Frecce Tricolori, tutto pronto per l’“Aronairshow del Lago Maggiore”. Oltre 600 persone coinvolte per l’organizzazione e la sicurezza dell’evento.

Frecce Tricolori, tutto pronto ad Arona

La manifestazione “Aronairshow del Lago Maggiore” dedicata al volo, da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio, forte del bagaglio di esperienza acquisito sul campo al debutto di due anni fa, è pronta a dare spettacolo. La città si prepara ad accogliere appassionati e turisti richiamando migliaia di visitatori. Il fitto programma è stato illustrato con una conferenza stampa in Municipio

Tante novità

«Un grande evento ulteriormente cresciuto dopo il successo della prima edizione, e triplicato con tre giornate dedicate al volo – ha sottolineato il sindaco Alberto Gusmeroli – E’ stato reso possibile grazie alle tante sponsorizzazioni, prima di tutto i tre main sponsor che contribuiscono ognuno con almeno 30 mila euro, e contributi da enti, fondazioni, imprese e associazioni». Diverse le novità della seconda edizione. A partire dalla durata dell’evento spalmato su tre giorni e dal nome, che quest’anno vede Arona affiancato al Lago Maggiore.

Tre giorni di esibizioni aeree

«La manifestazione aerea infatti si ingrandisce in termini di spazio e tempo abbracciando i comuni di Castelletto Sopra Ticino, Dormelletto, Arona, Meina, Lesa e Belgirate – ha spiegato il sindaco – con le esibizioni aeree del team Yakitalia che saranno visibili nello specchio d’acqua dalle 17,30 di venerdì 29 giugno sul lago». Nel week end di sabato e domenica lo show delle Frecce tricolori.  «Due anni fa l’esordio – ha poi detto il colonnello Alberto Moretti, ex comandante delle Frecce tricolori – Abituati a lavorare in tanti comuni, ad Arona abbiamo avuto il piacere di avere al nostro fianco un’amministrazione reattiva e pronta a tutto quanto c’è da fare per un evento complesso come questo».

600 persone per la sicurezza dell’evento

«Siamo molto soddisfatti della prima esperienza. Una gioia avere sul lago ancora l’esibizione delle Frecce Tricolori – ha aggiunto presidente dell’Aeroclub di Vergiate Peppino Villella – sarebbe bello averle ogni anno sul Lago Maggiore, ad Arona ogni due anni e nelle altre località a rotazione». Organizzazione, sicurezza, e assistenza per una città a prova di gente: «Ringrazio il mondo del volontariato e delle forze dell’ordine – ha aggiunto Gusmeroli – per la collaborazione affinché tutto si svolga al meglio. Per difetto lavoreranno oltre 600 persone tra Aib, Protezione civile, Croce Rossa, Guardia Costiera, Carabinieri, Polizia locale, Guardia di finanza, un grande lavoro di squadra e una serie di accortezze per la sicurezza con fioriere e new jersey».

Leggi anche:  Arona Angera, record per la Traversata del Lago Maggiore

Potenziamento ferroviario

La città è pronta ad accogliere tutti. A partire dal potenziamento ferroviario per giungere ad Arona comodamente in treno. «Nel 2016 erano state solo aumentate le carrozze. Quest’anno siamo riusciti ad ottenere l’aumento delle corse. Ci saranno “treni speciali” da Busto Arsizio e Novara con fermate in ogni stazione, il potenziamento delle navette da Busto Arsizio. I treni in arrivo da Domodossola avranno più carrozze. Potenziate anche le corse dei battelli. Per chi arriva in auto incrementato il numero dei parcheggi a disposizione utilizzando le aree messe a disposizione anche dai privati.

Parcheggi supplementari

«Saranno presidiati da 200 volontari Aib. Dal campo sportivo di via Monte Nero a quello di via Monte Zeda concesso in comodato gratuito, quello dell’oratorio, della Laica, della famiglia Capra e Aghemio. A Oleggio Castello è stato reso disponibile dalla proprietà Dal Pozzo un enorme spazio da cui faremo partire le navette. Predisposta poi una zona riservata ai diversamente abili (largo Vidale), per le biciclette (viale Baracca), i motociclisti (zona dogana) La città sarà chiusa nella zona del lungo lago pedonale, ma il resto della città accessibile».
Tutte le notizie, comprese quelle relative a trasporti e parcheggi, sono costantemente aggiornate sul portale dedicato all’evento.
Maria Nausica Bucci