NOVARA – Un corredo funerario d’epoca romana, scoperto nel 1971 a Domodossola, e sparito poco dopo il ritrovamento, è stato recuperato dal Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Torino, dopo circa 45 anni. Il sequestro e la confisca dei reperti, circa 25 pezzi, è stato giudicato di straordinaria importanza storica dagli archeologi e stimato per un valore di oltre 100.000 euro. La presentazione al pubblico dei reperti è avvenuta a Novara, dove ha sede la Soprintendenza competente. Accanto al corredo funerario è stata presentata una collezione di reperti archeologici, di dubbia provenienza, trovati probabilmente in Puglia, recuperata sempre dai carabinieri, a Verbania.

m.d.

NOVARA – Un corredo funerario d’epoca romana, scoperto nel 1971 a Domodossola, e sparito poco dopo il ritrovamento, è stato recuperato dal Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Torino, dopo circa 45 anni. Il sequestro e la confisca dei reperti, circa 25 pezzi e è stato giudicato di straordinaria importanza storica dagli archeologi e stimato per un valore di oltre 100.000 euro. La presentazione al pubblico dei reperti è avvenuta a Novara, dove ha sede la Soprintendenza competente. Accanto al corredo funerario è stata presentata una collezione di reperti archeologici, di dubbia provenienza, trovati probabilmente in Puglia, recuperata sempre dai carabinieri, a Verbania.

Leggi anche:  Incendio in un appartamento a Lumellogno, paura tra i residenti

m.d.