Arona Music Festival, il grande jazz alla Rocca Borromea. Da oggi al 26 luglio tre serate live dal respiro internazionale.

Arona Music Festival, il grande jazz alla Rocca Borromea

Il grande jazz arriva ad Arona. Inizia oggi, 24 luglio, «l’evento musicale dell’anno», come lo ha battezzato il vice sindaco Federico Monti, con tre serate live di grande livello dal respiro internazionale. Da questa sera a giovedì 26 luglio (alle 21.30) nella suggestiva cornice del Parco della Rocca Borromea (saranno distribuiti cuscini per assistere allo spettacolo seduti sull’erba) la città del Sancarlone ospita sul palco dell’Arona Music Festival artisti di fama mondiale come Pat Metheny, Yellowjackets e The Italian Trio.

«Un nuovo capitolo di prestigio per la città»

«Erano tre anni che ad Arona non si facevano concerti di questa portata – ha sottolineato il vice sindaco – apriamo un nuovo capitolo di prestigio per la città con grandi nomi». Un progetto che intende coinvolgere la città, promosso dal Comune e prodotto dalla Cooperativa Zenart, all’insegna della musica jazz a partire dalla forza creativa di alcuni fra i maggiori esponenti della scena jazz internazionale e contemporanea.

Apre The Italian Trio

Ad aprire la rassegna un progetto esclusivo e totalmente made in Italy. Tre mostri sacri della musica jazz e dell’improvvisazione a livello internazionale: Dado Moroni al pianoforte, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria per la prima volta insieme con The Italian Trio (nella foto). Proprio di questi tempi è in produzione il primo album che contiene brani originali, scritti dai tre musicisti.

Leggi anche:  Contaminazioni culturali, festival di musica e teatro con istituto Brera e associazione Ri-Nascita

Attesissima la serata con Pat Metheny

Attesissima la serata del 25 luglio con Pat Metheny con l’imperdibile occasione di assistere all’esibizione del chitarrista di fama mondiale e compositore statunitense. Pat Metheny è accompagnato in Rocca dalla sua band composta dal batterista Antonio Sanchez, la bassista malesiana Linda May Han Oh e il pianista britannico Gwilym Simcock.

Gran finale con gli Yellowjackets

Giovedì 26 luglio gran finale con gli Yellowjackets, la fusion band per eccellenza con la loro straordinaria spinta ad innovare e sperimentare continuamente linguaggi nuovi. Previsti bus navetta e trenino da piazzale Aldo Moro dalle 19.30 fino alla fine del concerto. Accesso disabili con un’area dedicata entro e non oltre le 19.30. La prevendita è partita da tempo. I biglietti sono in vendita all’ufficio turistico o sulla piattaforma ticketone. 10 euro per la prima serata, 35 euro per lo spettacolo di Pat Metheny, 15 euro per gli Yellowjackets, abbonamento per le tre serate al prezzo di 49 euro. Dettagli su www.aronamusicfestival.it.

m.n.b.