Palloncini bianchi lanciati in cielo per l’ultimo saluto a Giorgia Bianco, la ragazza di 19 anni morta nell’incidente stradale all’alba di domenica a Casalino.
È una folla, in maggioranza di giovani, quella che si è stretta accanto ai familiari venerdì mattina 2 novembre nella chiesa di San Martino a Novara in attesa della bara bianca (foto Tosi). Parenti, amici, compagni di scuola ma anche tanta gente comune ha portato il proprio cordoglio. La funzione religiosa è stata officiata da don Lorenzo Rosa.

«Coraggio Giorgia, nessuno lo aspettava: è accaduto troppo presto»

Riprendendo la lettura evangelica don Rosa ha ricordato: «Ci manca il tuo sorriso speciale che qualcuno definiva la tua caratteristica inconfondibile… coraggio Giorgia, nessuno lo aspettava, è accaduto troppo presto». Gli occhi dei presenti sono lucidi. Al termine della cerimonia il feretro viene salutato dagli applausi. Un gruppo di amici indossa la maglietta con stampata la fotografia della ragazza e la frase “Tutto il chiaro che farà”, tratta da una nota canzone di Eros Ramazzotti. Vengono lanciati in aria i palloncini.
m.d.