Bollette telefoniche, Corecom Piemonte, il comitato regionale per le comunicazioni è sempre più al servizio dei cittadini. Questo grazie a sportelli ad hoc dislocati nelle sedi Urp di ciascuna Provincia.

Bollette telefoniche, Corecom sempre più al servizio dei cittadini

Sempre di più al servizio dei cittadini. Il Corecom Piemonte, il comitato regionale per le comunicazioni, rilancia la propria azione con sportelli ad hoc dislocati nelle sedi Urp di ciascuna Provincia.
Proprio da Palazzo Natta, lunedì scorso, è stato lanciato un vero e proprio appello da parte dei vertici del Corecom e delle amministrazioni locali (rappresentate dalla consigliera provinciale Lara Noro e dall’assessore comunale Mario Paganini) ad un maggiore utilizzo di uno strumento gratuito, soprattutto nelle controversie con i gestori telefonici.

Nel 2017 6.300 contenziosi

I numeri nella nostra provincia, infatti, sono nettamente inferiori in proporzione a quelli del capoluogo, quasi certamente per una scarsa conoscenza. «La nostra attività principale è il sistema di conciliazione – ha confermato il presidente Alessandro De Cillis – Facendo un’analisi dei dati in nostro possesso nel 2017 come Corecom abbiamo ricevuto quasi 6300 contenziosi, restituendo ai cittadini piemontesi oltre 2.226.000 euro. Una percentuale pari all’82% delle udienze terminate a buon fine, la maggior parte delle quali a Torino. A Novara sono state 187, dunque un cittadino su 1.800 abitanti».

Servizio più facile grazie all’informatizzazione

Da qui la necessità di decentrare sempre di più il servizio e renderlo più facile e agevole con l’introduzione del mezzo informatico grazie al protocollo di intesa con Giunta e Regione.
I primi riscontri sono positivi dopo l’informatizzazione del servizio di conciliazione, con l’attivazione di postazioni decentrate per le udienza a distanza (web conference) nelle sedi Urp di ogni capoluogo di provincia. Per quella di Novara il cittadino può rivolgersi in via Mora e Gibin, a fianco della Questura e di fronte al Parco dei Bambini. Le udienze in web conference nel 2017 sono state 748, facendo così registrare un +34% rispetto all’anno precedente. Sul numero complessivo il 12% si sono tenute all’Urp di Novara. In aumento anche quelle in audio conference, in tutto 311 con un incremento del +6%.

Leggi anche:  Soccorso antincendio sul lago Maggiore, mancano i mezzi

Risoluzione delle questioni a titolo gratuito

«Il Corecom Piemonte si è distinto per i risultati nell’ottica di risolvere un problema molto diffuso – ha spiegato il commissario Vittorio Del Monte – Quando un cittadino riceve una bolletta telefonica, magari con un servizio mai richiesto, il primo istinto è quello di lasciare perdere. Non tutti gli utenti sanno, però, che questo istituto affronta le questioni a titolo gratuito. Un ulteriore sforzo è stato quello di istituire la piattaforma “Conciliaweb”, che consente a chiunque di avvalersi del servizio senza costi di spostamento».
Un’opportunità anche per le aziende: «La conciliazione più alta è stata di 100.000 eruo – ha concluso De Cillis – La nostra attenzione non è focalizzata solamente sulle macro controversie, ma sulle istanze che i cittadini ci chiedono quotidianamente. E’ lì che si annidano i problemi maggiori».
Paolo De Luca