Caldo africano, temperature in calo dalla prossima settimana. Luglio 2018 il settimo più hot degli ultimi 30 anni.

Caldo africano, temperature in calo dalla prossima settimana

Ancora più su. Il record stagionale del caldo alla stazione di Domodossola gestita da Arpa Piemonte è stato aggiornato il 30 luglio quando il sensore ha raggiunto una massima di 37,6° superando i 37,2° segnati il 23 luglio.  Dopo quasi due mesi estivi in cui le correnti sahariane erano state tenute a bada dalle basse pressioni nord atlantiche, l’aria del deserto algerino è risalito fino all’arco alpino portando stabilità atmosferica e afa. Il valore della località ossolana si è distinto a livello regionale perchè lunedì, a nord del Po, la seconda stazione più bollente è stata Cameri (34,6°) mentre a sud Villanova Solaro (37,2°) in provincia di Cuneo. Replica il 31 luglio con una punta di 37,7° sempre a Domodossola.

A Novara massima di 34,6°

Oltre a Cameri (36,7°) da segnalare il valore del Monte Mesma (35,3° a 540 metri), mentre più contenute sono risultate le massime di Massazza (32,5°), Biella (33,8°), Cerano (34,5°), Novara Terdoppio (34,6°) e Masserano (34,8°). Il primato regionale però questa volta è stato fissato a sud del po perchè a Basaluzzo (Alessandria) il sensore è salito fino a 38,2°. si distingue ancora Villanova Solaro (37,7°9 e nell’alessandrino Sezzadio (37°). Va comunque detto che lo zero termico non ha raggiunto valori eclatanti: alla mezzanotte dell’1 agosto il radiosondaggio di Milano Linate lo poneva a quota 4.322 metri, tant’è che alla Capanna Regina Margherita (4560 metri) mercoledì mattina la minima era di -2,6° seppur in rialzo rispetto al 31 luglio (-4,1°).

Leggi anche:  Novara calcio: importante vittoria a Pistoia per 2-0

Luglio 2018 il settimo più caldo degli ultimi 30 anni

Ma come è andato il mese passato? I dati ufficiali di Arpa Piemonte non sono ancora disponibili ma le proiezioni riferite alla stazione di Borgomanero indicano una media di 23,7° con una scarto di +1,0 ° sulla norma trentennale. Se confermata porrebbe il luglio 2018 al 7° posto dopo il 2013 (24,1°), il 1994 e il 2003 (24,2° entrambi), il 2010 (24,6°), il 2006 (25,2°) e il 2015 (26,4°).

Allentamento dell’anticiclone

Una posizione in meno rispetto a quanto registrato da MeteoSvizzera per l’insieme delle sue stazioni sul territorio elvetico, in una classifica che in questo caso però vanta 155 anni di dati completi. Ma come andrà nei prossimi giorni? I modelli metereologici indicano per domani un possibile allentamento dell’anticiclone con attenuazione delle massime attorno al 7 agosto.

Allerta per le ondate di calore

Visto il grande caldo di questi giorni il Comune di Novara ha diramato un allerta per le ondate di calore. “Per quanto riguarda le elevate temperature che hanno interessato la nostra zona negli ultimi giorni – consiglia l’assessore all’Ambiente Marina Chiarelli – è opportuno controllare i dati costantemente aggiornati sul sito dell’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente  e prendere le dovute precauzioni comportamentali. Questo soprattutto nel caso di persone con particolari patologie polmonari, bronchiali o cardiache, anziani e bambini. E’ opportuno evitare di uscire di casa e svolgere attività fisica all’aperto in particolare durante le ore più calde. E’ invece opportuno integrare la dieta quotidiana con cibi contenenti sostanze antiossidanti e bere molta acqua”.

Stefano Di Battista