Risvolti novaresi per un’operazione della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano contro la pedofilia. Tra gli arrestati dell’operazione vi è, infatti, anche un  residente in provincia. Lunedì 8 aprile gli agenti della Polposta hanno  arrestato un quarantanovenne, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip  presso il Tribunale di Torino, “per  detenzione di ingente materiale pedopornografico, precisamente 1757 immagini e 6638 video, nonché la catalogazione di 1506 immagini ritraenti bambini coinvolti in atti sessuali espliciti”.  Le indagini, svolte tra marzo e giugno del 2018 dal Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano nel corso dell’operazione “Ontario”, hanno portato all’arresto di 4 persone alla denuncia di altre 18 e sono scaturite dalla collaborazione internazionale del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni che ha condotto lo scambio informativo con  la Royal Canadian Mounted Police –  National Child Exploitation Coordination Centre (Ncecc) del Canada, ove ha sede la società KIK Interactive Inc. che gestisce l’omonima applicazione di messaggistica istantanea per smartphone.
La posizione del novarese arrestato era stata stralciata dall’autorità giudiziaria di Milano per competenza territoriale.