Al Museo Faraggiana nuovo percorso di visita multisensoriale grazie ad associazione Ri-Nascita e Fondazione Comunità Novarese Onlus.

Al Museo Faraggiana nuovo percorso di visita multisensoriale

museo faraggiana percorso multisensorialeUn nuovo percorso di visita multisensoriale è stato realizzato al Museo Faraggiana di Novara. Il progetto è stato ideato e realizzato dall’Associazione Ri-Nascita, grazie al sostegno di Fondazione Comunità Novarese tramite il Fondo Dott. Giovanni Pagani. Hanno contribuito anche l’Associazione Industriali, Igor S.r.l., Fondazione De Agostini, Ponti SpA e Unione Ciechi di Novara. L’inaugurazione si svolgerà sabato 7 luglio alle 17.

Cultura accessibile e fruibile da parte di tutti

museo faraggiana percorso multisensoriale“La sfida di questo progetto e dell’associazione che lo promuove – commenta il presidente della Fondazione Comunità Novarese Cesare Ponti – è rendere la cultura accessibile e fruibile da parte di tutti, eliminando non solo le barriere fisiche, ma anche quelle sensoriali. In questi ultimi anni, è stata percorsa molta strada in merito ma molta è ancora da fare. Progetti come questi hanno un grande valore ed è per questo motivo che la nostra Fondazione ha scelto di sostenerlo. Il Museo Faraggiana, poi, è un fiore all’occhiello del patrimonio culturale novarese e arricchirlo con questo nuovo percorso lo rende ancora più attrattivo”.

Esplorazione, viaggio, scoperta

museo faraggiana percorso multisensorialeL’idea progettuale è nata riflettendo sulle caratteristiche del museo che, grazie alle donazioni della famiglia Faraggiana Ferrandi, ha oggi più di 2.400 esemplari ed è il secondo museo naturalistico a livello regionale. Partendo, quindi, dai temi dell’esplorazione, del viaggio, della scoperta, il progetto rafforza e sviluppa i contenuti museali con un nuovo percorso che permette a chi ha disabilità sensoriali di poter usufruire e di fare un’esperienza attraverso le diverse sensazioni ed emozioni.

Leggi anche:  Danza Festival, si riparte dal Castello

Museo da vedere, ascoltare, sentire, toccare e annusare

Rivolgendosi quindi anche a chi ha deficit sensoriali il nuovo percorso è arricchito da sistemi interattivi di ultima generazione, da mappe ed esemplari tattili, box olfattivi e contenuti sonori. Fornisce informazioni in Braille e in lingua Lis. Bambini e adulti, curiosi e turisti, udenti e non udenti, vedenti e non vedenti, un museo per tutti i sensi, da vedere, da ascoltare, da sentire, da toccare e da annusare.

Sensibilità e attenzione

museo faraggiana percorso multisensoriale“Il progetto messo in atto dall’associazione “Ri-Nascita” – commenta l’assessore alla Cultura Emilio Iodice – dimostra sensibilità e attenzione. Il nostro apprezzamento va a chi è in grado di proporre idee di alto valore sociale che possano contribuire a rendere il patrimonio culturale sempre più accessibile e quindi apprezzabile anche per le persone con diverse abilità. L’idea della creazione di un percorso multisensoriale va esattamente in questa direzione. In secondo luogo proprio la scelta del percorso multisensoriale rappresenta un plus innovativo per la stessa struttura museale. E’ un diverso modo di scoprirne i contenuti che, attraverso la sollecitazione dei diversi sensi, ricalca un approccio di tipo didattico ed emozionale”.

v.s.