Taglio del verde, diserbo e decoro urbano, Assa all’opera. Numerosi gli interventi in città soprattutto nei parchi, nelle aree verdi delle strutture scolastiche comunali e al cimitero.

Taglio del verde, diserbo e decoro urbano, Assa all’opera

Gli operatori dell’Assa stanno effettuando in questi giorni numerosi interventi di taglio del verde, diserbo e decoro urbano in varie zone della città. Al Cimitero, con l’operatività dei “cantieristi”, da aprile Assa è operativa tutti i giorni per la mondatura delle infestanti e le attività di manutenzione. Nell’area cimiteriale è stata fatta la sperimentazione del pirodiserbo, ora impiegato anche nelle vie cittadine, e in alcune aree sempre interne al Cimitero si è ricorso al tradizionale diserbo chimico segnalando opportunamente gli interventi. Nel contempo non si è trascurata la parte di decoro, sono state rifatte le aiuole e si è provveduto alle fioriture pensili.

Interventi nelle scuole comunali e nei parchi

Assa, con proprio personale e con la ditta incaricata, sta provvedendo ai tagli dell’erba su tutta la città e nelle scuole comunali, mentre il taglio nelle aree verdi degli asili nido è già stato completato.

«Siamo partiti immediatamente dopo il passaggio di consegne della gestione del verde dal Comune ad Assa e ora, avviata l’attività, procederemo senza incertezze e rallentamenti, con competenza», rimarca il presidente di Assa, Giuseppe Antonio Policaro. «E’ sotto gli occhi di tutti l’enorme spiegamento di mezzi e personale messo in campo per risolvere la situazione che paga lo scotto di aver visto l’avvio operativo dei tagli con un ritardo dovuto alle procedure di gara per la parte affidata a terzi», rimarca il direttore di Assa, Marco Zagnoli.

Leggi anche:  Cartiera di Momo, "i fanghi ammorbano l'aria del paese"

Primo taglio in leggero ritardo

Ad Assa competono il taglio dell’erba e la potatura di siepi, mentre le alberature non sono ricomprese tra le attività manutentive affidate ad Assa. Gli interventi sono diversificati. Mezzi appropriati e personale operano in successione e ogni intervento viene via via completato. Esaurito questo primo taglio la programmazione dei successivi nella sequenza dovrebbe scongiurare analoghe situazioni di emergenza.