Colpito da infarto per strada a Novara mentre passano Volante e Croce Rossa. Davide Vietri: «Grazie a tutti i miei salvatori».

Colpito da infarto mentre passano Volante e Croce Rossa

colpito da infarto volante cri Davide Vietri, 54 anni, è stato colpito da infarto mentre camminava per strada a Novara. E’ vivo grazie all’intervento di un equipaggio della Squadra Volante della questura di Novara e del personale sanitario di un’ambulanza della Cri.  L’episodio è avvenuto il 2 marzo scorso e lunedì Davide Vietri ha voluto incontrare i Volontari che lo hanno soccorso e gli agenti della Polizia di Stato che sono intervenuti, festeggiando con un aperitivo per tutti i volontari la giornata mondiale della Croce Rossa. Quello che è successo il 2 marzo Vietri lo racconta così: «Vi sono situazioni che quando avvengono sono frutto di una serie di combinazioni uniche. Io posso dire di avere vinto il Superenalotto. Quella mattina ero appena uscito di casa, abito in via Silone, in zona viale Roma, attorno alle 9,30 e stavo camminando sul marciapiede quando ha avuto un arresto cardiaco. So che purtroppo capita quotidianamente a diverse persone ma nel mio caso si sono verificati alcune concomitanze che mi hanno salvato».

«Grazie a tutti i miei salvatori»

colpito da infarto volante cri «Quando sono caduto a terra – continua Vietri – vicino all’istituto “Brera” mi hanno raccontato che stava transitando una Volante, che mi aveva appena superato e un’automobilista ha suonato il clacson per richiamare l’attenzione dei poliziotti. L’equipaggio della Volante è subito sceso dalla vettura e mi ha soccorso, mettendomi in posizione di sicurezza e chiamando nel frattempo il 118. In quel momento però stava arrivando un’autoambulanza della Croce rossa che tornava in sede dopo un intervento. I volontari a bordo si sono fermati e hanno usato subito il defibrillatore. Un vero colpo di fortuna. Se fosse avvenuto mentre ero solo in casa, se non passavano Volante e Croce rossa, difficilmente sarei qui a raccontarlo. Il destino a volte è misterioso».

Leggi anche:  Gonfiabili a pagamento nel Parco dei Bambini, i genitori non ci stanno

 

«Ho mutato il mio stile di vita»

colpito da infarto volante cri Davide Vietri chiude il suo racconto spiegando che quando è avvenuto l’infarto «non sentiva dolore, solo un senso di oppressione. Il giorno prima avevo fatto la visita medico sportiva, tutto ero a posto. Io gioco a tennis e vado a sciare. Dopo l’infarto ho mutato il mio stile di vita, sto molto più attento a come mi nutro, ma sopratutto sono più tollerante verso gli altri e voglio più bene alle persone. Questa vicenda mi ha cambiato la vita. Grazie a tutti i miei salvatori». L’equipaggio della Volante era composto dagli Assistenti Giovanni Giacalone e Angelo Catapano che hanno avuto il plauso della questura per l’intervento.
m.d.