Cartiera di Momo, “nessun rischio per la salute della popolazione e dei lavoratori”. L’azienda rende noti i risultati delle analisi chimiche e microbiologiche.

Cartiera di Momo, “nessun rischio per la salute della popolazione e dei lavoratori”

Cartiera di Momo, “non emergono problematiche di inquinamento atmosferico, sia dal punto di vista chimico sia dal punto di vista microbiologico”. E’ quanto risulta dalle analisi “volte a determinare la concentrazione di inquinanti chimici e i parametri microbiologici dei campioni di aria prelevati in due punti significativi del territorio, al fine di valutare l’incidenza della propria attività produttiva, dal punto di vista chimico/microbiologico, sul centro abitato di Momo”.

I risultati delle analisi diffusi dall’azienda

I dati sono stati diffusi dalla stessa Cartiera di Momo S.p.A. che informa di avere ricevuto i risultati delle analisi il 29 agosto e di averli già trasmessi alle Autorità e agli Enti competenti. “Tali risultati confermano quelli svolti dall’Asl a inizio mese – continuano i responsabili – e resi noti in data 22 agosto 2018 dal Sindaco di Momo, garantendo che non sussiste alcun rischio per la salute della popolazione e dei lavoratori”.

Campionamenti in due zone specifiche

Le analisi sono state svolte nel pomeriggio del 24 luglio in due specifiche zone: l’angolo tra Via S. Rocco e Via Cardani, nel centro abitato di Momo, e l’interno dell’area produttiva. La velocità media del vento, durante il campionamento, era di 2,78 metri al secondo, una direzione principale a Sud-Ovest, la temperatura media di 31,3 gradi. “In entrambi i punti (centro abitato e interno Cartiera) tutti i valori di concentrazione degli inquinanti chimici monitorati sono risultati essere inferiori al limite di rilevabilità strumentale”.

Leggi anche:  Puliamo il mondo, iniziative nelle scuole e giornata di raccolta rifiuti nel Parco del Ticino

Potenziamento degli impianti di depurazione

“Per quanto riguarda la componente microbiologica, i terreni sottoposti a coltura (per 30 giorni) dei campioni prelevati sono risultati privi di unità formanti colonie, sia per quanto riguarda la componente batterica sia per quanto riguarda la componente micetica”. L’azienda ha intrapreso un processo di miglioramento e potenziamento dei propri impianti di depurazione, con un investimento complessivo di circa 1,5 milioni di euro. Il cronoprogramma vede oggi completato il primo stadio delle installazioni che saranno sviluppate ulteriormente nel mese di settembre per poi arrivare a pieno regime nel mese di ottobre. “Questo comporterà – concludono dalla Cartiera di Momo Spa – un progressivo e significativo abbattimento delle emissioni odorose che sono state, nelle scorse settimane, origine di disagi per la popolazione. Il completamento del nuovo impianto garantirà una soluzione definitiva della problematica relativa all’impatto odorigeno”.

v.s.