Tre pedaladi par i riseri, con gli Alpini per Casa Shalom che si occupa di ospitare e seguire persone malate di Aids.

Tre pedaladi par i riseri, con gli Alpini per Casa Shalom

Quindicesima edizione, questa domenica 10 giugno, per uno degli appuntamenti ormai irrinunciabili e tradizionali della solidarietà novarese, la “Tre pedaladi par i riseri”. La pedalata a scopo benefico in compagnia, da Novara, condurrà sino a Ponzana di Casalino, dove ha sede Casa Shalom, la struttura che, dal 2002, si occupa di ospitare e seguire persone malate di Aids. Il ritrovo per la biciclettata sarà in piazza Martiri alle 9, mentre la partenza è fissata per le 10. Con l’iscrizione alla biciclettata, costo 5 euro, si raccolgono fondi, come sempre, per Casa Shalom, diretta da don Dino Campiotti.

Presente il Gruppo storico risorgimentale

A promuovere la pedalata, come sempre, Casa Shalom e gli Alpini con il patrocinio del Comune di Novara. Sarà presente il Gruppo storico risorgimentale 23 Marzo 1849. La cifra dei 5 euro dell’iscrizione comprende gadget, ristoro a Monticello, piatto di risotto all’arrivo a Casa Shalom e per chi lo desidera il servizio di bus con bicicletta al seguito per il rientro. A pagamento, la possibilità di pranzare con salamini, spiedini e patatine fritte. A far da assistenza, l’associazione radioamatori italiani. Molti gli sponsor dell’iniziativa. Un’edizione in cui si festeggiano anche i 15 anni dell’associazione Amici di Shalom, nata nel 2003.

Leggi anche:  In cima al Tagliaferro 64 anni dopo

Per le persone malate di Aids

La storia di Casa Shalom trae origine nel 1996, quando la Diocesi e l’Istituto di Sostentamento del Clero, ognuno per la sua parte, hanno ceduto in comodato d’uso gli edifici e l’area circostante all’associazione Comunità Villa Segù Onlus per insediarvi una casa alloggio per malati di Aids. Si è affidato poi il progetto allo studio dell’architetto Pio Occhetta e nel 2002 il sogno si è concretizzato e Casa Shalom ha iniziato ad accogliere i primi ospiti.
mo.c.