Il Borgomanerese dell’anno 2018 è Armando Gallo. Targa della presidenza allo staff di “Stelle & Padelle”.

Il Borgomanerese dell’anno 2018 è Armando Gallo

Armando Gallo, 66 anni, “pioniere e guida” dei Volontari del Comitato cittadino della Croce Rossa Italiana che recentemente ha festeggiato il 40° di costituzione, è il “Borgomanerese dell’anno 2018”. La proclamazione ha avuto luogo sabato mattina nel “salone d’onore” di Villa Marazza. Ad eleggerlo una Commissione presieduta dal giornalista Carlo Panizza, costituita da amministratori comunali e rappresentanti di diversi enti ed associazioni locali.

30a edizione del premio

Il premio, giunto alla 30^ edizione venne istituito nel 1989 su iniziativa del Gruppo filatelico e numismatico “Achille Marazza” presieduto da Giovanni Tinivella, nel ricordo dell’ex vice sindaco-poeta Giovanni Pennaglia scomparso l’anno prima. Gallo, si legge nella motivazione dell’ambito riconoscimento “ è stato sin dall’inizio anima della Cri, stimolo per tanti giovani volontari che grazie ai suoi insegnamenti e ai suoi consigli hanno continuato a crescere”. Da anni anche a livello nazionale svolge l’importante ruolo di formatore delle nuove generazioni di volontari.

Targa della presidenza allo staff di “Stelle & Padelle”

La Commissione ha inoltre deciso di assegnare la speciale “targa della presidenza” allo staff di “Stelle & Padelle” capitanato dallo chef Andrea Cane che da anni promuove  serate gastronomiche benefiche per aiutare economicamente le associazioni di volontariato che operano in campo socio assistenziale. Prima della consegna dei premi Panizza ha ricordato i borgomaneresi dell’anno scomparsi: Rita Graziani Boccia, Ernesto Lomaglio, Erasmo Renzo Lombardi, Suor Noemi Vicario, Fedele “Nino” Margaroli e Giuseppe Bacchetta e ha anche ricordato Ercolina Gibin, “icona” della Resistenza morta all’età di 91 anni giovedì della scorsa settimana, sorella e cognata di Enzio Gibin ed Ernesto Mora i due partigiani uccisi a Cressa il 23 febbraio 1945 ed insigniti della medaglia d’oro al valor militare alla memoria.