla città. Anche quest’anno il Pirin ne ha avute per tutti: amministratori, maggioranza e minoranza; il parroco, le forze dell’ordine. Non ha risparmiato qualche battuta sul palazzetto alla Pezza, che da tempo è ormai al centro del dibattito politico, sulle prossime elezioni amministrative ormai alle porte, sulle scuole e sul nuovo scuolabus, sul cimitero…

Leggi anche:  Venerdì Santo, da Romagnano a Matera

Carnevale, la sfilata dei carri

Carnevale per grandi e piccini con la sfilata dei carri allegorici in giro per la città: maschere, balli, coriandoli e stelle filanti per una giornata ben riuscita grazie anche al bel tempo. L’appuntamento con il Pirin e la sua corte sarà replicato domenica 24 febbraio.
Silvia Biasio