Immigrati, allo Sportello di Trecate più di 2100 contatti in un anno. Le persone che si sono rivolte agli operatori appartengono a tutte le etnie presenti in città.

Immigrati, allo Sportello di Trecate più di 2100 contatti in un anno

Lo Sportello Immigrati del Comune di Trecate è un servizio molto utilizzato dagli oltre 3.500 stranieri che vivono in città. Nel corso del 2017 gli utenti sono stati 2.145, di cui il 52 per cento donne e il 48 per cento uomini, il 61 per cento persone in età adulta e il 39 per cento giovani. La media per ciascuno dei 137 giorni di apertura dello Sportello è stata di 16 utenti che, per vari motivi, si sono rivolti al personale dell’ufficio.

Persone di tutte le nazionalità

Le persone che si sono rivolte agli operatori dello Sportello Immigrati appartengono pressoché a tutte le etnie presenti in città, in modo particolare alle etnie: albanese (461), marocchina (347), pakistana (177), cinese (138), tunisina (118), salvadoregna (100), nigeriana (95), egiziana (82), ucraina (78), senegalese (68), turca (68), peruviana (65), moldava (55), ecuadoriana (39), indiana (26), congolese (21), algerina (14), rumena (14) ivoriana (10). Tra gli utenti anche 102 italiani, che rappresentano poco meno del 5% dell’utenza.

Leggi anche:  Furti di piante nel Parco del Ticino a Trecate, blitz della Polizia locale

Carta o permesso di soggiorno tra le richieste più frequenti

Le richieste più frequenti hanno riguardato: lavoro (74), cittadinanza (370), carta o permesso di soggiorno (1.131), ricongiungimento familiare (185), consulenza (37), scuola e formazione (11), contributi economici (26), regolazione ingressi (59), compilazione modulistica (676), tutela o affidamento di minori (21), diritti, salute, traduzione documenti, ecc. (240), abitazione (1). Anche nel 2017 l’attività dello Sportello Immigrati si è giovata della collaborazione di mediatori culturali madrelingua (arabo/francese e albanese).

Punti di ascolto anche a Cerano e Romentino

La rete di collaborazione esistente tra le varie istituzioni scolastiche, gli enti di formazione, le associazioni del territorio e, soprattutto, il Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti  hanno permesso di fornire informazioni capillari su corsi di ogni genere. Sono, inoltre, proseguite le collaborazioni con enti del territorio, Questura, Sportello Unico per l’Immigrazione, Provincia, Enti, Istituzioni scolastiche e Organismi di patronato, sindacali e associativi che hanno una competenza specifica in materia immigratoria, allo scopo di gestire al meglio le pratiche immigratorie, agevolando i cittadini.
Da ricordare che lo Sportello Immigrati fa parte dei servizi gestiti in convenzione fra vari comuni dell’Ovest Ticino e della Bassa Novarese (di cui Trecate è capofila) e, oltre che a Trecate, ha dei punti di ascolto anche a Cerano e Romentino.
Daniela Uglietti