Gonfiabili a pagamento nel Parco dei Bambini, i genitori non ci stanno. L’assessore alla Cura della città Federico Perugini: “Stiamo ancora valutando”.

Gonfiabili a pagamento nel Parco dei Bambini, i genitori non ci stanno

parco dei bambini “Parco dei Bambini: bocciato!! Spazio immenso ed una altalena così da far piangere i bambini! Solo tubi metallici di gran valore “artistico”. E poi chicca finale: gonfiabili a pagamento in un parco pubblico! Ma chi l’ha progettato ha pensato alla funzionalità per i bimbi?”: questo il post di Elena Perko nel gruppo Sei di Novara se… a cui hanno fatto seguito una serie di commenti che comunque non vanno tutti nella stessa direzione. Certo è che sia sui social sia da testimonianze dal vivo da noi raccolte al Parco dei Bambini, che ha riaperto in parte il 7 luglio, a molti genitori la presenza dell’area giochi a pagamento gestita dalla famiglia Niemen (la stessa che si è aggiudicata la gestione del bar) proprio non va giù.

Alcuni contro, altri pro

parco dei bambini Alcuni genitori fanno notare che anche in passato ci sono state attività di intrattenimento a pagamento all’interno dell’area verde: “Ma anche negli anni 60 il giro col pony si pagava, anche le automobiline a pedali si pagavano. Ma perché oggi tutti vogliono tutto gratis?” scrive ad esempio Paolo Tomasotti. Gli risponde Vicky Iemma: “Perché un conto è un giretto sul trenino, un altro è un’area bella grande tutta a pagamento e non tutti (sopratutto chi ha più figli piccoli) possono permetterselo, c’è già il parco da Leo a pagamento, perché farlo anche al parco dei bambini? Nn è corretto secondo me”. Molti invitano ad aspettare che il parco sia ultimato per esprimere giudizi. Altri ancora auspicano che ben venga l’area a pagamento se nel parco ci sarà maggior controllo contro vandali e disturbatori.

Leggi anche:  Mundialito, raccolti 3310 euro a favore di Lilt Novara Onlus

L’assessore Perugini: “Stiamo ancora valutando”

parco dei bambini “In merito al piccolo parco giochi gonfiabili che occupa una superficie di 20 per 20 metri si è trattato di un’offerta da parte del gestore di implementazione dei servizi obbligatori. Non è un dato acquisito, siamo in fase di apertura e sperimentazione di una parte del parco attrezzata con giochi per i bambini e bar. Come Amministrazione comunale abbiamo ricevuto anche noi diverse segnalazioni da parte dei primi fruitori. Ascoltando anche le osservazioni dei cittadini ci riserviamo di definire l’accoglimento di questa offerta”. Così l’assessore alla Cura della città Federico Perugini risponde alle critiche mosse riguardo all’area giochi a pagamento presente all’interno del Parco dei Bambini.

Sarà aumentato il numero di altalene

parco dei bambini “Siamo in fase di avvio, stiamo valutando le modalità più idonee affinché i cittadini possano frequentare il parco nel modo più sereno possibile – aggiunge – Per quanto riguarda il numero di altalene e il tipo di giochi presenti è sotto gli occhi di tutti che si tratta di un’offerta altamente innovativa, che si può trovare in tutti i parchi di recente realizzazione e con strutture adatte anche ai disabili. Non si tratta della fornitura definitiva, come abbiamo già avuto modo di confermare, la dotazione di altalene sarà aumentata. Ribadisco che l’Amministrazione, e in particolare il sindaco Alessandro Canelli, non ha voluto perdere tempo rendendo disponibile subito una parte del parco affinché bambini e famiglie potessero usufruirne in questo periodo estivo”.

Valentina Sarmenghi

Leggi tutto il servizio sul Corriere di Novara di giovedì 12 luglio 2018