Tutti in bici per Casa Shalom. In tanti da Novara a Ponzana per la quindicesima edizione della Tre pedaladi par i riseri.

Tutti in bici per Casa Shalom

Ancora una volta i novaresi hanno risposto positivamente a uno degli appuntamenti più conosciuti e apprezzati nel calendario della solidarietà del nostro territorio.
Sono stati in tanti (oltre duecento iscritti, un centinaio di simpatizzanti che si sono aggiunti alla risottata), ieri mattina, a partecipare alla quindicesima edizione della “Tre pedaladi par i riseri”, pedalata a scopo benefico in compagnia che, da Novara, lungo 24 chilometri, ha condotto sino a Ponzana di Casalino, dove ha sede Casa Shalom. La struttura dal 2002 si occupa di ospitare e seguire persone malate di Aids. Una casa che si occupa in particolare di quei malati che non hanno punti di riferimento famigliari o abitativi e che non necessitano di particolari cure ospedaliere, ma che hanno l’urgenza di un’ospitalità, anche solo per periodi brevi. Un’attività che viene portata avanti grazie a operatori qualificati e volontari e sotto la direzione di don Dino Campiotti, che all’epoca ha voluto con forza l’apertura di questa grande casa della solidarietà.

La Tre pedaladi par i riseri alla quindicesima edizione

Il ritrovo e la partenza, in piazza Martiri, con l’avvio della biciclettata con lo sparo del Gruppo storico risorgimentale 23 Marzo 1849. Una pedalata accompagnata da una bella mattinata di sole. Iscrivendosi, al costo di 5 euro, si sono raccolti fondi per Casa Shalom. A promuovere l’evento, Casa Shalom, gli Alpini di Novara (Gruppo A. Lorenzoni), con il patrocinio del Comune. A prendere parte alla pedalata, giovani e meno giovani, intere famiglie, gruppi di amici e tanti bambini. Per l’edizione numero 15, anche per festeggiare i 15 anni dell’associazione “Amici di Shalom”, nata nel 2003 per sostenere la Casa di Ponzana, è stato inaugurato un nuovo percorso rispetto a quello tradizionale. La ‘carovana’ è infatti passata dal Torrion Quartara, da Monticello, Granozzo, Casalino, Cameriano e arrivo a Ponzana. A fare da assistenza con gli Alpini, Polizia locale, Croce Rossa e l’associazione RadioAmatori Italiani di Novara.

Leggi anche:  Buoni pasto per i dipendenti comunali, sarà il gruppo Edenred ad erogare il servizio

Risottata finale

A Casa Shalom quindi la risottata. La storia della struttura parte nel 1996, quando la Diocesi e l’Istituto di Sostentamento del Clero, ognuno per la sua parte, hanno ceduto in comodato d’uso gli edifici e l’area circostante all’associazione Comunità Villa Segù onlus per insediarvi una casa alloggio per malati di Aids. Si è affidato poi il progetto allo studio dell’architetto Pio Occhetta e nel 2002 il sogno si è concretizzato.
Monica Curino