Veveri, partita la demolizione dell’ex Ego. Il progetto coordinato da Malquati Real Estate prevede l’insediamento di nuove realtà produttive.

Veveri, partita la demolizione dell’ex Ego

veveri ex egoSono iniziate le operazioni di demolizione dell’ex Ego alla periferia Nord di Novara, a Veveri. E’ il primo passo che dà il via a un processo di rigenerazione urbana dell’intera area, destinata a ospitare nuovi insediamenti produttivi nella zona. L’operazione è coordinata da Malquati Real Estate. Lo storico stabilimento per la produzione di resistenze e componenti meccanici per forni e frigoriferi era ormai in disuso da anni. Prima della chiusura, l’azienda ha ceduto alla nuova proprietà i brevetti e gli immobili.

Operazione coordinata da Malquati Real Estate su progetto di Reinventa

dragoni fabrizio e malquati elena
Fabrizio Dragoni ed Elena Malquati

«L’attuale proprietà ha tentato di vendere a lungo, affidandosi ad altre realtà, ma senza ottenere riscontri. L’area, così come si presenta, non era più appetibile per il mercato, perché gli edifici presenti non risultano conformi agli standard produttivi richiesti oggi – spiega Elena Malquati – Noi lo abbiamo analizzato a fondo, pensando a una serie di sviluppi futuri, in base ai quali lo abbiamo reinterpretato, proponendo un progetto ideato da Reinventa, la business unit di Malquati Real Estate dedicata alla rigenerazione urbana, presieduta da Fabrizio Dragoni. Tipologia di operazioni in cui siamo specializzati e grazie alle quali ridiamo una seconda vita a immobili e aree in disuso, che vengono così restituiti alla collettività».

Leggi anche:  Presepe Vivente, riuscita la prima edizione della manifestazione a Novara FOTOGALLERY

Già acquistato uno dei quattro lotti

veveri ego_planimetria progettoLa demolizione è stata preceduta, nei mesi scorsi, dalle attività di smantellamento degli arredi interni e dell’archivio, oltre che dalla rimozione delle cisterne interrate. Successivamente l’area sarà frazionata in lotti variabili fra i 6.000 e i 7.000 metri quadri. «Il nostro progetto ha predisposto un totale di quattro lotti – continua Elena Malquati – Al momento ne restano ancora disponibili due: uno è già stato acquistato da un’azienda locale che intende espandersi, mentre un altro è al centro di una trattativa con un’imprenditrice del territorio. Si tratta del lotto situato fronte strada su via Cameri, ancora non sappiamo se sarà anch’esso demolito».

«Un’area che sta vivendo un processo di cambiamento importante»

veveri ex ego rimozione cisterne«È un progetto a cui teniamo molto, anche perché contribuirà a ridefinire ulteriormente il nuovo volto di Veveri – commenta Malquati – Una zona di Novara che negli ultimi anni sta vivendo un processo di cambiamento importante: a partire dal restyling di via Verbano, fino all’insediamento del polo commerciale, nei pressi del quale è prevista la costruzione del centro cottura per le mense scolastiche. Senza dimenticare i futuri sviluppi urbanistici che interesseranno l’ex sede delle Officine grafiche di corso della Vittoria e l’area commerciale al confine con il territorio di Cameri, che ospitava la discoteca Jambo».

v.s.