Schianto a Domodossola, un morto e tre feriti.  Arrestato con l’accusa di omicidio stradale aggravato il giovane che avrebbe causato l’incidente.

Schianto a Domodossola, un morto e tre feriti

Terribile schianto a Domodossola, con il boato che è stato udito in tutto il circondario. E’ di una vittima e di tre feriti l’incidente che ha trasformato in dramma una tranquilla serata. Venerdì intorno alle 21.30 si sono scontrate in un pauroso sinistro, un’Audi e una Suzuki Vitara, all’incrocio tra via Sant’Antonio e via Ballarini, nella parte nord della città, a poca distanza dal centro. A perdere la vita Gianmichele Margaroli, 74 anni, che era al volante della Suzuki su cui viaggiava con la moglie. Improvvisamente la sua auto è stata centrata dall’Audi che, stando alla ricostruzione dei fatti da parte della Polizia Stradale e di Frontiera, avrebbe “bruciato” lo stop, sopraggiungendo da via Ballarini.

Auto ribaltata

Nello scontro la Vitara si è ribaltata finendo su un fianco. I primi ad accorrere sul posto sono stati alcuni abitanti della zona, richiamati dal forte rumore. Sul posto hanno a lungo lavorato i Vigili del fuoco. Le condizioni di Margaroli sono apparse subito gravissime ai soccorritori. L’uomo è deceduto nella notte all’ospedale San Biagio. Ferita la moglie, 71 anni, come pure il ventottenne alla guida dell’Audi e la fidanzata di 19.

Leggi anche:  Incidente sulla strada per Biandrate

Arrestato il giovane che avrebbe causato l’incidente

Proprio il ventottenne, Antoine Rodà, di Crevoladossola è stato arrestato sabato mattina e condotto in carcere a Verbania con l’accusa di omicidio stradale aggravato: è risultato positivo all’alcol test. Un tragico destino per la famiglia Margaroli: esattamente 24 anni fa, il 21 aprile del 1994, la coppia aveva peso un figlio in un incidente stradale a Ornavasso. Non sono state ancora fissate le esequie, prima si dovrà attendere l’esito degli esami autoptici sul corpo di Margaroli, disposti dal magistrato e che potrebbero essere effettuati già nella giornata odierna.
Marco De Ambrosis