Bimbi senza frontiere, tutti in bici al Torrion Quartara. Partecipata la prima edizione dell’iniziativa organizzata dal Gruppo Ciclistico ’95 Novara, con la collaborazione  della Scuola Primaria Bazzoni e il supporto del Veloclub Novarese.

Bimbi senza frontiere, tutti in bici al Torrion Quartara

Più di 60 bambini con le loro famiglie hanno partecipato sabato 21 aprile alla prima edizione di “Bimbi Senza Frontiere”. La manifestazione è stata ideata da Graziana Antoci, presidente dell’Asd Gruppo Ciclistico ’95 Novara, con la collaborazione  della Scuola Primaria Bazzoni del Torrion Quartara e il supporto del Veloclub Novarese. La giornata è iniziata nell’aula di informatica dove è stata presentata la Lim, lavagna multimediale, acquistata grazie ad un contributo economico del Gruppo Ciclistico ’95 (ex Dlf Novara). I partecipanti sono stati poi divisi in due squadre e si sono messi alla prova con il primo gioco. Si trattava di una gimcana allestita all’esterno dell’istituto, che simulava un percorso cittadino in cui i bambini dovevano destreggiarsi tra ostacoli e cartelli stradali.

Pedalata per il quartiere

La seconda “prova” consisteva in una pedalata di circa 1 km nel quartiere, sempre scortati dai ciclisti del Gruppo Ciclistico ’95 e dalla Polizia locale, durante la quale era richiesto di prestare attenzione non soltanto alla segnaletica e al traffico cittadino, ma anche ai compagni di squadra.  Infine un velocissimo quiz per testare le conoscenze dei bambini circa i pericoli della strada, le regole e i comportamenti corretti da adottare quando si pedala. Tutti i partecipanti sono stati promossi. Ad ognuno è stata consegnata la medaglia ed il diploma di ciclista urbano. Gli alunni hanno ricambiato con un bellissimo album di disegni sul tema ciclismo.

Leggi anche:  Vigili del fuoco e Cri per la ricerca di persone scomparse

Promozione di una mobilità sostenibile

“E’ stata molto preziosa la collaborazione del Veloclub Novarese e del presidente Mario Giaccone – sottolinea la presidente del GC’95 – che hanno dato oltre il supporto tecnico, un grande aiuto per la realizzazione dell’iniziativa, nonché il supporto dei genitori, degli alunni e delle insegnanti della Scuola Bazzoni. “Bimbi senza frontiere” è stata una manifestazione che nel suo piccolo ha una grande rilevanza finalizzata, ovviamente, alla promozione di una mobilità sostenibile e quindi all’utilizzo della bicicletta, rispetto ai mezzi a motore, soprattutto in quei brevi spostamenti come il tragitto casa scuola. Dal 2014 il GC’95 Novara promuove infatti iniziative mirate a questo scopo, come anche il progetto “Salvaciclisti”.

Un laboratorio a cielo aperto

“Bici Senza Frontiere” non è un progetto di educazione stradale – continua Antoci – piuttosto un laboratorio a cielo aperto con cui abbiamo voluto trasformare per un giorno una parte della Città in un quartiere a misura di bici e bambini. L’obiettivo era quello di avvicinare attraverso un gioco divertente i bambini a questo sport ma allo stesso tempo coinvolgerli insieme a famiglie ed insegnanti in un’esperienza divertente e socializzante, per far riflettere sulle regole della strada e della sicurezza.  Appuntamento, sicuramente al prossimo anno con l’edizione 2019”.

Valentina Sarmenghi