“Io non rischio”, anche a Novara la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione civile. In piazza i volontari parleranno di alluvioni.

“Io non rischio”, anche a Novara la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione civile

Anche Novara ospiterà “Io non rischio”, la campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione civile e l’informazione sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. L’iniziativa è giunta all’ottava edizione. Domani, sabato 13 ottobre, i volontari dell’Uverp, Unità Volontaria Emergenza Regionale Piemontese, saranno in piazza della Repubblica per illustrare il rischio alluvione.

La professionalità comunicativa dei volontari

“Come sempre in Piemonte il mondo del volontariato di Protezione civile aderisce con impegno e interesse a questa campagna di divulgazione delle buone pratiche per migliorare la resilienza della popolazione, – dichiara l’assessore regionale alla Protezione civile, Alberto Valmaggia – in questa iniziativa emerge la professionalità comunicativa dei volontari che accompagnano i cittadini in un percorso di conoscenza dei rischi per migliorare l’autotutela, impegno auspicato anche dal nuovo codice di Protezione civile”.

Leggi anche:  Oltre il palcoscenico, scoprire Novara e andare a teatro con un unico biglietto

Cittadinanza attiva

“I volontari – continua Valmaggia – sempre impegnati in un ciclo continuo di formazione per rispondere alle emergenze, dimostrando grandi capacità di intervento a livello locale, nazionale ed europeo, si esercitano costantemente, anche, a diffondere la cultura della prevenzione per accrescere la consapevolezza in una cittadinanza attiva”.

v.s.