Finte vendite online, presi due truffatori. I poliziotti di Verbania hanno anche denunciato un uomo che guidava ubriaco.

Finte vendite online, presi due truffatori

Gli agenti di Verbania hanno denunciato in stato di libertà C.A., classe 1983, residente nel Bresciano e C.D., classe 98, residente in Campania per il reato di truffa. I due hanno utilizzato una tecnica ormai nota per “fregare” la gente tramite finte vendite online. Un bene viene venduto sottocosto, cosa che invoglia l’acquirente a rispondere, ma dopo il bonifico il venditore sparisce. In questo caso gli episodi sono stati due e riguardano presunte vendite di una Play Station 4 e di un cellulare I Phone 7. Le vittime hanno subito un danno economico complessivo di circa 500 euro.

Guidava ubriaco

La Squadra Volanti della Questura del Verbano Cusio Ossola ha anche denunciato in stato di libertà il tunisino S.K.B.B.L., classe 1966, per guida in stato di ebbrezza. Nello specifico nella notte dell’8 settembre gli agenti, durante un posto di controllo, hanno fermato una BMW condotta dal tunisino. Era evidente dal suo comportamento che l’uomo aveva bevuto troppo ed è stato perciò sottoposto a prova etilometrica, che ha registrato un tasso alcolemico di 1,65 g/l. Per questo motivo S.K.B.B.L. è stato indagato in stato di libertà. L’auto non è stata sequestrata perché non apparteneva al trasgressore.

Leggi anche:  Incendio in un appartamento a Lumellogno, paura tra i residenti

v.s.