Igiene delle mani, l’ospedale Maggiore della Carità di Novara aderisce alla Giornata mondiale decretata dall’organizzazione mondiale della Sanità per il 5 maggio. Tante le iniziative in programma.

Igiene delle mani, l’ospedale Maggiore aderisce alla Giornata mondiale

L’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” aderisce alla “Giornata mondiale per l’igiene delle mani”, decretata dall’organizzazione mondiale della Sanità per il 5 maggio. L’iniziativa rappresenta un momento importante di riflessione su un semplice gesto della vita quotidiana in grado di garantire salute e benessere. Al fine di sensibilizzare gli operatori sanitari e tutti i cittadini su tali norme igieniche, la Direzione sanitaria dei presidi ospedalieri – S.S. Prevenzione rischio infezioni, in collaborazione con la scuola dell’ospedale “Marcella Balconi” e con l’associazione volontari ospedalieri (AVO) ha organizzato la “Settimana dell’igiene delle mani” con attività di informazione sulle pratiche di igiene delle mani rivolte sia ai cittadini che agli operatori sanitari.

Le iniziative in programma

Mercoledì 2 maggio al centro unificato prenotazioni (CUP), giovedì 3 maggio al poliambulatorio e venerdì 4 maggio nell’atrio della sede staccata “San Giuliano” dalle ore 9 alle ore 11,30 il personale della S.S. Prevenzione rischio infezioni  con la collaborazione dei volontari dell’AVO distribuirà agli utenti ed al personale sanitario, materiale informativo sull’igiene delle mani e coinvolgerà le persone in transito con la proiezione di video sulla corretta igiene delle mani. Verrà inoltre offerta l’opportunità di verificare la corretta esecuzione dell’igiene delle mani mediante l’utilizzo di un box interattivo ad hoc, messo a disposizione da una azienda del settore. In tali occasioni saranno esposti i disegni ed i poster sul tema dell’igiene delle mani realizzati dai piccoli degenti che hanno partecipato alle attività della scuola in ospedale e quelli preparati dagli allievi della scuola di formazione professionale “Filos” di Novara. L’attività di sensibilizzazione rivolta al personale aziendale si svolgerà anche presso i locali della mensa aziendale con l’affissione dei poster e dei disegni dei bambini.

Perchè è importante lavarsi le mani

Lavarsi le mani è un gesto che compiamo più volte tutti durante la giornata, prima di mangiare, dopo aver toccato qualcosa di sporco e in tante altre occasioni. Non tutti però hanno la giusta percezione di quanto questa semplice pratica sia importante per la prevenzione di molte malattie. Un corretto lavaggio delle mani permette di ridurre di oltre il 40% il rischio di contrarre infezioni. Spesso si dedica al lavaggio delle mani pochi secondi nella convinzione che ciò sia sufficiente ad averle pulite. Ma non è così. Le mani sono, infatti, un ricettacolo di germi. Una piccola percentuale è rappresentata da microrganismi non patogeni, che risiedono normalmente sulla cute senza creare danni. A questi, però, possono aggiungersi virus e batteri che circolano nell’aria o con cui veniamo in contatto toccando le più diverse superfici. I germi, quando trovano un ambiente ideale, vi si annidano e, se le condizioni ambientali lo consentono, proliferano moltiplicandosi ad un ritmo impressionante. Possono sopravvivere per ore sulle superfici e da qui possono essere trasmessi al naso, alla bocca o agli occhi, semplicemente attraverso le nostre mani.

Leggi anche:  San Vito, tutto pronto a Omegna per la 115a edizione

Un gesto semplice ma importante

Lavare frequentemente le mani è importante, soprattutto quando si trascorre molto tempo fuori casa, in luoghi pubblici, spesso poco igienici. Alcune situazioni richiedono particolare attenzione, ad esempio prima di  mangiare, maneggiare alimenti, somministrare farmaci, medicare o toccare una ferita, applicare o rimuovere le lenti a contatto. E’ importante anche dopo aver tossito, starnutito o soffiato il naso, essere stati a stretto contatto con persone ammalate, essere stati a contatto con animali,  aver usato il bagno, aver cambiato un pannolino, aver toccato cibo crudo, in particolare carne, pesce, pollame e uova, aver maneggiato spazzatura, aver usato un telefono pubblico, maneggiato soldi, aver usato un mezzo di trasporto (bus, taxi, auto ecc.), aver soggiornato in luoghi molto affollati come palestre, sale da aspetto di ferrovie, aeroporti, cinema ecc. E’ meglio utilizzare il sapone liquido della saponetta e acqua corrente. Applicare il sapone su entrambi i palmi delle mani e strofinare sul dorso, tra le dita e nello spazio al di sotto delle unghie (dove si annidano più facilmente i germi), per almeno 40-60 secondi. Risciacquare abbondantemente con acqua corrente.

v.s.