Figli senza sbarre, anche al carcere di Novara l’iniziativa nazionale. Nell’occasione inaugurato il nuovo campo di calcio con la pista di atletica.

Figli senza sbarre, anche al carcere di Novara l’iniziativa nazionale

figli senza sbarreIl 1 dicembre ha preso il via la campagna “La partita con papà”. Nel mese di dicembre, negli istituti penitenziari italiani, si giocherà una partita di calcio dei papà detenuti coi loro figli.
Organizzata da “Bambinisenzasbarre Onlus” in collaborazione con il Ministero di Giustizia- Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, per il quarto anno consecutivo. Nel carcere di Novara, di via Sforzesca, l’iniziativa è coincisa con l’inaugurazione del nuovo campo di calcio risistemato. Un lavoro finanziato dalla Cassa delle Ammende e arricchito dal contributo dell’associazione di volontariato “Aps – Amici della Casa circondariale” che ha curato la realizzazione della pista di atletica posta all’esterno del campo di calcio.

Campo di calcio e pista di atletica

figli senza sbarreDon Gigi Usorini, il cappellano del carcere, ha benedetto la nuova struttura. Dopo la partita si è svolto un piccolo rinfresco seguito da momenti di gioco animati dai volontari di Telefono azzurro della sezione novarese. Da maggio i volontari garantiscono supporto alla genitorialità in fase di colloquio tra detenuti e familiari. Al termine dell’incontro i papà hanno salutato i figli donando loro un piccolo regalo, grazie al contributo dell’associazione “Kipol”.

Leggi anche:  Due gravi incidenti stradali nel Novarese in un'ora: in uno dei sinistri muore 24enne

Il 12 dicembre gli avvocati prepareranno il pranzo con i detenuti

figli carcereIl direttore della Casa Circondariale di Novara, Rosalia Marino ha ringraziato «le persone e gli enti che con il loro contributo hanno permesso di ultimare i lavori del campo sportivo con la realizzazione della pista di atletica. Sono la Fondazione della Banca Popolare di Novara, nella persona dell’avvocato Franco Zanetta e il cavalier Cesare Ponti dell’omonimo acetifico e presidente della Fondazione Comunità del Novarese onlus. Grazie sempre all’Associazione di Volontariato “Amici della Casa Circondariale di Novara” ed al suo presidente Pietro Pesare». Il 12 dicembre si svolgerà in carcere l’evento “Toghe e teglie”. Gli avvocati del Foro di Novara prepareranno il pranzo con i detenuti nella cucina del carcere. Il 19 dicembre ci sarà come ogni anno il pranzo di Natale offerto ai detenuti dalla Comunità di Sant’Egidio.
m.d.