Perde l’orientamento ma riesce a salvarsi

E’ stato grazie alla prontezza di riflessi di alcuni motoscafisti in servizio a Orta se il cucciolo di un capriolo finito nel lago, dopo aver probabilmente smarrito l’orientamento, è riuscito a salvarsi. E’ accaduto sabato verso le 11,30 nello specchio d’acqua attorno all’isola di San Giulio.
I motoscafisti erano vicini all’imbarcadero di piazza Motta quando hanno notato che in acqua di fronte all’isola c’era qualcosa che si muoveva in modo anomalo. Andati subito sul posto con le loro barche, si sono accorti che a trovarsi in difficoltà era un capriolo. Nonostante i tentativi di trarre in salvo il piccolo Bambi, l’animale, spaventatissimo, non si lasciava catturare. Anzi, stava pericolosamente prendendo il largo dove il lago è più profondo.

Un piano per aiutare Bambi

Anziché tentare di avvicinarlo per afferrarlo, i motoscafisti hanno circondato il capriolo costringendolo a dirigersi verso l’isola. Sono così riusciti a fargli raggiungere la terra ferma dove, stremato, è riuscito ad infilarsi in una delle viuzze dell’isola per tentare una nuova fuga.
Intercettato, sono state allertate le competenti autorità che hanno preso in custodia il cucciolo, impaurito e infreddolito, ma miracolosamente salvo.

Carlo Panizza