Droga, tre arresti e sequestro di stupefacente per un valore di oltre 100.000 euro. Le operazioni portate a termine dalla Guardia di Finanza di Domodossola.

Droga, tre arresti e sequestro di stupefacente per un valore di oltre 100.000 euro

I militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Domodossola negli ultimi due mesi, hanno portato a termine importanti operazioni nella lotta al traffico di stupefacenti che hanno consentito l’arresto di due soggetti di origine nigeriana, uno di origine dominicana ed il conseguente sequestro di un chilogrammo di eroina, 500 grammi di hashish e 270 grammi di cocaina. Lo stupefacente sequestrato avrebbe fruttato sul mercato illegale oltre 100.000 euro.

90 ovuli nella pancia

droga domodossola gdf caneIn particolare il soggetto di nazionalità nigeriana di 28 anni, O.G. le iniziali del cognome e del nome, viaggiava su un treno notturno proveniente da Parigi e diretto a Venezia, veniva sottoposto a controllo e fatto scendere dal treno in quanto mostrava un atteggiamento di particolare nervosismo. Incalzato dalle domande dei militari e non riuscendo a fornire spiegazioni convincenti veniva accompagnato all’ospedale San Biagio di Domodossola per essere sottoposto ad un esame radiografico. Il referto mostrava la presenza di un’ingente quantità di corpi estranei nell’addome che, una volta evacuati, venivano quantificati in 90 ovuli contenenti oltre un chilogrammo di sostanza stupefacente risultata poi essere eroina.

Leggi anche:  Escursionisti dispersi in Val Grande

Cocaina trasportata nel corpo

droga domodossola Un ulteriore arresto delle Fiamme Gialle di Domodossola è avvenuto in seguito al controllo di una cittadina di nazionalità nigeriana di 26 anni, J.J., che viaggiava su un treno proveniente da Milano e diretto a Ginevra. I militari operanti, insospettiti dalla particolare agitazione della persona controllata la facevano scendere dal treno accompagnandola presso l’ospedale San Biagio di Domodossola e, all’esito di esami radiografici, venivano individuati 24 ovuli contenenti oltre 270 grammi di sostanza stupefacente risultata poi essere cocaina.

Oltre mezzo chilo di hashish

Un ulteriore arresto è stato effettuato grazie alla segnalazione di un cane addestrato al rinvenimento di sostanze stupefacenti. Il Finanziere cinofilo, unitamente al suo pastore tedesco su un treno proveniente da Basilea a diretto a Milano, sottoponeva a controllo, grazie alla segnalazione dell’animale, il bagaglio di un cittadino di nazionalità dominicana di 28 anni, H.V. All’interno della valigetta venivano rinvenuti 5 panetti che al netto degli involucri contenevano oltre 520 grammi di hashish.