Fondazione Comunità Novarese sostiene tre progetti incentrati sull’aiuto di persone in difficoltà. A pieno regime il nuovo meccanismo dei bandi aperti.

Fondazione Comunità Novarese sostiene tre progetti incentrati sull’aiuto di persone in difficoltà

Sono tre i progetti che la Fondazione Comunità del Novarese ha deciso di sostenere e che sono stati presentati ieri nella sede della Fondazione alla Barriera Albertina. I titoli sono “Palliative Project 2019”, “Vivere e convivere con Mr. Park” e “Vamos a la playa”.  Il nuovo meccanismo dei “bandi aperti” (che, perciò, non presuppongono finestre erogative con scadenze fisse), rende possibile la presentazione dei progetti da parte delle associazioni lungo tutto il corso dell’anno. Per informazioni  si può visitare il sito www.fondazionenovarese.it.

L’importanza della comunità

“Comunità è una bellissima parola – ha sottolineato il vicepresidente della Fondazione Comunità Novarese, il professor Davide Maggi – perchè significa una società solidale in cui c’è inclusione e sostegno per i soggetti più deboli. E questo avviene grazie ad organizzazioni come quelle che abbiamo deciso di sostenere. Ringraziamo i volontari per l’impegno che mettono nelle loro attività: si può avere tutto il denaro del mondo ma senza passione non si arriva da nessuna parte”.

Palliative Project 2019

La parola è passata quindi alle responsabili delle associazioni che hanno descritto i loro progetti. “Ci occupiamo di assistere malati terminali a Novara, all’hospice di Galliate ed anche a domicilio – ha spiegato la presidente di Ideainsieme Margherita Zanetta – Siamo 56 volontari ma senza un aiuto finanziario è difficile per noi garantire il supporto di diverse figure professionali: due psicologi, tre fisioterapisti, una Oss, un’assistente sociale e un musicoterapista che sta dando veramente molto sollievo ai nostri assistiti. Grazie al contributo della Fondazione (pari a 30.000 euro, il progetto in totale costa 76.287 euro, ndr) potremo portare avanti le attività con questi professionisti”.

Leggi anche:  Città della salute, sarà finita in cinque anni

Vivere e convivere con Mr. Park

8.000 euro il contributo al progetto dell’Associazione Parkinson Insubria Novara, la metà del costo totale che ammonta a 16.000 euro. “Siamo un’associazione formata da malati e parenti: è importante per noi tutti imparare a vivere e convivere con il Parkinson” ha detto la presidente Adriana Rossi. Il progetto consiste nella realizzazione di servizi per il mantenimento delle relazioni sociali (tramite incontri periodici di condivisione) e alla prevenzione degli stati depressivi (grazie al supporto di uno psicologo psicoterapeuta) ma anche, sul piano fisico, alla conservazione della capacità di movimento (attraverso cicli di ginnastica adattata e la possibilità di usufruire fisioterapia a domicilio).

Vamos a la playa

Infine Raffaella Cerutti, coordinatrice del centro residenziale dell’Anffas ha parlato del progetto “Vamos a la playa” che ha ricevuto un contributo di 10.000 euro (costo totale 25.300 euro).  “La nostra onlus è nata nel 1996 e oltre al centro residenziale dove abitano 12 ragazzi disabili motori e/o intellettivi, ha anche un centro diurno – ha spiegato – proponiamo diverse attività che loro possono scegliere liberamente dalla ginnastica al teatro alla pittura. D’estate è difficile mantenerle perchè molti operatori vanno in ferie: per questo motivo ma anche per offrire ai nostri ragazzi un periodo di svago fuori da Novara li portiamo in vacanza a Igea Marina. Ognuno è accompagnato da un operatore. Si tratta di uno sforzo considerevole organizzare questa iniziativa ma grazie all’aiuto della Fondazione anche il prossimo anno sarà possibile”.

Valentina Sarmenghi