Piazza Bonomi a Romentino: in arrivo importanti novità. Nel programma delle opere pubbliche l’Amministrazione Biondo ha inserito il progetto di riqualificazione di piazza Bonomi. Un refrain che ha scandito le discussioni consiliari degli ultimi anni: la Giunta in carica ha realizzato l’area verde, intervento giudicato insufficiente dalle minoranze, favorevoli invece a un ripensamento complessivo dell’intera zona del centro storico.

Piazza Bonomi: ora si procede con un altro tassello.

Mercoledì scorso durante l’assise, chiamata a votare il bilancio di previsione, l’ultimo dell’era del sindaco Alessio Biondo, l’assessore ai Lavori pubblici Severino Freguglia ha illustrato il progetto che prevede “la sistemazione degli spazi dei parcheggi in funzione delle attuali esigenze automobilistiche e il ripristino della segnaletica orizzontale e verticale; la costruzione di un muro di cinta sul lato sud della piazza per eliminare le barriere in lamiere che in passato si sono rivelate pericolose per persone e mezzi in occasione di forte vento; la creazione di interspazio tra le corsie con la posa di fioriere nella parte centrale; la sistemazione dei pali di illuminazione e delle colonnine di presa dell’energia elettrica oltre alla creazione di passaggi pedonali”.

Soluzione individuata: prevista la creazione di nuovi parcheggi

“Tra i lavori da realizzare per piazza Bonomi la migliore soluzione individuata prevede la creazione di stalli posti perpendicolarmente al senso di marcia: ne verranno creati 15 in più, passando dagli attuali 93 ai futuri 108. Studi in materia di progettazione urbanistica consigliano le dimensioni medie dei parcheggi in 5 metri di lunghezza e 2,50 di larghezza, con uno spazio fra le corsie di accesso pari a 6 metri. Tra rimozione delle linee esistenti da effettuare con la vernice, delineazione dei nuovi posteggi, acquisto fioriere, segnaletica verticale, muro di cinta, revisione dell’impianto di sorveglianza, rimozione del servizio igienico e una nuova fontanella nell’area verde (era stata danneggiata) i costi prevedono una spesa di 21.500 euro”.
Eleonora Groppetti