Galliate “invasa” da 1.300 anziani per il raduno dei Centri anziani di Piemonte e Valle d’Aosta. Nell’organizzazione coinvolti anche gli studenti delle scuole superiori di Novara.

Galliate “invasa” da 1.300 anziani

Sarà Galliate ad ospitare, il prossimo giovedì 3 maggio, il 44° Raduno dei Centri di Incontro del Piemonte e della Valle d’Aosta. Per una giornata, la città sarà “invasa” da oltre 1.300 anziani provenienti da varie località, che arriveranno con i pullman in viale Leonardo da Vinci e in piazza San Giuseppe fin dalle prime ore della mattina. «Si tratta di un’occasione molto importante per Galliate – sottolinea l’assessore ai Servizi alla persona e vicesindaco Flora Ugazio – Per far conoscere le nostre bellezze e il nostro territorio».
La complessa macchina organizzativa comunale, in collaborazione con il Centro anziani galliatese, si è messa in moto da tempo perché le persone attese sono davvero tante. «Abbiamo preso contatto con tutti i ristoranti cittadini perché il protocollo di queste manifestazioni prevede che a tutti sia offerto lo stesso pranzo, concordato con l’organizzazione. Abbiamo coinvolto molte associazioni locali, che parteciperanno con i propri volontari alla realizzazione dell’iniziativa».

Coinvolti anche gli studenti delle superiori

«Anche gli studenti dell’alternanza scuola lavoro degli istituti superiori di Novara daranno una mano per affiancare i volontari nell’accoglienza dei gruppi e per fornire informazioni turistiche sui maggiori punti di interesse della nostra città. E’ stata un’operazione davvero complessa, ma a questo punto posso dire che siamo quasi pronti. Speriamo davvero che tutto possa “girare” al meglio e che Galliate, ancora una volta, possa confermare la sua tradizione di accoglienza ed ospitalità».
La mattinata si aprirà attorno alle 10 con una sfilata di tutti i partecipanti per le vie del centro. Quindi la messa in parrocchiale e il pranzo nei ristoranti cittadini. Nel pomeriggio, festa danzante in Castello e premiazioni dei gruppi partecipanti.
l.c.